Dizionario, Pronuncia dialettale

Dizionario, Pronuncia dialettale e
Modi di dire nel dialetto curinghese
 
La società moderna ha trovato nel computer e nei suoi derivati (Ipod di prima, seconda, terza. . . quinta generazione, Ipad , Iphone,  Palmare, Tablet, ecc.) un supporto importante che ha trasformato radicalmente le comunicazioni interpersonali e quelle sociali in generale.
Nonostante ciò, poco si è pensato finora a conservare i suoni che la nostra lingua nasconde nelle varie zone territoriali e che costituiscono l'immenso patrimonio dei dialetti locali.
La storia è lunga per parlare di queste cose ed è noto che la lingua italiana non ha fatto nient'altro che poggiare le sue basi interamente su un dialetto, quello fiorentino, e diffondersi poi, piano piano, su tutto il territorio nazionale.
Famose le barzellette che si raccontavano sulle incomprensioni, in tempi di guerra tra soldati italiani provenienti da posti diversi ma appartenenti sempre al territorio nazionale.
E' comunque incontestabile che, nonostante la globalizzazioni incalzi da tutte le parti e i linguaggi si sono mescolati diventando a volte complicati e incomprensibile, resistono imperterriti i linguaggi locali più noti come “dialetti”.
Diversi tra loro per cadenza, assonanza, espressione, termini, e tante altre cose, bisogna in qualche modo, cercare di preservarli anche perché, le diverse etnie che hanno invaso e che continuano ad invadere il territorio dal nord al sud, e da est ad ovest, inevitabilmente  storpiano e modificano sia i termini che i suoni che sono stati dei nostri nonni ed ancor prima dei nonni dei nostri stessi nonni.
I supporti elettronici ci sono, le tecnologie moderne ci supportano, il nostro sapere ci consente di utilizzarli e sfruttarli a nostro piacimento per cui, ecco una proposta di conservazione di suoni, progettata e pensata interamente con lo scopo di trasmettere alle generazioni future,ciò che è stato il nostro passato in termini di suoni, in termini di aneddoti e modi di dire, in termini di comunicazione nel modo più significativo possibile  della parola.
Alla fine di questa pubblicazione, ci saranno ben 1000 (Mille) termini dialettali ascoltabili nel loro suono che cerchiamo di conservare.
La pagina e tutte le successive che saranno via via pubblicate, si presentano con un aspetto di semplice usufruibilità; basta cliccare sulla freccetta per ascoltare il suono della parola descritta. La Pronuncia si può ascoltare quante volte si vuole, basta ripetere l'operazione.
Buon divertimento.
Prof. Ernesto Gaudino.