L'ANSEL si fa onore

A palle Ferme
Incredibile ma vero: In testa alla Classifica Generale,
due matricole e una vecchia conoscenza.
 
Curinga 27-10-2009
Proprio così, a guidare la Classifica Generale, dopo sei giornate di campionato, troviamo: due matricole, Sporting Davoli e Ansel Acconia, ed una silenziosa ma efficace Filogaso.
Una giornata che segna la fine della imbattibilità della Serrese che viene sconfitta, in modo ineccepibile ed incontestabile, dalla Nuova Curinga, in netta ripresa e impaziente di risalire la china.
Deludente prestazione della Nuova Filadelfia, sconfitta in casa da un impeccabile Filogaso che, con una rete per tempo si porta a casa tre punti pesantissimi.
Una battuta d'arresto che, i tifosi locali non si aspettavano me che sono costretti a rivedere le aspirazioni di partenza.
Non riesce a fare di meglio il Badolato, perchè perde il derby contro il Petrizzi che, lo sorpassa in classifica e che lo costringe a rimandare a tempi migliori tutti i suoi propositi di riscatto.
Cade anche la Nuova Limbadi contro uno spietato Sporting Davoli che infligge la seconda sconfitta consecutiva ai padroni di casa, dopo quella subita nel recupero del Mercoledì.
Goleada del Bivongi sull'Euro Girifalco che incappa in una giornata esageratamente negativa.
Con questa vittoria, il Bivongi raggiunge quota sette punti in classifica, alla pari proprio con l'Euro Girifalco.
Partita ricca di emozioni quella giocata tra il San Calogero e il Real Pianopoli, con il Real in vantaggio di tre reti a zero dopo appena quindici minuti di gara e, il San Calogero che pazientemente, costruisce azione su azione, fino a raggiungere il pari finale.
Sfortunato il Real Pianopoli perchè ha sbagliato, al quarantesimo del secondo tempo, un rigore che gli avrebbe potuto garantire i tre punti della gara.
La magnifica Ansel Acconia, batte i cugini della Polisportiva Acconia in un derby combattuto e dal risultato finale che soddisfa pienamente la dirigenza guidata dal Presidente Sebastiano Trovato. Alla Polisportiva, per ora, manca solo il risultato perchè quello che non riesce a fare è abbinare il bel gioco ai risultati positivi. Aspettiamo tempi migliori.
Infine, una nota di merito per la Nuova Valle che, battendo la Uesse Catanzaro, lascia l'ultimo posto in classifica proprio alla squadra incontrata. La Uesse Catanzaro, rimane l'unica squadra del girone che non ha ancora assaporato la gioia della vittoria.
 Er. Ga.
Palla al Centro, si ricomincia.
Una possibile fuga a tre
Sporting Davoli, Filogaso, Ansel Acconia.
 
Curinga 29-10-2009
 Buona occasione per le tre squadre di testa per tentare una fuga. La settima di campionato vede le tre squadre impegnate tutte dentro le mura amiche: lo Sporting Davoli affronterà la Serrese reduce da una sconfitta cocente subita ad opera della Nuova Curinga. Una partita tra una squadra che ha tutta l'intenzione di ritornare presto dove la ha vista protagonista e, un'altra  che, pur essendo matricola della categoria, sta facendo valere tutto il suo valore a suon di gol.
E' l'occasione per verificare  se la Serrese soffre le squadre forti e ne teme il confronto oppure la sconfitta subita domenica scorsa, è stata solo e soltanto una defaillance momentanea senza ripercussioni di sorta.
 Per lo Sporting Davoli si tratta invece di verificare se è vera forza quella manifestata fino ad ora tra le mura amiche conclude sempre con goleade eccezionali.
Facile per il Filogaso che incontra una Nuova Valle che ha già subito quattro sconfitte in sei partite. E' vero che proviene dall'entusiasmo della sua prima vittoria in campionato ma, sembra non ci siano speranze contro la squadra di casa.
Impegnativa la partita che l'Ansel Acconia dovrà sostenere contro il Petrizzi, una squadra che ha già ottenuto tre vittorie e che deve ancora recuperare una partita. Temibile, quindi, la squadra di Mister Manno che domenica scorsa ha steso, anche se fortunosamente, il Badolato. L'Ansel dal canto suo, sembra avere ormai ritrovato il migliore Orlando per cui, se Arcuri e Di Cello forniscono ancora una prestazione adeguata, si può meglio sperare in quel tentativo di fuga che tutti i suoi tifosi si augurano.
Anticipate al sabato due partite di entità non trascurabile; la squadra baby del Real Pianopoli ospiterà la Nuova Filadelfia di Mister Alessandro che, fino ad ora non è riuscito a dare alla sua squadra continuità nei risultati. A parte l'exploit di Badolato, per il resto, solo prestazioni mediocri.
Farà visita alla Uesse Catanzaro, ultima in classifica, la Polisportiva Acconia cercando quei punti che spesso  non riesce a portare a casa nonostante le buone prestazioni.
La squadra di casa è l'unica a non avere ancora vinto una partita in questo campionato per cui, le speranze di vittoria per la Polisportiva Acconia sono più che fondate.
Il Badolato, in netta crisi, si troverà ad affrontare una temibile Bivongi che domenica scorsa ha seppellito l'Euro Girifalco con un poker da manuale.
Sarà la domenica della ripresa del Badolato o dobbiamo ancora aspettare il momento della sua riscossa? Domenica sera lo sapremo.
L'Euro Girifalco potrebbe approfittare del momento no del Limbadi per riprendere la via della vittoria che manca ormai da due turni consecutivi. Due sconfitte consecutive le ha subite pure il Limbadi per cui staremo a vedere chi, tra le due squadre, avrà più voglia di vittoria.
Per ultima, La Nuova Curinga che, dopo la convincente prestazione contro la Serrese,ci si aspetta che arrivi qualcosa di positivo anche da San Calogero, squadra da affrontare domenica prossima. La squadra di casa ha delle risorse nascoste che, ogni tanto riesce a tirare fuori.
Mi riferisco alla partita di domenica quando, sotto di tre reti, nei primi quindici minuti di gioco, è riuscita poi a riconquistarsi un risultato di parità, inizialmente insperato.
Una squadra che sulla distanza è temibile ma se la Nuova Curinga ritrova il brio e il gioco spumeggiante offerto contro la Serrese, allora per i padroni di casa sarà difficile conquistare i tre punti.
 Er. Ga.
S.CALOGERO    3 - 0   N. CURINGA
SAN CALOGERO: Prestia L., Pontoriero E., Mazzeo, Monteleone Giani. (38' st Petrolo) Prestia S., Ventrice, Mazzitelli, Lo Gatto (22' st Prestia G.), Fata, Grillo, Monteleone A. (10' st Contartese).
In panchina: Ferrazzo, Contartese, Petrolo. Prestia G., Vicari, Monteleone S.
Allenatore: Romano
ARBITRO: Barbagallo di Cosenza
 
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Riga, Pettinato, Nosdeo, Cerra, Camillò, Gigliotti, Tuoto (1' st Martinez), Zerbonia, Marturano (20' st Spina), Grandinetti G. (1' st Schiavello).
In panchina: Grandinetti F., Fragalà, Schiavello, Paonessa, Spina, Martinez, Currado.
Allenatore: Spina
MARCATORI: 10'pt Monteleone A., 30' pt Grillo (rig), 9' st Monteleone A.
Monteleone e Grillo rifilano tre gol alla Nuova Curinga
Un San Calogero su di giri
SAN CALOGERO - Partita correttissima. Il San Calogero parte a razzo e non fa respirare gli ospiti. Infatti arrivano subito le occasioni. Al 10' cross di Mazzei per Mazzitelli di testa, respinge Sorrentino e Monteleone segna.
Un Grillo fantastico tiene in apprensione gli ospiti. Al 30' entra in area e Cerra lo atterra. Rigore nettissimo. Al 9' Lo Gatto taglia e serve Monteleone al volo che segna un gol bellissimo.
Sul 2-0 palo di Tuoto da fuori area. Questo l'unico lampo. Sull'1-0 Lo Gatto al 23' pt si trova a tu per tu con il portiere lanciandogliela addosso, Ventrici a porta vuota manda fuori. Al 28' Monteleone su punizione sfiora l'incrocio.
Prima dell'intervallo Fata su punizione manda fuori.
Nei primi 5 minuti della ripresa la Nuova Curinga ha il predominio territoriale ma non colpisce; anzi il San Calogero colpisce in contropiede.
Dopo il 3-0 Prestia si supera su Schiavello e Zerbonia. Verso il 40' altre due occasioni per i locali: con Contartese e Prestia S. Vittoria dedicata al bomber Zappia che nei giorni scorsi e diventato papa per la prima volta.
Il Quotidiano
ANSEL ACCONIA    2 1    PETRIZZI
ANSEL A.: Buccafurni, Colloca, Muraca L., Perri, Muraca S., Di Cello S., Vasta, Morelli, Orlando, Arcuri, Di Cello L.
In panchina: Matarazzo, Perugino, Torcasio, Mercuri GF.
Allenatore: Galioto
MARCATORI: 12' p. t. Arcuri, 25' p. t. Vasta, 46' s. t. Riggio
PETRIZZI: Maiolo, Sinopoli, Lagani, Daquino, Calabrese, Clasadonte, Riggio, Chiefari, Valente, Valenti, Commodaro.
In panchina: Ussia, Riitano, DeGiorgio, Lombardo, Servello, Furriolo, Muniaci.
Allenatore: Manno
ARBITRO: Sig. Zucco da Catanzaro
 
La formazione di Galioto regola con autorità il temibile Petrizzi
Continua la favola dell'Ansel
di BRUNO SODARO
 
ACCONIA Di CURINGA - Continua a vincere l'Ansel e conserva il primo posto in classifica.
Una gara ben disputata dalle due formazioni. I locali, già nella prima parte della gara, realizzando due reti, avevano ipotecato la vittoria finale.
Le reti. Al 10' i padroni di casa si portano in vantaggio grazie alla rete di Arcuri che, dopo aver saltato un paio di avversari, spedisce in fondo al sacco, con un pallonetto.
Il raddoppio al 22'. Vasta, che si è ristabilito in settimana, dopo l'infortunio di sette giorni fa, raccogliendo un assist di Orlando.
La rete del Petrizzi, nei minuti di recupero. Riggio, su passaggio di Commodaro. Da segnalare un palo di Commodaro su assist di Lagani, al 2' del secondo tempo.
Il Quotidiano
 
L'Ansel Acconia liquida subito la pratica Petrizzi .
 
Acconia 1-11-2009
In una splendida giornata di sole si è giocata ad Acconia di Curinga, una divertente ed appassionante partita tra Ansel Acconia e Petrizzi. Due squadre che provengono da un percorso, fino ad ora, molto diverso, con il Petrizzi inespugnabile tra le mura amiche ma, perdente fuori casa, ed un'Ansel che, a parte la sconfitta di Pianopoli, ha sempre ottenuto ottimi risultati sia dentro casa che fuori dalle mura amiche. Il merito, oggi, va equamente distribuito tra le due compagini se il pubblico non ha avuto modo di annoiarsi perchè, sia l'una che l'altra squadra, ha offerto il meglio di se stessa.
L'Ansel ha dovuto fare a meno di Michienzi, squalificato, ben sostituito da Perri che, alla fine, assieme al solito Arcuri, è risultato tra i migliori in campo.
La squadra si dispone in campo con il solito 4-3-3 che si trasforma durante la gara in un 4-3-2-1 secondo le esigenze. Orlando, Arcuri e Di Cello L. in avanti, Perri, Vasta  e Morelli a supporto della difesa, che schiera nella sua linea a quattro  Colloca, Muraca S., Muraca L. e Di Cello S. In porta Buccafurni che relega, per questa occasione, Matarazzo in panchina, come dodicesimo.
Il Petrizzi si dimostra compatto nelle sue linee che dispone in un modulo tattico esemplificabile in un 4-4-1-1, con una punta avanzata Commodaro, ed un'altra, Valente,  a suo supporto. La linea di centrocampo composta da uomini di nome come: Clasadonte, Chiefari e Valenti, era preposta a rintuzzare le folate offensive dell'Ansel.
La posta in palio è di quelle che fanno gola ad entrambe le squadre perchè potrebbe riproporre il Petrizzi come new entry tra la elite del girone C ma, nel contempo potrebbe lanciare l'Ansel in un tentativo di fuga approfittando del mezzo passo falso fatto dallo Sporting Davoli che, non è andato oltre il pari contro la Serrese nell'anticipo di sabato.
La partita inizia con un atteggiamento di studio iniziale fino a quando, il solito Arcuri non inventa una rete spettacolare. Siamo al dodicesimo minuto di gara quando riceve palla al limite dell'area avversaria, e che insacca sotto l'incrocio dei pali con una precisione balistica da fare invidia al miglior tiratore scelto. La rapidità e la precisioni, sono degni di un giocatore di alta classe e, l'immobilità dell'incolpevole Maiolo ne dà ulteriore conferma.
E' una di quelle reti che avvicina il gioco del calcio all'Arte, senza voler nulla togliere a quest'ultima.
Il vantaggio consente alla squadra locale maggiore tranquillità che si trasforma in triangolazioni veloci e lanci in profondità per Orlando sui quali lotta da leone. Si continua a mantenere un ritmo di gara elevatissimo, con giocate tanto veloci da mettere in seria difficoltà la squadra ospite che, la soffre  oltre ogni misura.
Si cerca di anticipare sempre l'avversario, si gioca lottando su ogni pallone, anche su quelli che apparentemente sembrano persi e insignificanti. Merito sicuramente di Mister Calioto che, impone nei suoi allenamenti queste tecniche di gioco e che i suoi giocatori tramutano in ottime giocate ogni domenica, quando sono protagonisti sui campi.
Il Petrizzi è in netta difficoltà ma, non demorde; gioca bene fino alla metà campo per poi mancare nell'ultimo passaggio e nel lancio per l'ultimo uomo Commodaro che diventa minuto dopo minuto sempre più insofferente.
Il raddoppio è frutto della velocità di gioco imposta oggi dai giocatori dell'Ansel. Arriva dalla sinistra un cross sotto rete, sul quale Vasta si avventa come solo lui sa fare e, dando sfogo a tutta la sua furbizia, infila per la seconda volta Maiolo. La reazione del Petrizzi stenta ad arrivare anche perchè i ritmi di gioco sono molto alti e i suoi giocatori non riescono a sopportarli.
L'inizio della ripresa propone gli ospiti subito pericolosi in avanti tanto è vero che, Commodaro, con un tiro velenoso, colpisce l'incrocio dei pali. E' questa l'occasione più pericolosa subita dai locali che, per il resto del secondo tempo, controllano e si ripropongono con azioni veloci e ben congegnate. Spara alto Orlando, sbaglia Di Cello, Sbaglia ancora Morelli e, così facendo, si mantiene palla lontano dalla porta difesa da Buccafurni  che, vive tranquillo tra i suoi pali. A centrocampo qualche contrasto duro, costringe i "secondi" ad interventi in campo in più di una occasione. Nonostante tutto la partita è corretta e ben diretta dal Sig. Zucco da Catanzaro. I cinque minuti di recupero da lui concessi ci stanno tutti e, come sempre capita, dopo una partita eccezionale, capitano i minuti di rilassamento mentale nei quali l'Ansel, inevitabilmente prende gol.
Una rete anche questa da antologia perchè ottenuta da Riggio, con un tiro al volo di sinistro, da posizione decentrata che, non lascia scampo al pur bravo Buccafurni.
E' successo a Filadelfia, è successo nel derby, è successo oggi.
Evidentemente, è l'unica pecca di questa fantastica squadra sulla quale Mister Calioto deve ancora lavorare.
 Er. Ga.
Uesse CATANZARO    2 - 4    N. P. ACCONIA
 
UESSE CATANZARO: Canino, Lia (13’ st  Trapasso), Valenti, Ruga F .II, Moscarino, De Sanctis, De Lorenzo (12’ pt Mauro), Scalzo E., Percia Montani, Citraro, Ruga F. I.
In panchina: Franconieri, Biamonte, Gallo, Marino,Scalzo C.
Allenatore: Di Maio
POL. ACCONIA: Oscuro, Condoleo, Muraca D., Neri, De Pace (30’ st Piraino), Panzarella, Landolfi, Muraca V., Gareri, Dell'Aquila (27’ pt Mazzotta, 18’ st Trovato).
In panchina: Guzzi, Catanzaro, Chiodo, Nosdeo.
Allenatore: Fioretti (squalificato)
ARBITRO: Lafandi di Locri
MARCATORI: 1’ e 40’ pt Percia  Montani (U), 20’ pt e 43’ st Muraca D. (A), 30’ pt Garieri
(A), 20’ st Dell’Aquila (A)
NOTE: Espulsi al 16’ pt Moscarino, per fallo di reazione, e al 35’ st Scalzo C., dalla panchina,
per proteste
 
Prima Categoria Gir. C. Perde l’Uesse
Acconia, che poker
di BRUNO SODARO
CATANZARO LIDO – 1-11-2009- La Polisportiva Acconia conquista i tre punti sul manto in erba sintetica del “Curto”, ancora una volta, partita a porte chiuse. L’Uesse ha retto per tre quarti di partita e, dal 16’ pt, costretta a giocare in inferiorità numerica, per l’espulsione di Moscarino. Le reti. Percia Montani in un’azione personale, nel primo minuto. Pareggio ospite di Muraca D. su assist di Dell’Aquila. Vantaggio Acconia con Garieri, su passaggio di Dell’Aquila. Pareggio locale con Percia Montani, su azione personale. Poi le due reti vincenti, nel secondo tempo, di Dell’Aquila, con un forte tiro fa fuori area e di Muraca D.
Il Quotidiano
 
 
 
A palle Ferme
Tra vittorie che ci inducono a sperare e,
sconfitte che ci costringono a meditare.
 
Curinga 3-11-2009
Dopo la convincente vittoria ottenuta dalla Nuova Curinga sulla Serrese, ci si aspettava da questa squadra un definitivo riscatto; così non è stato perchè, ancora una volta, la squadra si è smarrita ed ha perso col solito risultato di tre a zero denotando sofferenza per le trasferte.
Per capirci: 3-0 a Pianopoli; 3-0 a Filogaso; 3-0 a San Calogero; sconfitta dentro le mura amiche per 2-1 ad opera del Limbadi. Troppo, perchè siamo solo alla settima di campionato.
Per fortuna, in mezzo a tutte queste sconfitte, c'è stata la vittoria convincente contro la Serrese e, la squadra sembrava risorta dimostrando di avere smaltito in fretta lo smacco della sconfitta interna subita ad opera del Limbadi. Purtroppo non è stato così perchè i numeri evidenziano una situazione che è quasi fallimentare. Tre sole vittorie, ben quattro sconfitte delle quali una dentro casa, tredici reti all'attivo ma, altrettante al passivo. Eppure i giocatori ci sono e sono anche di qualità, forse anche troppa qualità e per questo forse, stentano ad adattarsi a questa categoria.
Totalmente opposto il rendimento dell'Ansel Acconia di Mister Galioto che, vittoria su vittoria e punto su punto, si è insediata in testa alla classifica generale con i suoi sedici punti frutto di cinque vittorie ed un pareggio. Una sola sconfitta subita con dodici reti all'attivo e soli sei al passivo.
Ritorna vittoriosa da Catanzaro anche la Nuova Polisportiva Acconia che ha avuto nel solito Muraca, il bomber eccezionale che ha regalato alla sua squadra tre punti pesantissimi.
Questa volta, pur partendo male, ha alla fine coronato con i tre punti la sua orgogliosa prestazione. La squadra ha trovato la grinta dei vecchi tempi e meritevolmente, sta finalmente raccogliendo, con i tre punti, frutto del suo gioco spumeggiante, ciò che merita.
Timida ripresa della Nuova Filadelfia che rientra da Pianopoli con un solo punto rammaricandosi di avere perso gli altri due a soli quattro minuti dalla fine. Dopo una partita giocata al meglio delle sue attuali possibilità, si fa raggiungere nel finale da un Pianopoli che ha disputato una partita non degna della sua fama.
Vince, in modo fortunoso ma meritato, il Badolato che riesce a piegare un coriaceo Bivongi a soli tre minuti dalla fine. Un Badolato che sta risalendo piano piano la classifica generale ma che si trova ancora a cinque punti dalla vetta.
Nella posizione di testa, assieme all'Ansel Acconia, si trova invece il Filogaso che si sbarazza, col classico risultato di 2-0, della Nuova Valle.
Sintomi di ripresa arrivano anche dal Limbadi che, dopo le due sconfitte consecutive, riesce ad imporre lo 0-0 all'Euro Girifalco e, a Girifalco.
Finisce con lo stesso risultato di 0-0 la partita tra Sporting Davoli e Serrese. Ne' vinti ne' vincitori quindi, nella partita clou della settima giornata di campionato giocata tra due squadre che hanno avuto più paura di perdere che coraggio utile per vincere.
Nel complesso una giornata che ha visto entrambe le squadre di Acconia vincenti,  in un tabellino generale che ha visto: una sola vittoria fuori casa (quella della Polisportiva Acconia); tre pareggi e quattro vittorie per le squadre di casa tra le quali quella del San Calogero che sconfigge sonoramente la Nuova Curinga.
Per ora, le vittorie dell'Ansel e della Polisportiva, ci fanno ben sperare in un prosieguo di campionato tranquillo mentre la sconfitta della Nuova Curinga ci impone una meditazione profonda.
 Er. Ga.
 
Palla al Centro, si ricomincia.
Tra Favole che continuano, Missioni da compiere e,
conferme che non arrivano.
 
Curinga 5-11-2009
 Continua la favola dell'Ansel Acconia. Così titola nell'articolo specifico il Quotidiano della Calabria del Lunedì sottolineando anche un San Calogero su di giri e un Filogaso che compie la sua Missione.
In questa girandola di titoli che esaltano alcune prestazioni di alcune squadre, mancano ancora due squadre che tanto hanno promesso ad inizio campionato ma che tanto poco stanno raccogliendo.
Stiamo parlando, evidentemente della Nuova Curinga e della Nuova Filadelfia che non hanno ancora trovato il bandolo della matassa che conduce alla vittoria o, perlomeno, i risultati ottenuti fino ad ora, non sono quelli esaltanti che le rispettive tifoserie si sarebbero aspettate. Solo nove punti per la Nuova Curinga e, ancora peggio, solo sette punti per la Nuova Filadelfia. Eppure, la squadre, sulla carta, sono forti perchè dispongono del meglio dei giocatori che la categoria possa offrire. Tuoto, Zerbonia, Grandinetti, Marturano, Cerra, Sorrentino, Pettinato, sono tutti nomi di alta qualità per la Nuova Curinga così come Caruso, Buccinnà, Sisca, Montauro, Di Siena, Olivo lo sono per la Nuova Filadelfia.
Qual' è il male che attualmente li attanaglia?
Domenica sarà un ulteriore esame per la Nuova Curinga che dovrà affrontare uno Sporting Davoli che fino ad ora si è messo in evidenza per il suo pirotecnico attacco e per la sua difesa insuperabile. Riusciranno Zerbonia e company a scardinare questa difesa saracinesca così come è capitato di fare con quella della Serrese? (vittoria infrasettimanale per 5-0 nella partita valida per la Coppa Calabria). Sorrentino, Cerra e company, riusciranno a bloccare questo attacco mitragliatore? Speriamo di si.
La Nuova Filadelfia, non può più rimandare l'appuntamento con la vittoria perchè la sua classifica, "piange". Nonostante il San Calogero ha avuto l'exploit della settimana battendo la Nuova Curinga, non può portare via punti da Filadelfia o, perlomeno, così dovrebbe essere perchè se così sarà, vuol dire che gli obiettivi della squadra locale non possono essere quelli prestigiosi dei Play-off.
Una missione da compiere ce la avrà la Nuova Polisportiva Acconia che affronterà la capolista Filogaso. La Polisportiva ha già perso il derby con l'altra capolista Ansel Acconia per cui, non potrà permettersi di perdere anche questo confronto anche perchè, la sua classifica, non è ancora di quelle che garantiscono tranquillità.
L'Ansel Acconia, affronterà il Bivongi fuori casa e, dovrà stare attenta a non incorrere in errori fatali contro una squadra che è capace di subire cinque reti (vedi Sporting - Bivongi 5-0) ma è capace anche di rifilarne quattro (vedi Bivongi - Euro Girifalco 4-0).
Tenendo presente che domenica scorsa ha tenuto testa per 87' al Badolato, perdendo solo a tre minuti dalla fine, è da temere anche la rabbia e la delusione accumulati che possono trasformare in grinta incontenibile.
Il Badolato (sconfitto in casa dal Petrizzi per 2-1 per la Coppa Calabria, con doppietta di Commodaro), come la Nuova Curinga, ha da affrontare l'esame Nuova Limbadi a, Limbadi dove la squadra locale ha per ora perso una solo  volta contro lo Sporting e riuscendo a vincere tutte le altre gare. Le squadre sono entrambe in ripresa sia per prestazioni che per risultati per cui c'è da aspettarsi una partita equilibrata e combattuta che può essere risolta da qualche episodio casuale.
Tra le squadre di alta classifica, la Serrese, ospiterà l'Euro Girifalco in un momento in cui la squadra ospite stenta a trovare la via della rete. Le aspirazioni della squadra locale sono più validanti di quelli degli ospiti per cui si è portati a pensare ad un risultato positivo per i locali.
Nuova Valle e Pianopoli può dare conferma della validità della giovane squadra del Pianopoli che, come noto, ha la squadra con l'età media più bassa di tutte le squadre del girone.
Facile, infine per il Petrizzi che, sulle ali dell'entusiasmo per la qualificazione ottenuta in settimana in Coppa Calabria, affronta un inconsistente Uesse Catanzaro che è ancora l'unica squadra a non avere vinto una partita e con la difesa che è stata perforata ben sedici volte, con una media di più di due volte a partita.
 
Er. Ga.
CURINGA n – d S. C. DAVOLI
 
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Nosdeo, Pettinato, Schiavello, Cerra, Paonessa, Serratore, Touto, Zerbonia, Maturano, Martinez.
In panchina: Grandinetti F., Fragale, La Fortuna, Camillò, Gigliotti, Grandinetti G., Camozza.
Allenatore: Spina
 
SPORTING DAVOLI: Chiefari, Squillacioti, Caporale L., Spadea, Vangale, Voci, Colutariale D., Guido, Caporale D., Fiorenza, Papaleo.
In panchina: Gualtieri, Colubriale A., Amato, Coniglio, Cristello, Polimeni, Pugliese. Allenatore: Filato.
ARBITRO: Cavalieri di Paola
 
 
La pioggia ferma Curinga e Davoli
 
di BRUNO SODARO
CURINGA - 8-11-2009 -
Non si è giocato al "C. Piro" di Curinga.
Campo reso impraticabile dalla pioggia caduta nei giorni precedenti. Le due squadre erano scese in campo ed avevano effettuato il riscaldamento, sicuri dell'agibilità del terreno di gioco.
Per il sig. Cavalieri di Paola, nonostante la pressione delle due squadre a giocare, campo non in condizione di far disputare la gara.
Gara rinviata. In settimana si saprà la data del recupero.
Intanto le due squadre si preparano ai prossimi incontri di campionato: il Curinga giocherà a Filadelfia, mentre il Davoli si recherà sul terrene di gioco dell'Euro Girifalco.
Il Quotidiano
 
BIVONGI PAZZANO    1 2    A.N.S.E.L. ACCONIA
 
BIVONGI PAZZANO: Spadola 7, Luca 6, Papello 6,5, Valenti Già. 6, Gara 6,5, Valenti A. 6,5 ( 43' pt Pisano 5,5), Tisane 5,5 (41' st Coniglio sv), Russo P. 6,5, Russo M. 5,5 (14' st Pistininzi 6), Franco 6,5, Taverniti 6.
In panchina: Sabatino, Murace, Care.
Allenatore: Gallo 6
A.N.S.E.L. ACCONIA: Buccafurni 6,5, Calfa 6,5, Mercuri 6,5, Michienzi 7, Colloca 6,5, Di Cello S. 6,5, Muraca 6, Morelli 6, Orlando 6,5. (42' st Molinaro sv), Di Cello L. 7, Vasta 6,5 (32' st Torcasio sv).
In panchina: Materazzo, Perugino, Arcuri. Allenatore: Galioto 7
ARBITRO: Rispoli diLocri 6,5
MARCATORI: p.t. 42' Michienzi, s.t. 38' L. Di Cello, 48' Franco(BP)
NOTE: Pomeriggio freddo e a tratti con una leggera e fastidiosa pioggerella. Spettatori 50 circa con una sparuta rappresentanza di tifosi ospiti.
 
Prima Categoria girone C. Sul difficile campo di Bivongi
la capolista riesce a ottenere i tre punti
 
L'Ansel non sbaglia un colpo
Le reti decisive siglate da Michienzi e Di Cello, Franco segna troppo tardi
di  GIUSEPPE MELIA
BIVONGI - 8-11-2009 - Ieri al "D. Murdolo" si è disputato l'incontro tra il Bivongi Pazzano e l'A.N.S.E.L. Acconia con quest'ultima che con una gara attenta ha conquistato una preziosa vittoria che le consente di continuare a rimanere alla vetta della classifica. La squadra di casa non è mai riuscita a dominare la gara e pertanto ha reso quasi inoperoso il portiere avversario.
La prima azione degna di nota è nata al 23' del primo tempo quando la squadra di casa ha usufruito di un corner e della battuta se ne è incaricato Taverniti mandando la sfera al centro dell'area dove si trovava ben piazzato A. Valenti, ma il suo colpo di testa è uscito fuori di poco. Al 42' l'A.N.S.E.L. passa in vantaggio con Michienzi abile a sfruttare un calcio di punizione calciato da L. Di Cello per insaccare con tiro da distanza ravvicinata.
Nel secondo tempo i locali cercano di reagire per risalire la china. Infatti al 10' Tisane nel tentativo di impostare un'azione d'attacco viene fermato fallosamente e l'arbitro concede il giusto calcio di punizione, della cui battuta se ne incarica Io specialista Franco il quale con un tiro a parabola cerca di sorprendere Buccafurni, ma la sfera sfiora la traversa e finisce sul fondo. Al 34' occasionissima per gli ospiti con Orlando, ma Spadola con un'uscita tempestiva riesce a salvare in due tempi la propria porta.
Al 38' l'A.n.s.e.l. Acconia raddoppia con L. Di Cello il quale da dentro l'area lascia partire un diagonale che l'ottimo Spadola intuisce e con la punta delle dita lo devia sul palo, ma la sfera attraversa tutta la linea bianca della porta locale e si insacca lambendo il palo opposto. Al 46' Lucà con un tiro cross costringe Buccafurni a salvarsi in angolo con l'aiuto dell'incrocio dei pali.
Al 48' Franco con un tiro dal limite dell'area segna il gol della bandiera.
Il Quotidiano
 
P. ACCONIA   0 -  2   FILOGASO
NUOVA POLISPORTIVA ACCONIA: Oscuro, Condoleo, Mastroianni, Muraca D., Trovato, Landolfi, Panzarella, Nosdeo, Muraca V., Garieri, Dell'Aquila.
In panchina: Guzzi, Trovato, De Sensi, Neri, Catanzaro, Mazz0tta, Molinaro.
Allenatore: Fioretti
NOTE: espulso Nosdeo (NPA) al 25' st per doppia ammonizione
FILOGASO: Vallone, Liberto (35' st Barba), Galati, Pannace, Carnovale, Sisi, Augurusa (30' st Ciurleo), Imineo, Valotta, Mancuso (27' st Teti), La Neve.
In panchina: Arone, Barba, Caputo, Valotta, Ciurleo, Romeo.
Allenatore: Bruni
ARBITRO: Zema di Reggio Calabria
MARCATORE: 20' pt La Neve, 30'st Teti
 
 
Filogaso, continua il momento magico
 
ACCONIA – 8-11-2009 - Il Filogaso conquista tre punti pesanti ad Accorda e mantiene la testa della classifica. Ospiti subito avanti: al 10' pt La Neve va in gol su passaggio di Mancuso ma l'arbitro annulla per un presunto fuorigioco. Al 20' azione fotocopia e stavolta gol regolare. Nel secondo tempo l'Accorda va in cerca del pareggio senza però rendersi davvero pericoloso. Il Filogaso colpisce in contropiede con Valotta e La Neve. Al 30' Teti raddoppia su punizione. Da segnalare l'ottima prestazione della difesa ospite, che da quattro turni non incassa reti, il ritorno di Barba dopo un anno di squalifica e la prestazione eccellente di Sisi.
Il Quotidiano
A palle Ferme
Due squadre in fuga (Filogaso Ansel Acconia),
due squadre pesantemente sconfitte (Badolato e Nuova Filadelfia),
due squadre in attesa di giudizio (Nuova Curinga e Sporting Davoli).
 
Curinga 10-11-2009
 
Continua il momento magico per il Filogaso e per l'Ansel Acconia , entrambe vincenti e che così facendo, consolidano la loro prima posizione di classifica.
Vince il Filogaso ad Acconia, contro la Polisportiva col classico risultato di 2-0 dopo aver controllato le sfuriate iniziali della squadra di casa e avere sfruttando il micidiale contropiede che ha fruttato entrambe le reti del vantaggio.
Anche l'Ansel Acconia conquista i suoi tre punti, a Bivongi,  attraverso una fase iniziale di partita dove le squadre si fronteggiano a centrocampo per poi affondare i colpi per raggiungere la prima rete del vantaggio Ansel. Succede a fine primo tempo, quando i giocatori ospiti si sono resi conto che potevano "osare" e con il loro capitano Michienzi segnano la prima rete .  Stesso tema di gioco nel secondo tempo, con una reazione dei locali che si esaurisce immediatamente dopo una punizione dal limite che ha messo i brividi a Buccafurni, inoperoso per gran parte della partita.
Per il resto della partita, solo Ansel che, dopo avere sprecato con Orlando una ghiotta occasione, colpisce con Di Cello Luca a dieci minuti dalla fine. Inevitabile, di questi tempi, la rete subita dall'Ansel nel pieno del recupero che però, non provoca danni irreparabili.
La Nuova Filadelfia non riesce più a vincere anzi, sta accumulando una serie di KO che non sono più giustificabili. Perde in casa col San Calogero e, udite udite, precipita in piena zona Play-Out con soli sette punti frutto di una sola vittoria e di quattro pareggi.
Stessa fine ha fatto il Badolato che cade pesantemente a Limbadi, contro una squadra grintosa e vogliosa di ottenere risultato per uscire al meglio dalla situazione in cui era precipitata.
Una squadra irriconoscibile, che ha energie per lottare solo per un tempo per poi cedere l'onore delle armi alla squadra locale che gli rifila una tripletta pesante.
Nuova Curinga e Sporting Davoli rimangono in attesa di giudizio perchè, ancora una volta, sul "Carlo Piro", nonostante gli ultimi lavori, non hanno potuto disputare la loro partita.
La squadra locale ha urgente necessità di punti per cui, nel prossimo recupero, non dovrà fallire l'obiettivo della vittoria.
Per fortuna, chi sta davanti, a parte Ansel e Filogaso, non riescono a fare di meglio così, la Serrese non riesce a vincere contro l'Euro Girifalco così come il Badolato che è stato sconfitto.
Attenzione al Real Pianopoli che vincendo a Vallefiorita, sale a quota tredici punti e si propone come possibile finalista Play-Off.
Partita sospesa a Petrizzi in un finale che ha visto i dirigenti della "famosa" Uesse Catanzaro,
ritirare i suoi giocatori dal campo contestando l'arbitro Signorina Marenda da Reggio Calabria. In realtà, la squadra stava perdendo per 4-0 e stava rischiando di subire un cappotto, non per colpa dell'arbitro ma semmai, per inconsistenza di gioco da parte della squadra. Le cronache infatti, recitano di un ottimo arbitraggio da parte del direttore di gara designato per cui, nessuna attenuante a questo gesto antisportivo.
Un consiglio ai dirigenti della Uesse Catanzaro: Nei prossimi incontri che dovrete disputare, mandate la vostra formazione "Allievi" perchè, forse, con questa, riuscirete  a vincere anche qualche partita.
Er. Ga.
Palla al Centro, si ricomincia.
In attesa del Derby N. Filadelfia - N. Curinga.
 
Curinga 12-11-2009
 
Si riprende da due recuperi infrasettimanali che hanno visto vittoriose la Serrese sul Limbadi per 4-1, il Petrizzi contro l'Euro Girifalco, a Girifalco, per 3-1 e, da una omologazione di risultato per la partita sospesa a Petrizzi, che la squadra locale ha sostenuto contro la Uesse Catanzaro. Il G. S. ha confermato il risultato che stava maturando sul campo, riconoscendo al Petrizzi la vittoria per 4-0 che così, si ritrova a quindici punti, assieme alla Serrese, e diventano le contendenti delle capo liste Filogaso e Ansel Acconia, entrambe a quota diciannove.
La nona giornata di campionato propone scontri da brividi con Filogaso - Petrizzi, che svetta su tutte per interesse di classifica e per qualità, visto che le squadre attualmente, fanno dell'entusiasmo dei risultati positivi ottenuti la spinta per andare sempre avanti.
Badolato - Serrese non è da meno perchè la squadra di casa non può più permettersi passi falsi se vuole inseguire ancora il sogno della promozione.
La Serrese, dopo essersi sbarazzata della diretta concorrente Limbadi, vorrà continuare la sua marcia e, se possibile e con tutto il rispetto per il Badolato, sbarazzarsi anche di questi.
L'Ansel Acconia si trova difronte un Limbadi fatto a pezzi dalla Serrese e, proprio per questo, bisogna porre la massima attenzione perchè potrebbe trattarsi di un risultato bugiardo.
Il Limbadi è capace di imprese impossibili e ciò suggerisce massima concentrazione per una partita che può significare " conferma di primato di classifica". Se vittoria sarà, così come si spera, allora possiamo definitivamente parlare di "squadra delle Meraviglie".
Interessante derby tra Nuova Filadelfia e Nuova Curinga. Due squadre che lo scorso campionato sono state assolute protagoniste e che, quest'anno stentano ancora a risalire la china. Tra le due, sta peggio la Nuova Filadelfia, con i suoi magri sette punti in classifica generale e con lo spettro sulle spalle dei Play-out. Meglio la Nuova Curinga che, pur non  riuscendo ancora, se non in sporadiche situazioni, ad esprimere il meglio di se, si trova a nove punti con una partita da recuperare. Lo stadio di Filadelfia è quello ideale per esprimersi al meglio per cui si spera in una partita di "rilancio" perchè, di rilancio la Nuova Curinga ne ha proprio bisogno. L'ambiente mugugna  e il solo modo per zittire certe voci, è proprio quello di andare a vincere a Filadelfia.
Impegnativa trasferta per la Polisportiva Acconia che dovrà affrontare il Real Pianopoli in un momento di massimo rendimento per i ragazzi di Mister Mancuso. La Polisportiva arriva già da una sconfitta cocente subita ad opera del Filogaso in casa per cui, dovrà cercare tutte le vie per fare risultato perchè, per la qualità dei suoi giocatori, il risultato positivo può essere  alla sua portata.
L'Euro Girifalco affronta lo Sporting Davoli e dovrà subito dimostrare ai suoi tifosi che la sconfitta del Mercoledì ad opera del Petrizzi, è stata solo frutto di una partita in cui tutto è andato storto. Lo Sporting Davoli è comunque la squadra che rimane in agguato, subito alle spalle delle prime posizioni di classifica, e rimane in attesa sperando che chi la precede possa, prima o poi fare un passo falso. Ha la possibilità di assaltare tali posizioni perchè ha anche una partita da recuperare ed i punti conquistati, sono già quattordici.
Il San Calogero, dopo le due vittorie consecutive, vorrà aggiungerne una terza per dare definitivamente "un calcio al passato" quando non riusciva a fare risultato e subiva sconfitte disastrose. La Nuova Valle tenterà di fermare l'euforia dei locali anche perchè, ha assoluta necessità di punti per tirarsi fuori da una situazione pericolosa.
Tra Uesse Catanzaro e Bivongi sarà partita da riscatti: il Bivongi vorrà riprendersi subito i punti persi in casa domenica contro l'Ansel mentre la Uesse Catanzaro vorrà finalmente conquistare quei tre punti che, fino ad ora, non ha mai conquistato.
 
Er. Ga.
 
NUOVA FILADELFIA    1 - 4   NUOVA CURINGA
 
NUOVA FILADELFIA: Michienzi, Fruci, Caruso (1' st Mazzetta), Romagnolo, Raffa, Tarzia (1' st lelapi), Grande, Buccinnà (30' pt Di Siena) Olivo, Montauro, Bartucca.
In Panchina: Butruce, Mazzotta, Di Siena, Simonetti, Ruscio, Servello, lelapi.
Allenatore: Alessandro
 
NUOVA CURINGA: Sorrentino, Currado, Pettinato, Schiavello, Cerra, Paonessa, Serratore (15' st Gigliotti), Tuoto, Zerbonia (30' st Fragalà), Marturano, Martinez.
In panchina: Grandinetti, Gigliotti, Fragalà, Catozza.
Allenatore: Spina
MARCATORI: 16'pt Zerbonia(NC), 19'pt Cerra (NC), 23' Martinez (NC), 26' Zerbonia (NC), 8' st Montauro (NF)
ARBITRO: Focetola di Paola
 
 
Nuova Filadelfia sull'orlo del baratro
La Nuova Curinga risale in classifica.
FILADELFÌA 15-11-2009 -
 
Continua il momento negativo della Nuova Filadelfia: quella che doveva essere la partita del riscatto si è tramutata nell'ennesimo scivolone casalingo, reso ancora una volta pesante dal passivo con cui la Nuova Curinga ha espugnato il terreno di gioco di Filadelfia.
Urge un deciso cambio di rotta per i ragazzi del tecnico Alessandro, che in settimana avrà il compito di ricompattare il gruppo e motivare i suoi in vista della prossima trasferta in casa della Nuova Valle.
Per la Nuova Curinga si tratta invece di un successo che rida morale ad un gruppo reduce da una serie di risultati altalenanti e la spinge verso posizioni più nobili di classifica.
La Nuova Filadelfia crolla nel giro di una decina di minuti: dal 16' al 26' gli ospiti vanno a segno per ben quattro volte, due volte su calcio piazzato, una su un tiro dalla lunghissima distanza di Martinez e l'ultima sugli sviluppi di un contropiede ai limiti del fuorigioco.
La rete di Montauro nella ripresa rende la sconfitta un pò meno amara per i padroni di casa.
 
Quotidiano della Calabria
 
A.N.S.E.L. Acconia    1  -  1    Nuova Limbadi
 
A.N.S.E.L. Acconia: Buccafurni, Mercuri, Colloca, Michienzi, Muraca S., Di Cello S.,  Muraca L., Morelli, Orlando, Vasta, Di Cello L.
In panchina: Materazzo, Torcasio Molinaro, Perugino, Arcuri.
Allenatore: Galioto
ARBITRO: Cavaliere di Paola
 
Nuova Limbadi: Graci, Mercuri A., Cuiuli, Ascone, LaMalfa, Po, Pellicani, Maccarone, Ascone, Miserino, Desiderato,
In panchina: Di Mundo, Caparra, Corsi, Ventrici, Corsaro,Castagna, Mercuri
Marcatori: 25' s.t. Vasta; 46' s.t. Caparra.
 
L'Ansel, come al solito,
subisce la rete del pari nel tempo di recupero.
 
Acconia 15-11-2009
Siamo alle solite: Bivongi - Ansel Acconia 1-2 con rete del Bivongi al 48' del s.t.; Ansel Acconia - Petrizzi 2-1 con rete del Petrizzi al 46' del s. t.; Ansel Acconia - Nuova Valle 2-1 rete per la Nuova Valle al 45' del s.t.; Nuova Filadelfia - Ansel Acconia 1-1 rete per la Nuova Filadelfia al 47' del s. t.; Ansel Acconia - San Calogero 4-1 rete per il San Calogero al 40' del s. t.. Non è possibile.
Non è più tollerabile una cosa del genere perchè queste reti, costano alla fine, quei punti che potrebbero far cambiare il corso ad una squadra.
La partita di oggi è stata una partita giocata sotto tono dai giocatori dell'Ansel, vuoi da una parte, per i fatti successi durante la settimana dei quali diamo ampia discussione sulle News del sito, e che hanno visto coinvolto il Presidente della squadra Trovato Sebastiano, vuoi per l'assenza forzata di Arcuri ancora fuori squadra per postumi dell'infortunio subito nella partita contro il Petrizzi.
Quando Antonio (Arcuri) è entrato in campo infatti, (ultimo quarto d'ora della partita), è stato subito gol, con una sua invenzione e con un passaggio fulmineo su Muraca L., che crossa al centro dove Vasta, con uno splendido tiro al volo fulmina il pur bravo portiere Graci.
La partita sonnecchia per lungo tempo e il pallone staziona prevalentemente a centrocampo dove si lotta accanitamente dimostrando che le squadre giocano per vincere e non per portare a casa un solo punto.  I giocatori del Limbadi, reduci da una pesante sconfitta infrasettimanale, chiudono tutti i varchi in difesa e fanno della loro grinta la loro forza in campo. Nessuno si tira indietro e tutti vogliono contribuire alla causa del risultato. Ne soffrono inizialmente i giocatori locali, soprattutto quelli dotati di tecnica superba come Orlando, Di Cello, Vasta, Muraca ecc. ma, Buccafurni, per l'intero primo tempo rimane quasi completamente inoperoso. Altrettanto il suo collega Graci.
Il secondo tempo inizia con una buona occasione per Orlando che, con un colpo di testa, impegna Graci che si esalta sfoderando una parata che mette in evidenza tutte le sue qualità.
Non è da meno Buccafurni che si disimpegna coi pugni su una violenta conclusione dal limite e si ripete in tuffo su un rasoterra proveniente dalla sua destra.
Il gioco è maschio e, l'allenatore Galioto, non rischia Arcuri che potrebbe compromettere la ripresa della sua attività agonistica.
Quando manca un quarto d'ora alla fine, decide di rischiare sostituendo  Orlando con Arcuri, ed è subito la rete del vantaggio. Arcuri infatti illumina il gioco, e si rivela l'uomo guida di questa squadra, l'uomo dell'ultimo passaggio che manda subito Muraca in profondità dal cui cross in area scaturisce la fantastica rete di Vasta.
Sembrava cosa fatta ma, quando si avvicina il recupero, questa squadra è come se perdesse l'orientamento ed infatti, da un punizione dal limite e, da una mischia sotto rete ne scaturisce la rete del pareggio quando siamo già al 46' del secondo tempo. L'arbitro avrebbe potuto chiudere la partita anche prima della rete ma, scrupoloso fino in fondo, prolunga il recupero e, il recupero, per i giocatori dell'Ansel, attualmente è difficile da gestire.
 
Er. Ga.
 
PIANOPOLI    1 - 0  POL. ACCONIA
 
REAL PIANOPOLI: Mascaro, Curcio G. (8' st Curcio A), Guzzo G., Mazzei A (81 st Mazziotti), Scerbo, Sereno, Talarico, Fazio (21' st Palmieri), In panchina: Roberti, Isabella, Maretta. Allenatore: Maretta Franco.
MARCATORI: 15' st Isabella (rig)
 
POL. ACCONIA: Oscuro, Panzarella, Serratore, Muraca S, Molinaro, Pingitore, Muraca V (39' st Mastroianni), Landolfi, De Sensi, Garieri (11 pt Neri - 37' st Trovato), Dell' Aquila.
ARBITRO: Borrelli da Cosenza
 
1- Categoria C. Battuto l'Acconia
Pianopoli di rigore
di GIOCONDO TORCHIA
 
PIANOPOLI - Vince di misura il Real Pianopoli grazie al rigore messo a segno da Isabella nella ripresa e ad una prestazione di cuore di tutto l'organico. Il Real ottiene la seconda vittoria consecutiva dopo i tre punti conquistati ai danni del Nuova Valle.
Dopo le fasi iniziali di studio, al 25 del primo tempo, ospiti vicini al gol ma Mascara si supera su una punizione magistralmente calciata da Dell'Aquila.
Nella ripresa il Real al 15' passa su rigore. Fallo netto di Panzarella su Roberti. Sul dischetto si presenta Isabella, che non sbaglia. L'Acconia però non demorde e al 20' Landolfi raccoglie un bel cross di Muraca V., ma spreca malamente da buona posizione.
Al 35' Muraca V. conclude di poco a lato e al 38, dopo un' uscita a vuoto di Mascaro, la difesa del Real fa buona guardia concedendo agli ospiti solo il calcio d'angolo.
Il Quotidiano
 
 
Curinga. Sebastiano Trovato, finito all'ospedale, ha sporto denuncia contro Giuseppe Mazza
L'assessore picchia il presidente
dirigente della squadra aveva chiesto l'illuminazione al campo sportivo
di PASQUALINO RETTURA
CURINGA - La squadra non può allenarsi di sera perchè l'impianto di illuminazione del campo sportivo comunale non veniva messo in funzione, il presidente dell'Ansel Acconia, che milita in prima categoria, chiama il sindaco Domenico Pallaria per il problema. Il sindaco dice al presidente, Sebastiano Trovato, di rivolgersi al'assessore allo Sport Giuseppe Mazza. Alla fine, fra i due, nasce un diverbio e il presidente finisce all'ospedale. Succede a Curinga dove la vittima ha sporto regolare denuncia contro l'assessore con tanto di referto medico rilasciato dal pronto soccorso dell'ospedale di Lamezia che diagnostica un «trauma contusivo piramide nasale con ferita escoriata lineare regione frontale ed epistassi in remissione stato d'ansia reattivo».
Tutto questo succede, tra l'altro, ad un soggetto cardiopatico e già sottoposto a intervento chirurgico.
Trovato ha presentato denuncia alla polizia di Stato di Lamezia in cui spiega l'accaduto. Nella denuncia infatti il presidente della squadra di calcio racconta di aver interpellato telefonicamente il sindaco per il problema dell'illuminazione dell’impianto sportivo di Acconia di Curinga.
Alla telefonata, il sindaco riferiva che avrebbe chiamato l'assessore allo Sport per risolvere il problema. Passa mezz'ora, e il presidente veniva contattato dalla squadra che riferiva di non potersi allenare perché l'illuminazione non funzionava. Secondo il presidente, però, i fari non venivano accesi ed a quel punto il sindaco invitava Trovato a rivolgersi all'assessore Mazza.
A quel punto, il presidente sì recava presso l'attività commerciale dell'assessore trovandolo a par lare al telefono. Successivamente -sempre secondo quanto riportato nella denuncia - il presidente riferiva all'assessore che era stato mandato dal sindaco per la vicenda dell'illuminazione del campo. L'assessore rispondeva che i fari del campo sportivo erano stati installati a proprie spese da un'altra squadra, la polisportiva Acconia, e quindi per poter usufruire dell'illuminazione sarebbe stato necessario che Trovato si accordasse con questa altra squadra per pagargli la metà del costo dei lavori effettuati. Il presidente, per nulla convinto, rispondeva che poiché l'impianto sportivo è comunale e la sua società aveva avuto l'autorizzazione ad utilizzare l'impianto, non doveva pagare nulla e che l'altra società avrebbe dovuto chiedere il rimborso al Comune.
Tra l'altro il presidente riferiva la risposta di Mazza al sindaco telefonicamente.
A quel punto l'assessore avrebbe iniziato a inveire contro il presidente, dicendogli, fra l'altro, «avrei dovuto ammazzarti dieci anni fa». Calci e pugni - secondo quanto riporta la denuncia - tanto da costringere il presidente a recarsi al pronto soccorso.
Ora la vicenda potrebbe finire in Consiglio comunale secondo quanto annuncia il capogruppo di ”Rialzati Curinga", Domenico Michienzi, che, nell’esprimere la solidarietà al presidente dell'Ansel Acconia, chiederà una seduta consiliare aperta per invocare le dimissioni (o la revoca del sindaco) dell'assessore allo Sport.
Il Quotidiano della Calabria.