CAMPIONATI EUROPEI EURO 2024

CAMPIONATI EUROPEI EURO 2024

Calendario delle Partite della Fase a gironi

14 giugno
Gruppo A: Germania – Scozia (5-1)

15 giugno
A: Ungheria – Svizzera (1-3)
B: Spagna – Croazia (3-0)
B: Italia – Albania (2-1)

16 giugno
D: Polonia – Paesi Bassi (1-2)
C: Slovenia – Danimarca (1-1)
C: Serbia – Inghilterra (0-1)

17 giugno
E: Romania – Ucraina (Monaco, 15:00)
E: Belgio – Slovacchia (Francoforte, 18:00)
D: Austria – Francia (Düsseldorf, 21:00)

18 giugno
F: Turchia – Georgia (Dortmund, 18:00)
F: Portogallo – Cechia (Lipsia, 21:00)

19 giugno
B: Croazia – Albania (Amburgo, 15:00)
A: Germania – Ungheria (Stoccarda, 18:00)
A: Scozia – Svizzera (Colonia, 21:00)

20 giugno
C: Slovenia – Serbia (Monaco, 15:00)
C: Danimarca – Inghilterra (Francoforte, 18:00)
B: Spagna – Italia (Gelsenkirchen, 21:00)

21 giugno
E: Slovacchia – Ucraina (Düsseldorf, 15:00)
D: Polonia – Austria (Berlino, 18:00)
D: Paesi Bassi – Francia (Lipsia, 21:00)

22 giugno
F: Georgia – Cechia (Amburgo, 15:00)
F: Turchia – Portogallo (Dortmund, 18:00)
E: Belgio – Romania (Colonia, 21:00)

23 giugno
A: Svizzera – Germania (Francoforte, 21:00)
A: Scozia – Ungheria (Stoccarda, 21:00)

24 giugno
B: Croazia – Italia (Lipsia, 21:00)
B: Albania – Spagna (Düsseldorf, 21:00)

25 giugno
D: Paesi Bassi – Austria (Berlino, 18:00)
D: Francia – Polonia (Dortmund, 18:00)
C: Inghilterra – Slovenia (Colonia, 21:00)
C: Danimarca – Serbia (Monaco, 21:00)

26 giugno
E: Slovacchia – Romania (Francoforte, 18:00)
E: Ucraina – Belgio (Stoccarda, 18:00)
F: Cechia – Turchia (Amburgo, 21:00)
F: Georgia – Portogallo (Gelsenkirchen, 21:00)

Giorni di riposo: 27 e 28 giugno

Pipi fhritti cu patati

Pipi fhritti cu patati

Ogni jiuornu nu problema
Si presenta a stu paisi
E no’ si trova lu sistema
Mu s’affruntanu li spisi.

E la sira manca a luci
E lu jiuornu no’ nc’e’ acqua
Si nc’e’ scuru ha mu t’agghuci
Cu a candila e jiuornu e Pasqua.

Troppu casi abbandunati
i rioni tutti vuoti
Li patrumi su emigrati
E tant’attri su jiusuoti.

Tra palazzi e palazzini
Nta salici, nta crimenza
Casi nuovi cu giardini
Fhu na vera provvidenza.

Ma si vai nta la righeggha
Nta lu spizzu o petrachjiana
No’ nc’e’ nugghu chi arribbeggha
Chi ti fherma o ti richjiama.

Puru piejiu è Santu Ruoccu
Natraccola cu pruscinu
E quandu tira lu sciruoccu
Mancu nc’e’ nu cardellinu.

Vidi gienti jiuornu e fhesta
Li dominichi e d’estati
Ncunu parta, torna e resta
Ca li cuosi su cangiati.

Veru chigghu chi già scrissi
Tanti casi su vacanti
Ma li gienti puru dissi
Fhanu vita confortanti.

Cui partiu e no’ tornau
E ncitta’ si trasferiu
Sapa sulu chi dassau
E penza a chigghu chi perdiu.

Li parienti chi partiru
E chi de tiempu su emigrati
Si ricordanu u profhumu
E Pipi fhritti cu patati,

Fhilatiegghi, pitta chjina
La poseggha gialineghha
Si ricordanu accussin
Sia lu tiestu ca’ limbeggha.

E si parra e suppressati
Capicoggha cu gambuni
Tutti cuosi ormai passati
Cuomu u vinu do’ serruni.

Tanti cuosi genuini
Chi restaru nta la mente
Cu profhumi sopraffini
La delizia de la gente.

E cui torna nta l’esrati
Pemmu trova li parienti
Penza sulu a li mangiati
E vo’ mu assaggia st’ingredienti.

Nu suffrittu e carni e puorcu
Quattru alivi ammazzarsti
Pipariegghi russi e l’uortu
E suppressati surrijiati.

Fhilatiegghi cu poseggha
Pollu arrostu cu patati
Dui stigghjiuoli de vudeggha
E nu tiestu e fhavulati.

Na nzalatera e tagghjiarini
Ncumpagnia de quattru amici
Uottu malangiani chjini
E tantu vinu de salici.

Certu, è propriu lu lavoru
Chi ti porta pe’ lu mundu
Pemmu vivi cu decori
E mu capisci ch’esta tundu.

Passi di Vita


Step di vita

Dimmi tu, chi stai fhaciendu
Chi rovisti nta sti carti
Esta sulu pierdi tiempu
No’ nda scianchi e i mienti e parti.

Vorìa propi pemmu vijiu
Sti quaderni, sti blocchetti
Vorìa puru mu li liejiu
Li paruoli e sti fhoglietti.

E nda scrivi tutti i jiuorni
Stai scriviendu nu romanzu
Scrivi puru quandu duormi
E assettatu puru a pranzu.

Certu, fhusti profhessori
Ma mo’, sini penzionatu
No’ fu certu ruosi e fiori
Ma si troppu appassionatu.

Scrivu stori ‘mpoesia
Cuntu cuosi de na vota
Ricuordu tutti amici mia
E de tuttu tiegnu nota.

Partu e quandu fhui cotraru
Chi jiocava nta lu passu
Jia a lu mastru de fhorgiaru
Pe lu riestu, sempre a spassu.

Nu ciole’, nu carriciegghu
Nu palloni mancu tundu
Nta i carrieri nu ribbiegghu
Chistu era “tuttu u mundu”.

Cu l’amici sempre ngiru
Cu na fhjiunda e na tagghjiola
Ni mancava lu respiru
Girijiandu nta rijiola.

Scrissi e quandu a lu palloni
Si jiocava a la Colonia
Nta lu campu, a ogni rioni
E faciamu babilonia.

Parmu, Giacumu e Vicienzu
Sandru, Brunu, Peppa e Totu
Io, Pasquali e si nci pienzu
Nc’era puru ncunu ignotu.

Tutti amici de cotrari
Cui venia de Rivenzinu
Cui abitava o Chjianalari
Sangiuseppe o nta Pruscinu.

Pua, la scola ni cangiau
Cui studiava si nda jiu
Nci fhu puru cu emigrau
Ma Jimmi avanti ngrazzi e Ddio.

Tutti fhicimu fhamigghjia
Cu fhigghjiuoli laureati
Fhu pe’ tutti meravigghjia
Ntelligenti e fhortunati.

L’onestà, rispettu e stima
E l’amicizia duratura
Sempre a stessa, cuomu prima
Settant’anni e ancora dura.

Mona, simu penzionati
Ogni tantu ni ncuontramu
A cui no’ po’ ch’esta acciaccatu
Cu telefhonu u chjiamamu.

Li ricordi

Li ricordi

Li ricordi sunu vita
Gia’ vissuta o trapassata
Su na cosa chi ti dicia
Ca ogni vita va apprezzata.

Quantu stori e chi tragedi
Chi cuntavanu l’anziani
Terremuoti, mal’annati
E gienti muorti cuomu cani.

Guierri e tanta distruzioni
Cu partia no’ ritornava
Tanta fhami si patìa
Cu avia terra la zzappava.

Nc’era puru cui sti cuosi
Li cuntava lacrimandu
Si parrava a ogni putifha
E ncampagna fhatigandu.

Lu rispettu, lu contegnu
Pe’ la morte de’ na vita
Si sentia nta tuttu u regnu
Era cchjiu’ de na fherita.

Cui tornava de la guerra
Era allegru, era fhelici
Cunzervaru vita e terra
E si scordaru i sacrifhici,

Cui perdiu na gamba imtera,
Cui nu vrazzu e cui na manu
Nci fhu’ puru cui moriu
Nta na terra cchjiu’ luntanu.

Quantu fhigghji senza patra
E mugghjieri, senza maritu
Cui restau, sarvau la patria
E tuttu fhu ricostruitu.

Tuttu mi restau ‘nta mente
De sta gente ndaffarata
Si zzappava, siminava
E s’invocava a bona annata.

Cui potia criscia nu puorcu
Avanzatu cu vrodati
De poseggha e salimuori
Abbundanti fhressurati.

Cui partia pe’ la campagna
Cu na viertula e lu ciucciu
No’ trovava la cuccagna
Jia e tornava cu lu crucciu.

Ma li mani chjini e cagghi
Fhuru orgogliu de la vita
Vinu, uogghjiu, ova e gagghj
E la casa era arricchita.

Tiempi duri, ma passati
Pecchi’ ojia si sta buoni
No’ nda cchjiu’ de disperati
E no’ si fhanu Cirimuoni.

Ma si guardi all’orizzonti
Nta qualsiasi continenti
Si bumbarda strati e ponti
No’ nc’e amori e sentimenti.

Chigghi povari abitanti
De’ fhigghjiuoli e de ‘mpotenti
Nta l’Europa e nta l’orienti
Sunu “stragi d’innocenti”.

Ogni tantu

Ogni tantu

Ogni tantu ni ncuntramu
Pe’ dovere e no’ pe’ sorte
Tutti assiemi u salutamu
Lu distinu de la morte.

Quandu ncunu vola ncielu
E si tratta de’ n’amicu
Nta lu sangu sienti jielu
E ti sienti nu mindicu

Tra l’amici tantu sdiegnu
E si parra cittu cittu
E si ricorda cu cuntiegnu
Lu destinu maledittu.

Cui ricorda tiempi jiuti
Cui ripenza a sciampagnati
Chigghji fhatti cchjiu’ sentuti
Tutti assiemi accumunati.

E si ripenza a nui cotrari
A li bravati e giovanotti
Quandu cuomu muntagnari
N’acchjiappevumu a cazzotti.

Si scarava nta salici
Nta trimalu e nta cavuri
Pe’ castagni e ncuna nuci
O arangi già maturi.

Jiemu a pruna sgagghaluori
O russi e tundi de’ sangiuanni
O lattuchi o pumadora
Procurandu tanti danni.

Ti ricuordi a Cacamuogghu
Cu i cerasi do’ cumpara
Si penzava: no’ nc’e’ nugghu
E nda pigghjiamu pe’ assaggiara.

Mentre tutti ndaffarati
Ni gustavumu u sapurl
De’ na percia e mpergulati
Tutti ntisimu u rumuri.

Propi vui cumpara caru
Mi portastuvu st’arcieri
Si u sapia ncunu panaru
Vi u portava volentieri.

E sta vota ni jiu bona
Ca a nui tutti canusciu
No’ badau mu ni li sona
Ni nda jimmi e si nda jiu.

Ti ricuordi quandu o Passu
Nc’era Cerchiu e Cicarruni
Chi pe’ igghji era nu spassu
Scilicandu a lu cafhuni?

E a Tillieci e Grigorinu
Chi jiocavanu a lu campo
Cu Vittoriu e Nicolinu
E pe’ nugghu nc’era scampu.

Nd’avia tanti jiocaturi
Chi pe’ nui fhuru d’esempiu
Tra ngegnieri e profhessuri
Chi pe’ tutti fhu nu tempiu.

Pinu Bretti e Attanasi
Cu li giometri Lo Russu
Mastroianni de Sambiasi
Era vi, na squatra e lussu.

Protu mporta de Nicastru
Mazzitelli cu Palmieri
Cu Bennardu nu pilastru
Sia Gentili ca Calvieri.

Nta stu mentre u “Commissariu”
Avia fhattu n’attra squatra
No nd’avia do circondariu
Ma ni trovava strata, strata.

Totu, Sandru cu De Ciccu
Pietru, Peppa e Pasqualinu
Giuanni, Ernestu, Mariu e Cicciu
E ni mbiscau cu Michelinu.

Tutti nui de quindicianni
No’ potiemu competira
Ed’allora cacciau a Giuanni
E penzau mu aggiusta a mira.

Misa genta d’esperienza
Cu Vittoriu e Nicolinu
Cu Battista la potenza
E l’agonismu e Grigorinu.

Sandru e Brunu emigraru
Li cchjiu scarzi si nda jiru
Parmu e Giacumu arrivaru
E a la squatra si jiungiru.

Tutti assiemi ni criscimmi
E fhu na squatra de temira
Chjianu chjianu maturammi
E faciemu na strimina.

Pua cangiau l’allenatori
E portaru a Banincasa
Cu Pasquali e Salvatori
Fhu na squatra valorosa.

E vinciemu a Catanzaru
A lu Pizzu e a tutti ngiru
Ma a la fhini ni fregaru
E a lu spareggiu ni vinciru.

Mi ricuordu a Soveratu
Cu lu campu a lidu e mara
Era majiu già inoltratu
E approfhittammi pe’ natara,

Menza squatra era mbrijiaca
C’havia jiutu o matrimuoni
E no’ bastau la rimpriscata
U ni risbigghjia buoni buoni.

Totu mporta addormentatu
Pietru e Giacumu sturduti
Puru Peppa era straniatu
Tutti l’attri stramortuti.

Quandu mai la squatra nostra
Avia perdutu cincu a zeru
Fhu disdetta e vera giostra
Nugghu nc’era cu penzieru.

Chi virgogna, e chi figura
Mu tornamu e sta manera
No’ fu mancu jiettatura
Mancu u gollu da bandiera.

Er. Ga.

Marzo calcistico

Polisportiva Acconia – Uesse Catanzaro 7-0

A palle Ferme
Le grandi non si fanno male,
le retrovie non ne approfittano.

 Curinga 2-03-2010 Ad otto giornate dalla fine del campionato di prima categoria girone C, i giochi per i Play-Off sembrano fatti visto che cinque squadre si sono distaccate vistosamente dal resto del gruppo. Non si fanno male le grandi negli scontri diretti giocati domenica e, le seconde linee, non hanno saputo approfittarne. Perde la Nuova Limbadi in casa contro l’Euro Girifalco e pareggia, contro il San Calogero, la Nuova Curinga. Due risultati che lasciano involare cinque squadre verso il traguardo finale e con un Filogaso che, vincendo a Vallefiorita, si insedia di prepotenza al terzo posto in attesa del recupero che la Serrese dovrà sostenere e che potrebbe inserirsi addirittura al secondo posto pari merito con l’Ansel Acconia.   Gli scontri diretti si sono chiusi tutti in parità con la capolista Sporting Davoli che lo ha agguantato soltanto nel recupero mentre, tra Petrizzi ed Ansel Acconia, si è giocato pensando più a non prenderle che a darle. Di ciò, come detto, ne approfitta il Filogaso che vince a Vallefiorita, proponendosi come la squadra più in forma del momento staccando definitivamente la Nuova Limbadi che, con molta probabilità, dopo l’ultima sconfitta, ha deposto definitivamente le armi. Play-Off prenotati da Sporting Davoli, Ansel Acconia, Filogaso, Serrese e Petrizzi con lo Sporting indiziato maggiore per la Promozione e il salto di categoria. Per ora, così recita la classifica generale. Continua la serie positiva per la Nuova Polisportiva Acconia che si sbarazza della Uesse Catanzaro con il tennistico risultato di 7-0, dando conferma che la cura Amaddeo sta funzionando perfettamente. Segnali di ripresa anche per la Nuova Filadelfia che batte il Real Pianopoli mantenendo accesa la speranza di permanenza in categoria. Non è facile perchè la stessa, dista per ora, ben nove punti ma, potrebbero ridursi a sei nel caso in cui riuscisse a vincere la sua partita di recupero. Anche il Bivongi, nonostante le sfavorevoli vicissitudini da cui è passata, si segnala per una prestigiosa vittoria ottenuta contro un Badolato irriconoscibile e mediocre. Il campionato sembra apparentemente chiuso e se c’è lotta, questa è solo per la zona di retrocessione dove risultano ancora coinvolte Badolato (29), Nuova Polisportiva Acconia (27), San Calogero (24) e Nuova Filadelfia (18 punti con una partita da recuperare). Per la Nuova Valle si sono spente le residue speranze così come deve rassegnarsi alla diretta retrocessione la Uesse Catanzaro che continua a stabilire record su record sulla media delle reti subite in un campionato. Per ora 63/20 con una media di poco superiore alle tre reti subite per ogni partita giocata.
 Er. Ga.  

Palla al Centro, si ricomincia.
Tra incontri impegnativi, proibitivi e,
di normale amministrazione.

Curinga 4-3-2010 Archiviati l’ottimo risultato che la Polisportiva ha ottenuto contro la Uesse Catanzaro, l’importante pari ottenuto dall’Ansel Acconia a Petrizzi e il deludente pareggio ottenuto a Curinga dalla Nuova Curinga contro il San Calogero, si pensa ormai ai prossimi incontri alcuni dei quali sono impegnativi altri sembrano proibitivi  ed altri ancora di normale amministrazione.    La partita più importante dell’intera ventitreesima giornata di campionato, è Filogaso – Nuova Polisportiva Acconia, da una parte perchè il Filogaso si è dimostrato fino ad ora una delle più forti squadre del campionato, dall’altra perchè siamo curiosi di vedere se la cura Amaddeo continua ad avere la stessa efficacia avuta nelle ultime partita sui giocatori della Polisportiva.  Sulla carta, sembra impossibile l’impresa della Nuova Curinga a Davoli contro la capolista Sporting, soprattutto alla luce degli ultimi risultati che hanno visto la Nuova Curinga dominare le sue avversarie ma, senza ottenere risultato. E’ già successo a Serra San Bruno contro la Serrese, si è ripetuto domenica scorsa contro il San Calogero quando ha sprecato di tutto in ottanta minuti e nei restanti  dieci ha poi rischiato di perdere. Viceversa per lo Sporting Davoli che, aiutato dalla fortuna, conquista un pari contro la Serrese, forse immeritato,  solo nei minuti di recupero finali.Non dovrebbero esserci problemi per l’Ansel Acconia che ospita il Bivongi Pazzano reduce da una brillante vittoria sul Badolato. La speranza è che l’Ansel riesca a schierare in campo tutti i suoi giocatori migliori; da Arcuri ad Orlando, da Morelli a Trovato e così via dicendo perchè, in questi ultimi periodi, tra infortuni e squalifiche, ciò non è stato mai possibile. Partite importanti ai fini della classifica generale sono: Euro Girifalco – Serrese e San Calogero – Nuova Filadelfia. La prima potrebbe fornire un risultato a sorpresa perchè i padroni di casa capaci di imprese impossibili visto che, domenica scorsa sono andati a vincere a Limbadi. Non sarà facile perchè la Serrese è quella squadra che, assieme allo Sporting Davoli, è quella che ha subito il minor numero di sconfitte dell’intero girone, solo due su ventidue giocate. La seconda partita che veste importanza notevole per la classifica generale è quella che si giocherà tra San Calogero e Nuova Filadelfia, entrambe coinvolte nella zona Play-out. Per chi perde, saranno ulteriori problemi perchè, visto il percorso del campionato già giocato, difficilmente con le partite restanti riuscirà a risollevarsi. Gli altri incontri di questa nuova giornata, non nascondono difficoltà per le squadre ritenute di qualità, così, il Petrizzi non potrà avere problemi contro la Uesse Catanzaro anche se si gioca a Catanzaro così come il Real Pianopoli che non potrà avere problemi contro una ormai rassegnata Nuova Valle. L’unica partita a riservare un po’ di apprensione è Badolato – Nuova Limbadi perchè, una possibile sconfitta del Badolato la coinvolgerebbe a pieno titolo nella zona Play-Out, con tutte le conseguenze che ne potrebbero derivare.
 Er. Ga.

SP. DAVOLI    3 – 1     N. CURINGA

SPORTING DAVOLI: Corasanitì E, Squillacioti, Capoprale L, Spadea, Gangale, Voci, Filato L (12′ st Papaleo), Corasaniti G, Caporale D (33′ st Pugliese), Florenza (45′ st Maiolo), Micelotta.
In panchina:Chiefari, Cosentino, Bellocci, Colubiale  A.
Allenatore: Pilato R.
MARCATORI: 18’st Caporale D (D), 24′ st Marturano (NC), 29′ st Caporale D (rig, D), 40’st Papaleo (D)
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Corrado, Pettinato, Schiavello (37″st Zerbonia), Cerra, Camillò, Martinez (33′ st Cesari), Gigliotti, Olivo, Marturano, Riga.
In panchina: Grandinetti, Sgarrella, Paonessa, Catozza, Fragalà.
Allenatore: Baroni.
ARBITRO: Cavaliere di Paola

la Categoria C. Contestato il penalty di Caporale
La capolista Sporting Davoli supera una N. Curinga nervosa

di FAUSTO VARANO DAVOLI 6-3-2010 – Partita bella ed avvincente quella tra Sporting Davoli e Nuova Curinga che, alla fine, ha visto prevalere i padroni di casa con un secondo tempo tutto all’attacco. Eppure c’è voluto il classico episodio contestato a dare il definitivo vantaggio alla capolista: correva il 28′, tocco di mano in area, l’arbitro assegnava il penalty tra le proteste. Dal dischetto, Caporale spiazzava il portiere ospite. Prima e dopo il primo vantaggio di Caporale, ed il pareggio di Marturano con una palombella. Al 40′ il bomber Papaleo metteva al sicuro il risultato Il Quotidiano 

ANSEL ACCONIA    3 – 0    BIVONGI PAZZANO

ANSEL ACCONIA: Matarazzo, Muraca S., Colloca, Michienzi, Frija, Di Cello S., Vasta, Muraca L., Torcasio, Orlando C., Di Cello L.
In panchina: LePore, Perugino, Morelli, Orlando M., Scopelliti.
Allenatore: Galioto
MARCATORI: 15’pte30’stDiCelloS.,30’pt Torcasio
BIVONGI PAZZANO: Riggio S., Luca L., Coniglio G., Russo P., Gara D., Valenti Giù., Russo G., Pisano A., Certomà, Valenti Giù., Furfaro N.
In panchina: Vermiglione C., Macrì L., Oraziani F., Care A., Murace C., Pistininzi G.
Allenatore: Gallo
ARBITRO: Cucumo di Cosenza
NOTE: Ammoniti Vasta e Torcasio (A), Furfa-ro(B)

L’Ansel Acconia rimane seconda Un tris per liquidare il Bivongi

ACCONIA – Dopo il pareggio di sette giorni fa in quel di Petrizzi, l’Ansel torna alla vittoria. Una vittoria che ha visto i locali superare il Bivongi Pazzano, sceso in campo con l’assenza di almeno sette uomini, per squalifiche e indisposizioni. La differenza hi campo si fa subito notare. La squadra di casa, al 15′ pt, apre le segnature con Di Cello S., dopo un’azione ben manovrata dalla sua squadra, il raddoppio alla mezzora. Torcasio è bravo a raccogliere un assist di Orlando. Nella ripresa squadre allungate e locali alla ricerca della terza rete. Terza rete che arriva al 30’st. È ancora Di Cello S. che, con un bel colpo di testa, su pallone proveniente da angolo, fa gonfiare la rete avversaria.
Il Quotidiano

FILOGASO    2 – 1    N.POL.ACCONIA

FILOGASO: Vallone, Valotta (15′ st Caputo), Galati (40′ Ciurleo), Barba, Carnovale, Sisi, Luberto, Inineo F., Ruga (30′ st Condello), Arona, Augurusa.
In panchina: Arane, Caputo, Teti, Ciurleo, Inineo A., Mesiano, Condello.
Allenatore: Bruni
MARCATORI: 22′ pte 2′ st Arona (F), 20′ st Muraca D. (N)

NUOVA POL. ACCONIA: Oscuro, Palumbo, Serratore, Landolfi, Cerminara, Trovato R., Muraca V., Muraca D., Perciamontani, Garieri, Trovato V.
In panchina: Guzzi, Rondinelli, Panzarella, Mazzotta W., Condoleo, Mazzetta G., Cuonio.
Allenatore: Amaddeo
ARBITRO: Merenda di Reggio Calabria

Filogaso 7-3-2010 – Vince ancora il Filogaso e lo fa con il risultato che ormai e diventato  il proprio marchio di fabbrica: 2-1. In questa occasione, però, è riuscito ad andare doppiamente in vantaggio, subendo poi il ritorno della Nuova Pol. Acconia che ha tentato, nel corso del secondo tempo di pervenire al pareggio, senza tuttavia riuscirvi. Gli uomini di mister Bruni entrano in campo molto determinati e mettono più volte in difficoltà la difesa ospite con Augurusa e Arona, che non riescono però a capitalizzare. Al 22′ però la svolta: Inineo F. scende sulla sinistra e la mette in area, dove Arona è abile a insaccare alle spalle di Oscuro. Al 2′ s t l’azione che porta il Filogaso sul doppio vantaggio e i protagonisti sono gli stessi. Inineo F. si invola in contropiede e lancia per Arona che, trovandosi a tu per tu con l’estremo difensore avversario, lo supero e insacca a porta vuota. La reazione della Nuova Poi. Acconia c’è e al 20′ s t trova un riscontro. Su un calcio d’angolo segue una mischia in area e Muraca D. è abile a metterla dentro.  Con l’ansia di raggiungere il pareggio  gli uomini di Amoddeo giocano meglio e si riversano nella metà campo del Filogaso. Ma i padroni di casa sono abili a mantenere intatto il vantaggio acquisito.

A palle Ferme 
Per Sporting Davoli e Ansel Acconia
un percorso senza ostacoli significativi. 

Curinga 9-03-2010 Senza ostacoli significativi il percorso dello Sporting Davoli verso la promozione ma, anche quello dell’Ansel Acconia non è da meno perchè può ancora sperare  nel sorpasso finale visto che c’è di mezzo lo scontro diretto tra queste stesse due squadre. Due realtà il cui rendimento è rimasto costante nel tempo con vittorie dentro e fuori casa che hanno esaltato le rispettive tifoserie.  Alle loro spalle si sta facendo valere il Filogaso che, partita dopo partita, si è insediata nella terza posizione di classifica generale senza mai gridare a scandali e senza mai dire  grazie a nessuno. Serrese e Petrizzi cominciano a manifestare un po’ di stanchezza ma, le avversarie che potrebbero minacciare le loro posizioni sono tanto distanti  che, qualsiasi tipo di risultato ottenuto sul campo,  li lascia del tutto indifferenti. In ogni caso è stato proprio l’Euro Girifalco, la più vicina inseguitrice, che domenica ha sconfitto proprio la Serrese mentre, udite udite, è la Uesse Catanzaro ad avere l’onore di fermare sul pari il Petrizzi. Risultato storico per la squadra Catanzarese che, da tempo non assaporava l’ebbrezza di un risultato positivo. Sconfitta la Nuova Limbadi a Badolato, da una squadra che da tempo non dava segni di vita ma che dopo tanto peregrinare riesce finalmente a dare concretezza al suo gioco, a conquistare i tre punti e a raggiungere in classifica generale,  la Nuova Curinga. Badolato e Nuova Curinga, due squadre dallo stesso destino, con grandi aspirazioni iniziali ma con un campionato condotto all’insegna della mediocrità che ha fatto perdere di vista troppo presto l’obiettivo della promozione e con solo qualche impennata di orgoglio. L’ultima sconfitta subita dalla Nuova Curinga a Davoli, ha posto la parola fine sulle possibilità di recupero della zona play-off, ponendo tutto l’organico nello stato di rassegnazione. Non è bastato un gran finale di partita ed una prestazione di rilievo alla Polisportiva Acconia per fermare un lanciatissimo Filogaso. Perde di misura ma, ciò che ha proposto in campo segnala una squadra in vita, capace di difendere la posizione ultima utile ad evitare la disputa dei Play-Out. Con la sonante vittoria sul San Calogero, la Nuova Filadelfia si rilancia alla ricerca della salvezza agguantando in classifica generale lo stesso San Calogero e portandosi a soli tre punti dalla zona salvezza. C’è quindi ancora da lottare tra le squadre di coda perchè, solo Uesse Catanzaro e Nuova Valle si possono ritenere coinvolte certamente nella zona retrocessione. La Nuova Valle ha subito l’ennesima sconfitta a Pianopoli, con i locali che si sono imposti per 3-0 e che scavalcano in classifica la Nuova Curinga perdente a Davoli.
 Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Un derby tra squadre che hanno deluso: Nuova Curinga – Nuova Filadelfia.
 Curinga 12-3-2010

 Si rinnova domenica il derby tra Nuova Curinga e Nuova Filadelfia, due squadre che in questo campionato hanno disatteso le aspettative deludendo non poco i propri sostenitori. Due società che sono state le protagoniste della passata stagione ma che quest’anno hanno deluso sia per qualità di gioco che per risultati ottenuti.Più avida di punti la squadra di Mister Alessandro che si trova a lottare per evitare i Play-Out. Proviene da una brillante vittoria sul San Calogero, diretta concorrente della zona Play-out e si presenta a Curinga con la stessa voglia di vittoria che gli consentirebbe di sperare ancora sulla diretta salvezza e permanenza in questa categoria.Alla Nuova Curinga è demandata una doppia responsabilità visto che deve contemporaneamente dimostrare che la sconfitta di Davoli contro la capolista era assolutamente immeritata e dovuta prevalentemente a protagonismo arbitrale e, contemporaneamente cercare di aiutare i cugini della Polisportiva Acconia che, contro la Nuova Filadelfia e il San Calogero stanno lottando strenuamente per salvarsi. Trasferta impegnativa per l’Ansel Acconia che dovrà affrontare una Nuova Limbadi reduce dalla sconfitta subita contro il Badolato. Il periodo non è dei migliori viste le assenze per infortuni, ma l’Ansel ci ha abituati ad exploit significativi per cui, aspettiamo fiduciosi una buona prestazione ed un buon risultato. La partita di maggiore interesse di classifica è quella che si disputerà tra Petrizzi e Filogaso che si contendono le piazze più alte di classifica generale. Il Petrizzi proviene da due pareggi consecutivi uno dei quali riguarda la Coppa Calabria ottenuto contro la Gioiese. Il secondo ha fatto gridare allo scandalo perchè ottenuto contro una Uesse Catanzaro che si è sempre piegata a tutte le squadre da lei incontrate o, quasi a tutte. Il Filogaso sta realizzando un filotto di vittorie consecutive che fa impressione e che preoccupa non poco gli avversari sia quelli che la precedono in classifica che quelli che la seguono. Un’altra interessante partita è quella tra Sporting Davoli ed Euro Girifalco, non perchè si vogliono mettere in dubbio le potenzialità e la forza della capolista Sporting ma semplicemente perchè l’Euro Girifalco ha già piegato squadre di rango come Nuova Limbadi, Nuova Curinga e Serrese per cui, attenti al risultato finale. La Nuova Polisportiva Acconia affronta un Real Pianopoli che sembrava avesse perso la via della vittoria me che contro la Nuova Valle ha rispolverato il suo potenziale offensivo vincendo con un vistoso 3-0. La necessità di punti in questa fase cruciale di campionato spronerà sicuramente la Nuova Polisportiva Acconia a sostenere una gara che le consentirà di conquistarli mantenendo così quella posizione che attualmente la mette al riparo da eventuali sorprese. Serrese Badolato è un classico tra squadre dal recente passato notevole e di rango superiore rispetto a molte squadre appartenenti a questo girone. Una partita che, ammesso il buono stato di forma dei rispettivi giocatori, potrà fornire spettacolo per i buongustai del calcio dilettantistico. Per il Bivongi, una boccata di ossigeno può arrivare dalla prossima partita che la vedrà impegnata contro la Uesse Catanzaro che, nel recupero infrasettimanale contro la Nuova Valle ha definitivamente perso l’occasione per poter sperare di disputare i Play-Out. Una pesante sconfitta (2-4) che, senza imprevedibili impennate di riscossa, la condannano alla diretta retrocessione in categoria inferiore. Per contro, la Nuova Valle si troverà ad affrontare un nuovo scontro diretto, contro il San Calogero che, forse, avrà replica in fase Play-Out viste le posizione di classifica che le squadre occupano attualmente.
Er. Ga.

La N. Curinga sbaglia un rigore.
Finisce 1-1

N. CURINGA     1 – 1     N. FILADELFIA

NUOVA CURINGA: Sorrentino, Currado, Riga, Schiavello, Cerra, Camillò, Martinez (16′ st Tarzia), Catozza (33′ st Fragalà), Olivo, Marturano, Serratore (20′ st Zerbonia).
In panchina: Grandinetti, Sgarella, Nosdeo, TalaricoAllenatore: Barone
NUOVA FILADELFIA: Michienzi, Casalinuovo, Catanzaro, Simonetti, Raffa, Bartucca, Montauro, Curello P., Caruso, Sisca, (46’st Nosdeo), Cataneo (1′ st Grande).
In panchina: Bertruce, Servello, Gonidi, Curello S., Arietta.
Allenatore: Alessandro
MARCATORI: 9′ pt Caruso (F), 37’pt Marturano(C)
ARBITRO: Palmieri di Crotone
NOTE: Ammoniti Sorrentino (C) e Cutaneo, Sisca, Simonetti, Catanzaro, Michienzi (F). Angoli 5 a 4 per la N. Curinga

CURINGA  14-3-2010 – Finisce con una rete per parte e con la di visione dei punti.
La prima mezz’ora è tutta degli ospiti. Si portano in vantaggio, al 9′, con Caruso che, direttamente su punizione, batte il portiere di casa.
Nei minuti precedenti, gli ospiti hanno reclamato un paio di rigori.
Il pareggio dei locali con Marturano, in sospetta posizione di fuorigioco, che raccoglie una respinta della traversa, su tiro di Riga
Nella ripresa, dopo cinque minuti, è atterrato in area ospite Marturano.
Il penalty, tirato dallo stesso giocatore, è parato da Michienzi.
Il Quotidiano

N. C. LIMBADI     2 – 0      ANSEL A.

NUOVA C. LIMBADI: Graci, Mancuso (43′ st Mercuri), Pellicari, Caparra (21′ st Desiderato), Corsaro, Pagano, Catalano, Miserino, Ascone, Di Siena, Corsi (45′ st Valerioti).
In panchina: Lomardo, Castagna, Gallone, Cuiuli. Allenatore: Di Mundo .
ANSEL ACCONIA: Matarazzo, Muraca S., Colloca, Michienzi (18′ st Orlando), Frijia, Di Cello S., Muraca L. (12′ st Perugino), Morelli, Vasta (1′ st Torcasio), Orlando, Di Cello.
In panchina: Lepore, Scopelliti, Mercuri.
Allenatore: Gaglioto
ARBITRO: Longo di Paola
MARCATORI: 35′ pt Corsi (rig.), 30′ st Pagano

L’Ansel cade a Limbadi Segnano Corsi e Pagano

LIMBADI – Ottima prova del Limbadi che con un secco 2-0 batte l’Ansel Acconia secondo in classifica. Gli uomini di casa, soprattutto nel primo tempo conducono una gara tattica, con il gioco tenuto nella parte centrale del campo, che non ha permesso agli ospiti di preoccupare più di tanto la difesa. Al 35′ la partita si sblocca. Un difensore dell’Ansel colpisce la palla di mano in area e l’arbitro concede il rigore al Limbadi. Corsi realizza. Nella ripresa gli ospiti cercano di forzare la mano, proponendosi in avanti e rendendosi pericolosi in occasione di calci da fermo. Ma al 30′ st il raddoppio del Limbadi. Su calcio d’angolo si avventa Pagano, che dopo una ribattuta mette la palla nel sacco.
a.t.
Il Quotidiano

N. P. ACCONIA    2 – 1     R. PIANOPOLI

NUOVA POL. ACCONIA: Oscuro, Palumbo, Trovato, Landolfi, Cerminara, De Pace S., Panzarella, Muraca G., Cuomo, Muraca D., Perciamontani.
Allenatore: AmeddeiARBITRO: Mirafiore di CosenzaBEAL PIANOPOLI: Mascaro, Scerbo, Sereno, Mazzei Antonello, Albace, Fazio E., Talarico, Mazzei A., Maretta, Mazziotti, Gaetano.Allenatore: Marotta
MARCATORI: 40′ pt Gaetano (rig.) (R), 30′ st e 45′ st (rig.) Muraca D. (N)

La N.P. Acconia vince tra rigori e proteste
di GIOCONDO TORCHIA
CURINGA – L’Acconia ha la meglio sul Real Pianopoli rimasto in 10 dal 32′ del primo tempo per l’espulsione di Talarico.
Passa in vantaggio il Real Pianopoli al 40′ pt su rigore con Gaetano.
Al 30′ st pareggia la Nuova Polisportiva Acconia con Muraca D. di testa su cross di Panzarella.
Al 45′ st rigore per i locali realizzato ancora da Muraca Davide.

Sul finire da segnalare l’espulsione di Gaetano per doppia ammonizione. Vibranti le proteste del Real Pianopoli per un arbitraggio ritenuto non all’altezza e, a loro dire, casalingo. Pubblico numeroso e con una massiccia presenza di sostenitori del Real Pianopoli.
Il Quotidiano

Nuova Acconia, cambio marcia
1- categoria. In cinque giornate conquistate quattro vittorie
Nuova Acconia, cambio di marcia con Amedeo Amaddeo alla guida

di ROBERTO SAVERINO

VIBO VALENTIA – Aveva la sciato da trionfatore, vi è ri tornato con la squadra in dif­ficoltà ed ha ripreso a fare ciò che gli viene più naturale, ossia vincere e risalire la chi na.  Amedeo Amaddeo, nella passata stagione, aveva por tato la Nuova Polisportiva Acconia in Prima categoria, aggiungendovi anche la conquista della Coppa della Provincia di Catanzaro e an che la Coppa Disciplina («n trofeo – dice subito in merito -che mi ha regalato le mag giori soddisfazioni»). Quindi, portata a compimento la propria missione, aveva lasciato, salvo poi ritornarci lo scorso febbraio, con la squadra in difficoltà. E assunta la guida tecnica con la Nuova Acconia a -5 dalla zona salvezza, ha vinto 4 gare su 5, addirittura por tando a +5 il vantaggio sulla zona playout. «L. rapporto che mi legava con la dirigenza era troppo forte – esordisce subito Amaddeo – e non potevo tirarmi indietro. Ho trovato una squadra fisicamente ben messa, ma giù dal punto di vista psicologico. Ho lavo rato soprattutto sotto que sto aspetto e poi i risultati ci hanno dato ragione, ma an cora non possiamo sentirci in salvo». In chiave permanenza, sa ranno decisive le prossime gare con San Calogero e Nuova Filadelfia. «Non pen savo certamente di poter re cuperare così tanto terreno in poche gare, ma – avvisa il tecnico dell’Acconia – è evi dente che queste partite sa ranno molto indicative e nel le quali dovremo esprimerci al meglio delle nostre possi bilità». Domenica scorsa l’ultimo successo in casa col Real Pianopoli, che pare sia stato mal digerito, dalla squadra ospite. «E1 stata la partita meno brillante delle mia gestione -sostiene Amaddeo – e poteva finire in parità, ma noi ci ab biamo creduto fino alla fine e il rigore che ci è stato conces so – era netto, così come era giusto quello accordato ai nostri avversali. L’arbitro ci ha poi annullato un gol a te sta, a mio parere regolari, per cui non mi sembra che abbia favorito noi. In merito rispetto il diritto di critica di chi fa informazione, però che venga espresso con co gnizione di causa, e non per sentito dire, venendo a guar dare le partite della Nuova Acconia».
Il Quotidiano

A palle Ferme

Filogaso inarrestabile

Curinga 16-03-2010 Marcia inarrestabile quella intrapresa dal Filogaso che è partita dalla quinta posizione di fine anno 2009 ed ha raggiunto la seconda posizione di classifica generale, scavalcando l’Ansel Acconia sconfitta a Limbadi,  che la ha occupava fin dall’inizio del campionato . Dopo la sconfitta subita a Curinga contro la Nuova Curinga, il Filogaso non ha più perso una partita ed ora, diventa una seria minaccia anche per lo Sporting Davoli, capolista distante solo cinque punti in classifica generale. Una serie di vittorie dentro e fuori casa da far paura, con l’ultima ottenuta sulla diretta concorrente Petrizzi, anche lei squadra di qualità, posta in ottima posizione Play-Off. E’ purtroppo l’Ansel Acconia a cedere la seconda piazza perchè uscita sconfitta dallo scontro contro la Nuova Limbadi. Due reti subite su palle inattive, la prima delle quali arrivata su rigore, vigorosamente contestato, e la seconda su calcio d’angolo, con una ribattuta in rete che avviene proprio nel momento migliore della squadra ospite. Mister Galeoto è ancora costretto a fare a meno del suo uomo migliore Arcuri, proprio in una fase di campionato che richiede invece l’apporto di tutti gli uomini di cui è composto dell’organico della squadra. In una domenica in cui le squadre di casa la hanno fatta da padroni, è significativa l’unica vittoria ottenuta fuori casa dal Filogaso. L’unica squadra di casa a non riuscire nell’intento della vittoria, è purtroppo la Nuova Curinga che impatta 1-1 contro la Nuova Filadelfia  venuta a Curinga proprio con l’intento di conquistare punti utili alla causa della sua salvezza. Lo Sporting Davoli con fatica, fa fuori l’Euro Girifalco  e con lo scarto minimo di una rete a zero. La grinta e la determinazione degli ospiti, non sono da soli bastati per fermare la capolista lanciatissima verso il traguardo finale della Promozione. Vince la Serrese sul Badolato privo ormai di stimoli; un 3-0 su una squadra poco incisiva, incapace di reagire alla voglia di successo dei locali che si trovano ad occupare saldamente una posizione Play-Off . Importante la vittoria ottenuta dalla Nuova Polisportiva Acconia sul Real Pianopoli; una vittoria ottenuta all’ultimo minuto della partita e, su calcio di rigore trasformato dal cannoniere del girone Muraca D. Tre punti pesantissimi che consentono ai ragazzi di Mister Amaddeo di respirare un po’ di aria di salvezza. In questa corsa, la Nuova Valle frena la voglia di risalita del San Calogero sconfiggendolo col classico risultato di 2-0. Una vittoria forse inutile ma che consente alla Nuova Filadelfia e alla Nuova Polisportiva Acconia di staccare ulteriormente il San Calogero, coinvolto anche lui nella salvezza. Anche il Bivongi vince sull’Uesse Catanzaro ma, i tre punti di penalizzazione e le squalifiche subite da molti suoi giocatori da parte del Giudice Sportivo, gli lasciano poche reali speranze per la salvezza, ancora possibile solo matematicamente.
Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Ansel Acconia e Polisportiva Acconia
entrambe sotto esami.

Curinga 19-3-2010 Dopo l’esame Limbadi non superato, si presenta per l’Ansel Acconia l’esame Serrese, un impegno duro e difficile che arriva in un momento non facile per la squadra di Mister Galioto. Una sfida tra due squadre che si sono rivelate tra le migliori del campionato per rendimento e per qualità di gioco e che per questo, lasciano in sospeso ogni previsione di possibile risultato finale. Arrivano a questa partita da due risultati diversi e con spirito diverso perchè l’Ansel è rientrata perdente da Limbadi mentre la Serrese esulta ancora per la vittoria ottenuta sul Badolato. La voglia di riscatto immediato per l’Ansel contro la voglia di conferme dall’altra; queste le motivazioni con cui le squadre scendono in campo al comunale di Acconia. Anticipato a sabato l’altro scontro tra Badolato e Sporting Davoli. Un derby che si gioca con ambizioni e obiettivi diversi anche perchè dettate dalle posizioni di classifica generale occupate attualmente dalle due squadre. Il Badolato ha ormai molto poco da dire su questo campionato mentre lo Sporting Davoli è impegnato nello sforzo finale che lo condurrà al 90% alla “Promozione”. Deve comunque temere l’avanzata del Filogaso che avrà vita facile contro il Bivongi Pazzano. Il Filogaso è la squadra che ha ottenuto una serie impressionante di risultati utili consecutivi  ed ora, fa sentire il fiato sul collo dello Sporting Davoli che lo precede di soli sei punti a sei giornate dalla fine del campionato e, con lo scontro diretto da giocarsi. Scontro da centro classifica quello tra Euro Girifalco e Nuova Curinga, due squadre che complessivamente si equivalgono ma che si differiscono per grinta e voglia di ottenere risultato che sono ad appannaggio della squadra di casa. La Nuova Curinga ha in quest’ultimo periodo perso di lucidità ma, ciò che è più grave è che ha perso di vista quell’obiettivo minimo dei Play-off che ad inizio campionato tutti lo pronosticavano certo. Partita difficile per il Petrizzi che col morale sotto le scarpe per la sconfitta subita ad opera del Filogaso, si reca a Pianopoli per affrontare una squadra giovane vogliosa a sua volta di riscattare la sua sconfitta subita ad Acconia. I tre punti sono importanti per entrambe le squadre visto che il Petrizzi vede minacciata da vicino la sua posizione Play-Off dalla Nuova Limbadi, e che il Real Pianopoli si vede incalzare alle spalle dalle squadre che cercano di evitare i Play-out. Scontri importanti per evitare i Play-out sono: Nuova Filadelfia – Nuova Valle e San Calogero – Nuova Pol. Acconia. La prima potrebbe ridare altra linfa vitale alla Nuova Filadelfia e farla sperare ancora di più sull’aggancio della zona salvezza, mentre la seconda partita (San Calogero – Nuova Pol. Acconia) è uno scontro diretto che, da una parte potrebbe allontanare lo spettro dei Play-out definitivamente per la Nuova Polisportiva Acconia inguaiando ulteriormente i padroni di casa, mentre dall’altra potrebbe rimettere in gioco il San Calogero che non si è ancora rassegnata ai Play-out. Per ultimo la partita tra Uesse Catanzaro e Nuova Limbadi, anticipata a sabato e col pronostico scontato al 99% a favore degli ospiti che inseguono il sogno dei Play-off che, in queste ultime settimane si è avvicinato ulteriormente. Il Petrizzi precede di soli quattro punti ma, la Nuova Limbadi ha ancora una partita in meno.
Er. Ga.

EURO GIRIFALCO     2 – 2     NUOVA CURINGA
EURO GIRIFALCO: Stranieri, Sgrò (28′ st Burdino), Ferraina, De Filippo, Bernaschino (40′ Catalano), Signorello, Verre (35′ st Giampà), Palaia, Fingitore, Marinaro, Loiarro.
In panchina: Gallucci, Migliazza, Caruso, Conidi.
Allenatore: Cristofaro
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Currado (32′ st Nosdeo), Catozza, Tarsia, Camillò, Fragalà, Martinez, Gigliotti, Olivo, Marturano, Serratore.
In panchina: Grandinetti.
Allenatore: Baroni
ARBITRO: Lamanna di Catanzaro
MARCATORI: 35′ pt Bernaschino (E), 38′ pt Sgrò (E), 48′ pt Marturano (N), 47′ st Gigliotti

Finale incandescente a Girifalco
Colpi proibiti e carabinieri in campo

GIRIFALCO-22-3-2010 – Partita dal finale incandescente quella tra E. Girifalco e N. Curinga. Dopo alcune scaramucce nel match d’andata, ieri la situazione è andata fuori controllo quando al 47′ s.t. Gigliotti pareggia i conti per gli ospiti e va a esultare in malo modo sotto i tifosi locali. Con la partita ormai conclusa si è scatenata una “caccia all’uomo”, con i giocatori di casa che non hanno sopportato la mancanza di rispetto del giocatore ospite e hanno cercato di agguantarlo. Sono volati spintoni e qualche colpo proibito, con i carabinieri costretti a intervenire per placare gli animi. Si attendono ora eventuali decisioni del giudice sportivo. L’E. Girifalco era andato doppiamente in vantaggio nel primo tempo con Bernaschino e Sgrò e gli ospiti avevano accorciato le distanze con Marturano.
a.t.
Il Quotidiano

ANSEL ACCONIA   2 – 0    SERRESE
ANSEL ACCONIA: Matarazzo, Muraca S., Colloca, Morelli,  Frijia, Di Cello S., Perugino, Orlando C.,   Vasta  Arcuri, Di Cello L.
In panchina: Lepore, Muraca L., Scopelliti, Mercuri. Michienzi, Orlando M., Torcasio,
Allenatore: Galioto
SERRESE: Viscomi, Lo Bianco, Zaffina, Fortebuono, Lattari, Scidà, Guido, Tassone, Zaffina V., Franzè D., Russo.
In Panchina: Franzè M., Callà, Greco, Zaffina B., Randò, Pisani,Inzello.
ARBITRO: Palmieri da Crotone
MARCATORI: 30′ p t Orlano C., 35′ s.t. Di Cello L. (rig.),

L’Ansel Acconia respinge l’assalto della Serrese.

Acconia 21-3-2010 – L’Ansel Acconia con uno smagliante Orlando in attacco ed un “super Matarazzo” in porta, rimanda a casa la Serrese con due reti nel sacco. Era la partita più impegnativa che l’Ansel Acconia si trovasse ad affrontare in queste ultimo periodo, non solo perchè in crisi di identità e di risultati ma anche perchè la Serrese era la squadra che da vicino insidiava la sua terza posizione di classifica. Che le squadre fossero forti, lo si sapeva prima ancora che iniziasse la partita ma che l’Ansel riuscisse a superarla con scioltezza, questo non era per niente scontato. Le squadre scendono in campo con l’intenzione di portare a casa l’intera posta in palio. Lo pensa l’Ansel così come lo spera la Serrese ma, alla fine, la spunta la squadra di casa facendo leva sull’ottima giornata di Orlando, sulla buona guardia di Matarazzo e sulla vena creativa di Morelli e Di Cello Luca che ha avuto il merito di trasformare un rigore che ha definitivamente garantito la vittoria alla sua squadra. Eppure la Serrese si era proposta bene sia nel primo che nel secondo tempo, con giocate ben orchestrate ma con affondi che però si infrangevano spesso sui piedi o sulla testa di Di Cello Salvatore, o su quella di Frijia, anche lui protagonista di questa vittoria. La voglia di vincere non è mai venuta meno negli ospiti ma oggi, era più forte quella dell’Ansel che, dopo la sconfitta di Limbadi doveva riprendere la corsa verso i Play-Off e riconquistare, se possibile, quella seconda posizione persa ad opera del Filogaso. Dopo i primi tentativi di andare a rete da parte di Orlando tutti falliti, ci riesce a fare centro nel modo più complicato e più spettacolare possibile. Una palla in area lasciata rimbalzare da parte del difensore ospite viene conquistata con forza da Orlando che supera in pallonetto il portiere Viscomi in uscita con un pregevole pallonetto. Esultanza contenuta perchè consapevoli che la partita era ancora lunga e complicata e che l’avversario non era di quelli che si potevano prendere sotto gamba. Il secondo tempo inizia con altri due banali errori, di Arcuri prima e di Orlando poi ma, quest’ultimo ha oggi una marcia in più perchè lotta su ogni palla facendo divenire pericolose anche quelle che apparentemente sembravano perse. In alcuni momenti ha fatto reparto da solo ma il supporto alle sue spalle è stato significativo ed efficace ponendolo in più occasioni, in condizione favorevole per andare a rete. Si procura il rigore, netto e sacrosanto al 35′ del secondo tempo quando in velocità supera un avversario ed è falciato dal portiere Viscomi in uscita nel tentativo di fermarlo. La trasformazione è di Di Cello Luca, anche oggi prezioso nel raccordo attacco-difesa. La reazione della Serrese si manifesta più pericolosa negli ultimi cinque minuti della partita quando Matarazzo, con due splendide deviazioni in angolo nega agli ospiti la gioia della rete che, forse, avrebbero anche meritato. Due colpi di reni su due palle che avevano fatto gridare i tifosi ospiti alla rete. I complimenti da parte di tutti i suoi compagni di reparto lo hanno sicuramente ed abbondantemente gratificato. La partita è stata correttissima anche se qualche scontro “maschio” poteva far pensare l’opposto. Ottimo l’arbitraggio che ha visto il Sig. Palmieri sicuro ed autoritario tanto quanto la partita richiedesse.
Er. Ga.

S. CALOGERO    2 – 1     N.P. ACCONIA
SAN CALOGERO: Perrazzo, Marasco, Mazzeo, Monteleone L., Galati, Vicari, Mazzitelli, Lo Gatto, Monteleone S., Pata(28’stPrestiaF.), Monteleone A. (22′ st Maccarone, 40′ st Ferrare)
In panchina: Prestia L., Prestia G., Ventrici, Pontoriero G.
Allenatore: Romano
 N. POL. ACCONIA: Oscuro, Trovato R., Palombo, Muraca V., Cerminara, De Pace, Panzarella (30′ st Serratore), Romagnuolo, Condoleo (1′ st Garrieri), Muraca D., Cuomo.
In panchina: Guzzi, Catanzaro, Mazzotta, Trovato Vito, Carchedi.
Allenatore Amaddeo
ARBITRO: Gratteri di Locri
MARCATORI: 15′ st Lo Gatto (SC), 33′ st Garieri (A), 45′ st Monteleone L.(SC)

S. Calogero al fotofinish Acconia, due punti persi

SAN CALOGERO – E San Calogero soffre contro un ottimo Acconia, riuscendo a conquistare i tre punti solo al 90′. Al 7′ Vicari sfiora l’incrocio, al 20′ pt Pata sfiora il palo, al 25′ Monteleone S. si fa parare un tiro in semi rovesciata, al 40′ Monteleone A. di testa esalta Oscuro. L’Acconia si difende bene. Al 15′ st Lo Gatto al volo incrocia all’angolo opposto e manda in vantaggio i suoi: un gol dedicato alle figlie del compagno di squadra Vicari, presenti ieri allo stadio. Al 33′ st indecisione della difesa di casa, Garieri è bravo ad insaccare indisturbato di testa. Il San Calogero non ci sta: al 45′ st Mazzeo (il migliore in campo) crossa per Monteleone Luca che insacca di testa.

Il Quotidian
A palle Ferme

Le Magnifiche Tr
(Sporting Davoli, Filogaso, Ansel Acconia)

Curinga 23-03-2010 Sporting Davoli, Filogaso ed Ansel Acconia: tre squadre che per diversi motivi e con diverse motivazioni, meriterebbero tutte il passaggio alla categoria superiore. Lo Sporting Davoli sopra tutte, per avere fornito dati statistici da primato: 17 vittorie, 6 pareggi e solo due sconfitte, con una media superiore alle due reti segnate per partita, avendone subite solo 15 e totalizzando 57 punti che la pongono in testa alla classifica generale. Lo meriterebbe il Filogaso, per la continuità di risultati positivi ottenuti (15 vittorie con 6 pareggi e 51 punti in classifica generale che la propongono come vice capolista). Lo meriterebbe infine la squadra del presidente Trovato Sebastiano che, da solo, ha voluto, mantenuto e creato dal nulla una squadra capace di esprimersi ai massimi livelli per questa categoria. E’ la terza forza del girone con i suoi 50 punti conquistati. La squadra che ha maggiormente deluso è il Badolato, retrocessa da categoria superiore, ricostruita per riconquistare subito ciò che aveva perso ma che, contrariamente alle aspettative, ha disseminato delusione su delusione nell’arco di questo campionato. Perde l’ultimo derby contro lo Sporting Davoli subendo cinque sberle e senza trovare un minimo di forza per  reagire, lasciando i suoi tifosi amareggiati e delusi perchè erano stati abituati a ben altri risultati e a ben altro tipo di prestazione. Tra le squadre di testa, è il Petrizzi a dare l’impressione di avere mollato la presa perchè due sconfitte consecutive lasciano segni indelebili dalle quali è difficile risollevarsi. Anche la Serrese esce perdente da questa venticinquesima di campionato avendo incontrato sulla sua strada una squadra forte, capace di batterla sia sul piano tattico che nel risultato, imponendogli un imprevisto stop di risultati. Chi ha saputo approfittare dei passi falsi del Petrizzi e della Serrese è stata la Nuova Limbadi che ha accorciato ulteriormente l’alta classifica portandosi ad un solo punto dal Petrizzi e a quattro dalla Serrese che dovrà incontrare mercoledì nella partita di recupero. Una eventuale vittoria per il Limbadi, significherebbe sorpasso sul Petrizzi che verrebbe escluso temporaneamente dalla zona Play-off. Partita ad alta tensione è stata quella disputata a Girifalco tra la squadra locale e la Nuova Curinga, con l’ingresso in campo delle forze dell’ordine. Una partita che ha visto i padroni di casa in vantaggio per 2-0 ma che ha subito le due reti del pareggio nel tempo di recupero del primo e del secondo tempo (48′ p. t. e 47′ s. t.). A scatenare la rissa in campo e fuori dal campo sono state la vecchia ruggine mai smaltita tra le due squadre e l’esultanza non gradita dal pubblico locale fatta dal giocatore marcatore dell’ultima rete del pareggio che hanno valutato come sberleffo finale
Con fatica le forze dell’ordine sono riusciti a placare gli animi. Era in gioco solo un po’ di prestigio perchè ne’ l’una ne’ l’altra squadra avevano possibilità , per quest’anno calcistico 
di conquistare significativi traguardi sportivi. Il Real Pianopoli ha fatto fuori il Petrizzi confermandosi “ammazza grandi” . Squadra giovane caratterizzata da spirito vincente che si pone tra le squadre di metà classifica, tranquilla per avere conquistato quasi matematicamente la permanenza in categoria. La delusione arriva questa domenica dalla Nuova Polisportiva Acconia che ha perso a San Calogero una partita che ha dominato e controllato per quasi l’intera sua durata. Una rete nel recupero la rimettono in gioco per la zona play-out. A cinque giornate dalla fine, in sette punti sono racchiuse cinque squadre che dovranno lottare per contendersi e garantirsi la permanenza in categoria. Il bello è che, in queste ultime cinque partite da disputare ci sono anche Nuova Pol. Acconia – Nuova Filadelfia e Nuova Pol. Acconia – Nuova Curinga, due derby dall’esito imprevedibile. Il Calendario più difficile è comunque quello della Nuova Filadelfia che si ritrova ad affrontare tre squadre di testa come il Petrizzi, la Serrese e la Nuova Limbadi, impegnate tutte nella zona Play-off. Sono comunque la Serrese ed il Petrizzi a dover stabilire chi tra le squadre coinvolte dovrà disputare i play-out visto che dovranno, in sequenza successiva, affrontarle tutte.
Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Polisportiva Acconia – Nuova Filadelfia
Un derby dai risvolti pericolosi.

Curinga 25-3-2010 Nonostante il risultato maturato nel recupero di mercoledì tra Serrese e Nuova Limbadi che ha visto vincente quest’ultima per una rete a zero, i giochi per i Play-off rimangono ancora aperti perchè sia l’una che l’altra squadra, assieme al Petrizzi dovranno lottare fino in fondo per evitare di rimarne fuori. Sporting Davoli, Filogaso ed Ansel Acconia, sembrano al riparo da eventuali sorprese finali perche i 57, 51 e 50 punti conquistate rispettivamente da queste squadre, danno una certa garanzia sulle altre pretendenti ai Play-off (Serrese, Nuova Limbadi e Petrizzi)  che seguono a 6, 7 e 9 punti rispettivamente. Domenica prossima ci saranno altri due scontri al vertice uno dei quali coinvolge ancora la Nuova Limbadi, che dovrà affrontare un lanciatissimo Filogaso mentre l’altro coinvolge l’Ansel Acconia che dovrà fare visita alla capolista Sporting Davoli. In teoria sono favorite le squadre di casa che potranno sfruttare il fattore campo ma, visto il valore delle squadre in campo e la loro posizione occupata in classifica generale, potrebbe esserci qualche spiacevole o piacevole sorpresa o addirittura potrebbe finire tutto lasciando le cose come stanno in caso di due pareggi in entrambe le partite. La giornata di campionato vista in questi termini, dà adito a riconoscere che tocca alla Serrese trarne vantaggio visto che affronta una ormai retrocessa Uesse Catanzaro. Anche il Petrizzi potrebbe approfittarne perchè, sulla carta, ha un turno favorevole in quanto incontra il San Calogero ma poiché quest’ultima è con l’acqua alla gola e sta lottando per evitare i Play-out, la partita va presa con le dovute cautele ed affrontata con lo spirito giusto se si vuole trarre il massimo profitto dalla stessa. La Zona Play-out vede la Nuova Pol. Acconia affrontare la Nuova Filadelfia in un derby che potrebbe significare la salvezza. Sono distanziate da soli tre punti in classifica generale e si stanno giocando l’ultima posizione utile di salvezza per cui c’è da aspettarsi una battaglia all’ultimo respiro. Per fortuna, anche il Badolato che precede la Pol. Acconia di soli due punti e il San Calogero che la segue a tre, hanno partite non facili per cui, anche un risultato di parità finale potrebbe stare bene ad entrambe le squadre contendenti. La Nuova Curinga, dopo la “partita con rissa” a Girifalco e conseguente multa per entrambe le società, affronta una ormai rassegnata Nuova Valle che, con i suoi 15 punti non ha più aspirazioni particolari da portare avanti se non quelle di poter disputare al meglio i Play-out
L’Euro Girifalco affronta un Badolato non del tutto tranquillo e bisognoso di punti perchè l’attuale sua posizione è a rischio di Play-out per cui, occhio al risultato che potrebbe essere la sorpresa della giornata. Bivongi – Real Pianopoli è la partita che dal punto di vista della classifica generale, potrà  dire molto poco sia per il Bivongi che è già obbligata a disputare la fase Play-out, che per il Real Pianopoli che con i suoi 36 punti non può più aspirare ai Play-off ma non può temere neanche i Play-out, anche in caso di sua sconfitta.
Er. Ga.

NUOVA CURINGA     5 – 2     NUOVA VALLE

N. CURINGA: Sorrentino, Currado (26′ st Talarico), Catozza, Riga (I1 st Zerbonia), Camillò, Fragalà, Martinez, Tarsia, Olivo, Marturano, Serratore.
panchina: Grandinetti, Nosdeo, Sgarrella. Allenatore: Baroni N.
NOTE: espulso al 43′ st Sorrentino (C). Ammoniti: Riga (C), Sestito, Merenda, Cantaffa(N).
Angoli 4 a 5

NUOVA VALLE: Buttiglieli, Carello (7′ st Paone), Sestito, Cantaffa, Russomanno, Destito, Merenda, Barberi, Riga (12′ st Misdea), Muzzì, Vaccaro.
In panchina: Lanzellotti, Transetto. Lioi.Allenatore: Catalano
ARBITRO: Sciammarella di Paola
MARCATORI: 1 ‘ pt Martinez (C), 2′ e 44′ pt Tarzia (C), 37′ pt e 31′ st Olivo (C), 43’pt Vaccaro (N), 43’ st rig. Paone (N)

N. Curinga travolgente
La Nuova Valle non passa

CURINGA – Neanche un minuto e i locali con Martinez, in rovesciata, su assist di Catozza, si portano in vantaggio. Passano altri sessanta secondi e il Curinga raddoppia. Tarzia, di testa, raccoglie una punizione di Martinez. La terza rete al 37′: Olivo, con una capocciata, raccogliendo un cross di Catozza. Al 43′ gli ospiti accorciano con Vaccaro. Al 44′ Tarzia, va a quattro su un passaggio di Serratore. Nella ripresa Olivo fa cinquina. A 2′ dal termine, Paone è atterrato in area da Sorrentino. Espulsione per il portiere locale e rigore trasformato dallo stesso.
Il Quotidiano

SPORTING C. DAVOLI   3 – 0    ANSEL ACCONIA

SPORTING C. DA VOLI: Chiefari, Squillacioti, Colubriale An., Spadea, Gangale, Voci, Colubriale Al. (18′ st Cosentino), Parisi, Caporale D. (40′ st Amato), Fiorenza (29′ si Pugliese), Papaleo.
In panchina: Corasaniti E., Maiolo, Filato L., Viscomi.
Allenatore: Pilato R.
NOTE: Ammoniti: Spadea, Gangale e Fiorenza (D); Scopelliti (in panchina) e Matarazzo (A)

ANSEL ACCONIA: Matarazzo, Colloca, Muraca, Michienzi (20′ st Orlando M.), Frijia (16′ st Trovato), Di Cello S., Mazza, Morelli, Orlando C., Arcuri, Di Cello L. (37″ st Scopelliti).
n panchina: Lepore, Perugino, Vasta.
Allenatore: Galioto
ARBITRO: Gatto di Reggio Calabria MARCATORI: 24′ st Colubriale An., 33′ st Caporale D., 34′ st Papaleo

1^a Categoria girone C. Gli ospiti perdono una buona occasione di avvicinare Pilato e i suoi
L’Ansel fa scappare il Davoli
Alla compagine capolista lo scontro diretto contro gli uomini di Galioto
di FAUSTO VARANO

DAVOLI – Vittoria importante, una gara in meno alla fine e lo Sporting Davoli vede la… Promozione. Partita giocata sul filo dell’incertezza nel primo tempo con i padroni di casa, come sempre, a fare gioco e con gli ospiti a tentare qualche pericolosa ripartenza. La svolta ad inizio di ripresa con due fuo-riquota, Mazza e Colloca dell1 Ansel, infortunati, e con il tecnico Galioto nell’impossibilità di sostituirli par la mancanza in panchina di ’91 e ’92. Il vantaggio del Davoli al 24′ st con Antonio Colubriale abile nell’insaccare sull’assist ricevuto dalla difesa avversaria. Appena dieci minuti dopo l’uno due decisivo dei gemelli del gol Domenico Caporale e Papaleo a chiudere la gara.

Il Quotidiano

N. POL. ACCONIA   1 – 0     NUOVA FILADELFIA

N. POL. ACCONIA: Oscuro, Palombo, Trovato V.,  Serratore, Cerminara, De Pace S., Muraca V., Romagnuolo, Cuomo,  Garieri, Muraca D. .
In panchina: Guzzi, Panzarella, Dell’Aquila,  Landolfi, Condoleo, Trovato.
Allenatore: Amaddeo
N. FILADELFIA: Simonetti, Casalinuovo, Catanzaro, Arietta, Curello S., Curello P., Simonetti, Montauro, Ielapi, Sisca, Caruso, In Panchina: Butruce , Bertucca, Servello,  Grande, Conidi, Cataneo
Allenatore: Alessandro
Arbitro: Longo M. di Paola

Brutto gioco ad Acconia I locali vincono di misura

ACCONIA – Brutta partita quella di ieri tra la Nuova Poi. Acconia e la Nuova Filadelfia, condizionata dal forte vento e dal gioco abbastanza chiuso delle due compagini. Alla fine sono i padroni di casa a spiantarla, bravi a sfruttare l’unica palla-gol costruita nell’arco dei novanta minuti. Nel primo tempo le occasioni costruite sono state pochissime. La più clamorosa con lelapi, ma il portiere locale è stato abile a neutralizzare. Nella ripresa il copione non cambia. Al 25′ arriva il gol partita, con il neo entrato Ga-rieri, lanciato sul filo del fuorigioco, che infila Simonetti II. La reazione degli ospiti è con lelapi che a dieci minuti dal termine, a portiere battuto, coglie “un clamoroso palo interno.
an.tr.
Il Quotidiano

“Un tranquillo pomeriggio di Sport”.
solo l’emozione di un incidente di gioco

Acconia 28-3-2010 – Derby sotto tono quello disputato oggi ad Acconia di Curinga tra Nuova Polisportiva Acconia e Nuova Filadelfia, condizionato da una regola federale che evita la disputa dei Play-Out qualora la quint’ultima supera la penultima di dieci o più punti in classifica generale. Questo è proprio quello che sta accadendo nel girone C di prima categoria, perchè la Uesse Catanzaro a quota quindici punti è automaticamente retrocessa in categoria inferiore, mentre la Nuova Valle a quota 15 è distanziata dalla Nuova Filadelfia di ben 13 punti per cui, niente Play-out. Retrocede assieme alla Uesse Catanzaro anche la Nuova Valle. In questo derby, la spunta in ogni caso la Nuova Polisportiva Acconia che, dopo quello  di andata, si aggiudica anche quello di ritorno per 1-0. Le squadre erano scese in campo con l’intento di darsi battaglia ma, niente lotta e ancor meno partita perchè si giocicchia a centrocampo senza segni significativi di partita vera. Non c’è spirito combattivo ed in tutto questo, è la Polisportiva Acconia che si è mossa nel complesso meglio degli ospiti visto che, alla fine, sono riusciti a vincere la partita. Il 4-4-2 schierato da Mister Amaddeo, difende bene e interdice a centrocampo ancora meglio. I due attaccanti Garieri e Cuomo si cercano ma finiscono spesso in fuorigioco perchè i difensori avversari sviluppano bene questa fase difensiva. La rete arriva da una invenzione di Garieri che supera con un contrasto il suo avversario e il portiere Simonetti in uscita con un pallonetto. E’ appena trascorsa la prima mezz’ora di gioco e, per gli ospiti, c’è tutto il tempo per recuperare il risultato. La reazione è fiacca e priva di mordente anzi, sono i locali a tenere palla e a rendersi pericolosi in più occasioni. Soprattutto il secondo tempo  quando Simonetti toglie letteralmente il pallone dalla sua rete con un colpo di reni, deviando in angolo un gran tiro di Cuomo. Alla mezz’ora del secondo tempo, in una concitata azione d’attacco al limite dell’area del Filadelfia, Garieri tenta una rovesciata mentre Arietta sta intervenendo di testa. L’impatto è tragico perchè il difensore viene colpito sull’arco sopraccigliare e si rende per questo necessario il suo trasporto nel vicino ospedale per portare le cure del caso. Da questo momento, nei giocatori ospiti, c’è più il pensiero rivolto ad Arietta che al risultato e alla partita in atto che si trascina fino alla fine senza grandi sussulti o emozioni particolari. In una partita tranquilla giocata in un ambiente sereno, è ottimo il comportamento disciplinare da parte tutti i giocatori in campo e da tutti quelli che sono stati della patita. Tolto l’incidente fortuito capitato ad Arietta, per il resto, “un tranquillo pomeriggio di sport”.
Er. Ga.

 A palle Ferme
Lo Sporting Davoli vola,
ma sono in cinque per quattro posti utili.

Curinga 30-03-2010 Dovrebbe fare scalpore la vittoria per tre reti a zero dello Sporting Davoli sull’Ansel Acconia ed invece, non scompone per nulla i piani della squadra del Presidente Sebastiano Trovato che nonostante tutto, è convinta di disputare i Play-Off e di riuscire a dire ancora qualcosa in più in funzione della “Promozione”. Sarebbe veramente eccezionale perchè trattasi di Matricola per questa Categoria.  Una sconfitta ed un risultato maturato solo quando gli ospiti hanno avuto la malaugurata sfortuna di dovere rinunciare, per infortunio, contemporaneamente a due fuori quota insostituibili sul terreno di gioco perchè non disponibili in panchina. In realtà lo Sporting segna le sue reti solo dopo la mezz’ora del secondo tempo, in undici contro nove, dopo avere subito le iniziative dei giocatori dell’Ansel Acconia per l’intero primo tempo e gran parte del secondo. La terza posizione di classifica occupata dall’Ansel è ben salda per cui, poco timore ad affrontare le prossime partite di campionato. Il Limbadi, dopo la vittoria sulla Serrese ha accarezzato per ottanta minuti l’idea della seconda vittoria importante sul Filogaso. Si fa raggiungere a quattro minuti dalla fine perdendo così l’occasione per lasciare ancora dietro il Petrizzi che esce invece vittorioso sul San Calogero per tre a uno e che per questo lo raggiunge in classifica generale a quota 44 punti. Dilagano Serrese e Nuova Curinga infierendo più del necessario sulle ultime due squadre della classifica generale condannate entrambe alla retrocessione. Un sei a zero della Serrese sulla Uesse Catanzaro di gran lunga prevedibile, ed un cinque a due della Nuova Curinga sulla Nuova Valle che non porta gloria. Senza mordente ed entusiasmi particolari la vittoria della Nuova Polisportiva Acconia sui cugini della Nuova Filadelfia. Una partita giocata per dovere contrattuale e che ha presentato tutti gli aspetti di una partita amichevole, con l’unico lampo di gioco costruito dai locali che li porta in vantaggio e con l’unica vera palpitazione derivata dall’infortunio di Arietta che ha rischiato di rimetterci un occhio per un fortuito contrasto con Garieri. Fallo non voluto  e scaturito da una normale azione di gioco, dove l’impeto di intervenire per evitare guai alla propria squadra ha portato un danno fisico al giocatore che poteva rivelarsi veramente pericoloso. Sonora sconfitta subita dal Real Pianopoli ad opera del Bivongi che quest’anno calcistico lo ha visto esprimersi al meglio solo in determinate occasioni e solo in determinate occasioni. La penalizzazione in classifica generale unita alla squalifica in massa dei suoi giocatori da parte del G. S.  in occasione della partita contro lo Sporting Davoli, lo hanno relegato al terz’ultimo posto in classifica generale costringendo i suoi sostenitori ad una sofferenza non prevista ad inizio campionato. Il “botto” metaforicamente parlando, lo ha compiuto il Badolato andando a vincere a Girifalco, su un campo non facile e contro una squadra ostica e difficile. La classifica generale pone lo Sporting Davoli come squadra destinata al salto di categoria mentre non è ancora definita la griglia dei Play-Off perchè, tolte Filogaso ed Ansel Acconia a quota 52 e 50 punti rispettivamente, Serrese, Nuova Limbadi e Petrizzi rimangono ancora in lizza per la conquista degli altri due posti utili ai Play-Off. Per i Play-Out, nessuna considerazione vista la distanza abissale che separa la quart’ultima squadra dalla penultima e che ne evita, per questo, la disputa degli stessi per una regola federale che lo prevede. Vengono meno per questo, determinati agonismi in determinate partite che le fanno divenire inutili dal punto di vista della classifica generale. Per ora, godiamoci la sosta per le vacanze Pasquali, le ostilità riprenderanno domenica 11-4-2010. Er. Ga.

Febbraio calcistico

A palle Ferme
Nella giornata in cui cade l’Ansel Acconia,
riprende quota la Nuova Curinga e
precipita nell’ultima posizione Play-Out la Polisportiva Acconia.

Curinga 2-02-2010 Nella giornata in cui cade l’Ansel Acconia riprende quota la Nuova Curinga e precipita nell’ultima posizione Play-Out la Polisportiva Acconia. Continua a vincere lo Sporting Davoli anche se in modo spietato contro la Polisportiva Acconia che non ha pensato a difendersi ma ha anche giocato le sue carte sperando di portare a casa i tre punti in palio.  E’ stata solo sfortunata perché la cronaca racconta di una rete “regolare”(?) annullata e di un rigore non concesso dal direttore di gara. Il più infuriato di tutti è stato l’Allenatore Fioretti che, ancora una volta vede vanificarsi il suo lavoro per la mancanza di cattiveria e cinismo, ingredienti utili per portare a casa risultati utili,  da parte dei suoi giocatori.  Perde l’Ansel Acconia a San Calogero, in dieci contro undici per la mancanza di un fuoriquota. Inaudito. Ad una squadra grintosa come quella del San Calogero, non si può regalare un giocatore in più, soprattutto in questo periodo quando la squadra sta attraversando un ottimo periodo di forma. Il 2-0 subito coincide, per fortuna con il pari tra Petrizzi e Serrese, per cui l’Ansel conserva ancora la sua seconda posizione di classifica mantenendo ben sette punti di vantaggio sul Filogaso, ultima squadra che potrebbe insidiare la sua posizione Play-Off. Dopo la vittoria ottenuta dalla Nuova Curinga proprio sul Filogaso, non le è proibito sperare ancora in una posizione Play-Off perché, distante da essa solo cinque punti. E’ vero che le squadre che la precedono si chiamano Ansel Acconia, Petrizzi, Serrese e Nuova Limbadi ma, è vero anche che se questa squadra fatta di uomini di qualità,infila la strada giusta, diventa poi difficile fermarla.  Le tre vittorie consecutive le hanno restituito quel morale che avevano smarrito durante il girone di andata, ora, bisogna semplicemente cercare la continuità nei risultati, a partire proprio da domenica prossima quando la squadra andrà a fare visita ad una delle dirette concorrenti , Nuova Limbadi. Il Badolato è riuscito a conquistare un punto prezioso a Filadelfia contro la squadra locale che, ancora una volta non ha saputo sfruttare la sua bella prestazione per conquistare i tre punti in palio. Un assalto alla difesa ospite che ha fruttato solo la rete del pareggio ma che doveva e poteva sortire in una vittoria scaccia crisi. Pari anche tra Nuova Valle ed Euro Girifalco con la squadra locale beffata al 47’ del secondo tempo, subendo la rete del pareggio con un giocatore entrato in campo solo dieci minuti prima. E’, evidentemente l’annata no della Nuova Valle visti che fino ad ora, è riuscita a vincere solo una partita su diciotto giocate. Il colpo della giornata lo ha compiuto il Bivongi che batte per 4-3 la più quotata squadra della Nuova Limbadi. Un risultato che ha visto gli ospiti in vantaggio per ben due volte ma che al quarantacinquesimo si ritrova sotto di due reti. Solo al 50’ il Limbadi riesce ad accorciare le distanze fissando il risultato finale sul definitivo 4-3. Una ultima nota sul Real Pianopoli che vince 4-0 sulla Uesse Catanzaro e che, come squadra più giovane del campionato, mantiene viva l’ aspirazione della conquista dei Play-Off, pari merito con la Nuova Curinga.
Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Ora ci attende
una domenica di fuoco.

Curinga 4-2-2010 Ed ora ci attende una domenica di fuoco con scontri da vertice e, testa-coda di assestamento. Un anticipo da brividi tra  Sporting Davoli e Petrizzi, e due partite utili per capire meglio se la promozione è una questione da giocarsi tra le prime attuali cinque squadre in classifica oppure ci sono ancora margini di recupero per le squadre che si trovano a ridosso delle prime.  A questo ultimo treno, potrebbe agganciarsi anche la Nuova Curinga  che farà visita alla Nuova Limbadi proprio con l’idea di vendere cara la pelle e di conquistare quei tre punti che, nel girone di andata gli sono sfuggiti. Lo stato di forma per i curinghesi è ottimale, c’è la qualità e la voglia di riemergere per cui, aspettiamoci da questa partita qualcosa di buono. La Nuova Polisportiva Acconia si gioca le sue carte a Girifalco, con la speranza di potere anch’essa fare risultato e riemergere dalla quella posizione che la coinvolge nella zona Play-Out. Non sarà facile ma, bisogna almeno provarci anche perché, gli avversari, non sono di quelli irresistibili. Facile per Badolato, Serrese e San Calogero che affrontano rispettivamente Nuova Valle, Bivongi e Uesse Catanzaro. Chi rischia di più, è la Serrese visto che il Bivongi, ha compiuto proprio domenica scorsa l’impresa della giornata. Ha battuto infatti la Nuova Limbadi in un incontro combattuto allo spasimo ma che alla fine li ha visti vincitori. Per ultimo il derby Ansel Acconia Nuova Filadelfia. Una partita che sulla carta prescinde da ogni logica ma che in pratica, per la posizione occupata in classifica, costringe i padroni di casa alla vittoria. Rivalità, prestigio, posizione di classifica, riscatti, agonismi ecc.; gli ingredienti ci sono tutti per dar luogo ad una partita che possa essere divertente e gioiosa in tutti i suoi aspetti.  Diciamo sportivamente “vinca il migliore” ma, non ce ne vogliano i tifosi ospiti se le nostre convinzioni sono quelle che vedono ampiamente favoriti gli uomini di Mister Galioto e del Presidente Sebastiano Trovato.
Er. Ga.

N. C. LIMBADI     2 – 2     N. CURINGA

NUOVA CALCIO LIMBADI: Graci, Mercuri, Cuiuli, Ascone P. (1′ st Desiderato), La Malfa, Corsaro, Catalano, Pellicari, Corsi (30′ st Miserino), Di Siena, D’Aloi (20′ pt Valerioti). In panchina: Po, Caparra, Castagna. Allenatore: Di Mundo – Tripaldi
ARBITRO: Belligerante di Locri
NUOVA CURINGA: Nazzareno, Pettinato, Paonessa, Camillò, Cerra, Catozza, Schiavello, Martinez, Olivo, Serratore, Nosdeo.
In panchina: Fragalà, Tarzia, Grandinetti, Cesari, Gigliotti, Currado, Marturano. Allenatore: Barone
MARCATORI: 15′ pt Olivo (NC), 10′ st Corsi (L), 25′ st Cuiuli (L), 45′ st Pettinato (rig.) (NC)

Limbadi, un pari che sa di beffa
Il Curinga si salva su rigore

LIMBADI – 7-02-2010 – Un pareggio che sa di beffa per la Nuova Calcio Limbadi, raggiunta al novantesimo su un calcio di rigore contestato vivacemente e dopo aver impresso il proprio marchio sulla gara per quasi tutti i novanta minuti di gioco. La buona prova dei ragazzi di Di Mundo e Tripaldi alla fine non porta i tre punti; a tutto vantaggio degli ospiti del Curinga, che colgono un punto importantissimo per la loro classifica su un campo ostico e reso molle dalla pioggia dei giorni scorsi. n Limbadi comincia con il piglio giusto, ma è il Curinga a passare al 15′: Graci non trattiene una conclusione da fuori, la palla viene rallentata da una pozzanghera ed Olivo è lesto a metterla alle spalle del numero uno di casa. Il Curinga difende il vantaggio, né Corsi né Di Siena riescono a sfruttare le occasioni avute. Nella ripresa entra Desiderato ed il Limbadi cambia volto. Prima arriva il pareggio con Corsi al 10’st che taglia su assist di Cuiuli e supera il portiere a tu per tu. Il raddoppio arriva al 25′: Cuiuli di sinistro sfrutta un assist di Corsaro su calcio piazzato, il Limbadi si rende pericoloso in contropiede, ma cade nella trappola del fuorigioco, in verità fischiato con troppa leggerezza almeno in un paio di occasioni. Ma le proteste dei locali salgono di intensità quando al 45′ per un presunto atterramento di Olivo l’arbitro concede il rigore. Pettinato trasforma ed il Curinga pareggia.
fr.cat.
Il Quotidiano

Ansel Acconia    3 – 2    Nuova Filadelfia
Ansel Acconia:  Matarazzo, Muraca S., Colloca, Orlando M., Frijia, Trovato F., Muraca L., Di Cello L., Vasta, Orlando C., Michienzi
In panchina: Buccafurno, Di Cello S.,  Arcuri,   Torcasio, Scopelliti.
Allenatore: Galioto
ARBITRO: Sorrenti di Taurianova
NOTE: espulso al 28′ p.t. Raffa (NF)

Nuova Filadelfia: Simonetti F. 91, Casalinuovo,  Curello S., Arietta, Raffa, Curello P., Montauro, Nosdeo, Caruso, Somonetti F. 89, Catanzaro,
In panchina: Michienzi, Bartucca, Lentini, Grande, Servello, Conidi, Butruce.
Allenatore: Alessandro
Marcatori: 14′ p. t. , 28′ s. t. Caruso(NF); 38′ p.t. Vasta 38′ s.t. Arcuri, 42’s. t. Di Cello S.

L’Ansel, per due volte in svantaggio, recupera e, alla fine
riesce a portare a casa i tre punti

Acconia 7-2-2010 – La Nuova Filadelfia , per quello che ha fatto vedere oggi sul terreno di gioco di Acconia, non avrebbe meritato di perdere la partita. Purtroppo, quando l’arbitro decide di diventare protagonista, ci riesce fino in fondo ed oggi, nemmeno la presenza contemporanea di due commissari di campo lo fanno desistere dal suo operare che, alla fine, con i suoi errori macroscopici e sviste madornali, ha condizionato la partita, i giocatori in campo ed il risultato lasciando delusi un po’ tutti. Che la partita fosse sentita da entrambe le parti era da aspettarselo, anche perchè si trattava di un derby e come tale non facile da gestire. Si lottava per la conquista di tre punti importanti sia per l’Ansel, che poteva riavvicinarsi alla capolista Sporting Davoli fermata nell’anticipo di ieri sul risultato di parità (1-1) dal Petrizzi, sia per la Nuova Filadelfia che si trova coinvolta nella zona Play-Out e dalla quale, nonostante le buone prestazioni, non riesce ancora ad uscire. L’Ansel è in formazione rimaneggiata, con Morelli infortunato ed Arcuri che parte dalla panchina, per sola precauzione. Mister Galioto si affida a Michienzi e Di Cello Luca  per il centrocampo, e alla coppia  Orlando – Vasta in attacco.  Conferma Frijia al centro della difesa ed affida la regia difensiva all’esperto Francesco Trovato, non ancora al meglio della condizione per l’infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi di gioco per lungo tempo. La Nuova Filadelfia, dopo le buone prestazioni sostenute contro lo Sporting Davoli, a Girifalco e contro il Badolato, scende in campo sperando di ottenere frutti migliori ma, questa volta, sulla sua strada non ha trovato solo gli avversari ma anche un direttore di gara che la ha penalizzata più del dovuto. In poche parole, ha  giocato più il direttore di gara che non le squadre scese in campo. La cronaca vede in vantaggio gli ospiti dopo appena 14 minuti di gioco quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo,  Caruso, in mischia, spinge la palla in rete per il primo vantaggio. Il pari per l’Ansel arriva su un altro calcio d’angolo (inesistente) che l’arbitro concede e che i locali sfruttano con Vasta che ribattere in rete una corta respinta della difesa. Il nervosismo impera in campo e i giocatori ospiti non perdono occasione per contestare l’arbitro anche quando questo ha ragione. A fare le spese di questo stato di nervosismo è Raffa che, al 28′ viene espulso per fallo da dietro commesso su Orlando che rimane per lungo tempo a terra dolorante. In dieci contro undici i giocatori ospiti vendono ancora cara la pelle, ed infatti hanno ancora la forza di  riportarsi in vantaggio con il solito Caruso che sfrutta una banale indecisione difensiva. Gli ospiti potrebbero portarsi addirittura sul 3-1 se l’arbitro avesse concesso loro un rigore che, ai più, è apparso sacrosanto. Succede invece  quello che meno ti aspetti. Nel momento in cui sembra tutto delineato, Mister Galioto lancia in mischia Arcuri che lo ripaga dopo appena cinque minuti , segnando la rete del 2-2. Il terreno pesante ha affaticato i giocatori ma non ha impedito agli stessi di ricercare la rete della vittoria sia per l’una che per l’altra squadra, lottando fino alla fine della partita. La spunta alla fine l’Ansel ch, in un batti e ribatti, riesce a trovare la rete della vittoria, con Di Cello S. che spinge in rete , in  mischia, la palla del definitivo 3-2.  Rabbia, rammarico per  i giocatori e la dirigenza della Nuova Filadelfia che, ancora una volta, nonostante una ottima prestazione, si ritrovano a rientrare senza un nulla di fatto.
 Er. Ga.

1^- Categoria girone C. Tanti gol ad Acconia. Quella decisiva porta la firma di S. Di Cello
Ansel, il Davoli è ora più vicino
I ragazzi di Galioto vincono una gara giocata alla pari con la N. Filadelfia
di BRUNO SODARO

ACCONIA  7-2-2010 – Vincono i padroni di casa dopo una gara giocata nervosamente, e con un direttore di gara in giornata no. Un espulso ingiustamente per il Filadelfia e undici ammoniti. La cronaca delle reti. Caruso, al 14′ pt, porta in vantaggio gli ospiti, in mezza rovesciata. L’azione da angolo battuto da Curello P. con assist di testa di Nosdeo. Vasta al 35′ pt pareggia per i locali, di testa, raccogliendo da corner. Nella ripresa, i ragazzi di mister Alessandro, raddoppiano al 27′. E’ ancora Caruso, da limite area. Subito dopo uno scontro fra Orlando C. e Raffa, è punito dall’arbitro con l’espulsione del giocatore ospite. Animi che si riscaldano. Al 32′ st il pareggio dei padroni di casa con Arcuri che riprende una ribattuta del palo, su tirò di Vasta. La rete della vittoria al 38′ st. Di Cello S. si libera di un paio di avversari e sull’uscita di Michienzi, lo batte inesorabilmente. Per quello che si è visto in campo, il pareggio sarebbe stato più giusto. Ai padroni di casa il merito di aver creduto fino alla fine alla possibilità di incassare i tre punti
Il Quotidiano

EURO GIRIFALCO    1 – 0    NUOVA POL. ACCONIA

EURO GIRIFALCO: Stranieri, Catalano, Ferraina (9′ st Caruso), Bernaschino (42′ st Burdino), Palaia A., Signorello, Verre, Migliazza, Pingitore, Palaia Al., Marinaro (36′ st Giampà).
In panchina: Gallucci, Gonidi, Sgrò.
Allenatore: Cristofaro
NOTE: Ammoniti: Palaia A., Marinaro e

Caruso (EG); Trovato R. e Garieri (NPA)

NUOVA POL. ACCONIA: Oscuro, Parzarella, Mastroianni, Piraino (20′ pt Condoleo), Cerminara, Muraca, Romagnuolo, Trovato R., Cuomo, Perciamontani, Dell’Aquila (37′ pt Garieri).
In panchina: Guzzi, Trovato V., Serratore, Carchedi,
MARCATORE: 7′ pt Marinaro

L’Euro Girifalco vince di misura
Nuova Pol. Acconia, gara anonima

GIRIFALCO – Sotto una pioggia costante e su un campo molto pesante, l’Euro Girifalco vince di misura sulla Nuova Pol. Acconia. Un risultato che poteva essere senza dubbio più largo, viste le numerose occasioni costruite dagli uomini di mister Cristofaro e non concretizzate. I padroni di casa dimostrano sin dalle prime battute di essere più in palla e passano dopo appena sette minuti. Bella azione sulla fascia destra sull’asse Verre – Migliazza-  Bemaschino, con quest’ultimo che, dalla linea di fondo, mette al centro un’invitante palla raccolta al volo da Marinaro che con un bel tiro trafigge l’incolpevole Oscuro. Gli ospiti sembrano accusare il colpo e continuano a subire. L’Euro Girifalco sfiora più volte il raddoppio, con Verre, trovatesi a tu per tu con il. portiere avversario e fermato per un dubbio fuorigioco, e con Migliazza, il cui tiro va a fare la barba al palo. E’ proprio Migliazza ad avere, al 1’del secondo tempo, l’occasione più clamorosa: il suo tiro viene ribattuto sulla linea di porta dal difensore ospite Cerminara, con il portiere Oscuro ormai superato. La compagine casalinga riesce così a gestire con facilità il vantaggio e la partita termina con tre punti decisamente meritati.
a.t.
Il Quotidiano

A palle Ferme
L’Ansel Acconia accorcia le distanze dallo Sporting;
La Nuova Curinga spera ancora;
Ancora in posizione Play-Out la Polisportiva Acconia.

Curinga 9-02-2010 Giornata favorevole per l’Ansel Acconia che vincendo “a fatica” contro la Nuova Filadelfia e approfittando del pareggio tra Sporting Davoli e Petrizzi, accorcia le distanze dallo Sporting Davoli e guadagna ulteriori due punti sulla inseguitrice Petrizzi. Riaggancia la posizione Play-Off il Filogaso che vince contro il Real Pianopoli e che sfrutta il mezzo passo falso della Nuova Limbadi  fermata a sua volta sul risultato di parità da una caparbia Nuova Curinga. Tra le prime squadre in classifica generale, la Serrese viene fermata dalla grandine nella partita che doveva disputare contro il Bivongi. Rimane in ogni caso a ridosso delle prime e con una possibile vittoria nel recupero, potrebbe scavalcare il Petrizzi e proporsi come terza forza del Campionato. Sono ancora cinque i punti che separano la Nuova Curinga dalla zona Play-Off ma, il quarto risultato utile consecutivo ottenuto dai ragazzi di Mister Baroni, fanno ben sperare in un possibile recupero di quella posizione play-off  che potrebbe ancora fare sognare. In realtà sono gli scontri diretti, che sono ancora in massima parte da giocare, a dover decidere quali saranno alla fine le squadre che si contenderanno i due posti promozione. Da sportivi e “tifosi” aspettiamoci qualche buona sorpresa. Ritorna dopo lungo tempo alla vittoria, il Badolato che, col classico risultato di 2-0 e con una buona prestazione collettiva, si sbarazza della Nuova Valle rassegnata ormai alla disputa dei Play-Out. La squadra che ha impressionato di più e che non meriterebbe la attuale posizione che occupa in classifica generale è la Nuova Filadelfia che domenica ha dato del filo da torcere alla più quotata Ansel Acconia. Non fosse stato per la direzione arbitrale, assolutamente scandalosa, forse il risultato finale avrebbe preso qualche altra piega. E’ vero che l’Ansel mancava di pedine importanti come Morelli e Arcuri (non schierabile fin dal primo minuto), ma è vero anche che la migliore prestazione della partita la hanno fatto gli ospiti mettendoli spesso alle corde, passando per due volte in vantaggio ma che alla fine, in dieci contro undici hanno dovuto cedere definitivamente il passo. Ritorna senza punti da Girifalco la Polisportiva Acconia che ha disputato una “gara anonima”, priva di mordente condizionata dal cattivo tempo che ha imperversato dal primo all’ultimo minuto di gara. La partita viene decisa nei primi dieci minuti di gara con i locali che passano in vantaggio al 7′ e che passano il resto del tempo a controllare la pericolosità degli attaccanti della Polisportiva che si è fatto tanto desiderare. In realtà La Polisportiva Acconia ha opposto poca resistenza ai locali che avrebbero potuto rendere più vistoso il risultato se i loro attaccanti non si fossero dimostrati precipitosi nelle conclusioni e imprecisi sotto rete. In ogni caso alla Polisportiva serve ora una impennata di orgoglio se vuole prendere ancora “quell’ultimo treno” che porta alla salvezza e che dista solo cinque punti.
Er. Ga.

Nuova Curinga col Petrizzi Baroni: «Si punta alla vittoria”

CURINGA 9-2-2010 – Oggi pomeriggio la Nuova Curinga del presidente Angelo Trovato, dopo il sofferto ed encomiabile pareggio colto in extremis a Limbadi su calcio di rigore (pari che allunga la serie utile dei curinghesi), che lo tiene ancora in corsa per agguantare l’ultimo posto utile per i playoff (ritardo di -5), affronta sul proprio terreno di gioco il Petrizzi nella partita di andata dei quarti di finale della Coppa Calabria. La formazione gialloverde vuole confermare il momento positivo che sta attraversando e scenderà in campo con l’obiettivo di vincere. Tuttavia, l’incontro si annuncia equilibrato visto che l’avversario, il Petrizzi, in campionato si trova in terza posizione. L’allenatore Lorenzo Baroni conferma, comunque, che «la partita sarà difficile, ma in ogni caso la squadra punterà alla vittoria, perché vogliamo – ha detto- passare il turno». Il trainer curinghese prevede alcuni cambi nell’undici che giocherà il match, in quanto ci sono diversi giocatori che devono recuperare dagli infortuni. In particolare, a centrocampo saranno assenti Marturano e Tarzia che l’allenatore conta di recuperare per la partita di domenica contro il coriaceo Real Pianopoli.
calabria ora

Coppa Calabria, N. Curinga-Petrizzi 2-3

Curinga 10-2-2010 – Nel quarto di finale di Coppa Calabria disputato ieri colpo esterno del Petrizzi che vince sul campo della Nuova Curinga per 3-2. Apre Clasadonte per gli ospiti al 7′, poi pareggia Cerra al 15′ della ripresa. Nuova Curinga che ripassa in vantaggio sulle ali dell’entusiasmo con Zerbonia, ma nel finale c’è la clamorosa rimonta del Petrizzi che segna con Commodaro e ancora con Clasadonte per il 2-3 finale.

Palla al Centro, si ricomincia.
l punto guadagnato con difficoltà
può essere quello di partenza per la rinascita.

Curinga 11-2-2010 Il punto guadagnato con difficoltà domenica dalla Nuova Curinga sul terreno difficile di Limbadi, può essere quello di partenza per dare l’assalto alla posizione Play-Off che è ancora alla sua portata. Potrebbe approfittarne già domenica prossima  perchè, le dirette avversarie (Serrese e Nuova Limbadi), si scontrano direttamente tra loro e il risultato, pur non essendo scontato fin dall’inizio, potrebbe riservare qualcosa di buono per la squadra di Curinga. Sarà il Real Pianopoli  l’avversaria  che la Nuova Curinga dovrà battere,  e ciò, sulla carta non sembra tanto difficile, visto che questa si trova già alle sue spalle. Anche il Filogaso che precede in classifica generale, non ha una partita facile dovendosi recare a San Calogero, campo in cui parecchie squadre denominate grandi, ci hanno già rimesso l’intera posta in palio (vedi Ansel Acconia). Le due grandi del campionato, Sporting Davoli ed Ansel Acconia potrebbero da questa giornata uscire rafforzate nelle loro posizioni di classifica e fare capire alle avversarie che, la prima posizione di classifica  è solo una questione a due. Entrambe giocheranno fuori casa, rispettivamente a Bivongi e a Vallefiorita, contro due squadre fortemente indiziate a disputare i Play-Out. Le loro posizioni attuali di  classifica generale ne danno conferma. In questa prossima giornata, non può fallire la Nuova Filadelfia che gioca la sua partita contro una inconsistente Uesse Catanzaro. Potrebbe, a partire da questo momento, cominciare a portare avanti,   l’operazione salvezza che tanto sta a cuore ai tifosi dell’intero comprensorio. Gli avversari sono di quelli per i quali si può decidere prima dell’inizio della partita quante reti segnare e quanto deve essere cospicuo il risultato finale perchè, fino ad ora, questa squadra non ha mai opposto resistenza in nessuna occasione e, contro nessuna sua avversaria. Impegnativa ma, non impossibile la partita che la Nuova Polisportiva Acconia dovrà disputare contro un ritrovato Badolato. I tre punti in palio cominciano ad essere vitali per la sopravvivenza della squadra di Acconia per cui, questa volta, oltre all’impegno e alla forza fisica, bisogna portare in campo anche il cuore se si vuole raggiungere l’obiettivo salvezza. Per concludere, al Petrizzi si presenta l’occasione per poter mantenere le sue dirette inseguitrici a distanza; affronta tra le mura amiche una Euro Girifalco che non dovrebbe negargli la soddisfazione della conquista dei tre punti. Nel calcio comunque, tutto è possibile per cui aspettiamoci anche che, un risultato a priori scontato, possa risultare alla fine stravolto.
Er. Ga.

N.CURINGA    6 – 1     R. PIANOPOLI

N. CURINGA: Sorrentino, Riga, Pettinato, Schiavello (1′ st Fragalà), Corra, Gigliotti (16′ st Catozza), Martinez, Currado, Olivo (25′ st Cesari), Serratore, Zerbonia.
In panchina: Grandinetti, Nosdeo, Paonessa, Marturano.
Allenatore: Barone
MARCATORI: 2′ pt e 37′ st Martinez, 27′ pt e 44′ st Zerbonia, 34′ pt Olivo, 34′ st Mazziotti (RP), 35′ st Catozza
REAL PIANOPOLI: Mascaro, Curcio C., Curcio G., luliano, Albace, Sereno, Caruso, Fazio, Scalise (25′ st Marotta), Gaetano (42′ st Mazzeo), Mazziotti.
In panchina: Grandinetti.
Allenatore: Maretta
ARBITRO: De Seta di Paola
NOTE: Espulso al 34′ pt Caruso (RP) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Olivo e Martinez (NC), Caruso e Curcio G. (RP). Angoli 4 a 3.

Piovono gol a Curinga
R. Pianopoli, pesante ko
di BRUNO SODARO

CURINGA – 14-2-2010 – Tutto facile per la Nuova Curinga. Dopo due minuti e i locali sono già in vantaggio con Martinez. Al 27′ pt il raddoppio di Zerbonia. Terza marcatura al 34′ pt con Olivo di testa. Nella ripresa, al 34′, Mazziotti, con tiro dal limite, accorcia le distanze. Un minuto dopo è Catozza a portare a quattro le realizzazioni. Quinta rete, al 37′ st, di Martinez, in rovesciata. Zerbonia, raccogliendo da angolo, con un bel colpo di testa, porta a sei le reti per la Nuova Curinga.
Il Quotidiano

NUOVA VALLE    1 – 3     ANSEL A.

NUOVA VALLE: Sparacino, Muzzì, Destilo, Merenda, Carello (4′ st Marcella), Paone, Vitaliano, Ldoi (4′ st Barbieri), Riga, Misdea (6′ st Sestito), Vaccaro.
n panchina: Tieni, Grande, Merlino, Russumanno.
Allenatore: Catalano
ANSEL Acconia: Materazzo, Muraca S., Colloca, Di Cello S., Frjia, Trovato, Muraca L., Orlando, Vasta, Di Cello L., Torcasio.
In panchina: Arcuri, Morelli, Scopelliti. Allenatore: Galioto
ARBITRO: Varacalli di Locri
MARCATORI: 5′ e 8′ pt Vasta (A), 2′ st Torcasio (A), 25′ st Muzzì (NV)

La Nuova Valle vede nero
Tris dell’Ansel Acconia

 Vallefiorita 14-2-2010 – La Nuova Valle subisce una pesante sconfitta in casa per merito di un’arrembante Ansel Acconia e vede complicarsi ulteriormente la propria situazione in classifica. Avvio spumeggiante per gli ospiti guidati da mister Galioto, che dopo dieci minuti si trovano già con un doppio vantaggio, grazie alla doppietta di Vasta, abile a sfruttare le ingenuità difensive dei padroni di casa. All’inizio della ripresa l’Ansel passa nuovamente. Torcasio ruba palla a centrocampo e supera con un bel pallonetto Sparacino in uscita. Al 25′ st la squadra di Catalano segna con Muzzì, ma non baste a rimettere a posto una partita ormai compromessa
Il Quotidiano

N.P. ACCONIA     1 – 0       BADOLATO

NUOVA POL. ACCONIA: Oscuro, Panzarella, Mastroianni, Trovato, Cerminara, De Pace, Serratore, Romagnuolo, Cuomo, Muraca D. (24′ st Perciamontana), Dell’Aquila (34′ st Trovato V.).
In panchina: Guzzi, Muraca V., Landolfi, Condoleo, Mazzotta.
Allenatore: Amedeo
BADOLATO: Tiano, Lombardo, Lamanna, Amato (14′ st Paparazzo), Errigo, Megna, Romeo (1′ st Mellace), Caristo, Bordino (33′ st Martello), Armogida, Spiroso.
In panchina: Menniti, Ermucida, Zannino. Allenatore: Riitano
ARBITRO: Malivindi di Taurianova MARCATORE: 35′ st Perciamontana

Respira la N. P. Acconia
Battuto il Badolato

ACCONIA – La Nuova Polisportiva Acconia vince col Badolato e conquista tre punti molto utili per la propria classifica. La vittoria giunge dopo un bel match, combattuto fino alla fine dalle due compagini. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato, nella ripresa i padroni di casa vanno un paio di volte vicini al vantaggio, con Cuomo e Dell’Aquila. Il gol arriva soltanto al 35′ st, con Perciamontana che realizza dopo una mischia in area. Negli ultimi dieci minuti, il pressing degli ospiti, che tentano con tenacia di giungere al pareggio. Ma gli sforzi sono inutili e la partita si conclude con l’1 a 0.

 1^ Categoria girone C.
L’Ansel perde il derby e si allontana dalla vetta. Il Girifalco dilaga con il Bivongi
Quante squadre in zona play off
Il Filogaso si impone e raggiunge il Petrizzi. La Senese è a sole due distanze

di MIRKO TASSONE

SERRA SAN BRUNO 21-2-2010 – Vittoria di misura per la Serrese che, tra le mura amiche del Comunale “La Quercia”, batte il Curinga degli ex Marturano e Zerbonia. Avvio al piccolo trotto per la squadra di casa che, al 15′, trova la rete con Franzè, abile ad incunearsi nella retroguardia ospite ed a trafiggere l’incolpevole Sorrentino. Passano sette minuti e dalla distanza ci prova Stumpo, ma la palla termina di poco sul fondo. Nella ripresa i bianco blu provano ad addormentare la gara. Al 19′, sugli sviluppi di un tiro d’angolo, su colpo di testa Cesari trova l’attenta risposta di Viscomi. A sette minuti dal termine, gli ospiti sciupano l’opportunità di cogliere il pareggio, quando Olivo, da distanza ravvicinata, si fa stregare da un Viscomi in giornata di grazia. Tre minuti dopo l’estremo difensore biancoblu diventa ancora una volta decisivo quando devia sul palo una punizione di Marturano.

 Il Quotidiano
Se lo aggiudica la Nuova Polisportiva Acconia
il derby con l’Ansel Acconia.

Acconia 21-2-2010 – Con una partita perfetta dal punto di vista tattico, la Nuova Polisportiva Acconia si aggiudica il derby di ritorno contro i cugini dell’Ansel Acconia. Si è consumata la vendetta del girone di andata quando il derby, se lo aggiudicò, con lo stesso risultato l’Ansel Acconia. Quando meno te lo aspetti succede l’imprevedibile ed oggi è successo che la squadra più qualificata come l’Ansel Acconia ha perso contro la Nuova Polisportiva Acconia che lotta strenuamente per  evitare i Play-Out. Del resto, un derby è sempre imprevedibile e questo, lo è stato ancor di più perché le attese ed i pronostici erano tutti a favore dell’Ansel Acconia e niente faceva pensare ad una sua possibile sconfitta anche perchè sta contendendo, nonostante tutto, il primo posto in classifica allo Sporting Davoli. Una Polisportiva Acconia rinnovata più che nei giocatori nello spirito apparso oggi quello giusto per conquistare una vittoria. Giocatori puntigliosi, attenti e reattivi in ogni fase di gioco come non si erano, fino ad ora, mai visti. Mister Amaddeo ha evidentemente saputo dare a questa squadra una iniezione di fiducia ed  una carica di energia tali da condurla a due vittorie consecutive che hanno portano un totale di sei punti utilissimi alla causa della salvezza. La cronaca vede le due squadre schierate in campo in un contrapposto 4-4-2, con l’Ansel che deve ancora rinunciare a Morelli a centrocampo e con Michienzi e Trovato F non al meglio delle condizioni fisiche.Anche la Polisportiva deve inizialmente rinunciare a Perciamontano e, per l’intera partita di Dell’Aquila, che deve scontare una giornata di squalifica. La cronaca ha visto la Nuova Polisportiva protesa fin da subito in avanti alla ricerca del vantaggio. Nonostante tutto, nessun tiro in porta aveva messo in apprensione il portiere Matarazzo. L’Ansel conclude a rete per la prima volta verso il ventesimo ma, anche in questo caso senza eccessiva convinzione. La svolta avviene al 28’ del primo tempo quando, con una abile punizione dal limite, Muraca scavalca la barriera e beffa Matarazzo non esente da tutte le colpe per la rete subita. La reazione dell’Ansel è più fisica che tattica tanto che, per doppia ammonizione, viene espulso Vasta lasciando la sua squadra in dieci contro undici e, con una rete da recuperare.  La rabbia della espulsione e la beffa dello svantaggio costringono l’Ansel ad andare all’attacco senza quella giusta lucidità necessaria per trasformare in reti ciò che si crea. Gli ultimi dieci minuti del primo tempo è stato praticamente, un tiro al bersaglio con Oscuro che salva miracolosamente su Orlando in rovesciata volante in area piccola e con Di Cello L. che colpisce  prima il palo e, sulla ribattuta trova ancora Oscuro pronto a ribattere. Superlativo Oscuro. Qualche sostituzione e si ritorna in campo per il secondo tempo che promette scintille. Le scintille ci sono state sia dall’una che dall’altra parte, con l’Ansel Acconia impegnata a recuperare il risultato e la Nuova Polisportiva che non si limita a difendere ma provvede ad imbastire anche qualche azione pericolosa. La partita è maschia ma, correttissima e ben diretta dall’Arbitro Sig. Manis di Paola al quale non sfugge nulla o, quasi nulla. Si mette in evidenza ancora Oscuro su tiro di Arcuri ma, è Orlando a sprecare banalmente la possibilità del pareggio tirando frettolosamente dopo avere scavalcato il suo diretto avversario e si è trovato a tu per tu col portiere avversario. L’Ansel reclama anche una massima punizione ma, nulla di particolarmente grave in area avversaria. Mister Amaddeo, ad un certo punto della partita, decide di far scendere in campo Perciamontano escludendo dalla stessa Cuomo che, fino a quel momento, se non il migliore in campo era stato sicuramente un protagonista. I fatti gli hanno dato ragione perché, nel miglior momento della squadra avversaria, quando cioè l’Ansel era protesa al massimo sforzo alla ricerca del pari, Perciamontano, si invola sulla sinistra, brucia in velocità il suo marcatore, entra in area e fa partire un rasoterra che trova impreparato Matarazzo che viene così trafitto per la seconda volta. E’ troppo poco il tempo rimasto da giocare per sperare in un recupero del risultato per cui, merito e gloria solo per la Polisportiva che, con questo risultato ritorna a pieno titolo a far parte della categoria delle squadra papabili alla normale salvezza e permanenza in categoria.

 Per L’Ansel, guardando anche gli altri risultati, nulla di compromesso perchè mantiene stabile la sua seconda posizione rimanendo a quattro punti dalla capolista Sporting Davoli e, mantenendo i suoi quattro punti di vantaggio sul Petrizzi, anche lui sconfitto.

Ansel Acconia  0 – 2 Nuova Polisportiva Acconia

Ansel Acconia: Materazzo, Muraca, Colloca, Michienzi, Frijia, Di Cello S., Muraca L., Orlando C.,Vasta, Arcuri, Di Cello L.
In Panchina: Lepore, Trovato F., Mercuri, Scopelliti, Torcasio F., Orlando M., Morelli F.
Allenatore: Galioto

Polisportiva Acconia: Oscuro, Palumbo, Serratore, Landolfi, Cerminara, De Pace S., Romagnuolo, Muraca G. Cuomo, Garieri, Muraca D.,
In Panchina: Guzzi, Trovato V., Parciamontano, Catanzaro, Mastrojanni, Panzarella, Trovato R.
Allenatore: Amaddeo.
Marcatori:  al 28’ p.t. Muraca D., 44’ s.t. Perciamontano.
Er. Ga.

ACCONIA – Porta bene alla Pol. Acconia il cambio dell’allenatore. Seconda vittoria di fila. Nel derby con i cugini dell’Ansel  segnando una rete per tempo, costringono la vice capolista alla sconfitta.
il Quotidiano

Rallenta la capolista Sporting Davoli e perdono Ansel Acconia e Petrizzi.
Si allontana dalla zona Play-Off la Nuova Curinga e
riemergono le seconde linee Filogaso , Serrese e Limbadi.

Curinga 22-2-2010

Nella giornata in cui rallenta la capolista Sporting Davoli e perdono Ansel Acconia e Petrizzi, si allontana dalla zona Play-Off la Nuova Curinga e riemergono le seconde linee Filogaso , Serrese e Limbadi. La squadra che oggi è la più minacciosa è sicuramente la Serrese che, oltre a sbarazzarsi di una diretta concorrente si assesta al quinto posto ma, con ben due partite da recuperare. Vincendole entrambe, potrebbe addirittura raggiungere quota 43 e porsi al secondo posto pari punti con l’Ansel Acconia. In realtà, la zona Play-off è “intasata” da ben sei squadre, conglobando in queste anche la Nuova Curinga e tutte sanno che per raggiungerla bisogna lottare fino in fondo. Stanno meglio le prime due Sporting ed Ansel che, nonostante i passi falsi o, i mezzi passi falsi, conservano ancora un buon margine di vantaggio su chi potrebbe insidiare seriamente le loro posizioni. Anche il Petrizzi e il Filogaso, unite alla Serrese possono ritenersi soddisfatte da ciò che hanno ottenuto fino ad ora ma, attenti al Limbadi e alla Nuova Curinga che, hanno potenzialità tali da potere risorgere da un momento all’altro. Le partite valgono alla fine tre punti per cui, due vittorie o, due sconfitte di seguito, possono ancora stravolgere la classifica e mettere di nuovo tutto in gioco. La Polisportiva Acconia, col nuovo Mister Amaddeo, conquista la seconda  vittoria consecutiva  contro squadre di maggiore qualità e si riprende quella sest’ultima posizione di classifica che garantisce la certa permanenza in categoria senza passare dalla lotteria dei Play-Out. Lo merita, soprattutto alla luce dell’impegno, e della qualità di gioco proposta contro l’Ansel anche se, gran parte della vittoria la deve al suo portiere Oscuro che, ha parato l’impossibile. Rammarico per la sconfitta che la Nuova Curinga  ha subito a Serra San Bruno non tanto  per il risultato subito ma soprattutto perché ad opera di una diretta concorrente alla zona Play-off e si sa che in questo caso, i punti guadagnati valgono il doppio. Non piange più di tanto l’Ansel Acconia perché, nonostante la sconfitta subita, conserva ancora saldamente la sua seconda posizione di classifica ma, attenti alla Serrese che, avanza a grandi falcate. Finalmente una onorevole prestazione del Badolato che si aggiudica il derby contro il Petrizzi, con un risultato vistoso e, in dieci contro undici per una intera frazione di gioco. Non fa testo la esagerata vittoria dell’Euro Girifalco sul derelitto Bivongi tartassato in settimana dal Giudice Sportivo.  Dopo la beffa della sconfitta a tavolino anche la punizione delle 1000,00 (mille) euro di multa, la penalizzazione di classifica di tre punti e la squalifica dei suoi migliori giocatori (ben sei fino al 2015)  a seguito di un reperto arbitrale alquanto dubbio. Troppi, anche per chi non ha visto la partita ma, raccontata dalle cronache giornalistiche che non avevano segnalato tanta violenza quanto se ne racconta nel reperto arbitrale. Non si è giocata la partita tra Uesse Catanzaro e Nuova Valle causa impraticabilità di campo ma, non ci siamo perso grandi cose visto la loro posizione di classifica e il loro punteggio conquistato in ben 21 partite giocate.

Er. Ga 

Coppa Calabria
Il Petrizzi vola in semifinale

Petrizzi 24-2-2010 PETRIZZI  3 – 1 NUOVA CURINGA

PETRIZZI: Maiono, Sinopoli, D’Aquino, Riitano, Lombardi, Clasadonte( ’85 Han­no), Chiesari( ’17 Cervello), Raggio, Valen­te (’49 Di Giorgio), Marra, Commodaro. Al­lenatore: Marmo
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Currado, Paonessa, Chiavello, Ria, Gigliotti (’52 Nosdeo), Martinez, Catozza, Zerbonia (’57 Ce­sari), Marturano, Seratore.
Allenatore: Ba­roni __
ARBITRO: Cavalieri di Paola
MARCATORI: ‘7 pt Valente (P), ‘9 pt Com­modaro (P), ’40 pt Raggio (P), ’37 st Cesari ( N)
di GIUSEPPE MIRARCHI

CON un perentorio 3 a 1 il Petrizzi si sba­razza del Curinga e approda in semi finale. Di fatto non c’è stata partita e ciò perché i padroni di casa con il duo Valente – Com­modaro avevano già messo in cassaforte dopo nove minuti di gioco la qualificazio­ne. Ci pensa poi Raggio a chiudere defini­tivamente la gara con un eurogol da trenta metri che fa applaudire anche gli avversa­li. Al ’37 del secondo tempo un calcio di ri­gore, benevolmente concesso dal bravo ar­bitro Cavaliere, permette a Cesari di accor­ciare le distanze. Va detto che la gara è sta­ta molto corretta e ben giocata da entrambe le squadre.
Il Quotidiano

Palla al centro si ricomincia
Domenica scontri diretti tra le prime quattro della classifica Generale.

Curinga – (25-02-2010) – Comincia domenica una prima ”resa dei conti” tra le squadre di testa e . . . non solo.
Petrizzi – Ansel Acconia e Serrese – Sporting Davoli sono gli scontri di vertice tra le prime quattro squadre in classifica generale. Due partite nelle quali si possono testare le reali aspirazioni di Petrizzi e Serrese nonché le potenzialità  e la forza  in campo di Ansel Acconia e Sporting Davoli che le affrontano in trasferta. E’ anche il momento di capire se ci sono residue speranze per le inseguitrici Filogaso, N. Limbadi  e N. Curinga  oppure qualcuno è costretto a rassegnarsi fin da subito. Certamente la squadra o le squadre che di questi scontri possono trarre vantaggio sono il Filogaso che farà visita alla Nuova Valle (in assoluta rassegnazione), la N. Limbadi, che affronta l’Euro Girifalco e che cercherà di vincere per seguire la scia delle prime, ed Infine la Nuova Curinga che affronterà il S Calogero nella speranza di non perdere l’ultimo treno per i Play-Off. Alla Nuova Pol. Acconia, che affronta la Uesse Catanzaro, si presenta l’occasione ideale per distanziare ulteriormente le squadre che la seguono. Se la squadra è in grado di sostenere una prestazione simile a quella offerta nel derby e la Nuova Curinga batterà il San Calogero (come prevedibile)  allora è possibile distanziarsi in classifica generale e fare un passo avanti verso la sua salvezza. La Nuova Filadelfia, anche se ha una partita in meno da giocare, dista dalla zona salvezza ben nove punti per cui le poche residue speranze sono legate sia alla vittoria del recupero che alla vittoria che dovrà ottenere domenica contro il Real Pianopoli. Per ultimo il Badolato che farà visita al Bivongi che è stato tartassato, se non demolito, dal Giudice Sportivo a seguito della partita contro lo Sporting Davoli. I tre punti di penalizzazione, le mille euro di multa e i sei giocatori squalificati, non lasciano qualità tali al Bivongi per affrontare un Badolato in ripresa per cui, questi ultimi potranno approfittare di questa defaillance per far man bassa nel risultato. Nei ragazzi che formeranno la nuova squadra locale, ci saranno però gli stimoli e la voglia di dimostrare che al campionato si può anche partecipare per solo divertirsi senza pretesa di dover vincere per forza.
 Er. Ga.

N. CURINGA     1 – 1     SAN CALOGERO
N. CURINGA: Sorrentino, Riga, Pettinato, Schiavello, Cerra, Camillò (17′ st Cesari), Martinez, Nosdeo, Olivo, Serratore (5′ st Catozza), Zerbonia (17′ st Gigliotti).
In panchina: Grandinetti, Currado, Talarico, Paonessa.
Allenatore: Barone
Ammoniti Nosdeo, Pettinato, Paonessa, Riga (NC). Prestia L., Monteleone G.L., Fata, Grillo e Ferraro(SC).
Angoli 7-3
SAN CALOGERO: Prestia L., Mazzeo, Ferrare, Ventrice, Prestia G. (17′ pt Ferrazzo), Monteleone A., Grillo, Fata.
Allenatore: Romano
ARBITRO: Gratteri di Locri
MARCATORI: 16′ st Fata (SC),18’st Olivo(NC)
NOTE: Espulsi: al35’pt l’allenatore Romano per proteste e al 46′ st Fata per somma di ammonizioni (SC).

Tra Nuova Curinga e S. Calogero è pari
di BRUNO SODARO

CURINGA – Al termine della partita il presidente della Nuova Curinga, Trovato, rassegna le dimissioni per protestare contro il settore arbitrale. La gara ha visto due squadre che hanno fatto di tutto per superarsi. I locali hanno -spinto molto nel primo tempo . Tre azioni da rete fallite da Nosdeo. Nella ripresa, le due reti: al 16′ ospiti in vantaggio con Fata che conclude con una girata in rete, un’azione iniziata da fallo laterale. Poi azione di Gigliotti che evita un paio di avversali e crossa in area. Olivo con un bel colpo di testa, porta le due squadre in parità.
Il Quotidiano

Petrizzi 0 – 0 Ansel Acconia

PETRIZZI: Maiolo, Sinopoli, D’Aquino, Riitano, Calabrese, Clasadonte, Corasaniti, Riggio (25′ st Lombardi), Valente, Marra (25′ st Chiefari), Commodaro.
In panchina: Manno, De Giorgio, Servello.
Allenatore.: Manno
ANSEL ACCONIA: Matarazzo, Moraca Sav., Colloca, Di Cello S., Frija, Trovato, Moraca L., Michiensi, Orlando M. (7′ st Torcasio), Orlando C., Di Cello L..
In panchina: Lepore, Scopelliti.
Allenatore.: Calioto
ARBITRO: Massara di Reggio Calabria

Partita equilibrata tra la seconda e la quinta in classifica
A Petrizzi finisce a reti bianche (0-0)

di RENATO DE FILIPPIS PETRIZZI

 Petrizzi 28-2-2010 – Partita equilibrata e risultato sostanzialmente equo tra la seconda e la terza di questo interessante campionato. C’è da segnalare che le due squadre hanno ben giocato e anche in modo corretto. Ma c’è pure da sottolineare che la fortuna non ha aiutato i ragazzi di mister Manno. Infatti, al 21 ‘ pt su un sontuoso assist di Commodaro, Riggio ha colpito, a porta vuota, un palo che ha fatto gridare al gol i numerosi spettatori presenti. Nella ripresa altro palo colpito da Valente, su un cross del bravo Marra, ma il portiere fortunatamente ha salvato un gol fatto. Il Petrizzi ha, comunque, pagato lo sforzo della gara infrasettimanale che lo ha visto approdare in semifinale di Coppa Calabria, la cui gara di andata è prevista il 10 marzo sul terreno di casa dove incontrerà il Gioiosa Jonica.

Il Quotidiano

Gennaio – si riprende

Palla al Centro, si ricomincia.
La “Prima partita ufficiale” del 2010 e
l’ultima del girone di andata.

Curinga 7-1-2010 Domenica si riprende con il campionato di Prima Categoria che offre l’ultima giornata del girone di andata e le prime partite ufficiali dell’anno 2010. Le squadre curinghesi, tra traguardi raggiunti ed obiettivi mancati, hanno chiuso il 2009 complessivamente in modo positivo e si riprende in questo 2010 con prospettive di vittoria ben fondate. La Nuova Curinga, affronta il Petrizzi che, nonostante abbia in classifica generale ben dieci punti di vantaggio, è una squadra alla sua portata. La lunga sosta natalizia, avrà sicuramente schiarito le idee ai giocatori della Nuova Curinga ed anche a Mister Baroni che avrà avuto modo di conoscere meglio i suoi giocatori. Assieme avranno potuto meditare sugli errori commessi nelle ultime partite giocate e soprattutto sulla disfatta del derby contro l’Ansel Acconia che male hanno digerito i suoi tifosi. Certamente avranno capito che il ruolino di marcia seguito in questo girone di andata non è tale da portarli lontano per cui, o si cambia in tempo questa tendenza oppure si rischia di uscire fuori dal gioco che conta molto prima di quanto ci si aspettasse. Il calendario gli offre due occasioni d’oro per risollevarsi visto che la squadra deve sostenere due partite consecutive dentro le mura amiche e, due vittorie, potrebbero rilanciarla alimentando così quelle residue speranze di partecipazione alla fase finale dei Play-Off che attualmente sembrano perse. Anche per la Polisportiva Acconia si presenta l’occasione buona per rimpinguare i punti della sua classifica generale che, purtroppo, non gli fanno vivere sogni tranquilli. Affronta un Bivongi che all’apparenza sembra spacciato ma che prima di esserlo definitivamente, darà filo da torcere ad ogni squadra che incontrerà sulla sua strada. Sarà Mister Fioretti a trasferire la sua grinta ai suoi giocatori e con questa portare la sua squadra alla vittoria che comincia ad avere necessità vitale. L’Ansel Acconia giocherà in trasferta andando a fare visita alla Uesse Catanzaro che staziona irreparabilmente sul fondo della classifica. Un distacco di ben 26 punti farebbe pensare ad una semplice passeggiata su Catanzaro da parte dell’Ansel ma, dopo la lunga sosta natalizia non sappiamo se la Uesse si sia rafforzata e fino a che punto possa dare fastidio alla squadra di Mister Galioto. E’ certo che la spedizione è tale da non far pensare ad altro che alla vittoria che potrebbe rafforzare la seconda posizione di classifica visto che le inseguitrici Petrizzi e Serrese non avranno vita facile nelle loro trasferte. La Serrese giocherà infatti a Filadelfia contro una squadra che ha dato segni di ripresa e che non vorrà affondare definitivamente nel limbo della retrocessione anzi, farà di tutto per ritornare la squadra vincente dello scorso campionato anche se ciò sta diventando sempre più difficile dimostrarlo. L’incontro di cartello della giornata rimane Filogaso – Badolato con i locali che sembrano aver perso la brillantezza con cui ottenevano risultato su quasi tutti i campi che li vedevano impegnati, ed il Badolato che cercherà il risultato pieno per ritornare in auge così come lo è sempre stato. Impegnativa ma, non proibitiva la trasferta della capolista Sporting Davoli a San Calogero. Una partita in cui la situazione ambientale potrebbe essere tale da fare inceppare la “macchina da reti” dello Sporting Davoli e che quindi potrebbe, alla fine, portare il San Calogero in acque molto più tranquille rispetto a quelle in cui attualmente si trova. Il Real Pianopoli ospiterà l’Euro Girifalco con l’intento di riprendere la corsa interrotta a Davoli, contro la capolista. Una partita non facile perchè gli ospiti faranno di tutto per conquistare i tre punti che potrebbero significare il sorpasso  in classifica generale. Nuova Valle – Nuova Limbadi è un derby che depone i favori del pronostico a favore degli ospiti visto che la classifica generale  parla a favore di questi ultimi. Lottano per obiettivi importanti ma mentre la Nuova Valle cerca di risalire la china dal fondo della classifica, il Limbadi cerca invece di conquistare una posizione Play-Off che, per quanto ha fatto vedere fino ad ora, è alla sua portata.
Er. Ga.

UESSE CATANZARO    1 – 2    ANSEL  ACCONIA

UESSE CATANZARO: Santise, De Santis, Oliverio, Scalzo, Chiappetta, Trapasso (45′ s t Sticozzi), Iozzo, Grampone, Mauro (15′ s t De Lorenzo), Vinciguerra (40′ s t Latassa), Marino. In panchina: Franconieri, Ruggiero, Ruga. Allenatore: Di Maio.
NOTE: Ammoniti: De Santis, Mauro e Iozzo (UC). Vasta, Di Cello S. e Morelli (AA).
Angoli 5-2. Rec. l’pt, 6′ st.
ANSEL ACCONIA: Lepore (10′ s t Matarazzo), Orlando A., Muratore, Morelli, Frijia, Di Cello S., Vasta, Orlando M.(28′ s t Trovato), Orlando C., Arcuri, Di Cello L. (10′ s t Muraca L.).
In panchina: Mercuri, Torcasio, Perugini. Allenatore: Galioto.
ARBITRO: Francesco Massara di Reggio Calabria.
MARCATORI: 18′ pt Grampone (UC), 35′ s t Morelli (AA), 44 ‘ s t Arcuri (AA).

Girone C. L’Acconia rimonta il match nelle battute finali
L’Uesse Catanzaro si illude ma L’Ansel è implacabile
di BRUNO SODARO

CATANZARO LIDO – 9-01-2010 – L’Ansel Acconia rischia grosso prima di festeggiare. La gara si sblocca al 18′. E’ Grampone a portare in vantaggio i locali, direttamente su punizione dal limite. L’Uesse schierata con i nuovi acquisti, riesce a contrastare la formazione più titolata. Nella ripresa, però  dopo vari tentativi, gli ospiti pareggiano. Punizione battuta dal vertice destro dell’area da Morelli. La sfera tocca il palo interno, prima di terminare in fondo al sacco. La rete della vittoria ad un minuto dal termine. Lungo lancio per Vasta che rimette a centro area. Arcuri, libero da marcature, non ha difficoltà a battere l’incolpevole Santise

Il Quotidiano

A palle Ferme
Tra Luci ed Ombre, si è concluso
il Girone di andata.

Curinga 11-01-2010 E’ il momento di tirare le somme perchè, tra luci ed ombre, si è concluso il girone di andata del campionato di Prima Categoria Calabrese. Da uno sguardo alla classifica generale, notiamo che è lo Sporting Davoli a guidarla con 35 punti e con l’Ansel Acconia che segue a quota 33 ; due matricole di girone e di categoria che hanno fatto valere, fino ad ora, il loro valore in campo. Sono le squadre meglio costruite, che hanno saputo scegliere il meglio del mercato e che dispongono di giocatori di qualità che ben figurerebbero anche in categoria superiore. Si parla di Chiefari, Gangale, Parisi e Caporale per lo Sporting Davoli e di Di Cello L. ed S., Morelli, Arcuri ed Orlando per l’Ansel Acconia. Sono le squadre che hanno ottenuto una media superiore ai due punti per partita (35/15 e 33/15 rispettivamente); che hanno manifestato ottime difese (8/15 e 12/15 reti subite); che hanno disposto di attaccanti che hanno fruttato almeno due reti per partita disputata (36/16 e 30/15). Meritatamente occupano, quindi, questi primi due posti in classifica. Alle loro spalle si è messo in luce il Petrizzi (31 punti) che dopo un inizio di stagione stentato, ha ritrovato fiducia e passo passo, Valente e Commodaro, suoi ottimi giocatori, lo hanno portato ad ottenere ottimi risultati e una posizione Play Off di classifica, ampiamente meritata. Anche la Serrese (28 punti) è meritevole di elogi visto che occupa anche lei una posizione Play-Off nonostante avesse una partita in meno ancora da disputare. In attesa di migliore fortuna si trovano le squadre del Filogaso (26), della Nuova Limbadi (26)seguite dal Real Pianopoli (21), che si contendono per il momento, l’ultima posizione Play-off, sperando l’una nelle disgrazie dell’altra. Solo sprazzi di luce per il Badolato e l’Euro Girifalco che sono le squadre che seguono in classifica generale a quota 19 punti. Entrambe hanno alternato prestazioni brillanti a prestazioni scadenti e, la loro classifica è figlia del loro gioco che è risultato anch’esso altalenante. Par la Nuova Curinga (18 punti), un girone di andata in ombra e forse, da dimenticare per le sette sconfitte subite, per la difesa che è risultata una delle peggiori del campionato (33/15 reti subite),e infine, per i continui cambiamenti di organico che nulla hanno portato in termini di punti in classifica. Eppure, i giocatori utilizzati sono stati tutti di eccellente qualità: da Tuoto a Grandinetti, da Serratore a Marturano, da Pettinato a Camillò e così via dicendo così come di qualità sembravano gli allenatori Spina e Baroni. Sarà stata la voglia di dover vincere a tutti i costi che ha condizionato il loro rendimento o le condizioni ambientali in cui si sono ritrovati ad operare? Certo è che troppo pochi sono stati i “bagliori di luce” offerti da questi personaggi per poterli assolvere dalle dirette responsabilità di avere portato la squadra o soli due punti dalla zona Play-Out. Che qualcuno desse la sveglia perchè forse, nessuno si è reso conto che è finito il girone di andata e, le promesse di ripresa tardano ancora ad arrivare. Diverso il discorso per la Nuova Polisportiva Acconia che si ritrova con gli stessi punti della Nuova Curinga (18) ma che, a loro differenza, non è stata costruita  per vincere il campionato. Nonostante tutto, la squadra si è sempre comportata dignitosamente, merito di Mister Fioretti che, con giocatori di “non eccelsa qualità”, ha costruito una squadra sempre all’altezza della situazione, anche quando ha subito pesanti sconfitte. Grinta e determinazione sono stati gli ingredienti caratterizzanti questa squadra e, con questi ha saputo sopperire alla carenza di qualità di molti suoi giocatori. La zona Play-Out comincia con il San Calogero a quota 16 punti, e coinvolge purtroppo, quella Nuova Filadelfia (12 punti) che, lo scorso campionato fu protagonista tra i protagonisti. Una squadra che ha ceduto alcuni dei suoi uomini migliori (Marturano e Fragalà) e che non ha saputo rimpiazzare dignitosamente. Nemmeno in “ombra” ma, “nel buio completo”, questa squadra  ha disputato questo girone di andata con eclatanti sconfitte sia fuori che dentro casa. Ha ancora una partita di recupero da disputare ma, la sua classifica, “Piange”. Pari punti troviamo un Bivongi che, per il secondo anno consecutivo si trova immischiato nella zona Play-Out , segno evidente che, in nessun caso riesce a decollare. Chiudono la classifica generale la Nuova Valle a quota 7 punti e la Uesse Catanzaro a quota 4 punti, frutto di una sola vittoria e due pareggi. Un punto di penalizzazione la ridimensiona ulteriormente. Eppure, ad inizio campionato, i suoi dirigenti ci avevano fatto credere di avere costruito una squadra pronta al salto di qualità. Evidentemente avevano le idee confuse perchè, visti i risultati ottenuti, possiamo affermare tranquillamente e senza offendere nessuno, che hanno saputo costruire solo una “Armata Brancaleone” che nulla ha a che vedere con una squadra di calcio.

Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Per non “Buttare definitivamente la spugna”.

Curinga 15-1-2010 Riprende il girone di ritorno di prima categoria con la seconda trasferta consecutiva della capolista Sporting Davoli la cui marcia, sembra per il momento inarrestabile. Ha concluso il girone di andata con l’ennesima vittoria ottenuta sul San Calogero e, con gli stessi propositi si recherà a Filadelfia per affrontare una squadra che si trova a corto di punti e speranzosa di uscire al più presto dalla situazione di pericolo in cui si trova attualmente. I tifosi locali sperano che i ragazzi di Mister Alessandro possano imbrigliare il gioco della capolista e riescano a portare a casa, possibilmente una vittoria, che sarebbe vitale per la sopravvivenza della squadra e importante per il morale del gruppo dirigente e i tifosi. Ripartire da una possibile vittoria per sperare in una definitiva fuoriuscita dalla crisi in cui la squadra è precipitata; questo lo slogan beneaugurante. In trasferta anche l’Ansel Acconia che si troverà ad affrontare un Filogaso che sembra avere perso il bandolo della matassa per quelle vittorie che, inizialmente, arrivavano a raffica. Domenica ha impattato contro il Badolato (in ripresa?) dovendo recuperare il risultato che la vedeva sotto per una rete a zero, a dieci minuti dalla fine. L’Ansel Acconia arriva invece da una vittoria ottenuta fuori casa e da una situazione di classifica invidiabile guadagnata attraverso un girone di andata giocato al meglio, perdendo solo in due occasioni e, contro squadre di rango. La partita è comunque piena di insidie anche perché, Mister Galioto deve fare a meno di due pedine importanti come Di Cello Salvatore e Morelli, entrambi squalificati. Dovrà inventarsi qualcosa, così come ha sempre saputo fare, per non soffrire più del dovuto gli avversari e cercare di portare a casa il risultato che è l’obiettivo principale. Dovrebbe essere un turno facile per il Petrizzi che affronterà un Bivongi quasi rassegnato e che si trova nei bassifondi della classifica generale. E’, per certi versi, un derby per cui, come tale, potrebbe riservare qualche sorpresa. Analoghe considerazioni per la Serrese che affronta a Vallefiorita una Nuova Valle la cui unica vittoria la ha ottenuta solo contro la Uesse Catanzaro. La Nuova Limbadi si reca ad Acconia per affrontare una Polisportiva rinfrancata nel morale dal risultato e dai tre punti guadagnati domenica scorsa contro il Bivongi. I nuovi arrivati Cerminara e Cuomo, hanno portato a questa squadra qualità e concretezza e con questi nuovi ingredienti si appresta ad affrontare il girone di ritorno che si spera sia più ricco di vittorie e di soddisfazioni. Il Real Pianopoli affronta, nell’anticipo di Sabato, un Badolato in parte rinnovato e voglioso di invertire la tendenza dei risultati ottenuti nel girone di andata appena concluso. Sarà partita dura e difficile per entrambe le compagini viste le credenziali con cui si presentano a questo incontro. L’Euro Girifalco farà visita al San Calogero che ha ancora “il dente avvelenato” per essersi fatto sfuggire un risultato positivo al cinquantesimo minuto del secondo tempo contro la capolista Sporting Davoli. Una sconfitta non meritata che incattivisce i locali che non sono disposti a cedere ulteriori punti, anche perché lo impone la loro situazione precaria di classifica. In ogni caso, alla luce dei risultati ottenuti ultimamente dall’Euro Girifalco, c’è da sospettare qualche possibile sorpresa. Per ultimo la Nuova Curinga che conclude il ciclo delle cinque partite casalinghe, o quasi, e dalle quali ha capitalizzato solo quattro punti con una sola vittoria ed un pareggio. E’ una situazione alla quale la Nuova Curinga ha ormai abituato i suoi tifosi, dimostrando negli anni di non sapere digerire il periodo invernale, nel quale subisce spesso sconfitte ingiustificabili. E’ successo lo scorso campionato quando, in questo periodo ha subito quattro sconfitte consecutive, si è ripetuto quest’anno con risultati che hanno lasciato a desiderare. Speriamo che, come lo scorso anno, riesca ad uscire da questa situazione di disagio con dignità, riuscendo alla fine, ad ottenere quel traguardo Play-Off che, nonostante tutto, è ancora il suo obiettivo primario. Ne ha tutte le potenzialità per raggiungerlo perché, se riesce a conquistarsi un po’ di morale in più, può ancora sperare in una impresa apparentemente impossibile. Lo scorso anno c’è riuscita. Affronterà domenica la peggiore squadra del campionato, la Uesse Catanzaro, e non potrà che essere goleada o, perlomeno, si spera. Non dovrà in ogni caso farsi sfuggire la vittoria, così da poter dimostrare agli avversari che, la Nuova Curinga ancora c’è e che non ha ancora “buttato definitivamente la spugna”.
Er. Ga.

NUOVA CURINGA    5-0     UESSE CATANZARO

NUOVA CURINGA: Sorrentino, Nosdeo (31 s t Scarrello), Pettinato, Schiavello, Cerra, Paonessa, Serratore, Tarzia (12′ s t Gigliotti), Olivo, Marturano, Riga (91 s t Catozzo).
In panchina: Grandinetti, Currado, Cesari, Zerbonia.
Allenatore: Barone
ARBITRO: Cavalieri di Paola
MARCATORI: 3′, 11 ‘ pt e 4′, 10’ st Maturano, 14’st Schiavello.
UESSE CATANZARO: Santise (28′ p t Franconieri), Valenti, Oliviero, De Lorenzo, Chiappetta, Sticozzi, Tozzo, Scalzo, Mauro, Grampone, Ruga.
Allenatore: Di Maio
NOTE: Angoli 7 a 4 per il N. Curinga.
Recupero: 2′ p t- 0′ st

La Nuova Curinga ne fa cinque
Uesse sempre più ultimo
di BRUNO SODARO

CURINGA 17-01-2010 – Partita senza storia con l’Uesse Catanzaro scesa in campo in formazione rimaneggiata e con gli uomini contati. Inoltre ha subito l’infortunio del portiere Santise. Per i padroni di casa, quasi un allenamento. Mattatore della giornata è stato Marturano, autore di quattro reti. La prima realizzata, con un tiro a volo, su cross di Nusdeo. La seconda spettacolare. Dopo aver impegnato alla respinta il portiere ospite, raccoglie e colpisce il palo, tira nuovamente e segna. Nel secondo tempo, il terzo gol. Nusdeo si libera di due difensori e porge a Marturano che secca Franconieri. L’attaccante, dopo aver evitato due avversari e il portiere, deposita la sfera in rete. Schiavello fa cinquina con una bella rovesciata, in piena area, su passaggio di Olivo.
Il Quotidiano

FILOGASO    2-2    ANSEL ACCONIA

FILOGASO: Vallone, Galati, Liberto (5′ st Condello), Barba, Carnovale (5′ st Pannace), Sisi, Caputo (40′ st Romeo), Imineo F., Arona, la Neve, Valotta R.
In panchina: Arone, Mesiano, Imineo A., Romeo, Valotta R. F.
Allenatore: Bruni
NOTE: espulsi al 40′ st Condello (F) e Orlando C. (A), per scorrettezze
ANSEL ACCONIA: Matarazzo, Muraca, Muratori, Orlando M., Trovato, Truglia, Vasta, Arcuri, Muraca, Orlando C., Di Cello.
In panchina: Buccafurni, Orlando A., Mercuri. Allenatore: Galioto
ARBITRO: Madeo di Rossano
MARCATORI: 15’pt Orlando C. (A), 20′ st Condello (F), 32′ st Sisi (rig) (F), 44′ st Orlando M. (A)

Filogaso beffato all’ultimo minuto
L’Ansel strappa un buon pari

FILOGASO 17-01-2010 – Il Filogaso si fa raggiungere negli ultimi minuti di gara e getta al vento l’opportunità di raccogliere tre punti pesantissimi. Ospiti bene nel primo tempo, Filogaso che domina nella seconda frazione di gara. Al 15′ pt Orlando di testa trafigge il portiere di casa, il Filogaso tenta di reagire con Valotta fermato dal portiere ospite. L’Ansel si limita a controllare gli attacchi male organizzati del Filogaso e chiude la prima frazione di gioco in vantaggio. Nel secondo tempo scende in campo un altro Filogaso, che attacca con tutti gli effettivi alla ricerca del pareggio. Dopo un’occasione sprecata da Valotta, arriva al 22′ il gol dell’1-1. Imineo smarca Condello che beffa Matarazzo. Il Filogaso non si accontenta e cerca la vittoria: al 32′ un mani in area su tiro di Valotta viene punito con il rigore trasformato da Sisi. Al 40′ l’arbitro espelle Condello e Orlando per reciproche scorrettezze. Al 44′, quasi allo scadere del tempo regolamentare, Orlando M., in una mischia determinatasi sugli sviluppi di una punizione respinta dal portiere, trova il gol decisivo su mischia.
f.c.
Il Quotidiano.

N. P. ACCONIA    2-3    NUOVA LIMBADI

NUOVA POL. ACCONIA: Oscuro; Panzarella, Serratore,   Muraca D., Molinaro, Muraca G., Romagnuolo, Cerminara, Cuomo, Garieri , Dell’Aquila.
A disposizione: Guzzi, Catanzaro,  Mastroianni, Trovato F., Trovato R, Condoleo, DePace, Piraino.
Allenatore: Fioretti.
NUOVA LIMBADI: Graci, Ascone, Mercuri, Ventrice, Po, Lamalfa, Catalano, Miserino, Tripaldi, Di Siena, Corsi.
In Panchina: Pellicari, Caparra, Castagna, Corsaro, Ascona, Cuiuli, Valerioti.
Allenatore: Tripaldi
Arbitro: Fuoco di Crotone.
MARCATORI: 31′ pt Corsi, 41′ Dell’Aquila,  7′ s t Cuomo, 37′ s t Corsi, 42′ s t  Di Siena.

Il Limbadi in dieci espugna Acconia

N.P. ACCONIA N. C. LIMBADI

Acconia 17-01-2010 N. POL. ACCONIA: Oscuro, Panzarella, Serratore, Muraca D., Molinaro, Muraca V., Romagnolo, Cerminara, Cuomo, Garieri(35′ st TrovatoF.), Dell’Aquila (35′ st Trovato R.).
In panchina: Guzzi, Condoleo, Mastroianni, Catanzaro, De Pace.
Allenatore: Fioretti
NUOVA CALCIO LIMBADI: Oraci,. Ascone A., Mercuri, Ventrici(27’pt AsconeP.), Po, La Malfa, Catalano (33′ st Caparra), Miserino (17′ st Cuiuli), Tripaldi, Di Siena A., Corsi.
In panchina: Pellicari, Castagna, Corsaro, Valerioti.
Allenatore: Di Mundo – Tripaldi
ARBITRO: Fuoco di Crotone
MARCATORI: 10′ pt Corsi (L), 35′ pt Cerminara (A), 10′ st Garieri (A), 35′ st Corsi (L), 42’Di Siena (L)
NOTE: espulso al 35′ pt Po (L) per proteste

ACCONIA – II Limbadi vince una gara condita dalle proteste da parte di entrambe le squadre contro la direzione arbitrale. Grande prova del Limbadi che, in dieci per un tempo e senza Ventrici dal 27′ pt coglie la vittoria. Al 10′ Corsi porta in vantaggio i suoi. Al 35′ su cross dalla fascia Cerminara insacca la palla con le mani: l’arbitro convalida ed espelle Po per proteste. Al 10′ st Garieri ribalta il risultato. Al 35′ Cuiuli serve l’accorrente Corsi che segna. Al 42′ Cuiuli coglie l’incrocio dei pali, la palla batte a terra, Di Siena riprende e segna.
fr. cat.

Il Quotidiano

La Nuova Polisportiva Acconia
non sa gestire una possibile vittoria
e finisce per perdere contro la Nuova Limbadi.

Acconia 17-01-2010 La Nuova Polisportiva Acconia perde una partita per non avere saputo sfruttare l’uomo in più, per avere fallito il colpo del ko quando si trovava in vantaggio per 2-1, per avere sottovalutato l’avversario nel momento in cui stava dominando la partita, per non avere avuto infine l’apporto sperato dai giocatori entrati in sostituzione di altri. Giustificato quindi il malumore di Mister Fioretti a fine partita, perchè consapevole di avere dato fiducia a chi, in quel momento doveva apportare forze per portare a termine una vittoria che, era apparsa possibile. Squadre schierate con uno speculare 4-4-2 ma con modalità di gioco diverse; la Polisportiva prediligeva la palla a terra e pochi lanci in profondità mentre il Limbadi, ha preferito scavalcare il centrocampo con lanci lunghi e giocare poco con palla a terra. Alla fine, nonostante la partita sia stata per lungo tempo controllata dai locali, la spunta il Limbadi che ha creduto di più nel risultato nonostante si trovasse sotto nel risultato e, con un uomo in meno. Partita maschia nella quale Cuomo e Gareri hanno avuto vita non facile contro i loro avversari diretti. Uno schieramento iniziale che prevedeva di sfruttare al meglio la mobilità di Cuomo che operava alle spalle di Dell’Aquila e Gareri, con libertà assoluta di inserirsi in qualsiasi momento fosse possibile. Nel  secondo tempo, Mister Fioretti ha modificato i ruoli degli attaccanti assegnando maggiori compiti di regia a Gareri e facendo avanzare sulla sinistra Dell’Aquila. Quest’ultimo ha avuto il merito di segnare, nettamente di pugno, la rete del pareggio e di procurare poi l’assist che ha consentito a Cuomo di colpire di testa e di portare la Polisportiva in vantaggio. Ha avuto però  il demerito di avere compiuto il gesto antisportivo che ha fatto infuriare i giocatori ospiti portando alla espulsione di Pò,  ma anche quella di avere mancato ghiotte occasioni da rete che avrebbero potuto chiudere definitivamente la partita. Il direttore di gara, in questa, ed in altre occasioni, ha lasciato un po’ a desiderare perchè ha denotato macroscopiche sviste e ritardi di intervento che hanno esasperato gli animi rischiando anche l’incolumità fisica. Erano comunque segni favorevoli alla Polisportiva, che la poneva in vantaggio numerico ma anche psicologico contro un avversario che però, non è mai stato completamente domo. A questo punto i locali commettono l’errore di avanzare troppo il baricentro della loro squadra e, così facendo,  con le lunghe rimesse dei difensori ospiti e la rapidità dei loro attaccanti, hanno potuto sorprendere gli avversari colpendoli irrimediabilmente per altre due volte, tante quante sono bastate per portare il risultato pieno a casa. Non è bastata la rabbia finale con cui Cuomo e company si sono riversati nell’area ospite, bersagliando, sia con calci da fermo che con azioni ben congegnate, per recuperare il risultato anche perchè, sul fischio finale del direttore di gara, Graci salva il risultato e la sua squadra deviando un fendente terribile di Romagnuolo. Poteva essere una vittoria, è stata invece una deludente sconfitta.
Er. Ga.

A palle Ferme
Segnali di ripresa sia per la Nuova Curinga
che per la Nuova Filadelfia. Notte fonda per il Badolato.

Curinga 19-01-2010 Dalla prima giornata del girone di ritorno sono arrivati i primi segnali di ripresa per la Nuova Curinga e Nuova Filadelfia. La Nuova Curinga, con un superbo Marturano, demolisce ciò che resta di una inconsistente Uesse Catanzaro mentre la Nuova Filadelfia riesce a fermare la capolista Sporting Davoli, sfiorando addirittura la vittoria. Sarebbe stata meritata anche perché è stata raggiunta sul risultato di 2-2 solo alla 46° del secondo tempo cioè, in pieno recupero.  Peccato. Continua la serie positiva dell’Ansel Acconia che esce indenne dal campo difficile di Filogaso con un pareggio di parità ottenuto giocando un primo tempo che l’ha vista addirittura in vantaggio per una rete a zero e con un finale di partita giocato col cuore in gola per recuperare il risultato che gli stava sfuggendo di mano. Alla fine, il 2-2 maturato sul campo, viste le assenze di giocatori importanti come Morelli e Di Cello, può ritenersi soddisfacente. Le squadre che hanno guadagnato di più in questa giornata di campionato sono state il Petrizzi, che batte il Bivongi per 2-0 e raggiunge l’Ansel al secondo posto in classifica, e il Real Pianopoli  che si è sbarazzato di un Badolato troppo fragile e incapace di reagire. L’impresa della giornata la compie comunque la Nuova Limbadi che dopo essere stata sotto nel risultato è riuscita, in dieci uomini contro undici, a conquistare una pesante vittoria sul terreno della Polisportiva Acconia. Rientra cosi nella zona play-Off approfittando del mezzo passo falso fatto sia dal Filogaso che dalla Serrese.  Quest’ultima viene fermata sullo 0-0 dalla Nuova Valle e deve mordersi le mani per avere fallito  un rigore concesso dal direttore di gara per atterramento in area di rigore di un suo giocatore. Ad otto punti dalla zona playoff troviamo la Nuova Curinga che ritorna a vincere dopo la sfortunata sconfitta subita in casa contro il Petrizzi. Il ricco risultato ottenuto, è una conferma che la squadra ha voglia di tornare protagonista cosi come lo è sempre stata; è in ogni caso un forte segnale di presenza al quale bisogna dare però continuità, per sperare nel raggiungimento di quell’obbiettivo finale dei Play-off che, nonostante tutto, è ancora possibile. Con questa vittoria la Nuova Curinga scavalca in un sol colpo sia il Badolato che l’Euro Girifalco che impatta 0-0 contro il San Calogero. Del Badolato si sa ormai che sta attraversando un periodo no che si concretizza sistematicamente in sconfitte eclatanti, mentre  per l’Euro Girifalco è un periodo fortunato in quanto anche a  San Calogero, si è dovuto difendere allo spasimo e alla fine deve dire grazie solo al suo portiere che ha salvato, con parate strepitose la sua rete e gli ha consentito di portare a casa un punto importante.
Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Una possibile occasione di fuga.
Curinga 21-1-2010

La seconda giornata del girone di ritorno propone due partite di cartello (Nuova Limbadi – Petrizzi e Ansel Acconia – Real Pianopoli) che potrebbero alimentare ulteriormente le aspirazioni di Play-Off per alcune squadre e spegnerle per altre. E’ il caso di Ansel Acconia – Real Pianopoli, partita in cui i locali vorranno vendicare la sconfitta subita nel girone di andata quando gli avversari hanno vinto una partita che non avrebbero meritato di vincere. L’Ansel Acconia arriva da un pari ottenuto a Filogaso e riparte da questo per allungare ulteriormente la  striscia di risultati positivi.  Si gioca anche Nuova Limbadi – Petrizzi; una partita che arriva in un momento di buona forma per entrambe le squadre che vorranno rafforzare le loro posizioni Play-Off per potersi mettere al riparo da eventuali sorprese che potrebbero arrivare dalle loro spalle. Lo Sporting Davoli affronta una Nuova Valle distante “anni luce” in classifica generale. Le squadre sono separati da ben 28 punti per cui, difficilmente i padroni di casa si lasceranno sfuggire questa “possibile occasione di fuga”.  La Serrese ospita una Polisportiva Acconia a corto di morale per ciò che non è stata capace di conquistare domenica scorsa, ma non per questo rinunciataria . E’ vero che domenica è stata persa una partita con l’uomo in più a sua favore e con il risultato che a mezz’ora dalla fine la vedeva in vantaggio, ma è vero anche che la squadra non ha mai cessato di lottare vendendo cara la sua pelle prima di cedere le armi. Potrebbe rientrare in zona Play-Off il Filogaso che, con una più che probabile vittoria a Catanzaro contro la Uesse Catanzaro, potrebbe scavalcare in classifica generale la Nuova Limbadi o la Serrese in caso di una loro sconfitta, perchè queste due squadre la precedono di soli due punti. Per la Nuova Curinga si ripresenta la ennesima buona occasione per dare conferme a quanto ha ottenuto domenica scorsa quando ha vinto con un vistoso risultato sulla Uesse Catanzaro. L’Euro Girifalco dovrà difendersi da una Nuova Filadelfia attualmente in ripresa ma, con l’acqua alla gola. Potrebbe essere la forza della disperazione a prevalere sui padroni di casa che però saranno agguerriti per non avere raggiunto ancora una posizione tranquilla di classifica. Per il Badolato la classifica “piange” per cui dovrà guardarsi da un San Calogero disperato in quanto si ritrova relegato ancora nella ultima posizione Play-Out. La cocente sconfitta subita a Pianopoli sabato scorso, unita alla deludente classifica generale, porteranno i giocatori del Badolato a mettercela tutta pur di conquistare i tre punti in palio.  Bisogna in ogni caso ridare fiducia all’ambiente che, fino ad ora si è ritrovato sistematicamente deluso dalle prestazioni della squadra. Concludo dicendo che la speranza è che le squadre appartenenti al territorio curinghese escano vittoriose dai loro incontri, così da riconfermare l’Ansel Acconia come squadra anti Sporting Davoli; da ripresentare una Nuova Curinga in netta ripresa, ed infine una Polisportiva Acconia capace di difendere una tranquilla posizione di classifica.
Er. Ga.

BIVONGI P.     0 – 1     N. CURINGA

BIVONGI: Spadola 6,5, Furiarlo N. 6,5 (38′ st Pistininzi sv),Pisano6(13’stLuca’6,5), Russo P. 6, Gallo 5,5, Foscari 6,5, Papello 5,5, Valenti G. 5,5, Certoma’ 6 (13′ st russo M. 6), Franco 6,5, Simonetti 6.
In panchina: Verdiglione, Coniglio, Care, Valenti A.
Allenatore: Gallo
NOTE: Recupero: O’ pt- 5′ st
NUOVA CURINGA: Sorrentino 7,5, Nosdeo 6 (!’ st Zerbonia 6), Pettinato 6,5, Schiavello 6,5, Cerra 6, Riga 7, Martinez 6,5, Tarzia 6,5, Olivo 6 (28′ st Gigliotti 6,5), Marturanp 6,5, Serratore 6,5.
In panchina: Grandinetti, Sgarrella, Catozza. Allenatore: Maroni
ARBITRO: Vimercati di Cosenza
MARCATORE: al 10’st Riga

La Nuova Curinga vince di misura
contro un Bivongi che non demerita
di GIUSEPPE MELIA

BIVONGI – Al “Murdolo” si è svolta la gara tra il Bivongi e la Nuova Curinga con quest’ultima che dopo la conquista dell’intera posta in palio ha raggiunto una posizione più consona in classifica che le consente di guardare con più tranquillità al traguardo della salvezza. Anche ieri ci sono state delle assenze molto importanti nelle fila dei locali sia per infortuni che per squalifica. Per circa mezz’ora la gara si trascina senza sussulti degni di nota, infatti la prima azione pericolosa è arrivata proprio al 30′ del primo tempo con Gianfranco Valenti, che riceve palla da Furfaro a conclusione di una galoppata sulla destra di quest’ultimo e costringe Sorrentino ad un intervento in tuffo con deviazione in angolo negando il vantaggio ai locali. Per il resto il primo tempo si conclude senza altri episodi di rilievo.

Nella ripresa, inaspettatamente, gli ospiti passano in vantaggio al 10′ con Riga che dopo aver eluso la trappola del fuorigioco ed a conclusione di una prolungata azione batte da posizione favorevole l’incolpevole Spadola. Sulle ali del vantaggio la Nuova Curinga otto minuti dopo ha la possibilità di chiudere definitivamente la gara con Olivo che posizione molto favorevole spedisce inspiegabil-mente sopra la traversa. Al 37′ il Bivongi ha un sussulto con Simonetti, saggia la bravura del portiere ospite.
Il Quotidiano

SERRESE    2  –  1      N. POL. ACCONIA

SERRESE: Viscomi, Lo Bianco, Zaffino, Fortebuono, Lattari, Scidà, Guido, Pisani M., Ghiera (35′ st Tassone), Franzè I, (45′ st Stumpo N.), Russo.
In panchina: Franzè II, Valente, Pisani G., Randò, Pultrone.
Allenatore: Stumpo A.
NOTE: terreno gelato, temperatura prossima allo 0°. Spettatori: 100 circa. Angoli: 4-4. 
Recupero: 0’e 7′
NUOVA POL. ACCONIA: Oscuro, Panzarella, Matroianni, Muraca D. Cerminara (26′ st Trovato), Muraca G., Romagnolo, ; Landolfi, Cuomo, Garieri, Dell’Aquila (37′ st Condoleo).
In panchina: Guzzi, Serratore, Molinaro Allenatore: Fioretti
ARBITRO: Massara di Reggio Calabria.
MARCATORI: 5’pt Cuomo (NPA), 18’st Russo(S), 22′ st Lo Bianco(S)

Categoria girone C.
L’undici di Stumpo si impone sull’ostica formazione dell’Acconia
Serrese, successo sofferto
Russo e Lo Bianco ribaltano il risultato dopo il gol a freddo di Cuomo
di MIRKO TASSONE

SERRA SAN BRUNO – Nel freddo gelido del Comunale “La Quercia”, nonostante lo svantaggio iniziale, la Serrese riesce ad imporsi al cospetto di una buona N. Accorda. Una gara in salita per la squadra di casa che, al 5′, va sotto. Sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Muraca D. Viscomi, respinge grazie alla complicità della traversa, sulla sfera s’avventa Cuomo e mette comodamente in rete. I ragazzi di Stumpo accusano il colpo e corrono qualche rischio di troppo. Nel momento più difficile arriva la reazione. Ghiera prende palla entra in area, ma da posizione favorevole grazia l’estremo difensore ospite. Al 23′ i bianco blu ci riprovano con una punizione di Russo sulla quale interviene l’attento Oscuro. Cinque minuti dopo ci prova Fortebuono ma la palla lambisce il palo. Prima del riposo i locali pigiano il piede sull’acceleratore alla ricerca del pari. Al 33′ il portiere ospite è ancora una volta protagonista su conclusione ravvicinata di Zaffino. Nella ripresa il canovaccio non cambia, con la Serrese che stringe l’assedio alla fortezza difesa da Oscuro. H primo a provarci è Franzè, ma la palla termina nelle braccia dell’estremo difensore. Al 18′ il portiere ospite diventa protagonista in negativo quando, controlla malamente una palla sulla quale si getta un rapace Russo che depone in rete. La Nuova Accorda si chiude, nella speranza di portare a casa almeno un punto. I padroni di casa, dal canto loro, sanno che per sperare nella promozione devono conquistare l’intera posta in palio. Al 22′ le speranza biancoblù s’incrociano con un fendente di Lo Bianco che, dal limite, regala ai suoi la rete della vittoria. La reazione degli ospiti è proporzionale alle energie ormai ridotte al lumicino. Tuttavia, al 28′ ci provano con Dell’ Aquila che impegna severamente Viscomi. La gara tende a normalizzarsi ed a nulla servono i 7′ di recupero decretati dal direttore di gara. In attesa del recupero con il Filadelfia i biancoblù si godono il nono successo stagionale e puntano dritto alla vetta della classifica.
Il Quotidiano

ANSEL ACCONIA     1 – 0     REAL PIANOPOLI

L’Ansel Acconia continua ad essere l’anti Sporting Davoli.

Acconia 24-01-2010 – L’Ansel Acconia ha vinto oggi una difficile partita contro un Real Pianopoli ben messo in campo e costituito da giovani motivati e capaci. Che la partita fosse difficile era possibile capirlo fin dall’inizio perchè Mister Galioto deve rinunciare a tre pedine, una delle quali (Orlando) fondamentale per il gioco proposto da questa squadra. Trovato e Michienzi partono dalla panchina perchè leggermente acciaccati mentre Orlando è fuori rosa perchè obbligato a scontare una giornata di squalifica per la espulsione racimolata nel finale della partita pareggiata domenica scorsa a Filogaso. L’Ansel non cambia il suo modulo di gioco, schierando Muraca S. e Colloca difensori esterni,  Frijia e Di Cello S. come coppia centrale,  Morelli, Arcuri e Di Cello L.a centrocampo, ed infine la coppia inedita d’attacco Muraca L. e Vasta. Un 4-4-2 che ha sempre ripagato e che anche oggi ha dato i suoi frutti soprattutto nel secondo tempo quando i giocatori in campo hanno intensificato le loro azioni di gioco per riuscire ad avere la meglio su una squadra che si è manifestata più tonica di quanto si potesse sospettare. Un Real Pianopoli fatto di giovani e che trae la sua forza da un buon possesso palla e da tre giocatori di qualità (Talarico, Sereno e Fazio), che costituiscono l’asse portante di questa squadra.
Gli ospiti hanno giocato un primo tempo facendo del possesso palla la loro arma migliore; hanno guadagnato campo, hanno triangolato al meglio ma, Buccaforno non ha mai sentito in pericolo la sua porta, perlomeno nel primo tempo. L’Ansel Acconia voleva sorprendere da subito gli avversari, infatti ha imbastito due azioni che avrebbero potuto concludersi almeno con una rete. Gli avversari giocano la loro partita prediligendo gli scambi a terra e passaggi laterali, col gioco che si alternava da un lato ad un altro del campo. Un primo tempo combattuto, giocato prevalentemente a centrocampo ma che, tolte le prime azioni pericolose sviluppati nei primi minuti dai giocatori dell’Ansel, non ha entusiasmato come in altre occasioni.  Il secondo tempo l’Ansel è più determinata ma pur diventando più pericolosa in attacco, per i primi venti minuti non riesce a trovare la via della rete. La trova al 25′ quando Arcuri si invola sulla sinistra, crossa a centro area dove irrompe Di Cello L. anticipando il portiere Mascaro che segna la rete che vale la partita ed il secondo posto in classifica generale. La reazione del Real si esaurisce con tiri dalla distanza che terminano inevitabilmente sul fondo. Ci provano anche su tiri piazzati ma nulla di eccessivamente pericoloso per la porta difesa da Buccafurno. Nei minuti finali l’Ansel spreca altre due favorevoli occasioni che avrebbero potuto evitare i patemi d’animo sofferti nei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara sig. Fiorenza da Locri.
Er. Ga.

ANSEL ACCONIA: Buccafurno, Muraca S., Colloca, Orlando M., Frijia, Di Cello S., Vasta, Morelli, Muraca L., Arcuri,  Di Cello L.
In panchina: Matarazzo, Orlando A., Trovato, Mercuri, Torcasio, Perugino.
Allenatore: Galioto
MARCATORI: 25’st Di Cello L..
REAL PIANOPOLI: Mascaro, Curcio C., Guzzo, Talarico, Scerbo, Sereno, Marotta, Fazio, Gaetano,Isabella, Curcio G.
In Panchina: Grandinetti, Mazzei, Albace, Juliano, Scalese
Allenatore:
ARBITRO: Fiorenza da Locri

All’Ansel Acconia basta una rete
Di Cello piega il Real Pianopoli
di BRUNO SODARO

 ACCONIA – Solo nella ripresa i ragazzi di mister Galioto riescono a segnare e vincere. Una gara equilibrata nel primo tempo e un secondo tempo con leggera prevalenza dei padroni di casa. Le azioni migliori netta ripresa. All’8′, per i locali, Isabella su punizione dal limite, sfiora la traversa. Al 14i è Vasta a lambire il palo con un tiro da fuori area su assist di Di Getto L. La rete detta vittoria dell’ Ansel, al 25′. Morelli è bravo ad evitare un paio di avversali e passare ad Arcuri. Questi con un traversone pesca in area Di Gello S. che, ferma la sfera e mette in fondo al sacco. Da segnalare l’ottimo arbitraggio del sig. Fiorenza di Locri.
Il Quotidiano

A palle Ferme
Conferme per Nuova Curinga e Ansel Acconia;
La Polisportiva Acconia, nonostante la buona prestazione,
è costretta ancora a soffrire.
 

Curinga 25-01-2010 – Alla luce dei risultati maturati sui terreni di gioco, possiamo dire che, a farla da padrone in questa giornata, è stato il fattore campo con sei vittorie per le squadre di casa , solo due vittorie esterne e nessun pareggio.  La nota positiva deriva dal fatto che una delle due squadre vittoriose fuori casa è la Nuova Curinga che si riconferma con due vittorie consecutive così come aveva fatto ad inizio campionato. L’altra squadra vittoriosa fuori casa è il Filogaso che si porta a ridosso della zona Play-Off con 30 punti in attesa di potere fare il salto di qualità definitivo. La Nuova Curinga, con questa vittoria aggancia, a quota 24 punti in classifica generale il Real Pianopoli, sconfitto di misura ad Acconia riducendo  la distanza dalla zona Play-Off, ancora possibile, visto che ci sono ancora tutti gli scontri diretti da giocare, ad iniziare da domenica prossima quando ospiterà il Filogaso. Continua la marcia vittoriosa delle due squadre di testa (Sporting Davoli e Ansel Acconia) che allungano sul Petrizzi, sconfitto a Limbadi, anch’esso interessato alla testa della classifica. Vince, soffrendo, anche la Serrese che, dopo essere stata sotto nel risultato,  passa cinicamente in vantaggio conquistando tre punti pesantissimi che la portano a quota 32 punti e, con ancora una partita da recuperare.  Apparentemente la zona promozione sembra fatta proprio dalle attuali prime cinque squadre di classifica ma, il campionato è lungo e tutto potrebbe ancora succedere.
Per le squadre di coda, in questa giornata non c’è stato nulla da fare perchè sono state tutte sconfitte ad iniziare dalla Polisportiva Acconia per passare poi al San Calogero, sconfitto pesantemente a Badolato, alla Nuova Filadelfia, sconfitta a Girifalco dopo essere stata in vantaggio, per finire con Bivongi, Nuova Valle e Uesse Catanzaro.  Per questa ultima squadra, non è certo una novità visto che si impegna a mantenere una media altissima di reti subite (51/17 cioè 3 reti subite per ogni partita giocata).   Preoccupa ciò che è accaduto a Badolato dove sono affiorare le prime proteste violente in campo (Direttore di gara preso a schiaffi con relativa sospensione della partita per ben dieci minuti). Il momento è importante e comincia ad essere decisivo per il futuro delle squadre che si stanno contendendo, assieme alla promozione o retrocessione, anche un buona dose di prestigio calcistico; per intenderci, d’ora in avanti, nessuno si starà più a perdere per cui è necessario non abbassare la guardia contro la violenza.  Prima di concludere, è bene spendere ancora due parole sull’Ansel Acconia, sulla Nuova Curinga e sulla Polisportiva Acconia squadre che, ci riguardano direttamente. Per l’Ansel Acconia, per ciò che sta ottenendo e mantenendo nel tempo, non ci sono più termini utili per ringraziarla e contemporaneamente gratificarla perchè, occupare la seconda posizione di classifica a soli due punti dalla capolista Sporting Davoli, non è da poco visto che si tratta pur sempre di una Matricola di categoria.  Se dalla classifica generale togliamo la sconfitta subita dall’Ansel nello scontro diretto contro la capolista, allora ci accorgiamo che è l’Ansel la squadra che ha meglio fatto ed ottenuto fino ad ora in questo campionato e per questo, da curinghesi, non possiamo che essere orgogliosi e ringraziarla.
Per quanto riguarda la Nuova Curinga è arrivato il momento in cui bisogna cercare di invertire la rotta e cercare con più determinazione ciò che ancora è alla sua portata sia per qualità che per tradizione. A questa squadra si chiede proprio questo, per non vanificare il paziente lavoro fatto fino ad ora dalla  dirigenza e per mantenere quelle promesse che ad inizio campionato erano state fatte.
Per la Polisportiva bisogna dire che deve continuare sulla strada “del lavoro”  perchè, anche se a volte un episodio sembra vanificarlo, bisogna sperare che arriverà il momento in cui saranno gratificati anche dai risultati che, purtroppo stentano per ora ad arrivare.
La qualità delle sue prestazioni porta a pensare che, alla lunga, Mister Fioretti riesca a portare a compimento la sua “missione di salvezza”.
Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Giornata di scontri al vertice e
di interessi intrecciati. 

Curinga 28-1-2010 E’ il momento clou di questo campionato nel quale hanno avuto modo di distinguersi due matricole Sporting Davoli ed Ansel Acconia che guidano la classifica generale meritatamente mentre hanno contemporaneamente deluso Badolato e Nuova Filadelfia. La partita più importante è quella che si giocherà tra Petrizzi e Serrese nella quale c’è da stabilire chi delle due potrà dare ancora fastidio alle due squadre di testa nel prosieguo di questo campionato. Si giocheranno Nuova Polisportiva Acconia – Sporting Davoli e San Calogero – Ansel Acconia, due partite dagli interessi intrecciati perchè, in caso di vittoria di entrambe le squadre curinghesi, l’Ansel balzerebbe in testa alla classifica e la Nuova Polisportiva si garantirebbe una più tranquilla posizione di classifica con il San Calogero costretto a patire ulteriormente la sua precaria posizione di classifica.

All’apparenza, sembra insignificante la partita tra Nuova Curinga e Filogaso ma, non lo è per più di un motivo.

Per primo, perchè la Nuova Curinga deve riscattare la sconfitta subita nel girone di andata e per secondo, perchè una sua possibile vittoria frenerebbe la corsa di una diretta concorrente alla ricerca dei Play-off. Proprio perchè trattasi di diretta concorrente, in questo caso, i punti in palio valgono il doppio e la Nuova Curinga necessita proprio di questi punti. Attenti alla Nuova Limbadi che gioca a Bivongi  e che con una possibile sua vittoria potrebbe fare un salto di qualità e raggiungere posizioni di classifica inattaccabili per tutte le inseguitrici. Ultima buona occasione per la Nuova Filadelfia che è obbligata a vincere contro il Badolato se vuole alimentare le sue speranze di salvezza. Vista la classifica generale, il Badolato è una delle squadre che in questo campionato ha trovato grosse difficoltà ad esprimersi al meglio per cui, avanzare in questo momento pretese di vittoria della Nuova Filadelfia, non è reato. Nessun problema per il Real Pianopoli che dovrà affrontare una Uesse Catanzaro relegata da tempo in fondo alla classifica e certamente retrocessa. Tra Nuova Valle ed Euro Girifalco ci sono in palio punti da sopravvivenza più utili per gli ospiti per evitare i Play-out che non per la squadra locale che è ormai destinata a sostenerli.
Er. Ga.

N.P. ACCONIA    0 – 1    S. C. DAVOLI

NUOVA POLISPORTIVA ACCONIA: Oscuro, Palumbo, Mastroianni, Muraca D, Cerminara, Muraca G, Romagnolo, Landolfi, Cuomo, Garieri (32′ st Percia Montani), Dell’Aquila.
n panchina: Guzzi, Trovato, Serrature, De Pace, Catanzaro, Piraino.
Allenatore: Fioretti
NOTE: Ammoniti: Muraca D, (NPA); Parisi, Fiorenza (D). Espulso Landolfi (NPA). Recupero l’pt, 7’st
SPORTING CLUB DAVOLI: Chiefari, Squillacioti, Caporale L, Filato L, Gangale, Voci, Bellocci (43′ st Cosentino), Parisi (10′ st Papaleo), Caporale D, Fiorenza, Gualtieri (28′ st Corasaniti G).
In panchina: Corasaniti E, Maiolo, Viscomi, Castano.

Allenatore: Pilato R.

ARBITRO: Cuciamo di Cosenza
MARCATORE: 14′ st Fiorenza
Davoli spietato
La capolista passa ad Accorda
di FAUSTO VARANO ‘

ACCONIA – Pur soffrendo la voglia di rivalsa dei padroni di casa, lo Sporting Davoli riesce a portare a casa tre punti preziosissimi dal Comunale di Acconia. Con una tattica accorta gli uomini di Pilato tengono a freno i padroni di casa che, alla fine, hanno il tempo di lamentarsi per un gol annullato ed un presunto rigore non concesso. Mister Fioretti, al triplice fischio, è scappato via, mentre gli addetti ai lavori sussurravano di possibili cambi alla guida tecnica per la compagine tirrenica. Tre punti fondamentali per la compagine del presidente Franco verso il dichiarato traguardo della Promozione.

Il Quotidiano

NUOVA CURINGA    3 – 1     FILOGASO

NUOVA CURINGA: Sorrentino, Sgarrella (39′ pt Nosdeo), Pettinato, Schiavello (28′ st Martinez), Cerra, Camillò, Riga, Tarzia, Olivo, Maturano (22′ st Gigliotti), Zerbonia.
In panchina: Grandinetti, Corrado, Catozzo, Serratore. Allenatore: Barone
NOTE: Espulsi: al l9’pt l’allenatore Bruni, 11′ st Pannace (F), a fine gara Arone e Teti (F), per proteste.
Ammoniti: Schiavello, Riga, Pettinato, Camillò (N) e Imeneo, Sisi, La Neve (F). Angoli 3 a 5.
FILOGASO: Vallone, Barba (5′ st Arona), Galati, Pannace, Carnevale, Sisi, Augurusa (8′ st Caputo), Imeneo, La Neve, Ruga (23′ st Condelio), Vallone R
In panchina: Arone, Teti, Valletto, F., Liberto.Allenatore: Bruni
ARBITRO: Natale Bruno di Rossano
MARCATORI: l’ pt Maturano (rig.) (N), 2′ st Pettinato (N), 36′ st Zerbonia (N), 43′ st Arona (F)

La Nuova Curinga batte il Filogaso
tra espulsioni e proteste
di BRUNO SODARO

 CURINGA – Terza vittoria di fila per la Nuova Curinga che le consente di aspirare ad un posto nella griglia dei play-off. Al primo minuto, i padroni di casa si portano in vantaggio su rigore. Maturano tira e il portiere para. L’arbitro fa ripetere, per un giocatore ospite in area.
La seconda volta realizza.
Nella ripresa, al 2′ il raddoppio. Pettinato con un colpo di testa, raccoglie un assist di Maturano.
Zerbonia, al 36′, fa tris con un tiro da fuori area.
Per il Filogaso è Arona a mettere in fondo al sacco.

CALOGERO    2 – 0    ANSEL A.

SAN CALOGERO: Prestia L., Mazzeo, Pontoriero A. (1′ st Prestia F.), Galati, Marasco, Vicari (28′ st Pontoriero G.), Mazzitelli, Lo Gatto, Monteleone S., Monteleone L. Monteleone A. (20′ st Ventrici F.)
In panchina: Ferrazzo, Prestia S.
Allenatore: Romano
MARCATORI: 30’pt Monteleone S., 18′ st Mazzitelli
ANSEL ACCONIA: Buccafurno (18′ st Matarazzo), Orlando A., Muraca, Michienzi (20′ st Vasta D.), Frijia, Di Cello S., Di Cello L., Orlando M., Orlando C., Arcuri (1′ st Morelli). In panchina: Mercuri, Trovato F., Torcasio, Allenatore: Galioto
ARBITRO: Catanoso di Reggio Calabria
NOTE: espulso al 22′ st Mazzitelli (SC) per doppia ammonizione

Il San Calogero centra l’impresa
Ansel, un ko che fa volare il Davoli

SAN CALOGERO – Il San Calogero coglie un risultato di prestigio contro l’Ansel Acconcia che, con la sconfitta di ieri, perde terreno nei confronti del Davoli capolista. L’Ansel si presenta in dieci per mancanza di un fuori quota. L’Ansel si rende pericoloso al 10′ con un pallonetto di Arcuri che sfrutta un errore difensivo di Mazzeo, ma non centra lo specchio della porta, il San Calogero tenta di approfittare della superiorità numerica con Mazzitelli e Galati. Il gol, però, arriva soltanto al 30′ pt con Simone Monteleone che al volo trasforma uno spunto di Mazzitelli. Al 40′ ci prova Lo Gatto, ma tira fuori. Al 44′ una mischia in area dell’Ansel provoca un batti e ribatti che non sortisce effetti. Il gol del raddoppio del San Calogero arriva al 18′ con Mazzitelli da fuori area che centra il sette: nell’occasione Buccafurno si butta in ritardo, picchia la testa sul palo ed è costretto ad uscire. L’Ansel cerca di reagire al 30′ con Arcuri ed al 35′ con Carlo Orlando, ma Prestia si supera in entrambe le occasioni. Al 36′ Simone Monteleone chiama alla parata Matarazzo. Al 44′ Morelli centra la traversa su rovesciata. Sette i minuti di recupero, ma il risultato non si schioda dal 2-0 per i padroni di casa.

fr. cat.

Il Quotidiano

Calcio di fine anno

A palle Ferme
Il Girone C di Prima categoria,
ha trovato nello Sporting Davoli la squadra leader.

Curinga 01-12-2009 Il Girone C di Prima categoria, ha trovato nello Sporting Davoli la squadra leader che da tempo aspettava. Una squadra che, nel breve tempo di tre settimane ha avuto la forza di sbarazzarsi in sequenza del Badolato, del Limbadi, della Nuova Curinga,  e per ultima dell’Ansel Acconia dimostrando solidità e validi schemi di gioco nonché una smisurata voglia di raggiungere l’obiettivo della Promozione. Eppure, sia il Badolato che la Nuova Curinga, erano state costruite per vincere ma, si sa che il responso finale lo da solo il campo di gioco e questo, per il momento ha risposto in modo opposto a quanto ci si aspettasse. A differenza di queste squadre, lo Sporting ha saputo attingere giocatori di qualità da squadre di qualità come il Montepaone, il Chiaravalle ed il Soverato. Sono questi i motivi e la spiegazione di un rendimento che ha superato ogni aspettativa iniziale ed è per questo che la compagine dell’Ansel Acconia, perdente sul proprio campo di gioco, non deve rammaricarsi perchè, nonostante la superiorità manifesta, sono riusciti lo stesso ad imbrigliare in alcuni momenti la squadra avversaria. Per intenderci, a fine gara nonostante la sconfitta di misura, sono usciti a testa alta dallo stadio riconoscendo sportivamente il merito degli avversari. Il Badolato e la Nuova Curinga rimangono ancora in crisi di risultati; la prima non riesce ad andare oltre il pari contro l’Euro Girifalco sul campo amico; la seconda , nonostante il cambio alla direzione tecnica non riesce a venire a capo di una Nuova Valle che pareggia addirittura al novantatreesimo. Crisi profonda per la Nuova Filadelfia che subisce una ulteriore sconfitta in casa contro la Nuova Polisportiva Acconia. 26 reti subite (la seconda difesa più perforata del campionato dopo quella dell’Uesse Catanzaro) sono tanti come tanti sono le cinque sconfitte in undici partite giocate. La vittoria degli uomini di Mister Fioretti tornano a rasserenare un ambiente che era entrato in fibrillazione perchè, nonostante le prove apprezzabili della squadra, la stessa subiva sconfitte ingiustificabili che la avevano trascinata in zona pericolosa di classifica. Finisce in parità la partita tra il Filogaso e la Nuova Limbadi con gli ospiti inizialmente in vantaggio e che alla fine recuperano il risultato di parità (2-2) su rigore generosamente concesso dal direttore di gara. Un risultato che alla fine accontenta tutti perchè, il Filogaso conserva ancora la testa della classifica generale mentre il Limbadi permane nella zona Play-off. Il colpo migliore della undicesima giornata di campionato, è quello portato a termine dal Petrizzi che va a vincere a San Calogero e si insedia di prepotenza al terzo posto in classifica a pari merito con l’Ansel Acconia. Il Real Pianopoli continua a non perdere colpi perchè con un vistoso 3-1, liquida il Bivongi e si mantiene nei piani alti della classifica generale. Rialza la testa anche la Serrese alla quale è risultato troppo facile superare una Uesse Catanzaro che subisce una cinquina e mantiene una media di quasi tre reti subite a partita.
E … “continuano a chiamarla squadra”.
 Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
La ventata di rinnovamento
può far risalire la Nuova Curinga.

Curinga 3-12-2009 Ed ora, ci aspettiamo la risalita della Nuova Curinga visto che le prossime partite di calendario sono tutte o quasi tutte da giocare in casa e contro squadre “alla sua portata”. Ben tre partite su cinque le giocherà in casa e le altre due sono i derby contro la Polisportiva Acconia e L’Ansel Acconia che si giocheranno ad Acconia. Inizia domenica prossima incontrando il Badolato che, come la stessa Nuova Curinga, si trova attualmente in crisi di risultati. E’ una rivale tradizionale, una di quelle squadre che ha spesso fatto soffrire la Nuova Curinga soprattutto nella fase finale dei Play-off nella stagione 2007-2008 nella quale, alla fine, ha beffato il Curinga riuscendo nell’intento di ottenere la Promozione. Questa volta potrà essere sorpasso in classifica generale visto che sono separate da un solo punto. Seguirà il primo Derby contro la Polisportiva Acconia che sarà intriso di rivalsa per la sonante sconfitta subita in fase di Coppa Calabria, nella partita giocata a Filadelfia e nella quale ha prevalso esageratamente la Nuova Curinga. La situazione oggi, è diversa e potrà riservare qualche sorpresa, sicuramente sarà un derby avvincente. Si giocherà poi l’altro Derby, questa volta contro l’Ansel Acconia che si trova già a quota 21 punti in classifica e che farà di tutto per rendere difficile la risalita in classifica generale alla squadra della Nuova Curinga. Nella giornata successiva riceverà il Petrizzi, una squadra attualmente in forma che coglie risultati positivi anche su terreni apparentemente impossibili. Una sicura boccata di ossigeno la Nuova Curinga la potrà trarre dall’incontro che sosterrà all’inizio del girone di ritorno quando ospiterà la Uesse Catanzaro. La capolista Filogaso affronterà una partita non facile contro la Serrese perchè, se da una parte c’è la voglia di rimanere ancora capolista dall’altra, la Serrese lotterà col coltello fra i denti per strappare i tre punti per ritornare a respirare aria di Play-off ed allontanare contemporaneamente le minacce delle squadre che si ritrova alle spalle. Limbadi – Pianopoli, separati da un solo punto in classifica, faranno anch’essi di tutto per sopraffarsi e conquistare i tre punti in palio per rafforzare così le loro pretese di Play-off. Euro Girifalco – Ansel Acconia è una partita difficile per entrambe le squadre perchè, i padroni di casa tenteranno di fare prevalere la loro grinta e la loro fisicità mentre l’Ansel, “di Fioretto” cercherà di colpire e cercare di portarsi a casa i tre punti. Durissima la partita della Nuova Filadelfia a Petrizzi perchè affronta una squadra che sta attraversando un buon momento di grazia e che vorrà raggiungere la vetta della classifica visto che si trova a soli tre punti da essa. La terz’ultima posizione di classifica occupata attualmente dalla Nuova Filadelfia,  suggerisce e sollecita  Olivo ed i suoi compagni ad una prova di orgoglio che possa concretizzarsi alla fine in punti da classifica. Per lo Sporting Davoli sarà una semplice passeggiata affrontare una Uesse Catanzaro che, fino ad ora ha vinto una sola partita e che si ritrova a soli quattro punti, ultima in classifica. Bivongi San Calogero è invece una partita vitale per i padroni di casa che dovranno vincere se non vogliono perdere definitivamente l’ultimo “treno della salvezza”.
Er. Ga

N. CURINGA    5 – 1    BADOLATO

NUOVA CURINGA: Sorrentino, Riga, Pettinato, Schìavello (11′ st Gigliotti), Cerra, Tarzia, Martinez, Cannilo (19′ st Catozza), Zerbonia (23′ st Serratore), Marturano, Currado.
In panchina: Grandinetti F., Paonessa, Grandinettì G., Fragalà.
Allenatore: Baroni
MARCATORI: 12′ , 34′ pt e 10′ st Zerbonia (C), 25′ e 43′ st Serratore (C), 38′ st Ferri (B)
BADOLATO: Tiano, Simonetta, Cariato, Martello, Lucifero, Lepanto, Fraietta (16′ st Vasile), Mariniti, Perri, Chiodo (30| st Armocida), Piroso
ARBITRO: Cucumo di Cosenza
 NOTE: ammoniti Lucifero e Menniti del Badolato.

Angoli 4 a 2 per il N. C.
Il Curinga costringe
Stanizzi alle dimissioni
di BRUNO SODARO

CURINGA 6-12-2009 – Tripletta di Zerbonia. Doppietta di Serratore. Rete annullata a Serratore. Traversa di Tarzia. La sintesi dell’incontro che ha visto i padroni di casa conquistare i tre punti. Apre le marcature Zerbonia su assist di Martinez. Lo stesso raddoppia con un forte tiro in diagonale. Nella ripresa. Zerbonia, in rovesciata realizza la terza, rete. Quarto gol di Serratore su passaggio di Gigliotti. Perri, accorcia le distanze, con una saetta da fuori area. Quinta realizzazione di Serratore, con un colpo di testa, su cross di Tarzia. In settimana nuovo allenatore per il N. Curinga. Dimissioni di Stanizzi, nel Badolato.

l Quotidiano

EURO GIRIFALCO   0 – 1    ANSEL ACCONIA

EURO GIRIFALCO: Stranieri, Burdino, Ferraina (23′ st Catalano F.), Gonidi (22′ si Mellace), CataìanoR., Signorello, Verre, Pinmgitore, Bernaschino, Marinaro, Palaia (22′ st Caruso). In panchina: Caruso, Mellace, Catalano F., Ziparo, Giampà.
Allenatore: Cristofaro
NOTE: al 46′ st espulso Michienzi (A) per comportamento irriguardoso nei confronti dell’arbitro. Ammoniti Verre e Caruso (EG), Michienzi, Di Cello S., Morelli, Mercuri (A)
ANSEL ACCONIA: Buccafurno, Muraca, Colloca, Michienzi, Di Cello S., Frijia, Perugino, Morelli, Vasta (30′ st Torcasio), Arcuri (40′ st Mercuri) Di Cello L, Lepore, Mercuri, Torcasio.
Allenatore: Galioto
MARCATORE: 25′ st Arcuri
ARBITRO: Palmieri di Crotone

Basta Arcuri all’Ansel Acconia
per strappare i tre punti al Girifalco

GIRIFALCO 6-12-2009 -L’Ansel strappa una vittoria importante sul terreno di gioco del Girifalco al termine di una gara che sembrava destinata a concludersi con un pareggio. Locali pimpanti nei primi dieci minuti con Pingitore e Bernaschino. Al 30′ pt Arcuri tira da trenta metri, ma Stranieri non si fa sorprendere. La svolta nella ripresa: al 25′ Arcuri stoppa di petto tira al volo dai 18 metri da solo e beffa Stranieri nel sette. Il Girifalco reagisce, ma né Fingitore, né Verre e né Catalano riescono a centrare lo specchio della porta avversaria. Al 40′ Mellace dribbla al centro per Caruso, ma Colloca salva sulla linea spedendo la palla nelle mani di Buccafurno.
r.s

N.P.ACCONIA     3 – 0    NUOVA VALLE

NUOVA POLISPORTIVA ACCONTA: Oscuro, Panzarella, Mastroianni, Muraca D., Molinaro (13′ st Trovato R.), Landolfi, Muraca G. (20′ st Condoleo), Romagnuolo, Trovato, Garieri (30′ stTrovato F.), Dell’Aquila.
In panchina: Guzzi, Sterratore, Condoleo, Trovato R., De Pace, Trovato F.
Allenatore: Fioretti
NUOVA VALLE: Truglia G., Sestito, Paone, Misdea (1′ st Sanso), Russumanno, Merenda (21′ stChiarella), Vitaliano, Muzà, Vaccaro (1′ st Lanzellottì), Marcella, Riga.
In panchina: Sparacino, Grande, Barbieri, Lanzellottì, TrugliaM., Sanso, Chiarella. Allenatore: Catalano
ARBITRO: Vimercati di Cosenza
MARCATORI: 15′ pt Garieri (rig), 40′ pt Dell’Aquila, 25′ st Trovato F.

La Nuova Valle incassa
la sconfitta ad Acconia

ACCONIA 6-12-2009 – La Nuova Polisportiva Acconia batte per 3-0 una Nuova Valle per nulla rinunciataria e che in più di un’occasione ha cercato di rendere la vita difficile ai padroni di casa. Partono forte gli ospiti che colpiscono al 15′ una traversa con Vitaliano : sugli sviluppi dell’azione però un mani in area di Vaccaro viene sanzionato con il rigore trasformato da Garieri. Al 40′ Dell’Aquila porta a due le reti locali sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La Nuova Valle tenta di pareggiare ma al 25′ incassa da Trovato F. il terzo gol in contropiede. Negato nel finale un rigore per presunto fallo su Vaccaro.

A palle Ferme
Una Dodicesima da sogno
per le Squadre curinghesi.

Curinga 8-12-2009 Una “dodicesima” da sogno per le squadre di Prima Categoria Curinghesi, tutte e tre vittoriose contro avversarie di valore e con risultati esaltanti.  Travolto il Badolato dalla Nuova Curinga alla quale è bastato cambiare l’Allenatore e sistemare meglio i suoi giocatori in campo per esaltare le qualità dei suoi attaccanti (tripletta di Zerbonia e doppietta di Serratore) e subire qualche rete in meno rispetto a quelle che subiva anche con squadre di scarsa qualità. La Polisportiva Acconia affonda con una tripletta la Nuova Valle e riesce finalmente a coniugare il bel gioco al risultato. Ai ragazzi di Mister Fioretti, mai domi nelle partite da loro disputate, sfuggiva infatti quasi sempre il risultato, come se fosse una maledizione nonostante le prestazioni di buona qualità; in questo ultimo periodo sembra cambiata la tendenza. Spesso le vittorie mancavano perchè i suoi attaccanti sprecavano in modo esagerato e, le reti che si ritrovano oggi all’attivo, sono nella loro quasi totalità dovute a Muraca che non è certamente un attaccante ma che guida la classifica dei marcatori con ben dieci reti. Speriamo che la squadra e Mister Fioretti abbiano finalmente imboccato la strada giusta che porta alla  vittoria. Per ultima la meravigliosa Ansel Acconia che dopo avere dignitosamente perso contro la squadra leader del girone (Sporting Davoli) è andata a vincere nella “fossa dei Leoni” di Girifalco trascinata in questo dal suo uomo migliore Antonio Arcuri. Questo risultato ottenuto dall’Ansel, è apprezzabile  soprattutto perchè la squadra mancava del suo centravanti titolare Orlando e lo ha tirato su, non solo con le qualità tecniche  possedute dai due Di Cello S. ed L., da Arcuri, da Vasta, da Morello ed altri, ma anche con l’impegno e la volontà di Frijia, di Perugino, di Buccafurni,  ecc. che hanno, anche in questa occasione, dato un valido contributo alla causa comune. Delle tre vittorie, la più significativa è quella ottenuta dall’Ansel Acconia perchè è l’unica ad essere stata ottenuta fuori casa e su un campo dove non è difficile fare risultato ma, la più prestigiosa rimane quella della Nuova Curinga che ha demolito una squadra come il Badolato, dalle alte aspirazioni e dalle qualità incontestabili. Intanto, lo Sporting Davoli, da matricola, balza in testa alla classifica generale e si prevede che, da ora in avanti, sarà difficile scalzarla da questa posizione. Ha già dimostrato, in lungo e in largo la sua forza battendo il Badolato, La Nuova Curinga a Curinga, la Nuova Filadelfia, il Limbadi a Limbadi e l’Ansel Acconia ad Acconia e ciò, non è poco perchè ha già raggiunto i 26 punti in classifica, ha realizzato ben 29 reti (migliore attacco) e ne ha subito solo 6 (miglior difesa). L’ultimo dei suoi incontri, si è concluso, senza infierire, per quattro reti a zero sulla Uesse Catanzaro. Ottimo risultato è quello ottenuto dalla Serrese sulla ex capolista Filogaso che gli ha rifilato tre reti quando, fino ad allora ne aveva subite solo cinque. E’ una vittoria che rilancia la Serrese in alto e che gli consente di attestarsi a ridosso della zona Play-off a soli quattro punti dallo stesso Filogaso in attesa che le cose possano ulteriormente migliorare. Questi ultimi, in un solo colpo perdono sia la partita che il primato che detenevano da ben sette giornate. Non si fanno male Nuova Limbadi e Real Pianopoli così come Bivongi e San Calogero e Petrizzi e Nuova Filadelfia che pareggiano tutte le loro partite. Il pari più prestigioso è quello conquistato dalla Nuova Filadelfia, soprattutto perchè arriva in un momento insperato, in un momento cioè in cui la squadra non stava fornendo prestazioni di rilievo. E’ un inizio di “ripresa” o semplicemente un  risultato occasionale? Certo è che, se la Nuova Filadelfia vuole continuare a sperare nella salvezza, dovrà subito rimboccarsi le maniche e cercare quelle prestazioni che, nella stagione scorsa, ne hanno fatto lo spauracchio di parecchie squadre di quel girone e per l’intero campionato.
Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Dopo ” l’Abbuffata”, per Mister Baroni
il primo vero Derby curinghese.

Curinga 10-12-2009 Dopo l’abbuffata di reti maturata contro il Badolato, per la Nuova Curinga di Mister Baroni, arriva il primo vero derby curinghese contro la Polisportiva Acconia. Le squadre hanno vinto domenica scorsa  ma entrambe, fino ad ora, hanno ottenuto risultati altalenanti che li hanno portati lontano dalla testa della classifica generale. Se mettessimo a confronto gli organici delle due squadre, non ci sarebbe partita che sarebbe certamente a favore della Nuova Curinga ma poiché il pallone è rotondo, sul campo la partita bisogna giocarsela. Bisogna giocarsela per più di un motivo, il primo dei quali è legato al risultato maturato nella partita di pre-campionato di Coppa Calabria, quando la Nuova Curinga, senza avere pietà alcuna, ha infierito infliggendo una sconfitta per 6-2 per una qualificazione che era già stata acquisita. Una sconfitta che i giocatori della Polisportiva si sono legata al dito non tanto per il risultato in se ma piuttosto per come è stato conseguito e che domenica cercheranno di vendicare in tutti i modi possibili ed immaginabili. Il secondo motivo per cui bisogna giocarsela, è legato alla “verifica”  dell’operato di Mister  Baroni, per vedere cioè se si è limitato a curare i malanni di questa squadra oppure abbia provveduto anche a “Vaccinarla” contro le frequenti ricadute. Il terzo motivo infine, perchè anche la Nuova Polisportiva Acconia ha apportato innovazioni al suo organico e Mister Fioretti vorrà far vedere che anche la sua squadra ha dei “valori in campo” che possono degnamente giocarsela con tutti, compresa la Nuova Curinga. Potrebbe, se vogliamo, essere la partita dell’aggancio in classifica generale visto che le squadre sono divise da soli tre punti oppure proiettare la Nuova Curinga ai limiti della zona Play-off. L’Ansel Acconia ha la sua “gatta da pelare” perchè si trova ad affrontare un Badolato rinnovato nella sua guida tecnica e avvelenato per la sconfitta subita, proprio a Curinga, domenica scorsa. Certamente non vi ritorna  per riprendere ciò che ha già preso per cui, è da aspettarsi che darà l’animo pur di ottenere qualcosa di buono o, almeno, destare una diversa impressione da quella che ha lasciato. L’Ansel comunque, non sarà la squadra che offrirà il fianco per consentire una ripresa agli avversari, anzi, se possibile darà una ulteriore spinta verso il basso per allontanare una possibile diretta concorrente e per rafforzare quel secondo posto che, fino ad ora, ha dimostrato di meritare ampiamente. Mister Galioto ha ormai capito ogni singola “piega” della sua squadra ed ha dato un modulo di gioco che, fino ad ora ha dato sempre i suoi buoni frutti; ha saputo rimetterla in sesto anche quando la sconfitta subita in casa contro lo Sporting Davoli si pensava potesse sgretolarla  e lo ha fatto portandola a vincere inaspettatamente una partita difficile a Girifalco. Sembra poco ma è tanto, visto il valore degli avversari e, soprattutto la cattiveria e la determinazione che i locali avevano messo in campo. Il secondo posto occupato in classifica generale, non è per niente casuale ma, è frutto semmai di sano e proficuo lavoro nonché di assoluta dedizione sia dei giocatori che scendono in campo che dello staff tecnico e dirigenziale che li segue. Lo scontro diretto tra Sporting Davoli e Filogaso, da giocarsi a Filogaso, potrebbe essere una buona occasione per l’Ansel per balzare in testa, magari in “condominio” con altra squadra ma, il risultato costituisce anche riferimento per tutte le inseguitrici che rimangono in attesa di eventuali passi falsi commessi da chi precede. E’ il caso di Real Pianopoli – Serrese entrambe inseguitrici ed entrambe collocate nella zona Play-off. Visto che il Real Pianopoli difficilmente cede punti in casa, bisogna aspettarsi tra queste due squadre una partita combattuta soprattutto perchè la Serrese, ha ripreso a correre. La partita San Calogero – Nuova Limbadi, potrebbe consentire ai padroni di casa di accorciare ulteriormente la classifica visto che sta attraversando un buon momento e che la Nuova Limbadi ha perso molto dello smalto che la distingueva ad inizio campionato. Per la Nuova Filadelfia che ospita il Bivongi , non c’è più tempo da perdere perchè trattasi di scontro diretto essendo le squadre appaiate a nove punti, in fondo, o quasi, alla classifica generale. E’ quindi la partita “dell’ultima spiaggia” che non potrà assolutamente fallire se non vuole far soffrire i suoi tifosi fino in fondo. Tra Nuova Valle – Petrizzi e Uesse Catanzaro – Euro Girifalco, il divario dei valori in campo e dei punti in classifica è tale da non lasciare speranze di vittoria alle squadre ospitanti. In ogni caso, il Pallone è rotondo e tutto potrebbe succedere.
Er. Ga.

ANSEL ACCONIA    3 – 0   BADOLATO  

Acconia 12-12-2009- La squadra delle meraviglie che abbatte il Badolato e si propone, da matricola, al secondo posto assoluto, alle spalle dell’altra matricola terribile Sporting Club Davoli,  nel Girone C di Prima Categoria Calabrese.

NUOVA POL. ACCONIA    2 – 2    NUOVA CURINGA

N. POL. ACCONIA: Oscuro, Panzanella, Serratore, Muraca D. (38′ st Trovato G.), Molinaro (9′ st Condoleo), Muraca G., Romagnolo, Landolfi, Percia (42′ st Trovato F.), Garieri, Dell’Aquila.
In panchina: Guzzi, Catanzaro, Mastroianni, Mazzetta.
Allenatore: Fioretti
NOTE: Ammoniti: Romagnolo (A), Tarzia, Camillò e Martinez (C). Angoli 3 a, 2 per N.C.
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Biga, Pettinato, Camino, Cerra, Tarzia (6′ st Serratore), Martinez, Schiavello, Zerbonia (34′ st Gigliotti), Marturano (19′ st Olivo), Currado.
 In panchina: Grandinetti F., Paonessa, Catozza, Nosdeo.
Allenatore: Barone.
ARBITRO: Marafioti di Cosenza
MARCATORI: 35′ pt Marturano (C), 44′ pt Landolfi (A), 47′ pt Garieri (A), 13′ st Zerbonia (C)  N Recuperi: 4’e 5

Tra Acconia e Curinga
finisce in perfetta parità

di BRUNO SODARO ACCONIA – 13-12-2009 – Gara combattuta, ben giocata e soprattutto corretta. Un pareggio che, alla fine, dovrebbe accontentare le due squadre. Apre le marcatura Marturano al 35′. Perfetta la sua punizione dal limite. Il pareggio dei ragazzi di casa al 44′. Landolfi, di testa, su passaggio del nuovo acquisto, Percia. Tre minuti dopo, locali in vantaggio. Garieri, realizza, forse in sospetta posizione di fuorigioco. Nella ripresa al 13′ la compagine di mister Barone, acciuffa il pareggio. Zerbonia, di testa, su assist di Schiavello. Da segnalare un salvataggio sulla linea di Cerra, su tiro di Muraca e una bella parata di Sorrentino, su tiro di punizione di Romagnolo. Per la Nuova Curinga domenica prossima ci sarà un altro derby, stavolta in casa dell’Ansel Acconia. La Nuova Polisportiva Acconia, invece, sarà di scena in quel di Petrizzi.
Il Quotidiano

A palle Ferme
Lo Sporting Club Davoli vola,
L’Ansel Acconia mantiene il passo,
le altre …. tutte da rivedere.

Curinga 15-12-2009 Lo Sporting Davoli vince contro il Filogaso e si isola definitivamente in testa alla classifica generale. Vince anche l’Ansel Acconia, contro il Badolato e con un secco 3-0 e, anche lei si isola al secondo posto in solitaria. Tra le inseguitrici vincono sia la Serrese a Pianopoli che il Petrizzi a Vallefiorita e si portano entrambe a quattro punti dalla vetta e a soli due dalla seconda posizione detenuta dall’Ansel. A queste quattro squadre segue il Filogaso che, nonostante la sconfitta, riesce ancora ad mantenere l’ultima posizione Play-off. Le altre, escludendo Real Pianopoli e Nuova Limbadi, ad iniziare dalla Nuova Curinga e finendo alla Nuova Filadelfia, sono tutte da rivedere perchè, è vero che il bicchiere può vedersi mezzo pieno o mezzo vuoto ma, certo è che la migliore tra queste ( Nuova Curinga) si trova a soli tre punti dalla zona Play-out e a sette dai Play-off. Sono purtroppo i risultati maturati sui  campi di gioco che parlano chiaro così come significative sono state le prestazioni fino ad ora offerte e queste, per molte squadre continuano a latitare. E’ esaltante ciò che sta facendo la “Matricola” Sporting Davoli che, rafforzatosi significativamente, sta mietendo risultati ovunque la vede impegnata indipendentemente se si tratta di giocare tra le mura amiche o fuori casa. L’ultima a cadere sotto la sua furia è stata la squadra di Filogaso che si trovava in testa alla classifica ma, prima di lei, sono cadute molte altre squadre ritenute squadre guida del campionato ( Badolato, Nuova Filadelfia, Nuova Curinga, Nuova Limbadi, Ansel Acconia, ecc.), tutte con fondate ambizioni di promozione. Un’altra Matricola si sta facendo apprezzare sia per continuità di risultati che per gioco profuso, ed è l’Ansel Acconia che fino ad ora ha perso solo due partite, una delle quali proprio contro lo Sporting capolista. Per il resto, è riuscita ad ottenere ottimi risultati sia dentro che fuori casa che la depongono, per il momento, come seconda forza del campionato. Petrizzi e Serrese hanno dimostrato di essere anche loro squadre di alta classifica perchè, superato il periodo nero hanno inanellato tutta una serie di risultati che li depongono nella zona Play-off a soli quattro punti dalla testa della classifica generale. Avanzano entrambe a suon di vittorie, la prima andando a vincere a Vallefiorita contro una squadra che dei tre punti in palio ne aveva proprio bisogno; e la seconda andando ad espugnare il terreno di Pianopoli vincendo per 4-2. Tra San Calogero e Nuova Limbadi, ne’ vinti ne’ vincitori, con la squadra di casa che non ha saputo approfittare della doppia superiorità numerica in campo e che per questo se ne morde le mani. Ne’ vinti ne’ vincitori anche nel derby di Acconia dove la Nuova Curinga, con una prestazione inodore ed insapore, riesce a racimolare solo un pareggio rischiando anche di perdere la partita contro i cugini della Polisportiva. Dopo aver visto la partita, ciò che preoccupa maggiormente per la Nuova Curinga è la mancanza assoluta di gioco che, solo a sprazzi riesce a proporre. Mister Baroni deve lavorare tanto su questi giocatori ai quali, nessuno rinnega il valore tecnico ma che nessuno domenica scorsa è riuscito a fare la differenza contro un avversario più modesto. L’innesto di Tarsia non ha ancora apportato il salto di qualità che si sperava per cui Mister Baroni dovrà operare su più fronti se vuole che la sua squadra risalga in cattedra riconoscendo che non è il singolo a fare la squadra ma il collettivo a qualificarla. Ritorna alla vittoria  dopo lungo tempo la Nuova Filadelfia; finalmente una boccata di ossigeno che risolleva le speranze di salvezza visto che era precipitata alla terz’ultima posizione di classifica generale. Alle sue spalle, un terzetto di squadre, una delle quali è definitivamente irrecuperabile visto che perde sistematicamente domenica dopo domenica e, con risultati che hanno dell’incredibile. Una media di reti subite (tre per ogni partita giocata) che non ha eguali nei quattro gironi di prima categoria.
Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Secondo Derby consecutivo per la Nuova Curinga contro l’Ansel Acconia.
E’ una “prima assoluta”.

 Curinga 17-12-2009 E’ una “prima assoluta” il derby che si giocherà domenica ad Acconia di Curinga tra Ansel Acconia e Nuova Curinga, due squadre giovani, di qualità e che in questi ultimi anni hanno fatto vedere di che buona pasta sono fatte. Due squadre con alle spalle due storie diverse ma entrambi avvincenti perchè ricche di vittorie in campionati non facili da percorrere. Una Nuova Curinga che, ben diretta da un gruppo dirigenziale capace, ha già sfiorato in più occasioni il salto di categoria ed un’ Ansel Acconia il cui presidente con il suo piccolo staff tecnico a seguito, ha saputo costruire una squadra che attualmente è l’orgoglio della comunità curinghese. Un derby che è una “prima assoluta” perchè le due squadre non si sono mai incontrate in partite ufficiali, ma solo in qualche amichevole di poco conto. Il risultato, proprio perchè è una partita derby, sfugge ad ogni possibile previsione perchè da una parte viene schierata una squadra che è stata costruita per vincere (la Nuova Curinga) mentre dall’altra si contrappone una “matricola di categoria” (Ansel Acconia) che ha tutte le carte in regola per imporsi nel risultato. Giocatori come: Cerra, Camillò, Pettinato, Tarsia, Serratore, Marturano e Zerbonia sono certamente di alta qualità che possono fare di una squadra una “corazzata imbattibile” ma, Buccafurni,  Michienzi, Morello, Orlando, Di Cello S. ed L. e Arcuri non sono da meno perchè hanno dimostrato anche loro doti tecniche invidiabili e qualità tali che attualmente fanno della loro squadra la seconda forza del campionato. Un derby quindi nel quale non dovrebbe mancare lo spettacolo cosi come non mancherà quel “pizzico di pepe” che è l’agonismo in campo e che renderà il tutto uno spettacolo da godersi. Se l’Ansel è impegnata nel derby, lo Sporting Davoli, attuale capolista, affronterà nell’anticipo di sabato un Real Pianopoli reduce da una sconfitta pesante subita contro la Serrese. Proprio per questo ai locali non dovrebbe mancare il risultato ma anche perché lo Sporting, in questo periodo, non ha validi rivali. La Serrese ha l’occasione giusta per risalire ulteriormente la classifica generale visto che dovrà affrontare un S. Calogero non ancora consapevole dei propri mezzi. Anche per il Petrizzi si presenta la stessa opportunità, ma dovrà vedersela con i ragazzi della Polisportiva Acconia che, se incappano nella giornata giusta, sono capaci di fare risultato ovunque. Per il Filogaso si prospetta una pericolosa trasferta a Girifalco, campo difficile dal quale non è facile uscirne vittoriosi. In connubio squadra-tifosi è, in questo ambiente fondamentale e molto forte per cui, difficilmente il Filogaso riuscirà a spuntarla. La nuova Limbadi affronta tra le mura amiche una nuova Filadelfia in netta ripresa e vogliosa di tirarsi fuori dalla zona play-out al più presto possibile. Infine, per il Badolato si presenta finalmente una partita facile nella quale potrà sfogare tutta la sua rabbia, su una inutile e inconsistente Uesse Catanzaro. Sarà una partita di allenamento utile al Badolato per potersi amalgamare con i nuovi arrivati e provare schemi di gioco più validi rispetto a quelli adottati fin ora e che non hanno fruttato grandi cose. Tra Bivongi e Nuova Valle è scontro tra poveri con in palio una buona fetta di speranza di salvezza. Le squadre ne sono consapevoli per cui daranno tutto per accaparrarsi i tre punti in palio.
Er.Ga.

ANSEL ACCONIA    5 – 0     NUOVA CURINGA

ANSEL ACCONIA: Matarazzo, Muraca S, Colloca, Morelli, Di Cello S., Frijia, Vasta (23′ s.t. Orlando C.), Michienzi, Perugino (41′ s.t. Muraca L.), Arcuri (12′ s. t. Orlando M.)
In panchina: Lepore, Orlando A., Mercuri, Torcasio.
Allenatore: Galioto N.
NOTE: Espulsi al 40′ pt Michienzi (A) per gioco scorretto e al 37′ s. t. Cerra (NC) per doppia ammonizione.
ARBITRO: Focetola di Paola

Nuova CURINGA: Sorrentino, Riga (20′ st Catozza), Pettinato, Schiavello (11′ s.t. Serratore), Cerra, Gigliotti (31′ s.t. Nosdeo), Martinez, Tarzia, Olivo, Zerbonia, Currado.
In panchina: Grandinetti F., Paonessa, Trovato, Fragalà.
Allenatore: Baroni
MARCATORI: 34′ pt Arcuri, 35’e 46′ st Orlando, 35′ rig. e 41′ st Di Cello L. 
Ammoniti: Muraca, Morelli, Orlando C. (A) e Cerra, Schiavello, Riga (NC).
Angoli 1 a 1. Recuperi: 1 ‘ p. t. e 4’st.

I- Categoria girone C.

Ben cinque gol per i locali realizzati da Arcuri, doppietta di Orlando e di Di Cello
Goleada per l’Ansel Acconia
L’undici allenato da Baroni non ce la fa e va letteralmente ko
di BRUNO SODARO

ACCONIA 20-12-2009- L’Ansel continua la sua serie di vittorie e non perde colpi nei confronti della capolista Sporting Davoli. Nell’odierno derby cittadino supera la Nuova Curinga con un secca cinquina. I locali aprono le marcatore intorno al ventesimo del primo tempo. Arcuri raccoglie una punizione di Vasta e tira in porta. La sfera prima di entrare, tocca la traversa. Nella ripresa l’Ansel si scatena. Al 35 ‘ Orlando spedisce in rete su assist di Luca Di Cello. Dieci minuti dopo. Di Cello trasforma un rigore. Penalty concesso per atterramento di Orlando C. Al 41’ lo stesso giocatore porta a quattro le marcature raccogliendo un cross di Muraca L. Quinta realizzazione di Orlando su passaggio di Di Cello Reclamati due rigori. Uno su Vasta e l’altro su Di Cello, per i padroni di casa. Si chiude con questa goleada il 2009 dell’Ansel Acconia.
Il Quotidiano

PETRIZZI    1 – 0    N. ACCONIA

PETRIZZI: Maiolo 7, Sinopoli 7, Lagani 7, D’Aquino 7, Calabrese 7, Casavonte 7 (dal 4′ st Lombardi sv), Colasaniti 7, Riitano 7 (dal 12′ st Valenti 7), Valente 7,5, Marra 7 (dal 18’st Del Giorgio 7), Commodaro 7.
In panchina: Manno, lozzo, Chiefari, Cervello. Allenatore: Manno 7.
MARCATORE: 25′ st Valente
N. ACCONIA: Oscuro 7, Panzarella 6, Serratore 6, Muraca D. 7, Trovato R, 7, Muraca V. 6,5, Romagnuolo 6,5, Landolfi 6 (dal 33′ st Trovato F. s.v.), Percia 7, Garieri 6, Dell’Aquila(dal 37’Condoleo 1 s.v.).
In panchina: Guzzo, Catanzaro, Mastroianni, Piraino, Trovato V.
Allenatore: (Fioretti: 6,5. )
ARBITRO: Bruno di Rossano7
Valente regala i tre punti al Petrizzi
di RENATO DE FILIPPIS

PETRIZZI 20-12-2009-  Una rete da cineteca al 35′ s. t. realizzata in rovesciata volante da parte di Valente, consegna tre punti d’oro ai ragazzi di Manno che chiudono l’anno in posizioni di alta quota con 38 punti. La partita è stata ben giocata dai ragazzi di Fioretti, con in bella mostra due nuovi arrivi, Percia e dell’Aquila, ma oggi, in un campo pesantissimo è stato il cuore dei locali che ha avuto la meglio, anche alla luce di quattro nitide palle gol sprecate anche per merito del portiere ospite. Buona la prova dei corretti giocatori, dei dirigenti e dell’infreddolito pubblico presente.
Il Quotidiano

Il 2009 Sportivo Curinghese

Non c’è memoria storica che ricordi traguardi sportivi più importanti di quelli conquistati in questo anno 2009 che sta per finire. Nel Calcio, Curinga può vantare: 

  1. una Nuova Curinga che dopo aver perso ai Play-off la possibilità di promozione in categoria superiore, si ripresenta ai nastri di partenza del campionato 2009-2010 rinnovata nei ranghi e ancor più agguerrita nella ricerca di quella gloria che è sfuggita nel momento in cui sembrava essere già conquistata;
  2. Una Nuova Polisportiva Acconia che con un magnifico finale di campionato 2008-2009, è riuscita a vincere un “derby promozione” di seconda categoria giocato contro l’Ansel Acconia  che gli è valso la promozione in prima categoria;
  3. Un’Ansel Acconia che perde il derby decisivo che gli garantiva la promozione in prima categoria ma che non si da per vinta perché, nei Play-off fa valere la sua superiorità vincendo tutti i confronti diretti contro le altre squadre a lei contrapposte.  Perde purtroppo la finalissima di Girifalco, contro lo Sporting Davoli in una partita in cui le decisioni arbitrali hanno condizionato più del dovuto il risultato finale che, alla fine ha promosso lo Sporting Davoli direttamente in prima categoria.
  4. Per fortuna la rinuncia contemporanea della Fortitudo Lamezia e del San Pietro a Maida al campionato di prima categoria, inducono la Lega a ripescare proprio l’Ansel Acconia del Presidente Sebastiano Trovato che così si ritrova gratificato in tutti i suoi sforzi e in tutti i suoi  sacrifici facendogli digerire la bile accumulata nella finale di Girifalco.
  • A questo terzetto di prima categoria, è da aggiungere la Libertas Curinga che dopo aver perso ai Play-off la possibilità di promozione, la ottiene per ripescaggio e si ritrova ad affrontare un campionato prestigioso come quello di seconda categoria. Pur proponendosi obiettivi diversi dagli altri, conquista gloria e spazio insperati ma ben gestiti dalla sua dirigenza e dal suo Staff tecnico.
  • Non finisce qui la partecipazione agonistica delle squadre curinghesi ai campionati di calcio perché c’è ancora da ricordare il campionato allievi che i ragazzi di Curinga affrontano dignitosamente.
  • Per ultimo in ordine di tempo ma, non in ordine di importanza, la squadra di Volley S. Andrea Apostolo che ha conquistato quest’anno il diritto di partecipazione al campionato di Serie D Volley Calabrese. Merito di uno sparuto gruppo di persone tra le quali vanno ricordate Tommasino Lo Russo e Aldo Sgromo che con dedizione e tanti sacrifici, sono riusciti a portare la loro squadra  a confrontarsi con realtà molto più grandi di quella vissuta dalla piccola comunità curinghese. (Locri, Catanzaro, Rossano, Vibo Valentia, Villa San Giovanni, Diamante, Bisignano ecc.)
  •  Non dimentichiamo in questo settore la squadra volley Femminile anch’essa meritevole di essere menzionata non solo per i risultati agonistici ottenuti ma piuttosto per la funzione sociale a cui questa squadra assolve.
  • Se le squadre menzionate hanno fatto ed ottenuto di tutto, la stessa cosa non si può dire per gli impianti sportivi che, fino ad ora, hanno lasciato sempre a desiderare e che hanno costretto la squadra della Nuova Curinga e quella dell’Ansel a servirsi degli impianti sportivi della vicina Filadelfia così come è stata costretta a fare la squadra di Volley del S. Andrea Apostolo.
  • Nonostante le difficoltà logistiche, gli sportivi curinghesi hanno potuto godersi delle belle partite di calcio (e anche di Volley) che però, non sempre hanno avuto l’esito finale desiderato.
  • Dal punto di vista agonistico, la Nuova Curinga, che era la squadra più accreditata per qualità ed aspirazioni, ha incontrato in questo campionato 2009-2010 difficoltà inaspettate che non gli hanno consentito di decollare così come la tifoseria e il gruppo dirigenziale si aspettava.

Organico eccellente che ha però incontrato qualche difficoltà ad affermarsi e ad esprimersi al meglio delle sue possibilità; qualità tecniche invidiabili e superiori a quanto richiesto ma che non hanno trovato modo di esprimere al meglio e così, giocatori come: Tuoto, Grandinetti, Cerra, Fragalà, Marturano, Serratore, Zerbonia, Camillò, Spina, Pettinato, Martinez, ecc., non hanno quasi mai saputo costruire una squadra imbattibile anzi, si sono spesso ritrovati con le “pive nel sacco” deludendo non poco, i propri dirigenti e i propri tifosi Ottimo invece il rendimento dell’Ansel Acconia che, a fine anno 2009 occupa stabilmente la seconda posizione di classifica e che fino ad ora, ha deliziato i suoi tifosi con ottime prestazioni anche in quelle partite che la hanno vista perdente. Ottimi risultati ottenuti contro squadre di levatura superiore e che ha saputo mettere alle corde con perizia tecnica e saper fare invidiabili. Una “Matricola Terribile”  che ha nello staff tecnico e dirigenziale il suo punto di forza e in alcuni giocatori le qualità che gli consentono di ottenere i risultati esaltanti che sta ottenendo. Da Galioto a Cappello, da Gugliotta A. a Scopelliti, da Arcuri ad Orlando, da Di Cello S a Di Cello L, da Morelli a Vasta e così via dicendo; un gruppo ben assortito e ben affiatato ma ben guidato dal massimo responsabile Dirigente Sebastiano Trovato a cui vanno i meriti maggiori per questa magnifica realtà.
Grandi meriti anche par la Polisportiva Acconia che, in silenzio e senza esaltarsi, sta conducendo un campionato dignitoso, con risultati non eccessivamente brillanti  ma confortanti, riuscendo con questi a ritagliarsi un suo spazio di gloria.
Ha trovato un gruppo dirigenziale compatto e capace nella coppia Brizzi, Polito; un tecnico competente (Fioretti) ed una squadra che ha attraversato degli alti e bassi nei risultati ottenuti ma che ha offerto sempre delle prestazioni all’altezza della situazione. Giocatori come: Muraca D., Muraca V., Romagnuolo, Landolfi, Percia, Garieri e Dell’Aquila , uniti a quelli che sembrano essere i “portatori d’acqua”, hanno costituito una squadra che sa difendersi ma sa anche proporsi e, con ottimi risultati.
 Ciò che di più hanno deliziato i tifosi e sportivi curinghesi, sono stati i cinque derby che hanno portato quel pizzico di “agonismo” in più, utile a fare apprezzare meglio queste prestazioni. Ricordiamo i primi due, validi per la Coppa Calabria e giocati tra, Pol. Acconia – Nuova Curinga. Il primo, concluso con un nulla di fatto e, il secondo che ha lasciato strascichi di polemiche per un infierire inutile della Nuova Curinga che ha vinto con un punteggio tennistico di 6-2. Ricordiamo poi il primo valido per il campionato e che ha visto le stesse squadre dividersi la posta in palio (2-2) dopo una partita che ha visto una Nuova Curinga rinunciataria che solo a sprazzi ha fatto vedere la sua superiorità sui cugini che stavano portando a termine una vendetta sperata ma mai raggiunta. Si è poi giocato il derby tra le due squadre di Acconia (Polisportiva e Ansel) che ha confermato la maggiore determinazione dell’Ansel che si aggiudica la partita con il classico risultato di 2-0 e che la consolida tra le prime della classe. Una partita giocata a fronte alta da entrambe le squadre e che la direzione arbitrale ha condizionato, soprattutto nel secondo tempo quando però il risultato era già acquisito. Ricordiamo l’ultimo e più recente, giocato tra Ansel Acconia e Nuova Curinga che ha visto l’Ansel vincente in modo straripante con conseguente umiliazione della squadra avversa. Un risultato esagerato (5-0) ottenuto in condizioni ancor più difficoltose per l’Ansel Acconia e non per la Nuova Curinga che, in dieci contro undici, perdono una partita giocata “senza testa e senza piedi”. Tranne i primi venti minuti ben giocati dalla Nuova Curinga, per il resto, i suoi giocatori sono apparsi rinunciatari e privi di ogni stimolo di reazione. Una disfatta che, in quelle condizioni, non poteva essere evitata ma che ha umiliato oltre ogni misura tutta la tifoseria e i sostenitori della Nuova Curinga. Diverso il discorso per la squadra Volley di Curinga S. Andrea Apostolo che, in silenzio e con serietà, ha conquistato quello che nessuno prima era mai riuscito a conquistare. Una Serie D prestigiosa nella quale la squadra si sta comportando al meglio delle sue possibilità nonostante le iniziali difficoltà dovute alla indisponibilità della Palestra locale che li ha costretti a giocare a Filadelfia. In ultimo, la squadra Volley Femminile che assolve ad un compito importante di crescita sociale e per la quale bisogna riconoscere i meriti a chi in questo progetto ha sempre creduto iniziando dalle atlete per passare poi alla dirigenza e finire con i numerosi appassionati che seguono questa squadra.  “Ad Maiora” per tutti ed un 2010 ancor più prestigioso di quello che è già stato il 2009.

Er. Ga.

Novembre calcistico

L’Ansel Acconia liquida subito la pratica Petrizzi .

Acconia 1-11-2009

In una splendida giornata di sole si è giocata ad Acconia di Curinga, una divertente ed appassionante partita tra Ansel Acconia e Petrizzi. Due squadre che provengono da un percorso, fino ad ora, molto diverso, con il Petrizzi inespugnabile tra le mura amiche ma, perdente fuori casa, ed un’Ansel che, a parte la sconfitta di Pianopoli, ha sempre ottenuto ottimi risultati sia dentro casa che fuori dalle mura amiche. Il merito, oggi, va equamente distribuito tra le due compagini se il pubblico non ha avuto modo di annoiarsi perchè, sia l’una che l’altra squadra, ha offerto il meglio di se stessa. L’Ansel ha dovuto fare a meno di Michienzi, squalificato, ben sostituito da Perri che, alla fine, assieme al solito Arcuri, è risultato tra i migliori in campo. La squadra si dispone in campo con il solito 4-3-3 che si trasforma durante la gara in un 4-3-2-1 secondo le esigenze. Orlando, Arcuri e Di Cello L. in avanti, Perri, Vasta  e Morelli a supporto della difesa, che schiera nella sua linea a quattro  Colloca, Muraca S., Muraca L. e Di Cello S. In porta Buccafurni che relega, per questa occasione, Matarazzo in panchina, come dodicesimo. Il Petrizzi si dimostra compatto nelle sue linee che dispone in un modulo tattico esemplificabile in un 4-4-1-1, con una punta avanzata Commodaro, ed un’altra, Valente,  a suo supporto. La linea di centrocampo composta da uomini di nome come: Clasadonte, Chiefari e Valenti, era preposta a rintuzzare le folate offensive dell’Ansel. La posta in palio è di quelle che fanno gola ad entrambe le squadre perchè potrebbe riproporre il Petrizzi come new entry tra la elite del girone C ma, nel contempo potrebbe lanciare l’Ansel in un tentativo di fuga approfittando del mezzo passo falso fatto dallo Sporting Davoli che, non è andato oltre il pari contro la Serrese nell’anticipo di sabato. La partita inizia con un atteggiamento di studio iniziale fino a quando, il solito Arcuri non inventa una rete spettacolare. Siamo al dodicesimo minuto di gara quando riceve palla al limite dell’area avversaria, e che insacca sotto l’incrocio dei pali con una precisione balistica da fare invidia al miglior tiratore scelto. La rapidità e la precisioni, sono degni di un giocatore di alta classe e, l’immobilità dell’incolpevole Maiolo ne dà ulteriore conferma. E’ una di quelle reti che avvicina il gioco del calcio all’Arte, senza voler nulla togliere a quest’ultima. Il vantaggio consente alla squadra locale maggiore tranquillità che si trasforma in triangolazioni veloci e lanci in profondità per Orlando sui quali lotta da leone. Si continua a mantenere un ritmo di gara elevatissimo, con giocate tanto veloci da mettere in seria difficoltà la squadra ospite che, la soffre  oltre ogni misura. Si cerca di anticipare sempre l’avversario, si gioca lottando su ogni pallone, anche su quelli che apparentemente sembrano persi e insignificanti. Merito sicuramente di Mister Calioto che, impone nei suoi allenamenti queste tecniche di gioco e che i suoi giocatori tramutano in ottime giocate ogni domenica, quando sono protagonisti sui campi. Il Petrizzi è in netta difficoltà ma, non demorde; gioca bene fino alla metà campo per poi mancare nell’ultimo passaggio e nel lancio per l’ultimo uomo Commodaro che diventa minuto dopo minuto sempre più insofferente. Il raddoppio è frutto della velocità di gioco imposta oggi dai giocatori dell’Ansel. Arriva dalla sinistra un cross sotto rete, sul quale Vasta si avventa come solo lui sa fare e, dando sfogo a tutta la sua furbizia, infila per la seconda volta Maiolo. La reazione del Petrizzi stenta ad arrivare anche perchè i ritmi di gioco sono molto alti e i suoi giocatori non riescono a sopportarli. L’inizio della ripresa propone gli ospiti subito pericolosi in avanti tanto è vero che, Commodaro, con un tiro velenoso, colpisce l’incrocio dei pali. E’ questa l’occasione più pericolosa subita dai locali che, per il resto del secondo tempo, controllano e si ripropongono con azioni veloci e ben congegnate. Spara alto Orlando, sbaglia Di Cello, Sbaglia ancora Morelli e, così facendo, si mantiene palla lontano dalla porta difesa da Buccafurni  che, vive tranquillo tra i suoi pali. A centrocampo qualche contrasto duro, costringe i “secondi” ad interventi in campo in più di una occasione. Nonostante tutto la partita è corretta e ben diretta dal Sig. Zucco da Catanzaro. I cinque minuti di recupero da lui concessi ci stanno tutti e, come sempre capita, dopo una partita eccezionale, capitano i minuti di rilassamento mentale nei quali l’Ansel, inevitabilmente prende gol. Una rete anche questa da antologia perchè ottenuta da Riggio, con un tiro al volo di sinistro, da posizione decentrata che, non lascia scampo al pur bravo Buccafurni. E’ successo a Filadelfia, è successo nel derby, è successo oggi. Evidentemente, è l’unica pecca di questa fantastica squadra sulla quale Mister Calioto deve ancora lavorare.

 Er. Ga.

Uesse CATANZARO    24    N. P. ACCONIA

UESSE CATANZARO: Canino, Lia (13’ st  Trapasso), Valenti, Ruga F .II, Moscarino, De Sanctis, De Lorenzo (12’ pt Mauro), Scalzo E., Percia Montani, Citraro, Ruga F. I.
In panchina: Franconieri, Biamonte, Gallo, Marino,Scalzo C.
Allenatore: Di Maio
 N. POL. ACCONIA: Oscuro, Condoleo, Muraca D., Neri, De Pace (30’ st Piraino), Panzarella, Landolfi, Muraca V., Gareri, Dell’Aquila (27’ pt Mazzotta, 18’ st Trovato).
In panchina: Guzzi, Catanzaro, Chiodo, Nosdeo.
Allenatore: Fioretti (squalificato)
ARBITRO: Lafandi di Locri
MARCATORI: 1’ e 40’ pt Percia  Montani (U), 20’ pt e 43’ st Muraca D. (A), 30’ pt Garieri
(A), 20’ st Dell’Aquila (A)
NOTE: Espulsi al 16’ pt Moscarino, per fallo di reazione, e al 35’ st Scalzo C., dalla panchina,
per proteste

Prima Categoria Gir. C. Perde l’Uesse
Acconia, che poker
di BRUNO SODARO

CATANZARO LIDO – 1-11-2009- La Polisportiva Acconia conquista i tre punti sul manto in erba sintetica del “Curto”, ancora una volta, partita a porte chiuse. L’Uesse ha retto per tre quarti di partita e, dal 16’ pt, costretta a giocare in inferiorità numerica, per l’espulsione di Moscarino. Le reti. Percia Montani in un’azione personale, nel primo minuto. Pareggio ospite di Muraca D. su assist di Dell’Aquila. Vantaggio Acconia con Garieri, su passaggio di Dell’Aquila. Pareggio locale con Percia Montani, su azione personale. Poi le due reti vincenti, nel secondo tempo, di Dell’Aquila, con un forte tiro fa fuori area e di Muraca D.
Il Quotidiano

A palle Ferme

Tra vittorie che ci inducono a sperare e,
sconfitte che ci costringono a meditare.

Curinga 3-11-2009 Dopo la convincente vittoria ottenuta dalla Nuova Curinga sulla Serrese, ci si aspettava da questa squadra un definitivo riscatto; così non è stato perchè, ancora una volta, la squadra si è smarrita ed ha perso col solito risultato di tre a zero denotando sofferenza per le trasferte. Per capirci: 3-0 a Pianopoli; 3-0 a Filogaso; 3-0 a San Calogero; sconfitta dentro le mura amiche per 2-1 ad opera del Limbadi. Troppo, perchè siamo solo alla settima di campionato. Per fortuna, in mezzo a tutte queste sconfitte, c’è stata la vittoria convincente contro la Serrese e, la squadra sembrava risorta dimostrando di avere smaltito in fretta lo smacco della sconfitta interna subita ad opera del Limbadi. Purtroppo non è stato così perchè i numeri evidenziano una situazione che è quasi fallimentare. Tre sole vittorie, ben quattro sconfitte delle quali una dentro casa, tredici reti all’attivo ma, altrettante al passivo. Eppure i giocatori ci sono e sono anche di qualità, forse anche troppa qualità e per questo forse, stentano ad adattarsi a questa categoria. Totalmente opposto il rendimento dell’Ansel Acconia di Mister Galioto che, vittoria su vittoria e punto su punto, si è insediata in testa alla classifica generale con i suoi sedici punti frutto di cinque vittorie ed un pareggio. Una sola sconfitta subita con dodici reti all’attivo e soli sei al passivo. Ritorna vittoriosa da Catanzaro anche la Nuova Polisportiva Acconia che ha avuto nel solito Muraca, il bomber eccezionale che ha regalato alla sua squadra tre punti pesantissimi. Questa volta, pur partendo male, ha alla fine coronato con i tre punti la sua orgogliosa prestazione. La squadra ha trovato la grinta dei vecchi tempi e meritevolmente, sta finalmente raccogliendo, con i tre punti, frutto del suo gioco spumeggiante, ciò che merita. Timida ripresa della Nuova Filadelfia che rientra da Pianopoli con un solo punto rammaricandosi di avere perso gli altri due a soli quattro minuti dalla fine. Dopo una partita giocata al meglio delle sue attuali possibilità, si fa raggiungere nel finale da un Pianopoli che ha disputato una partita non degna della sua fama. Vince, in modo fortunoso ma meritato, il Badolato che riesce a piegare un coriaceo Bivongi a soli tre minuti dalla fine. Un Badolato che sta risalendo piano piano la classifica generale ma che si trova ancora a cinque punti dalla vetta. Nella posizione di testa, assieme all’Ansel Acconia, si trova invece il Filogaso che si sbarazza, col classico risultato di 2-0, della Nuova Valle. Sintomi di ripresa arrivano anche dal Limbadi che, dopo le due sconfitte consecutive, riesce ad imporre lo 0-0 all’Euro Girifalco e, a Girifalco. Finisce con lo stesso risultato di 0-0 la partita tra Sporting Davoli e Serrese. Ne’ vinti ne’ vincitori quindi, nella partita clou della settima giornata di campionato giocata tra due squadre che hanno avuto più paura di perdere che coraggio utile per vincere. Nel complesso una giornata che ha visto entrambe le squadre di Acconia vincenti,  in un tabellino generale che ha visto: una sola vittoria fuori casa (quella della Polisportiva Acconia); tre pareggi e quattro vittorie per le squadre di casa tra le quali quella del San Calogero che sconfigge sonoramente la Nuova Curinga. Per ora, le vittorie dell’Ansel e della Polisportiva, ci fanno ben sperare in un prosieguo di campionato tranquillo mentre la sconfitta della Nuova Curinga ci impone una meditazione profonda.
 Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Tra Favole che continuano, Missioni da compiere e,
conferme che non arrivano.

Curinga 5-11-2009  Continua la favola dell’Ansel Acconia. Così titola nell’articolo specifico il Quotidiano della Calabria del Lunedì sottolineando anche un San Calogero su di giri e un Filogaso che compie la sua Missione. In questa girandola di titoli che esaltano alcune prestazioni di alcune squadre, mancano ancora due squadre che tanto hanno promesso ad inizio campionato ma che tanto poco stanno raccogliendo. Stiamo parlando, evidentemente della Nuova Curinga e della Nuova Filadelfia che non hanno ancora trovato il bandolo della matassa che conduce alla vittoria o, perlomeno, i risultati ottenuti fino ad ora, non sono quelli esaltanti che le rispettive tifoserie si sarebbero aspettate. Solo nove punti per la Nuova Curinga e, ancora peggio, solo sette punti per la Nuova Filadelfia. Eppure, la squadre, sulla carta, sono forti perchè dispongono del meglio dei giocatori che la categoria possa offrire. Tuoto, Zerbonia, Grandinetti, Marturano, Cerra, Sorrentino, Pettinato, sono tutti nomi di alta qualità per la Nuova Curinga così come Caruso, Buccinnà, Sisca, Montauro, Di Siena, Olivo lo sono per la Nuova Filadelfia. Qual’ è il male che attualmente li attanaglia? Domenica sarà un ulteriore esame per la Nuova Curinga che dovrà affrontare uno Sporting Davoli che fino ad ora si è messo in evidenza per il suo pirotecnico attacco e per la sua difesa insuperabile. Riusciranno Zerbonia e company a scardinare questa difesa saracinesca così come è capitato di fare con quella della Serrese? (vittoria infrasettimanale per 5-0 nella partita valida per la Coppa Calabria). Sorrentino, Cerra e company, riusciranno a bloccare questo attacco mitragliatore? Speriamo di si. La Nuova Filadelfia, non può più rimandare l’appuntamento con la vittoria perchè la sua classifica, “piange”. Nonostante il San Calogero ha avuto l’exploit della settimana battendo la Nuova Curinga, non può portare via punti da Filadelfia o, perlomeno, così dovrebbe essere perchè se così sarà, vuol dire che gli obiettivi della squadra locale non possono essere quelli prestigiosi dei Play-off. Una missione da compiere ce la avrà la Nuova Polisportiva Acconia che affronterà la capolista Filogaso. La Polisportiva ha già perso il derby con l’altra capolista Ansel Acconia per cui, non potrà permettersi di perdere anche questo confronto anche perchè, la sua classifica, non è ancora di quelle che garantiscono tranquillità. L’Ansel Acconia, affronterà il Bivongi fuori casa e, dovrà stare attenta a non incorrere in errori fatali contro una squadra che è capace di subire cinque reti (vedi Sporting – Bivongi 5-0) ma è capace anche di rifilarne quattro (vedi Bivongi – Euro Girifalco 4-0). Tenendo presente che domenica scorsa ha tenuto testa per 87′ al Badolato, perdendo solo a tre minuti dalla fine, è da temere anche la rabbia e la delusione accumulati che possono trasformare in grinta incontenibile. Il Badolato (sconfitto in casa dal Petrizzi per 2-1 per la Coppa Calabria, con doppietta di Commodaro), come la Nuova Curinga, ha da affrontare l’esame Nuova Limbadi a, Limbadi dove la squadra locale ha per ora perso una solo  volta contro lo Sporting e riuscendo a vincere tutte le altre gare. Le squadre sono entrambe in ripresa sia per prestazioni che per risultati per cui c’è da aspettarsi una partita equilibrata e combattuta che può essere risolta da qualche episodio casuale. Tra le squadre di alta classifica, la Serrese, ospiterà l’Euro Girifalco in un momento in cui la squadra ospite stenta a trovare la via della rete. Le aspirazioni della squadra locale sono più validanti di quelli degli ospiti per cui si è portati a pensare ad un risultato positivo per i locali. Nuova Valle e Pianopoli può dare conferma della validità della giovane squadra del Pianopoli che, come noto, ha la squadra con l’età media più bassa di tutte le squadre del girone. Facile, infine per il Petrizzi che, sulle ali dell’entusiasmo per la qualificazione ottenuta in settimana in Coppa Calabria, affronta un inconsistente Uesse Catanzaro che è ancora l’unica squadra a non avere vinto una partita e con la difesa che è stata perforata ben sedici volte, con una media di più di due volte a partita.
Er. Ga.

N. CURINGA  n – d S. C. DAVOLI

NUOVA CURINGA: Sorrentino, Nosdeo, Pettinato, Schiavello, Cerra, Paonessa, Serratore, Touto, Zerbonia, Maturano, Martinez.
n panchina: Grandinetti F., Fragale, La Fortuna, Camillò, Gigliotti, Grandinetti G., Camozza.
Allenatore: Spina
SPORTING DAVOLI: Chiefari, Squillacioti, Caporale L., Spadea, Vangale, Voci, Colutariale D., Guido, Caporale D., Fiorenza, Papaleo.
In panchina: Gualtieri, Colubriale A., Amato, Coniglio, Cristello, Polimeni, Pugliese. Allenatore: Filato.

ARBITRO: Cavalieri di Paola

La pioggia ferma Curinga e Davoli
di BRUNO SODARO

CURINGA – 8-11-2009 – Non si è giocato al “C. Piro” di Curinga. Campo reso impraticabile dalla pioggia caduta nei giorni precedenti. Le due squadre erano scese in campo ed avevano effettuato il riscaldamento, sicuri dell’agibilità del terreno di gioco. Per il sig. Cavalieri di Paola, nonostante la pressione delle due squadre a giocare, campo non in condizione di far disputare la gara. Gara rinviata. In settimana si saprà la data del recupero. Intanto le due squadre si preparano ai prossimi incontri di campionato: il Curinga giocherà a Filadelfia, mentre il Davoli si recherà sul terrene di gioco dell’Euro Girifalco.
Il Quotidiano

BIVONGI PAZZANO    1 2    A.N.S.E.L. ACCONIA

BIVONGI PAZZANO: Spadola 7, Luca 6, Papello 6,5, Valenti Già. 6, Gara 6,5, Valenti A. 6,5 ( 43′ pt Pisano 5,5), Tisane 5,5 (41′ st Coniglio sv), Russo P. 6,5, Russo M. 5,5 (14′ st Pistininzi 6), Franco 6,5, Taverniti 6.
In panchina: Sabatino, Murace, Care.
Allenatore: Gallo 6
A.N.S.E.L. ACCONIA: Buccafurni 6,5, Calfa 6,5, Mercuri 6,5, Michienzi 7, Colloca 6,5, Di Cello S. 6,5, Muraca 6, Morelli 6, Orlando 6,5. (42′ st Molinaro sv), Di Cello L. 7, Vasta 6,5 (32′ st Torcasio sv).
In panchina: Materazzo, Perugino, Arcuri. Allenatore: Galioto 7
ARBITRO: Rispoli diLocri 6,5
MARCATORI: p.t. 42′ Michienzi, s.t. 38′ L. Di Cello, 48′ Franco(BP)
NOTE: Pomeriggio freddo e a tratti con una leggera e fastidiosa pioggerella. Spettatori 50 circa con una sparuta rappresentanza di tifosi ospiti.
Prima Categoria girone C. Sul difficile campo di Bivongi
la capolista riesce a ottenere i tre punti

L’Ansel non sbaglia un colpo

Le reti decisive siglate da Michienzi e Di Cello, Franco segna troppo tardi
di  GIUSEPPE MELIA

BIVONGI – 8-11-2009 – Ieri al “D. Murdolo” si è disputato l’incontro tra il Bivongi Pazzano e l’A.N.S.E.L. Acconia con quest’ultima che con una gara attenta ha conquistato una preziosa vittoria che le consente di continuare a rimanere alla vetta della classifica. La squadra di casa non è mai riuscita a dominare la gara e pertanto ha reso quasi inoperoso il portiere avversario. La prima azione degna di nota è nata al 23′ del primo tempo quando la squadra di casa ha usufruito di un corner e della battuta se ne è incaricato Taverniti mandando la sfera al centro dell’area dove si trovava ben piazzato A. Valenti, ma il suo colpo di testa è uscito fuori di poco. Al 42′ l’A.N.S.E.L. passa in vantaggio con Michienzi abile a sfruttare un calcio di punizione calciato da L. Di Cello per insaccare con tiro da distanza ravvicinata. Nel secondo tempo i locali cercano di reagire per risalire la china. Infatti al 10′ Tisane nel tentativo di impostare un’azione d’attacco viene fermato fallosamente e l’arbitro concede il giusto calcio di punizione, della cui battuta se ne incarica Io specialista Franco il quale con un tiro a parabola cerca di sorprendere Buccafurni, ma la sfera sfiora la traversa e finisce sul fondo. Al 34′ occasionissima per gli ospiti con Orlando, ma Spadola con un’uscita tempestiva riesce a salvare in due tempi la propria porta. Al 38′ l’A.n.s.e.l. Acconia raddoppia con L. Di Cello il quale da dentro l’area lascia partire un diagonale che l’ottimo Spadola intuisce e con la punta delle dita lo devia sul palo, ma la sfera attraversa tutta la linea bianca della porta locale e si insacca lambendo il palo opposto. Al 46′ Lucà con un tiro cross costringe Buccafurni a salvarsi in angolo con l’aiuto dell’incrocio dei pali. Al 48′ Franco con un tiro dal limite dell’area segna il gol della bandiera.
Il Quotidiano

N. P. ACCONIA   0 –  2   FILOGASO

NUOVA POLISPORTIVA ACCONIA: Oscuro, Condoleo, Mastroianni, Muraca D., Trovato, Landolfi, Panzarella, Nosdeo, Muraca V., Garieri, Dell’Aquila.
In panchina: Guzzi, Trovato, De Sensi, Neri, Catanzaro, Mazz0tta, Molinaro.
Allenatore: Fioretti
NOTE: espulso Nosdeo (NPA) al 25′ st per doppia ammonizione
FILOGASO: Vallone, Liberto (35′ st Barba), Galati, Pannace, Carnovale, Sisi, Augurusa (30′ st Ciurleo), Imineo, Valotta, Mancuso (27′ st Teti), La Neve.
In panchina: Arone, Barba, Caputo, Valotta, Ciurleo, Romeo.
Allenatore: Bruni
ARBITRO: Zema di Reggio Calabria
MARCATORE: 20′ pt La Neve, 30’st Teti

Filogaso, continua il momento magico

ACCONIA – 8-11-2009 – Il Filogaso conquista tre punti pesanti ad Accorda e mantiene la testa della classifica. Ospiti subito avanti: al 10′ pt La Neve va in gol su passaggio di Mancuso ma l’arbitro annulla per un presunto fuorigioco. Al 20′ azione fotocopia e stavolta gol regolare. Nel secondo tempo l’Accorda va in cerca del pareggio senza però rendersi davvero pericoloso. Il Filogaso colpisce in contropiede con Valotta e La Neve. Al 30′ Teti raddoppia su punizione. Da segnalare l’ottima prestazione della difesa ospite, che da quattro turni non incassa reti, il ritorno di Barba dopo un anno di squalifica e la prestazione eccellente di Sisi.
Il Quotidiano

A palle Ferme
Due squadre in fuga (Filogaso Ansel Acconia),
due squadre pesantemente sconfitte (Badolato e Nuova Filadelfia),

due squadre in attesa di giudizio (Nuova Curinga e Sporting Davoli).

Curinga 10-11-2009 Continua il momento magico per il Filogaso e per l’Ansel Acconia , entrambe vincenti e che così facendo, consolidano la loro prima posizione di classifica. Vince il Filogaso ad Acconia, contro la Polisportiva col classico risultato di 2-0 dopo aver controllato le sfuriate iniziali della squadra di casa e avere sfruttando il micidiale contropiede che ha fruttato entrambe le reti del vantaggio. Anche l’Ansel Acconia conquista i suoi tre punti, a Bivongi,  attraverso una fase iniziale di partita dove le squadre si fronteggiano a centrocampo per poi affondare i colpi per raggiungere la prima rete del vantaggio Ansel. Succede a fine primo tempo, quando i giocatori ospiti si sono resi conto che potevano “osare” e con il loro capitano Michienzi segnano la prima rete .  Stesso tema di gioco nel secondo tempo, con una reazione dei locali che si esaurisce immediatamente dopo una punizione dal limite che ha messo i brividi a Buccafurni, inoperoso per gran parte della partita. Per il resto della partita, solo Ansel che, dopo avere sprecato con Orlando una ghiotta occasione, colpisce con Di Cello Luca a dieci minuti dalla fine. Inevitabile, di questi tempi, la rete subita dall’Ansel nel pieno del recupero che però, non provoca danni irreparabili. La Nuova Filadelfia non riesce più a vincere anzi, sta accumulando una serie di KO che non sono più giustificabili. Perde in casa col San Calogero e, udite udite, precipita in piena zona Play-Out con soli sette punti frutto di una sola vittoria e di quattro pareggi. Stessa fine ha fatto il Badolato che cade pesantemente a Limbadi, contro una squadra grintosa e vogliosa di ottenere risultato per uscire al meglio dalla situazione in cui era precipitata. Una squadra irriconoscibile, che ha energie per lottare solo per un tempo per poi cedere l’onore delle armi alla squadra locale che gli rifila una tripletta pesante. Nuova Curinga e Sporting Davoli rimangono in attesa di giudizio perchè, ancora una volta, sul “Carlo Piro”, nonostante gli ultimi lavori, non hanno potuto disputare la loro partita. La squadra locale ha urgente necessità di punti per cui, nel prossimo recupero, non dovrà fallire l’obiettivo della vittoria. Per fortuna, chi sta davanti, a parte Ansel e Filogaso, non riescono a fare di meglio così, la Serrese non riesce a vincere contro l’Euro Girifalco così come il Badolato che è stato sconfitto. Attenzione al Real Pianopoli che vincendo a Vallefiorita, sale a quota tredici punti e si propone come possibile finalista Play-Off. Partita sospesa a Petrizzi in un finale che ha visto i dirigenti della “famosa” Uesse Catanzaro, ritirare i suoi giocatori dal campo contestando l’arbitro Signorina Marenda da Reggio Calabria. In realtà, la squadra stava perdendo per 4-0 e stava rischiando di subire un cappotto, non per colpa dell’arbitro ma semmai, per inconsistenza di gioco da parte della squadra. Le cronache infatti, recitano di un ottimo arbitraggio da parte del direttore di gara designato per cui, nessuna attenuante a questo gesto antisportivo. Un consiglio ai dirigenti della Uesse Catanzaro: Nei prossimi incontri che dovrete disputare, mandate la vostra formazione “Allievi” perchè, forse, con questa, riuscirete  a vincere anche qualche partita.
Er.Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
In attesa del Derby N. Filadelfia – N. Curinga.

Curinga 12-11-2009 Si riprende da due recuperi infrasettimanali che hanno visto vittoriose la Serrese sul Limbadi per 4-1, il Petrizzi contro l’Euro Girifalco, a Girifalco, per 3-1 e, da una omologazione di risultato per la partita sospesa a Petrizzi, che la squadra locale ha sostenuto contro la Uesse Catanzaro. Il G. S. ha confermato il risultato che stava maturando sul campo, riconoscendo al Petrizzi la vittoria per 4-0 che così, si ritrova a quindici punti, assieme alla Serrese, e diventano le contendenti delle capo liste Filogaso e Ansel Acconia, entrambe a quota diciannove. La nona giornata di campionato propone scontri da brividi con Filogaso – Petrizzi, che svetta su tutte per interesse di classifica e per qualità, visto che le squadre attualmente, fanno dell’entusiasmo dei risultati positivi ottenuti la spinta per andare sempre avanti. Badolato – Serrese non è da meno perchè la squadra di casa non può più permettersi passi falsi se vuole inseguire ancora il sogno della promozione. La Serrese, dopo essersi sbarazzata della diretta concorrente Limbadi, vorrà continuare la sua marcia e, se possibile e con tutto il rispetto per il Badolato, sbarazzarsi anche di questi. L’Ansel Acconia si trova difronte un Limbadi fatto a pezzi dalla Serrese e, proprio per questo, bisogna porre la massima attenzione perchè potrebbe trattarsi di un risultato bugiardo. Il Limbadi è capace di imprese impossibili e ciò suggerisce massima concentrazione per una partita che può significare ” conferma di primato di classifica”. Se vittoria sarà, così come si spera, allora possiamo definitivamente parlare di “squadra delle Meraviglie”. Interessante derby tra Nuova Filadelfia e Nuova Curinga. Due squadre che lo scorso campionato sono state assolute protagoniste e che, quest’anno stentano ancora a risalire la china. Tra le due, sta peggio la Nuova Filadelfia, con i suoi magri sette punti in classifica generale e con lo spettro sulle spalle dei Play-out. Meglio la Nuova Curinga che, pur non  riuscendo ancora, se non in sporadiche situazioni, ad esprimere il meglio di se, si trova a nove punti con una partita da recuperare. Lo stadio di Filadelfia è quello ideale per esprimersi al meglio per cui si spera in una partita di “rilancio” perchè, di rilancio la Nuova Curinga ne ha proprio bisogno. L’ambiente mugugna  e il solo modo per zittire certe voci, è proprio quello di andare a vincere a Filadelfia. Impegnativa trasferta per la Polisportiva Acconia che dovrà affrontare il Real Pianopoli in un momento di massimo rendimento per i ragazzi di Mister Mancuso. La Polisportiva arriva già da una sconfitta cocente subita ad opera del Filogaso in casa per cui, dovrà cercare tutte le vie per fare risultato perchè, per la qualità dei suoi giocatori, il risultato positivo può essere  alla sua portata. L’Euro Girifalco affronta lo Sporting Davoli e dovrà subito dimostrare ai suoi tifosi che la sconfitta del Mercoledì ad opera del Petrizzi, è stata solo frutto di una partita in cui tutto è andato storto. Lo Sporting Davoli è comunque la squadra che rimane in agguato, subito alle spalle delle prime posizioni di classifica, e rimane in attesa sperando che chi la precede possa, prima o poi fare un passo falso. Ha la possibilità di assaltare tali posizioni perchè ha anche una partita da recuperare ed i punti conquistati, sono già quattordici. Il San Calogero, dopo le due vittorie consecutive, vorrà aggiungerne una terza per dare definitivamente “un calcio al passato” quando non riusciva a fare risultato e subiva sconfitte disastrose. La Nuova Valle tenterà di fermare l’euforia dei locali anche perchè, ha assoluta necessità di punti per tirarsi fuori da una situazione pericolosa. Tra Uesse Catanzaro e Bivongi sarà partita da riscatti: il Bivongi vorrà riprendersi subito i punti persi in casa domenica contro l’Ansel mentre la Uesse Catanzaro vorrà finalmente conquistare quei tre punti che, fino ad ora, non ha mai conquistato.
Er. Ga.

NUOVA FILADELFIA    1 – 4   NUOVA CURINGA

NUOVA FILADELFIA: Michienzi, Fruci, Caruso (1′ st Mazzetta), Romagnolo, Raffa, Tarzia (1′ st lelapi), Grande, Buccinnà (30′ pt Di Siena) Olivo, Montauro, Bartucca.
In Panchina: Butruce, Mazzotta, Di Siena, Simonetti, Ruscio, Servello, lelapi.
Allenatore: Alessandro
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Currado, Pettinato, Schiavello, Cerra, Paonessa, Serratore (15′ st Gigliotti), Tuoto, Zerbonia (30′ st Fragalà), Marturano, Martinez.
In panchina: Grandinetti, Gigliotti, Fragalà, Catozza.
Allenatore: Spina
MARCATORI: 16’pt Zerbonia(NC), 19’pt Cerra (NC), 23′ Martinez (NC), 26′ Zerbonia (NC), 8′ st Montauro (NF)
ARBITRO: Focetola di Paola

Nuova Filadelfia sull’orlo del baratro
La Nuova Curinga risale in classifica.

FILADELFÌA 15-11-2009 – Continua il momento negativo della Nuova Filadelfia: quella che doveva essere la partita del riscatto si è tramutata nell’ennesimo scivolone casalingo, reso ancora una volta pesante dal passivo con cui la Nuova Curinga ha espugnato il terreno di gioco di Filadelfia. Urge un deciso cambio di rotta per i ragazzi del tecnico Alessandro, che in settimana avrà il compito di ricompattare il gruppo e motivare i suoi in vista della prossima trasferta in casa della Nuova Valle. Per la Nuova Curinga si tratta invece di un successo che rida morale ad un gruppo reduce da una serie di risultati altalenanti e la spinge verso posizioni più nobili di classifica. La Nuova Filadelfia crolla nel giro di una decina di minuti: dal 16′ al 26′ gli ospiti vanno a segno per ben quattro volte, due volte su calcio piazzato, una su un tiro dalla lunghissima distanza di Martinez e l’ultima sugli sviluppi di un contropiede ai limiti del fuorigioco. La rete di Montauro nella ripresa rende la sconfitta un pò meno amara per i padroni di casa.
fr. cat.
Quotidiano della Calabria

A.N.S.E.L. Acconia    1  –  1    Nuova Limbadi

A.N.S.E.L. Acconia: Buccafurni, Mercuri, Colloca, Michienzi, Muraca S., Di Cello S.,  Muraca L., Morelli, Orlando, Vasta, Di Cello L.
In panchina: Materazzo, Torcasio Molinaro, Perugino, Arcuri.
Allenatore: Galioto
ARBITRO: Cavaliere di Paola
Nuova Limbadi: Graci, Mercuri A., Cuiuli, Ascone, LaMalfa, Po, Pellicani, Maccarone, Ascone, Miserino, Desiderato,
In panchina: Di Mundo, Caparra, Corsi, Ventrici, Corsaro,Castagna, Mercuri
Marcatori: 25′ s.t. Vasta; 46′ s.t. Caparra.

L’Ansel, come al solito,
subisce la rete del pari nel tempo di recupero.

Acconia 15-11-2009 Siamo alle solite: Bivongi – Ansel Acconia 1-2 con rete del Bivongi al 48′ del s.t.; Ansel Acconia – Petrizzi 2-1 con rete del Petrizzi al 46′ del s. t.; Ansel Acconia – Nuova Valle 2-1 rete per la Nuova Valle al 45′ del s.t.; Nuova Filadelfia – Ansel Acconia 1-1 rete per la Nuova Filadelfia al 47′ del s. t.; Ansel Acconia – San Calogero 4-1 rete per il San Calogero al 40′ del s. t.. Non è possibile. Non è più tollerabile una cosa del genere perchè queste reti, costano alla fine, quei punti che potrebbero far cambiare il corso ad una squadra. La partita di oggi è stata una partita giocata sotto tono dai giocatori dell’Ansel, vuoi da una parte, per i fatti successi durante la settimana dei quali diamo ampia discussione sulle News del sito, e che hanno visto coinvolto il Presidente della squadra Trovato Sebastiano, vuoi per l’assenza forzata di Arcuri ancora fuori squadra per postumi dell’infortunio subito nella partita contro il Petrizzi. Quando Antonio (Arcuri) è entrato in campo infatti, (ultimo quarto d’ora della partita), è stato subito gol, con una sua invenzione e con un passaggio fulmineo su Muraca L., che crossa al centro dove Vasta, con uno splendido tiro al volo fulmina il pur bravo portiere Graci. La partita sonnecchia per lungo tempo e il pallone staziona prevalentemente a centrocampo dove si lotta accanitamente dimostrando che le squadre giocano per vincere e non per portare a casa un solo punto.  I giocatori del Limbadi, reduci da una pesante sconfitta infrasettimanale, chiudono tutti i varchi in difesa e fanno della loro grinta la loro forza in campo. Nessuno si tira indietro e tutti vogliono contribuire alla causa del risultato. Ne soffrono inizialmente i giocatori locali, soprattutto quelli dotati di tecnica superba come Orlando, Di Cello, Vasta, Muraca ecc. ma, Buccafurni, per l’intero primo tempo rimane quasi completamente inoperoso. Altrettanto il suo collega Graci. Il secondo tempo inizia con una buona occasione per Orlando che, con un colpo di testa, impegna Graci che si esalta sfoderando una parata che mette in evidenza tutte le sue qualità. Non è da meno Buccafurni che si disimpegna coi pugni su una violenta conclusione dal limite e si ripete in tuffo su un rasoterra proveniente dalla sua destra. Il gioco è maschio e, l’allenatore Galioto, non rischia Arcuri che potrebbe compromettere la ripresa della sua attività agonistica. Quando manca un quarto d’ora alla fine, decide di rischiare sostituendo  Orlando con Arcuri, ed è subito la rete del vantaggio. Arcuri infatti illumina il gioco, e si rivela l’uomo guida di questa squadra, l’uomo dell’ultimo passaggio che manda subito Muraca in profondità dal cui cross in area scaturisce la fantastica rete di Vasta. Sembrava cosa fatta ma, quando si avvicina il recupero, questa squadra è come se perdesse l’orientamento ed infatti, da un punizione dal limite e, da una mischia sotto rete ne scaturisce la rete del pareggio quando siamo già al 46′ del secondo tempo. L’arbitro avrebbe potuto chiudere la partita anche prima della rete ma, scrupoloso fino in fondo, prolunga il recupero e, il recupero, per i giocatori dell’Ansel, attualmente è difficile da gestire.
 Er. Ga.

R. PIANOPOLI    1   –   0  POL. ACCONIA

REAL PIANOPOLI: Mascaro, Curcio G. (8′ st Curcio A), Guzzo G., Mazzei A (81 st Mazziotti), Scerbo, Sereno, Talarico, Fazio (21′ st Palmieri), In panchina: Roberti, Isabella, Maretta. Allenatore: Maretta Franco.
MARCATORI: 15′ st Isabella (rig)
POL. ACCONIA: Oscuro, Panzarella, Serratore, Muraca S, Molinaro, Pingitore, Muraca V (39′ st Mastroianni), Landolfi, De Sensi, Garieri (11 pt Neri – 37′ st Trovato), Dell’ Aquila.
ARBITRO: Borrelli da Cosenza

1- Categoria C. Battuto l’Acconia
Pianopoli di rigore
di GIOCONDO TORCHIA

PIANOPOLI – Vince di misura il Real Pianopoli grazie al rigore messo a segno da Isabella nella ripresa e ad una prestazione di cuore di tutto l’organico. Il Real ottiene la seconda vittoria consecutiva dopo i tre punti conquistati ai danni del Nuova Valle. Dopo le fasi iniziali di studio, al 25 del primo tempo, ospiti vicini al gol ma Mascara si supera su una punizione magistralmente calciata da Dell’Aquila. Nella ripresa il Real al 15′ passa su rigore. Fallo netto di Panzarella su Roberti. Sul dischetto si presenta Isabella, che non sbaglia. L’Acconia però non demorde e al 20′ Landolfi raccoglie un bel cross di Muraca V., ma spreca malamente da buona posizione. Al 35′ Muraca V. conclude di poco a lato e al 38, dopo un’ uscita a vuoto di Mascaro, la difesa del Real fa buona guardia concedendo agli ospiti solo il calcio d’angolo.
Il Quotidiano Curinga. Sebastiano Trovato, finito all’ospedale, ha sporto denuncia contro Giuseppe Mazza

L’assessore picchia il presidente
dirigente della squadra aveva chiesto l’illuminazione al campo sportivo
di PASQUALINO RETTURA

CURINGA – La squadra non può allenarsi di sera perchè l’impianto di illuminazione del campo sportivo comunale non veniva messo in funzione, il presidente dell’Ansel Acconia, che milita in prima categoria, chiama il sindaco Domenico Pallaria per il problema. Il sindaco dice al presidente, Sebastiano Trovato, di rivolgersi al’assessore allo Sport Giuseppe Mazza. Alla fine, fra i due, nasce un diverbio e il presidente finisce all’ospedale. Succede a Curinga dove la vittima ha sporto regolare denuncia contro l’assessore con tanto di referto medico rilasciato dal pronto soccorso dell’ospedale di Lamezia che diagnostica un «trauma contusivo piramide nasale con ferita escoriata lineare regione frontale ed epistassi in remissione stato d’ansia reattivo». Tutto questo succede, tra l’altro, ad un soggetto cardiopatico e già sottoposto a intervento chirurgico. Trovato ha presentato denuncia alla polizia di Stato di Lamezia in cui spiega l’accaduto. Nella denuncia infatti il presidente della squadra di calcio racconta di aver interpellato telefonicamente il sindaco per il problema dell’illuminazione dell’impianto sportivo di Acconia di Curinga. Alla telefonata, il sindaco riferiva che avrebbe chiamato l’assessore allo Sport per risolvere il problema. Passa mezz’ora, e il presidente veniva contattato dalla squadra che riferiva di non potersi allenare perché l’illuminazione non funzionava. Secondo il presidente, però, i fari non venivano accesi ed a quel punto il sindaco invitava Trovato a rivolgersi all’assessore Mazza. A quel punto, il presidente sì recava presso l’attività commerciale dell’assessore trovandolo a par lare al telefono. Successivamente -sempre secondo quanto riportato nella denuncia – il presidente riferiva all’assessore che era stato mandato dal sindaco per la vicenda dell’illuminazione del campo. L’assessore rispondeva che i fari del campo sportivo erano stati installati a proprie spese da un’altra squadra, la polisportiva Acconia, e quindi per poter usufruire dell’illuminazione sarebbe stato necessario che Trovato si accordasse con questa altra squadra per pagargli la metà del costo dei lavori effettuati. Il presidente, per nulla convinto, rispondeva che poiché l’impianto sportivo è comunale e la sua società aveva avuto l’autorizzazione ad utilizzare l’impianto, non doveva pagare nulla e che l’altra società avrebbe dovuto chiedere il rimborso al Comune. Tra l’altro il presidente riferiva la risposta di Mazza al sindaco telefonicamente. A quel punto l’assessore avrebbe iniziato a inveire contro il presidente, dicendogli, fra l’altro, «avrei dovuto ammazzarti dieci anni fa». Calci e pugni – secondo quanto riporta la denuncia – tanto da costringere il presidente a recarsi al pronto soccorso. Ora la vicenda potrebbe finire in Consiglio comunale secondo quanto annuncia il capogruppo di ”Rialzati Curinga”, Domenico Michienzi, che, nell’esprimere la solidarietà al presidente dell’Ansel Acconia, chiederà una seduta consiliare aperta per invocare le dimissioni (o la revoca del sindaco) dell’assessore allo Sport.
il Quotidiano della Calabria.

A palle Ferme e …
a “Fari spenti”.

Curinga 17-11-2009 Il titolo non vuole essere una provocazione verso l’Amministrazione Comunale per i fatti successi la scorsa settimana  ad Acconia per i quali, la Stampa locale, ha già dato ampia descrizione.  Vuole semplicemente richiamare l’attenzione su tutta la nostra stima e solidarietà verso il Pres. Trovato Sebastiano, Dirigente massimo dell’Ansel Acconia che, si merita sia la Stima che, la Solidarietà. Dopo questo inciso, passiamo ai fatti tecnici che la nona giornata di campionato ci ha propinato. Nonostante i “Fari spenti”, l’Ansel Acconia va, ed ottiene il suo settimo risultato utile consecutivo, ottenuto tra l’altro, contro una squadra forte e determinata che, della grinta, ha fatto il suo punto di forza per portarsi a casa un punto. Peccato per il pari ma, complimenti per tutto quello che la squadra sta costruendo sia in termini di risultati che in termini di correttezza sportiva. Inarrestabile sembra il Filogaso che, regolando il Petrizzi per uno a zero, ottiene la sua quinta vittoria consecutiva isolandosi da sola in testa alla classifica generale. E’ stata la giornata del “Risveglio” per il Badolato, per la Nuova Curinga, per l’Euro Girifalco e finanche per la Uesse Catanzaro che gusta per la prima volta il sapore dei tre punti. Il Badolato, con difficoltà mette in ginocchio la Serrese vincendo la gara solo all’ultimo minuto della stessa e, dietro furibonde contestazione degli ospiti che inveiscono sia contro il direttore di gara che contro la Lega per non avere mandato a dirigere l’importante gara una persona esperta e competente. Spesso infatti la Lega si affida a persone che poco sanno di regole sportive e spesso, ne provocano contestazioni tali che, rischiano di degenerare. Stravince, a Filadelfia la Nuova Curinga, risalendo la classifica generale e ponendosi in attesa di risalire ulteriormente sperando nel recupero contro lo Sporting Davoli che dovrà sostenere a Curinga. Vince l’Euro Girifalco per uno a zero segnando la sua rete al 47′ del s.t. contro un buon  Sporting Davoli che, alla fine, dopo una buona partita disputata, si ritrova con le “Pive ne sacco”. Exploit della Uesse Catanzaro che finalmente, contro il Bivongi, vince la sua prima partita in questo campionato. Era ora. Il Real Pianopoli, comincia a fare paura per la sua continuità di risultati. Questa volta è toccato alla Polisportiva Acconia cedere l’onore delle armi per un rigore concesso per un contrasto in area, con eccessiva superficialità dal direttore di gara. Peccato. Infine, il San Calogero, dopo due vittorie consecutive, non riesce ad andare oltre il pari contro una vivace Nuova Valle. La “Nona”, è stata una giornata in cui la sola Nuova Curinga riesce a fare risultato pieno fuori casa; per il resto, tranne due partite finite in parità, le altre sono state tutte ad appannaggio delle squadre di casa.
 Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Tra mille polemiche, malcontenti generali,
notifiche inaudite ed animi tesi.

Curinga 18-11-2009 Tra mille polemiche, malcontenti generali, notifiche inaudite ed animi tesi, si riprende a giocare senza sapere però quale sarà il futuro delle società sportive curinghesi, che tanto danno in termini di spettacolo alla popolazione di Curinga ma che tanto subiscono dalla amministrazione comunale insensibile alle difficoltà che le varie dirigenze sono costrette ad affrontare giorno per giorno. I fatti, sono ormai a conoscenza di tutti e, tutti sanno delle scazzottate e delle liti che si sono verificate per “una accensione di fari in campo”. Di fronte a queste cose, non si può rimanere indifferenti e non si può  non parlare delle prese di posizione spropositate; per ora, dedichiamoci all’aspetto tecnico che offre la decima giornata di campionato ma con l’intento di ritornare a breve su questo argomento cercando di capire meglio i fatti, le prese di posizione e, le ultime imposizioni fatte pervenire alle singole società attraverso “notifiche” ad personam. Sarà fatto non appena i dati a nostra disposizione saranno completi e certi perchè, non vogliamo, ancora una volta, passare per “disinformati”. Limitiamoci quindi agli aspetti tecnici che la decima giornata di campionato ci propone. Si riparte da una situazione di classifica che vede isolato in testa, il Filogaso, seguito a soli due punti dall’Ansel Acconia e con ben otto squadre che inseguono e che sono racchiuse in soli quattro punti. La decima propone come partita di cartello (Serrese – Ansel Acconia) , una partita tosta tra squadre toste che può, da una parte confermare l’Ansel come squadra da battere e dall’altra riproporre la Serrese come squadra protagonista tra le protagoniste. Facile, o relativamente facile la partita che il Filogaso dovrà sostenere a Bivongi contro la squadra locale che è reduce da una clamorosa sconfitta subita ad opera dell’ultima della classe (Uesse Catanzaro). Scontro alla “pari” tra Nuova Curinga ed Euro Girifalco, con la squadra locale che vorrà dare continuità alle sue buone prestazioni e, soprattutto alle vittorie che fanno classifica e morale contemporaneamente.
L’Euro Girifalco non vorrà fare da comparsa per cui, è da pronosticare una partita combattuta e nel contempo difficile.
Anticipata a sabato, una seconda partita di cartello che si giocherà a Davoli, tra la squadra locale e il Badolato ancora a corto di punti e di risultati. Anche questa è una partita che si gioca alla pari perchè, appaiate in classifica a quota 14 ma, le rivalità sono tali che ci inducono ad  escludere un eventuale pareggio finale perchè entrambe perseguono aspirazioni di promozione . Scontro di vertice è da considerare anche Petrizzi – Real Pianopoli, separate in classifica generale da un solo punto e che, per questo, i locali vorranno portare a compimento l’operazione di sorpasso. La Polisportiva Acconia si trova ad affrontare invece, l’operazione “aggancio” nella partita che sosterrà contro il San Calogero che la precede proprio di tre punti, tanti quanti sono quelli posti in palio. Il momento per i locali è quello propizio per cui, non può farsi sfuggire questa ghiotta occasione per allontanarsi dalla zona pericolosa della retrocessione. Buona occasione anche per la Nuova Limbadi che affronterà una rinfrancata Uesse Catanzaro che però non ha dimostrato fino ad ora grandi resistenze agli avversari di turno.
Dispiace dirlo ma, la Nuova Filadelfia si trova ad affrontare una partita da fondo classifica in uno scontro diretto, contro la Nuova Valle. Purtroppo, è di poca entità la forza dimostrata fino ad ora dai giocatori della Nuova Filadelfia ma, la squadra possiede un riconosciuto orgoglio che può tirarla fuori dalla zona di retrocessione. I suoi sette punti in classifica sono troppo pochi a confronto dei ventidue del Filogaso, per cui dovrà fare di necessità virtù se vuole allontanarsi dall’orlo del baratro su cui attualmente si trova. Da cugini, gli auguriamo una immediata ripresa di posizioni più prestigiose di classifica che, certamente saprà riconquistare.
 Er. Ga.

N. CURINGA  2 – 2   E. GIRIFALCO

NUOVA CURINGA: Sorrentino, Currado, Pettinato, Schiavello (1′ st Grandinetti G.), Cerra, Paonessa, Martinez, Tuoto (26′ st Camillò), Zerbonia, Maturano, Serratore (32′ st Gigliotti).
n panchina: Grandinetti F., Nosdeo, Catozzo, Riga.
Allenatore: Spina
NOTE: espulso al 26′ st De Filippo (EG) per fallo su Zerbonia.
Ammoniti: Palaia, Catalano R. e CareUo del (EG). Angoli 8 a 3 per la N.C
EURO GIRIFALCO: Stranieri, Carello(12′ st CatalanoF.), Ferraina, De Filippo, Marinaro(22’st
Giampà), Signorello, Verre, Catalano R. (22′ st Conidi), Bernaschino, Caruso, Palaia.
In panchina: Strumbo, Ziparo.
Allenatore: Cristofaro.
ARBITRO: Merenda di Reggio Calabria. MARCATORI: 32′ pt Zerbonia (NC), 35′ pt Caruso (EG), 26′ st Martinez (NC), 43′ st Ferraina (EG).

Emozioni e nervosismo tra Curinga e Girifalco
di BRUNO SODARO

FILADELFIA 22-11-2009 – Alla mezz’ora Zerbonia sblocca il risultato e porta in vantaggio i locali. Al 35′ lungo rinvio di Sorrentino, la sfera finisce a Caruso che batte il portiere di casa., Nella ripresa, dopo una spettacolare parata di Sorrentino i locali si riportano in vantaggio con Martinez che segna in rovesciata. Nell’occasione scoppia una piccola rissa ed a farne le spese è De Filippo, il gol del 2-2 al 43’con un tiro da fuori area di Ferraina.

SERRESE   1 – 1   Ansel ACCONIA

SERRESE: Franzé I 6,5 Lo Bianco 6,5 Valente 6,5, Zaffino B. 6, Poltrone 7, Scidà 6,5 Randò 6, Zaffino L. 7,5, Ghiera 6 (27′ st Sgrò sv), Franzé II 6, Zaffino C. 6 .
In panchina: Tucci, Pisani G, Caridà, Slim.
Allenatore : Stumpo
MARCATORI: 2′ st Franzé (S)rig, 33′ st Morelli (A)
Angoli 5-3. Rec. pt 1’e 4′ st.
Ammoniti: Michienzi (A), Vasta (A), Morelli (A), Zaffino L. (S), Zaffino B. (S), Zaffino C.(S)
A. ACCONIA: Buccafurno 6, Mercuri 5,5, Colloca 6, Michienzi 6 (13′ st. Orlando 6,5), Muraca S. 6, Di Cello S. 6,5, Perugino 6 (13′ st Muraca L. sv) Morelli 7,5, Vasta 6,5, Arcuri 6,5, Di Cello L.5,5.
In panchina: Matarazzo, Molinaro, Torcasio, Allenatore: Galioti
ARBITRO-. Montesanti di Lamezia T.
I locali risentono dell’assenza di sei titolari e non concretizzano

Tra Serrese e Acconia è parità

dì MIRKO TASSONE

SERRA SAN BRUNO 22-11-2009 – Una Serrese rimaneggiata a causa della scure del giudice sportivo sfiora il colpaccio con la vice capolista Ansel Acconia. Priva di sei titolari, la compagine di Stumpo gioca a viso aperto dimostrando la grinta e la determinazione dei giorni migliori. Buona la prova degli ospiti che avrebbero potuto portare a casa i tre punti. Parte bene la squadra di casa. A17’da posizione defilata Zaffino scaglia un fendente e costringe Buccafurno a rifugiarsi in angolo. La replica dei ragazzi di Galioti arriva al 15′, quando Arcuri manda fuori causa Franzè, ma la palla termina di poco a lato. Tre minuti dopo il numero dieci dell’Acconia ci riprova con l’estremo difensore bianco-blu che si salva in due tempi. Nel minuto di recupero della prima frazione di gioco è ancora l’Acconia a rendersi pericoloso con un gran tiro di Morelli sul quale interviene il ben appostato Franzé. Nella ripresa la Serrese passa grazie ad una percussione di Zaffino L. che lascia partire una bordata sulla quale, in piena area, interviene con una mano Michienzi. Il direttore di gara concede la massima punizione. Dagli undici metri si presenta Franzé II che trasforma e porta in vantaggio i suoi. Gli ospiti pigiano il piede sull’acceleratore ed al 33′ trovano la rete con Morelli.

N.P. ACCONIA   1 – 2   SAN CALOGERO

NUOVA POLISPORTIVA ACCONIA: Oscuro, Panzarella, Mastroianni, Muraca, Molinaro, Pungitore, Serratore, Nosdeo, Piraino (10′ st De Sensi), Garieri, Dell’Aquila,
In panchina: Guzzi,. Mazzotta, Catanzaro, Neri, Condoleo, Trovato.
Allenatore: Fioretti
MARCATORI: 30′ st Grillo (rig) (SC), 38′ st Molinaro (NPA), 45′ st Montelòeone S. (SC)
SAN CALOGERO: Prestia L., Marasco (43′ st Pontoriero G.), Colloca, Galati, Pontoriero E., Vicari, Ventrici, Lo Gatto(10’st MonteleoneS.), Pata, Grillo, Monteleone A. (41′ st Prestia G.)
In panchina: Ferrazzo.
Allenatore: Ferrazzo
ARBITRO: Bruno N. di Rossano

Impresa del S. Calogero in casa dell’Acconia

ACCONIA – La squadra del presidente Mimmo Monteleone espugna Acconia e conquistando tre punti d’oro. IL San Calogero si fa pericoloso all’8′ con Antonio Monteleone che coglie la traversa su punizione. Al 15′ st l’arbitro annulla un gol a Monteleone A. per un fuorigioco apparso inesistente. Al 25′ traversa di Fata su punizione. Al 30′ Grillo trasforma il rigore concesso per atterramento di Fata. Al 32′ parata strepitosa di piede di Prestia su Molinaro, che al 38′ pareggia sugli sviluppi di una mischia in area. Al 40′ st Pontoriero E. chiama il portiere di casa a due miracoli. Al 45′ Monteleone S. dribbla il portiere per il gol vittoria.
f.c.

A palle Ferme
Le Stelle continuano a non brillare.

Curinga 24-11-2009 Quelle che dovevano essere le squadre guida di questo girone, trovano ancora difficoltà a conquistare risultato pieno o addirittura, cadono banalmente. Chi ci riesce, conquista punti importanti e posizioni di prestigio che fanno attualmente del girone C, un girone in cui bisogna ancora aspettare un po’ perchè si stabilizzi e dia indicazioni certe sul futuro di certe squadre. In una giornata in cui Filogaso e Ansel Acconia ottengono due pareggi esterni rispettivamente a Bivongi e a Serra San Bruno, perde il Real Pianopoli a Petrizzi, perde il Badolato a Davoli, pareggia la Nuova Curinga contro l’Euro Girifalco, pareggia la Nuova Filadelfia a Vallefiorita, perde purtroppo, la Polisportiva Acconia facendosi sfuggire di mano una buona occasione per poter risalire la china. Ottime le vittorie del Petrizzi che riesce a portare a termine la “operazione sorpasso” contro il Real Pianopoli e che incalza adesso l’Ansel a soli tre punti di distanza; quella scontata del Limbadi sulla Uesse Catanzaro, che viene sommersa da reti (ben cinque) e quella dello Sporting Davoli che si sbarazza di un imbarazzante Badolato ponendosi a quota 17 punti in classifica generale, in attesa di recuperare la partita contro la Nuova Curinga. Si solleva definitivamente il San Calogero avendo vinto ad Acconia e lasciando la squadra locale in uno stato di sconforto perchè non riesce a trovare la via di uscita dalla situazione di pericolo in cui attualmente si trova. Chi non riesce più a fare risultato è invece la Nuova Filadelfia che a Vallefiorita, non riesce ad andare oltre il pareggio. E’ Olivo che salva la faccia alla sua squadra perchè, per quello che la Nuova Valle aveva fatto sia nel primo che in parte del secondo tempo, avrebbe meritato la vittoria. Le tre Stelle ( Badolato, Nuova Curinga e Nuova Filadelfia), continuano a non brillare perchè i dati di classifica che rimarcano ben quattro sconfitte per tutte e tre le squadre subite in dieci partite giocate, non è certo passo da squadre che aspirano alla conquista della Promozione. Alla Nuova Curinga si presenta una opportunità in più perchè Mercoledì, dovrà recuperare la partita contro lo Sporting Davoli, a suo tempo sospesa per impraticabilità del “Carlo Piro” di Curinga. La voglia di vittoria non manca così come non mancano le qualità sia dei giocatori che del terreno di gioco (si gioca a Filadelfia); si spera semmai che Zerbonia e company, non sprechino quanto hanno sprecato domenica contro l’Euro Girifalco in una partita che poteva finire in goleada e che invece si è conclusa in parità e per giunta con l’uomo in più e a pochi minuti dalla fine. Il nervosismo ha condizionato la squadra che, ancora una volta ha dimostrato di non sapere gestire a dovere le “risse” che, alcune squadre usano come tattica di gioco per poter fare risultato. L’esperienza a tale proposito non manca alla Nuova Curinga perchè, l’anno scorso, per certe risse in campo,  si è ritrovata dei punti fondamentali in meno che la hanno fatto patire poi fino in fondo. Se a questo, aggiungiamo la spudorata pretesa di volere stravincere e non volersi invece accontentare della vittoria ottenuta anche col minimo scarto, allora il cerchio si chiude perchè, non si può non capire che sul vantaggio di 2-1 a pochi minuti dalla fine e con l’uomo in più, è più logico mantenere un uomo in più in difesa che non inserire un centrocampista con propensione offensiva come invece è stato fatto.
 Er. Ga.

Palla al Centro, si ricomincia.
Quando le Grandi o, presunte tali diventano piccole, allora…

Curinga 26-11-2009 Quando le grandi o, presunte tali diventano piccole, allora succede che il Filogaso guida la classifica generale; che il Badolato non riesca più a vincere; che la Nuova Curinga subisca quattro reti in casa dallo Sporting Davoli; che la Nuova Filadelfia non riesca ad andare oltre il pari contro l’ultima della classe; che la Polisportiva Acconia subisca l’ennesima sconfitta interna ad opera del San Calogero. Un girone che doveva esaltare le qualità delle squadre di prestigio sta diventando un girone in cui le “Matricole” avanzano a pieno regime e dettano legge e, le “Stelle” stanno a guardare rinviando di domenica in domenica, la  partita del loro riscatto. Siamo ormai ad un terzo del campionato e, proprio per questo, non sono giustificabili i dieci punti di distacco della Nuova Curinga dalla vetta della classifica, così come è inconcepibile il ritardo di ben quindici punti della Nuova Filadelfia dalla stessa vetta o, dei ben nove punti del Badolato, tutte squadre pronosticate ad inizio campionato come le squadre da battere. Volano il Limbadi ,che si sbarazza della Uesse Catanzaro con una cinquina; lo Sporting Davoli che in quattro giorni ha fatto fuori sia il Badolato che la Nuova Curinga; il Filogaso che, nonostante tutto continua la sua corsa in vetta solitaria; l’Ansel Acconia che allunga a nove la sua striscia di risultati positivi. Eppure, la Nuova Curinga, dopo lo Sporting Davoli, ha l’attacco migliore del girone con 20 reti all’attivo ma, nel contempo ha pure la difesa perforata con altrettante 20 reti e che, non ha trovato ancora un assestamento tale da consentirgli di difendere fino in fondo un eventuale vantaggio. Ha subito già il 50% delle sconfitte e sinceramente, sono troppe  come troppe sono le 24 reti subite dalla Nuova Filadelfia e le sue quattro sconfitte in campionato. In questa classifica, non è da meno il Badolato che ha già subito 16 reti e che ha subito anche lei ben quattro sconfitte o, la Polisportiva Acconia che di sconfitte ne ha già subite sei ed ha un passivo di ben diciotto reti. Le previsioni sono quindi capovolte e per Curinga che di squadre in questo girone ne vanta tre, lo smacco sarebbe maggiore se non ci fosse per l’Ansel Acconia che con i suoi 21 punti in classifica e i suoi nove risultati utili si è posta alle spalle del Filogaso capolista, in una posizione che pochi potevano pronosticare ad inizio campionato. Domenica, ci saranno almeno due partite di cartello che coinvolgono quattro squadre che attualmente si trovano nella zona Play-off. L’Ansel Acconia si troverà di fronte lo Sporting Davoli mentre il Filogaso dovrà vedersela con la squadra rivelazione del girone (Nuova Limbadi). Sono tutti scontri di vertice, di qualità e, se vogliamo, anche di verità perchè è arrivata l’ora per capire quale squadra sarà quella guida . Si rinnova lo scontro tra Ansel Acconia e Sporting Davoli che ha infiammato i Play-off nel campionato di seconda categoria dello scorso anno, con lo Sporting vincente per una rete a zero, in una rissa finale che ha coinvolto anche parte del pubblico presente a Girifalco. Speriamo che l’Ansel sappia sportivamente vendicarsi confermandosi con un risultato positivo come squadra sorpresa del campionato. Filogaso – Limbadi è anch’essa una partita da vertice, un derby di zona che può, alla fine riaprire il campionato oppure vedere il Filogaso in fuga verso la ambita “Promozione”. Un ulteriore derby si giocherà a Filadelfia tra la squadra locale e la Polisportiva Acconia, che si affrontano in una partita in cui i tre punti in palio assumono valore doppio. Le squadre si trovano attualmente appaiate a otto punti in classifica ed in piena zona Play-out per cui, una eventuale vittoria potrebbe risollevare le sorti della squadra che riuscirà ad ottenerla. San Calogero – Petrizzi è una partita da tripla perchè da una parte si trova la squadra più in forma del momento (San Calogero) e dall’altra la squadra che manifesta maggiori aspirazioni. Badolato – Euro Girifalco è la partita “verità” per i padroni di casa che saranno obbligati a vincere se non vogliono tribolare ulteriormente e mettere in forse una qualificazione Play-off che ad inizio campionato era da tutti pronosticata. L’Euro Girifalco, purtroppo per il Badolato, non è una squadra facile perchè veloce e grintosa contemporaneamente e che fa del contropiede la sua arma migliore. Per la Nuova Curinga, c’è la Nuova Valle che già domenica ha fermato i cugini della Nuova Filadelfia. Lo stato psicologico per la Nuova Curinga dopo la sconfitta infrasettimanale, non è dei migliori ma, la Nuova Valle, non può costituire un ostacolo per la Nuova Curinga che ha qualità da vendere. Le ultime due partite di cartello sono quelle che si giocheranno tra Real Pianopoli – Bivongi e Uesse Catanzaro – Serrese. Sono due scontri testa-coda che, non dovrebbero riservare alcuna sorpresa puntando esclusivamente sulle vittorie del Real Pianopoli e della Serrese che non possono farsi imbrigliare dalle avversarie di turno.  Per concludere un invito ai lettori a dare uno sguardo alle ammende inflitte dal G.S. alle singole società sportive e notare come nell’approssimarsi delle feste Natalizie aumentano incondizionatamente.

   Le ammende del G. S.

E’ un caso o una frode?
Er. Ga.

Nuova Valle 2 – 2    Nuova Curinga

N. Valle: Staracino 6, Marcella 6, Russomanno 6, Guzzi 5,5 (21’s t Vaccaro6,5), Paone 6, Merenda 5,5, Vitaliano 6,5, Lanzellotti 5,5 (3’st Merlino 6), Sanzo6 (15’st Misdea 6), Barbieri 6, Riga 6
Marcatori: 3′ Zernonia, 56′ Martinez, 85′ Vaccaro 93′ Vitellami. 
Curinga: Grandinetti F. 6, Currado 6, Pettinato 5,5 (56′ Nosdeo 6), La Fortuna 6, Cerra 5,5, Camillò 5,5 (75′ Fragalà S.V.), Martinez 6,5, Tuoto 6, Zerbonia 6,5, Serratore 6, Gigliotti 6.
Arbitro: Bruno di Rossano, 6.
VALLEFIORITA 29-11-2009.
Partita emozionante. Ospiti senza paura, ma raggiunti in pieno recupero. * (a.g.)

Ansel Acconia    1 – 2    Sporting Davoli

Ansel Acconia: Buccafurni, Colloca, Muraca L., Di Cello S., Muraca S., Mercuri, Molinaro, Michienzi, Orlando, Arcuri, Di Cello L..
In Panchina: Matarazzo, Lepore, Perugino, Perri, Torcasio
Allenatore : Galioto

Arbitro: Terenzio da Cosenza

Marcatori: 42′ s. t.Di Cello S.

Sporting Davoli: Chiefari, Squillacioti, Capoprale L,Spadea, Gangale, Voci, Colubriale A., Corasaniti, Caporale D., Fiorenza, Papale D.

In Panchina: Cosentino, Guida, Colubriale Al., Polimeno, Coniglio, Procopio, Gualtieri.
Allenatore: Pilato R.
Marcatori: 45′ p. t. 3′ s. t. Colubriale A.

Sporting Davoli bestia nera
dell’Ansel Acconia.

Acconia – 29-11-2009 – Troppo forte lo Sporting Davoli per un rimaneggiato e svogliato Ansel Acconia. Questo in sintesi ciò che è successo ad Acconia di Curinga nella partita di vertice tra Ansel Acconia e Sporting Davoli. E’ ancora la bestia nera dell’Ansel questo Sporting Davoli che, in una partita importante si impone con una vittoria meritata e maturata a seguito di una ottima prestazione degli uomini di Mister Pilato. L’Ansel può solo recriminare sulle assenze importanti di Vasta e Morello, entrambi squalificati ma, per quanto si è visto sul terreno di gioco, lo Sporting ha meritato per intero i tre punti del sorpasso. Una squadra determinata, equilibrata in ogni reparto e, soprattutto ben messa fisicamente e disposta in campo in modo perfetto. Grinta da vendere qualità eccellente per giocatori che di esperienza e di qualità ne hanno da vendere. Tutti giocatori provenienti da squadre ben affermate negli anni come Montepaone, Soverato e Chiaravalle. L’Ansel si presenta con Buccafurni in porta, Colloca e Muraca difensori esterni, Mercuri e Michienzi davanti alla difesa, Di Cello S. centrale, Molinaro sulla destra, Orlando (che poi esce per infortunio) al centro dell’attacco con Arcuri e Di Cello L. alle sue spalle.   Gli ospiti si impossessano subito del centrocampo e partono da qui tutte le azioni che impegnano severamente la difesa locale. Nei vari contropiedi che l’Ansel riesce a costruire, è Chiefari a neutralizzare con sicurezza i tentativi di Orlando di Di Cello e Arcuri. La più ghiotta occasione si presenta sui piedi di Arcuri che sfiora l’incrocio dei pali con Chiefari fuori causa. Lo Sporting imposta e dipana le sue azioni prevalentemente sulla sinistra con Fiorenza e Papale a rendersi pericolosi in ogni loro tentativo di andare a rete. Nonostante la chiara superiorità della squadra ospite, sembra che l’Ansel ce la potesse fare ma, come è sempre accaduto in questo campionato , nel recupero subisce sempre una rete. Così è stato anche oggi perchè, quando tutti pensavano al Tè dell’intervallo, la Sporting passa in vantaggio. Uno spunto di Papale sulla sinistra che lascia sul posto Colloca, un tiro-cross rasoterra al centro dell’area, un intervento miracoloso di Buccafurni che però non riesce a trattenere la sfera e, irruzione finale dalla destra di Colubriale che mette in rete. Il Vantaggio taglia le gambe all’Ansel che, dopo il rientro in campo per la ripresa di gioco subisce subito il doppio svantaggio con una bella rete messa a segno ancora una volta di Colubriale, questa volta su azione manovrata. La reazione dei locali non è di quelle veementi anche perchè la squadra ospite è abile nel rallentare il gioco spezzettando con perdite di tempo il ritmo  e che innervosisce i giocatori in campo. Ogni contrasto diventa motivo per guadagnare tempo da parte degli ospiti e, così facendo si arriva al 42′ del secondo tempo quando sullo sviluppo di una punizione, Di Cello si inserisce in una mischia sotto porta e ribatte in rete una palla vagante. Troppo tardi per sperare in una rimonta. Il 2-1 rende comunque meno amara la sconfitta ma, nessun rammarico da parte della squadra del Presidente Trovato perchè oggi, ad Acconia, si è esibita la migliore squadra del girone, una squadra che aveva già “matato”  la Nuova Curinga, il Badolato, il Limbadi, la Nuova Filadelfia ed oggi purtroppo anche l’Ansel Acconia.
 Er. Ga.

Filadelfia    1 – 4   Asd Acconia

Filadelfia : Michienzi 5, Bartucca 5,5, Caruso, 5, Raffa, 5,5, Fruci 5 (14’s.t. Grande 5,5), Montauro 5,5, Simonetti 5 {26′ st Ruscio 5,5), Buccinnà 5, Elia 5, Olivo 7, Di Siena 5,5.
Allenatore: Alessandro.
Marcatori: 6′ pt, Olivo, 44′ pt De Sensi, 21′ st Olivo, 22′, 30′ e 35 st Muraca D. 
Nuova Polisportiva Acconia : Oscuro 6, Panzarella 6, Serratore 6,5, Muraca 6, Molinaro 6, De Pace, Muraca D. 8, Landolfi 6 (26′ st Condoleo 6,5 ), De Sensi 6,5 (23′ s.t. Trovato D. 6 ), Garieri 6, Dell’Aquila 6 (36′ s.t. Trovato B. s.v.), Trovato V. 6.
Allenatore: Fioretti.
Arbitro: Raparo di Locri6.

FILADELFIA 29-11-2009. Continua a perdere il Filadelfia e la situazione comincia a diventare preoccupante visto che la squadra oramai è piombata all’ultimo posto in classifica. I ragazzi di Alessandro ieri non sono riusciti a vincere neanche con degli avversari per niente trascendentali dimostrando pochezza di idee. I gol dell’Acconia sono arrivati infatti da alcuni vistosi svarioni dei difensori. Non si sa adesso cosa intenda fare il presidente Pungitore che in più di una circostanza ha mostrato evidenti segnali di insofferenza soprattutto nei confronti di alcuni giocatori. A dominare la scena ieri è stato uno straripante Muraca che ha realizzato una tripletta da ricordare.

Antonio Sisca

Gazzetta del Sud