Parole del dialetto Curinghese (8) (Canigghjia-Currijiara)

Parole del dialetto Curinghese e
modi di dire legati alla parola stessa
(8)
CANIGGHJIA                          Crusca.          
Si dice:            No' sì capaci mu sparti canigghjia a dui puorci.
Non sei in grado di fare nulla.
CANNA                                  Canna.           
Si dice:            Para ca tieni sempe lu corpu 'n canna. 
Sembra che sei sempre pronto a sparare.
CANNARUTU                         Goloso           
Si dice:            E' nu cannarutu e durci.
E' un goloso di dolci.
CANNATA                              Unità di misura.       
Si dice:             Ojia tessivi dui cannati e tila.
Sono riuscita a tessere 4 metri di stoffa. (1 canna= 2,1 metri)
CANNISTRA                           Cesto.
Si dice:            Mamma portava na cannistra de' panni ntesta.
Mia madre portava un canestro di panni sulla testa.
CANUSCìRA                           Conoscere     
Si dice:            T'hajiu ancora e canuscira buonu buonu.
Ti devo prima conoscere per bene.
CAPICOGGHA                        Capicollo       
Si dice:            Nta cucina hava na fhilata e capicoggha mpenduti a lu palu.       
In cucina ha tanti capicollo appesi al palo.
CAPIGGHI                               Capelli.          
Si dice:            Si stipa li capigghi pe' u capillaru.
Conserva i capelli caduti per quando passa colui che li compra.
CAPILLARU                            Commeciante in capelli      
Si dice:            Stu catu mi lu cangiau u capillaru.
Questo secchio l'ho scambiato con i miei capelli caduti.
CAPISCIRA                             Capire.           
Si dice:            No' lu vozza capiscira ca ha mu la dassa chiggha cotrara.
Non vuole capire che deve lasciare quella ragazza.
CAPIZZA                                 Cavezza.        
Si dice:            No' tantu fhacili vena e capizza. 
Non tanto facilmente si lascia convincere.
CAPIZZU                                 Guanciale .    
Si dice:            Chjianu chjianu si nda vinna o capizzu.
Piano piano s'è avvicinato al capezzale. (si è fatto convincere)
CAPPIEGGHU                         Cappello.       
Si dice:            Ognunu saluta cu' cappiegghu chi hava.
Ognuno opera con quanto gli consentono le cose di cui dispone.
CAPRICCIUSU                        Capriccioso.  
Si dice:            Hava nu fhigghjiu troppu capricciusu.
Ha un figlio troppo viziato.
CAPUZZILLU                           Testardo.       
Si dice:            Fhicia sempre u capuzzillu.
E' stato sempre testardo.
CARCARAZZA                        Corvo.
Si dice:            Parri tantu chi mi pari na carcarazza.
Parli tanto a sproposito che sembri un corvo nero.
CARDIGGHU                           Lucchetto.     
Si dice:            Chjiuda tuttu sutta cardigghu.
Chiude tutto ciò che possiede con un lucchetto.
CARRERA                               Vicolo.           
Si dice:            Lu ncuntrai nta carrera da' petrachjiana.
Lo ho incontrato nel vicolo della Pietra Piana.
CARRICU                                Carico.           
Si dice:            Lu ciucciu lu porta sempe carricu e fhraschi.
L'asino lo riporta a casa carico sempre di frasche.
CARRICATURI                        Sartia 
Si dice:            Stu carricaturi è bellu luongu.
Questa sartìa è abbastanza lunga.
CARRIJIARA                           Trasportare   
Si dice:             Happi de carrijiara tutti li tavuli, ad'una ad'una.
Ho dovuto trasportare tutte le tavole, ad'una ad'una.