La Nuova Curinga, inaugura la Stagione Sportiva 2009-2010

Palla al centro: si ricomincia
La Nuova Curinga, inaugura la Stagione Sportiva 2009-2010
 
Curinga 18-09-2009
Tocca alla Nuova Curinga che, scende oggi in campo contro la Uesse Catanzaro, inaugurare l'inizio del Campionato di Prima Categoria Girone C.
Un campionato che inizia all'insegna dell'equilibrio visto che, ogni compagine, ha provveduto a rafforzare le proprie fila, col meglio che il mercato potesse offrire anzi, si è ancora in corso d'opera visto che la Polisportiva Acconia, insegue senza sosta, i due pupilli di Mister Fioretti Landolfi e Dell'Aquila. Una compagine che, per il momento, deve fare a meno del suo capitano De Pace Salvatore e che, non ha ancora recuperato al cento per cento Calvieri, pedina importante dello scacchiere di Mister Fioretti. Farà visita alla Nuova Limbadi, con la speranza di iniziare con un risultato positivo il campionato.
Sta peggio l'Ansel Acconia che deve rinunciare a Scopelliti, a Mercuri G, Mercuri A, Orlando e Di Siena, nuovo acquisto nelle cui mani è stata riposta tanta fiducia da parte del Presidentissimo Trovato Sebastiano.
Mister Calioto, coadiuvato dal Sig. Cappello, ha molta carne al fuoco ma, ha poca disponibilità d'uso, con una infermeria stracolma di infortunati. Saranno le nuove leve che dovranno affrontare un Filogaso anch'esso rinnovato e voglioso di fare risultato. La partita, per la cronaca, si disputerà al comunale di Acconia, contrada Cerzeto, vista la indisponibilità del Comunale "Carlo Piro" di Curinga. E', come detto, della Nuova Curinga l'onore di iniziare questa nuova stagione sportiva, recandosi a fare visita alla Uesse Catanzaro che, si ritrova ad affrontare questo campionato di Prima Categoria per avere acquistato il diritto dal Chiaravalle che, a sua volta, ha ceduto tutti i suoi diritti, rinunciando anche alla partecipazione a tale campionato.
Una squadra favorita per il salto di categoria, rinnovata, potenziata ed affidata a mani esperte. La Nuova Curinga, dovrà fare a meno di Colacchio e La Fortuna, ancora sofferenti ma, potrà schierare fin dal primo minuto, al centro dell'attacco, il suo bomber Zerbonia.
Per il resto, i nuovi fuoriquota, hanno dimostrato di cavarsela decentemente di fronte a qualsiasi avversario; Catozzo,  Martinez, Nusdeo, Grandinetti G., Serratore e, Currado, sotto la guida di Marturano, Fragalà e Camillò, saranno sicuramente all'altezza della situazione e, venderanno cara la pelle. Il Campionato è lungo e tanti sono i pretendenti. La Nuova Filadelfia farà visita alla debuttante Sporting Davoli e sarà subito un banco di prova contro una squadra che, lo scorso campionato, si è guadagnata la promozione vincendo i Play-Off.
Il Badolato, anch'essa favorita per la promozione, ospiterà un  Real Pianopoli che, senza iniziali pretese, affronta un campionato con la speranza di raggiungere una tranquilla salvezza.
Il Petrizzi e la Nuova Polisportiva Acconia, anch'esse favorite, almeno per i Play-Off, giocheranno entrambe in trasferta e, se vorranno rientrare fin da subito tra le squadre che contano, dovranno puntare direttamente alla possibile vittoria perchè, Bivongi, non è un campo impossibile per il Petrizzi e, la Nuova Limbadi, che si prospetta forte, può essere battuta dalla Polisportiva, con un effetto sorpresa al quale, Mister Fioretti, avrà sicuramente  pensato.
L'Ansel Acconia, dovrà fare di esigenza virtù, cercando di sfruttare il campo amico e pensando che, gli avversari, nonostante l'esperienza di categoria maturata negli anni di sua partecipazione, non sono mai stati grandi avversari per le nostre squadre che, la hanno già affrontata da avversaria. Anche con una formazione rimaneggiata, potrà e dovrà essere vittoria, per poter iniziare così, al meglio, la nuova avventura in Prima Categoria.
Auguri di Buon Campionato per tutti.
 Er. Ga.
UESSE CATANZARO 1 - 4 NUOVA CURINGA
UESSE CATANZARO: Canino, Manfreda, Paradiso, Scalzo (15' st Grisolia), Caligiuri, Gallo, Sabbarese (1 s.t. Valenti), Caccamo, Percia Montani, Vinciguerra (35' st Marino), Citraro.
In panchina: Franconieri, Ciacci, Caruso Oliverio.
Allenatore: Di Maio.
 
NUOVA CURINGA:  Sorrentino, Catozza, Pettinato, Martinez, Cerra, Camillò, Nosdeo (35' st Currado),GrandinettiG. (1' st Gigliotti), Fragalà (30' st Zerbonia), Marturano, Serratore.
In panchina: Grandinetti F., Riga, Schiavello, Trovato.
Allenatore: Spina.
ARBITRO: Esposito di Crotone.
MARCATORI: 6' pt rig Vinciguerra (U), 13' pt Grandinetti G (C), 40', 45' pt e 46' st Serratore (C),
 
 NOTE. Angoli 10 a 3 per la Nuova Curinga. Ammoniti: Gallo e Valenti per l'Uesse. Fragalà, Nosdeo, Cerra e Maturano per la Nuova Curinga. Gara disputata a porte chiuse. Spettatori circa un centinaio "appostati" su una collinetta.
 
 
 
 
La Nuova Curinga passa con un sonoro 4-1
Uesse Catanzaro, che tonfo
di BRUNO SODARO
CATANZARO LIDO - 19-09-2009 - Brutto esordio di campionato per la squadra catanzarese dell'Uesse. E' la Nuova Curinga a passare con un risultato molto pesante al termine di 90' combattuti. Una gara che ha visto gli ospiti ben messi in campo, superiori sia tecnicamente sia atleticamente. Locali ancora non al meglio della preparazione. Le reti. Dopo sette minuti il direttore di gara assegna un rigore ai padroni di casa per atterramento in area di Sabbarese ad opera di Pettinato. Vinciguerra trasforma il penalty.
Il pareggio ospite al 13'. Palla filtrante in area di Fragalà per Grandinetti G. che non ha difficoltà a battere il portiere dì casa. Vantaggio del Curinga al 40'. Azione da fallo laterale con palla finale per Serratore. Tiro che finisce alle spalle di Canino.
Al 1'di recupero, azione personale sulla destra di Maturano che, entrato in area, serve Serratore. La punta deposita in rete e firma la tripletta che chiude la contesa.
Il Quotidiano
Ansel Acconia    1 – 0   Filogaso
 
Ansel Acconia: Buccafurni, Muraca S., Colloca, Michienzi, Morelli, Frijia, Perugino, Vasta, Orlando, Arcuri, DiCello.
In Panchina: Lepore, Mercuri GF., Mazzotta, Muratore, Torcasio, Molinaro.
Allenatore: Galioti
Marcatore: 25' p.t. Arcuri (rig)
Filogaso: Vallone, Valotta RF, Ciurleo, Tassone, Pannace, Sisi, Caputo, Imineo F., Valotta R, Romeo, Mancuso.
In Panchina: Imeneo A., Liberto P., Teti, Liberto A, Arona, Laneve, Mesiano.
Allenatore: Bruni.
Arbitro: Malivindi di Taurianova
 
Una partita che poteva finire in goleada
ma che è finita solo 1-0 per l'Ansel
Acconia 20-09-2009
 
Una partita che poteva finire in goleada e che viene invece vinta dall'Ansel, col minimo scarto e, per giunta, su rigore.
Un inizio di campionato nel segno della vittoria che è, in ogni caso, beneaugurante sia per i giocatori sia per la società sia per i numerosi tifosi sugli spalti.
C'era molta curiosità oggi, nel vedere all'opera, per la prima volta l'Ansel Acconia, in questa nuova avventura di Prima Categoria.
Squadra in buona parte rinnovata e, per buona parte, purtroppo, indisponibile oggi, con assenze importanti come quella, ad esempio, di Scopelliti, a centrocampo che, ha costretto Mister Calioto, ad inventarsi la linea dei quattro centrocampisti, sacrificando giocatori come Arcuri e Vasta, le cui scorribande in attacco, sappiamo quanto, di solito, sono pericolose.
Era il debutto assoluto per l'Ansel Acconia  ma ciò, non ha per nulla intimorito i giocatori scesi in campo per affrontare una squadra esperta come quella del Filogaso.
Mister Calioto, schiera un 4-4-2 con le due linee molto vicine tra loro e,con Orlando e Di Cello punte avanzate. Morelli e Frijia costituiscono la coppia centrale, mentre la linea a quattro di centrocampo era formata da Perugino, Michienzi, Vasta ed Arcuri.
Uno schieramento dettato da pura esigenza tecnica perchè, non era certo quello il ruolo di Arcuri come non era quello il ruolo naturale di Vasta.
I due si sono sacrificati volentieri in queste nuove vesti ma, si è capito subito che Vasta era praticamente il terzo attaccante aggiunto, mentre Arcuri, poteva innescare le punte, solo con lanci lunghi,  nella ricerca costante di Orlando, Di Cello e, lo stesso Vasta.
Ruolo insolito per Arcuri che, ha sempre giostrato dietro le punte, ma che si è egregiamente comportato anche in queste nuove mansioni affidategli dal suo Mister. Ha praticamente fornito assist importanti che a turno, purtroppo, Orlando, Perugino e Di Cello, hanno sprecato banalmente.
Non era facile superare la difesa ospite perchè si è rivelata rocciosa e decisa sia nel contrastare che nello spazzare la propria area di rigore. Uomo contro uomo, Orlando ha trovato pane per i suoi denti perchè, in rare occasioni, è riuscito a superare il roccioso difensore preposto alla sua marcatura. Quando c'è riuscito, ha banalmente sprecato, mandando a lato o, sulla traversa, sia quando ha colpito di testa che quando ha tirato col suo piede preferito.
Una partita dominata nel primo tempo, quando gli avversari hanno tirato in porta una sola volta e, su punizione; nel secondo tempo l'Ansel sbaglia clamorosamente due occasioni nei primi dieci minuti di gara, per poi soffrire nell'ultimo quarto d'ora quando, rischia addirittura di subire la rete del pareggio.
L'obiettivo della vittoria, è stato raggiunto, mentre quello del gioco fluido, delle invenzioni magiche di Arcuri, e, delle reti fantastiche di Orlando sono ancora lontane.
Per ora, accontentiamoci dei tre punti poi, con il recupero di pedine importanti, speriamo di vedere tutto il resto.
 Er. Ga.
NUOVA CALCIO LIMBADI   1 - 0   POL. ACCONIA
 
NUOVA CALCIO LIMBADI: Graci, Ascone A., Tripaldi, Ascone P. (1' st Caparra), Corsaro, La Malfa, Mancuso, Ventrici, Spataro (1' st Desiderato), Miserino, Corsi (35' st Donato).
In panchina: limardo, Maccarone, Mercuri, Pontoriero.
Allenatore: Di Mundo-Tripaldi N.
MARCATORE: 45' pt Mancuso
POL. ACCONIA: Oscuro, Serratore, Neri, Landolfi, Mastroianni, Pingitore, Muraca
V., Muraca D. Garieri, Dell'Acqua, Condoleo.
In panchina: Guzzi, Gullo, Catanzaro. De Pace G., De Pace S., Trovato, Panzarella.
Allenatore: Fioretti
ARBITRO: Merenda di Reggio Calabria
 
Il Limbadi supera di misura un Acconia davvero pimpante
 
LIMBADI - 20-09-2009 - II Limbadi riesce a strappare la prima vittoria della stagione, nonostante le buona prova dell'Acconia che ha tenuto bene il campo. Primo tempo equilibrato, con gioco stabile a centrocampo; qualche ripartenza del Limbadi, ma nessuna vera azione da rete né sull'uno né sull'altro fronte. Unico lampo della prima frazione di gioco, oltre ad una bella conclusione di Ventrici, il gol di Mancuso proprio allo scadere del tempo: dopo un rimpallo ed una triangolazione con Corsi, l'under del Limbadi fa partire un tiro al volo che si insacca alle spalle del portiere ospite.
Seconda frazione di gioco più pimpante: l'Acconia si fa pericoloso in due occasioni sempre su calcio piazzato, con Graci reattivo in entrambe le circostanze. I padroni di casa sbagliano almeno in tre occasioni, con Desiderato (due volte) e Mancuso, troppo precipitosi davanti all'estremo difensore ospite.
E Limbadi alla fine riesce a rintuzzare i tentativi dell'Acconia ed a portare a casa una vittoria che fa morale e fa ben sperare in vista del prosieguo del campionato. Ad inizio gara il Limbadi ha mostrato ai suoi tifosi il Premio Disciplina relativo alla passata stagione con un giro do campo che poi si è dimostrato beneaugurante. Nota di merito per Mancuso che oltre a segnare il gol decisivo ha disputato un'ottima gara.
  1. e.
 
A palle ferme.
Tutte le squadre soffrono la trasferta
tranne la Nuova Curinga.
 
 
Curinga 22-09-2009
La prima giornata di campionato, si è conclusa con le squadre di casa che, al 99%, hanno avuto la meglio sulle squadre ospitate, tranne per la Nuova Curinga che, con un super Serratore, va a vincere nella tana del Leone (Uesse Catanzaro) con un sonoro(1-4).
Si sono in ogni caso, confermate tutte le squadre che saranno sicure e certe protagoniste.
Il Badolato, che regola il Real Pianopoli per (2-1); la Serrese, che, a suon di gol si sbarazza della Nuova Valle (4-2); l'Euro Girifalco, che impone al San Calogero un tennistico 6-1, ed infine, la Nuova Curinga, che, come detto, vince fuori casa, a Catanzaro, per 1-4.
 All'appello, manca solo la Nuova Filadelfia che, a Davoli, in formazione rimaneggiata, incappa in una sconfitta che potrà lasciare il segno, vista l'entità del risultato (5-0) a favore dei padroni di casa.
Un risultato che sorprende e che pone lo Sporting Davoli tra le squadre che vorranno essere protagoniste.
Perde la Nuova Polisportiva Acconia, a Limbadi, di misura (1-0), dopo avere disputato una partita gagliarda e non priva di qualità.
Ciò fa ben sperare per un pronto e immediato recupero che, potrà verificarsi domenica prossima contro la Serrese.
Viene rinviata la partita tra Bivongi Pazzano e Petrizzi, per un acquazzone che, in pochi minuti, ha reso impraticabile il terreno di gioco, costringendo il direttore di gara, a rinviare la partita a data da destinarsi.
Vince la matricola Ansel Acconia, di misura ma, con una partita che poteva finire in goleada se i suoi attaccanti avrebbero avuto solo un po' più di fortuna.
Hanno sprecato, a rotazione tra, Orlando, Di Cello e Morello, l'impossibile, tirando a lato di poco o, sulla traversa oppure, colpendo la stessa come è capitato a Di Cello.
E', in ogni caso un buon inizio, e con il recupero di pedine importanti, per quello che ci ha fatto vedere, pensiamo che la squadra, potrà essere la "Mina Vagante" del girone C,  una squadra cioè che, tutti dovranno temere.
 Er. Ga.
 
 
 
 
 
 
 
Palla al centro: si ricomincia
Ambizioni da rivedere o semplici incidenti di percorso?
 
Curinga24-09-2009
La prima giornata di campionato, si è conclusa con sette squadre vincenti ed una partita rinviata per impraticabilità di campo.
Nessuna squadra ha saputo imporsi fuori casa, neanche con un pareggio, tranne la Nuova Curinga che, a Catanzaro, ha dilagato, vincendo meritatamente la partita.
Altisonanti vittorie: vedi Euro Girifalco, (6-1) sul San Calogero; Sporting Davoli, (5-0) sulla Nuova Filadelfia; Serrese, (4-2) sulla Nuova Valle; Nuova Curinga, (4-1) sulla Uesse Catanzaro.
Risultati che hanno fatto suonare un campanello d'allarme per le squadre perdenti, per le quali, diversi apparivano le ambizioni di inizio campionato.
E' il caso della Nuova Filadelfia che, perdendo per 5-0 a Davoli, si è dimenticata, in una sola partita, di ciò che è stata e, di ciò che ha fatto l'anno scorso.
E' il caso anche della Uesse Catanzaro, per la quale, gli esperti cronisti dei vari giornali locali, avevano pronosticato, almeno, la sicura partecipazione alla fase finale dei Play-off.
Infine, è anche il caso del San Calogero che, rientrando con un tennistico 6-1 da Girifalco, ha sicuramente molto da meditare.
Ambizioni da rivedere o, incidenti di percorso?
Già, la seconda giornata incalza con incontri che possono chiarire meglio la situazione. Alla verifica, si trovano Nuova Filadelfia ed Euro Girifalco, che si scontrano tra loro, e che devono dimostrare se è stata vera gloria, quella del Girifalco, e se è stato solo un incidente di percorso, quello della Nuova Filadelfia. 
La Serrese, anch'essa vincente, ed in modo convincente, farà visita alla Nuova Polisportiva Acconia che, a sua volta, pur avendo disputato una partita gagliarda, ha perso di misura a Limbadi. La squadra c'è, ed ha dimostrato di esserci, adesso, una possibile ed eventuale vittoria, potrebbe restituire credibilità, fermo restando che, la Serrese, squadra ambiziosa, è un osso duro, non facile da affrontare.
Il San Calogero, perdente in malo modo a Girifalco, ospiterà il Badolato che, pur vincendo con qualche difficoltà, ha già conquistato i suoi primi tre punti in classifica, ribadendo le sue ambizioni di immediata promozione. In questo caso, è la squadra di casa che dovrà dimostrare che, quella di Girifalco è stata solo una pura debacle del momento e non un tonfo irrimediabile. Saranno i giocatori in campo a dover dimostrare che si è trattato proprio di questo e , di una "forma" di squadra che, tarda ad arrivare.
Affascinante lo scontro tra Real Pianopoli ed Ansel Acconia, anticipato a Sabato, e che mette di fronte due buone squadre e, di pari valore. Da tifosi, speriamo che Arcuri, Orlando e company, ritrovino la via della rete e possano concretizzare ciò che domenica hanno sprecato banalmente.
La Nuova Curinga ospiterà il Bivongi e, vista la determinazione con cui i Curinghesi hanno affrontato la prima partita, vincendola in modo inequivocabile, si spera che sia una seconda vittoria riconfermandosi così, squadra di grandi aspirazioni. L'organico è forte e, la voglia di fare bene c'è tutta; speriamo che duri fino alla fine del campionato, portando finalmente la squadra lì, dove nessuna squadra del nostro paese è ancora arrivata.
Filogaso - Uesse Catanzaro e, Petrizzi - Limbadi, appaiono, sulla carta, partite equilibrate ma, sul campo, potranno dimostrare qualcosa di diverso.
 Er. Ga.
 
  1. CURINGA   4 - 0   BIVONGI P.
  2. CURINGA: Sorrentino, Gigliotti, Pettinato, Martinez, Cerra, Cannilo, Nosdeo, Grandinetti G. (Il1 st Zerbonia, Fragalà, Maturano (31' st Schiavello), Serratore (30' st Riga).
In panchina: Grandinetti F., Lafortuna, Trovato, Paonessa
Allenatore: Spina.
MARCATORI: 6' pt Serratore, 18' st Martinez, 25' st Fragala, 30'st Nosdeo
 
BIVONGI P.: Spadola, Papello (24' st Gara), Coniglio G., Valenti A., Gallo D., Valenti G., Luca, Pisano (20' st Russo), Riggio, Franco, Taverniti.
In panchina: Sabatino, Carei.
Allenatore: Gallo.
ARBITRO: De Seta di Paola. 
NOTE: ammoniti Cerra (NC)e Gallo D (BP). Angoli 6 a 3 per il Nuova Curinga.
 
 
 
Poker di marcature per il Nuova Curinga
 
CURINGA 27-09-2009 - Seconda vittoria per la compagine di mister Spina. Una gara che ha visto i locali dominare in lungo e largo. Ospiti che solo nei minuti finali, impegnano la retroguardia di casa. Le reti.
Al 6' Serratore porta in vantaggio il Curinga con un tiro a volo dopo aver ricevuto da Grandinetti.
Nella ripresa al 18' Martinez, migliore in campo, raddoppia dopo aver dribblato tre avversali. Fragalà, al 25, fa tris con un colpo di testa su assist di Cerra.
Quarta rete di Nosdeo con un forte tiro da fuori area, dopo aver ricevuto un passaggio di Cerra.
Si svegliano gli ospiti. Franco al 34' e Valente al 41 ' costringono a due belle parate Sorrentino.
b.s.
Il Quotidiano
 
  1. PIANOPOLI   2 - 0   ANSEL
REAL PIANOPOLI: Mascaro, Mazzei A., Guzzo, Talarico (25' st Mazzei Antonello), Scerbo, Sereno, Notaro, Fazio, Gaetano (45' st Aiello), Isabella (29' s. t. Palmieri), Marotta.
Allenatore: Marotta
MARCATORI: 31' pt Notaro, 5' s. t. Isabella
ANSEL ACCONIA: Buccafurni, Muraca S., Colloca, Michienzi (15' st Scopelliti,23' st Molinaro), Morelli, Frijia, Di Cello L., Perugini (9' st Muraca L.), Orlando, Arcuri, Vasta.
Allenatore: Galeoto
ARBITRO: Paviglianiti di Vibo Valentia
 
 
 
Il Real Pianopoli supera
una buona Ansel Acconia
 
PIANOPOLI 26-09-2009 - L'Ansel Acconia cede l'intera posta in palio ad un Pianopoli che non delude nella prima uscita stagionale di fronte al pubblico amico.
Risultato classico che punisce gli ospiti, frutto delle due marcature messe a segno da Notaro al 31 ' pt su punizione e Isabella dopo cinque minuti dall'inizio della seconda frazione di gioco. L'Ansel Acconia nella ripresa ha tentato invano di recuperare le sorti dell'incontro, controllato egregiamente dalla squadra di casa.
Sabato prossimo altro anticipo per il Real Pianopoli in casa dell'Uesse Catanzaro, mentre l'Ansel Acconia cercherà il riscatto in casa contro l'ostica formazione del San Calogero.
Il Quotidiano
POL. ACCONIA   2 - 3   SERRESE:
POL. ACCONIA: Oscuro, Serratore, Mastroianni, Muraca D., Pingitore, Neri, Muraca V., Landolfi, Condoleo,  Dell'Acqua,  Trovato F.
In panchina: Protta, Trovato V.,Trovato R., Nosdeo, Catanzaro, Garieri, Panzarella.
Allenatore: Fioretti
ARBITRO: Bianchi di Reggio Calabria
NOTE: Espulsi 35' s.t. Stumpo (Allenatore) e Stumpo; 27's.t. Dell'Aquila sbaglia un rigore.
SERRESE: Carioti, Caridà, Zaffino, Fortebuono, Lattari, Scidà, Greco, Pisani, Chiera, Stumpo, Russo.
In Panchina: Franzè, Autieri, Pisani, Rullo, Franzè, LoBoanco, Mandò.
Allenatore: Stumpo
Marcatori: 30' p. t. Stumpo; 4' s.t. Dell'Aquila (rig.); 27' s.t. Russo (rig); 32' s. t. Muraca D; 37' s. t. Franzè.
 
Polisportiva Acconia sprecona: perde una partita che, poteva anche vincere.
Un super Oscuro e un doppio rigore non bastano.
 
Acconia - 27-09-2009 - La Polisportiva Acconia perde una partita che, giocata con maggiore oculatezza e senza i gravi errori di Dell'Aquila, poteva anche vincere.
Era di turno oggi, ad Acconia, la Serrese, squadra blasonata ma, forte e determinata. E' scesa infatti in campo con la determinazione giusta per portare a casa i tre punti, schierando
giocatori di qualità che, con palla a terra, hanno messo in atto un gioco lineare, semplice ed efficace.
La Polisportiva Acconia, dal canto suo, è ancora lontana dalla sua condizione ottimale e, troppe sono le assenze per poter pretendere contemporaneamente bel gioco e risultato.
Essere costretti a fare a meno dei fratelli DePace, di Garieri, di Calvieri e, di qualche altro giocatore importante, non è stato facile per Mister Fioretti inventarsi una formazione che potesse contrastare efficacemente la forte Serrese di oggi.
Oggi, ad esempio, con una punta di ruolo come Garieri, con un po' meno di presunzione di Dell'Aquila e con un interditore in più a centrocampo (Condoleo, oggi, era inesistente), avrebbe potuto far suo il risultato nonostante avesse di fronte una squadra di qualità.
Nonostante tutto, il divertimento e, le emozioni non sono mancate. Un primo tempo spezzettato troppo dal direttore di gara che, ha fatto giocare poco, interrompendo il gioco anche quando non doveva. Si gioca prevalentemente a centrocampo e, quando la Polisportiva si affaccia in area avversaria, lo fa mettendo paura ai difensori ospiti. Dell'aquila spreca due occasioni che, se meglio gestite, avrebbero potuto fruttare il vantaggio per la squadra locale.
Veniva incoraggiato sia dai tifosi che dal suo allenatore ma, quando al 40' la Serrese, su un pallone innocuo, riesce a portarsi in vantaggio, allora, si comincia a recriminare sugli errori commessi.
Il secondo tempo, è altra musica perchè, all'inconcludente Condoleo, Mister Fioretti preferisce Nosdeo e, le cose, cominciano ad andare meglio. Un primo quarto d'ora in cui sembrava ci fosse una sola squadra in campo e, a furia di pressare gli ospiti nella loro metà campo, dell'Aquila si guadagna un rigore, sacrosanto che, lo stesso, trasforma con bravura. La parità non sta bene alla Serrese che, reagisce con veemenza e, in questo frangente, c'è voluto un super Oscuro per salvare la sua porta, in almeno tre occasioni, riuscendo a togliere la palla, praticamente da dentro la rete.
Le avvisaglie ci sono ma, la Polisportiva non si fa intimorire e, a furia di insistere, l'arbitro  Sig. Bianchi (insufficiente la sua direzione), concede un secondo rigore. Contestazioni alle stelle con conseguente espulsione dell'allenatore Stumpo e, di uno dei suoi migliori giocatori in campo, anch'esso di cognome Stumpo. Dell'Aquila, questa volta sbaglia clamorosamente mandando alto sulla traversa. Al rigore sbagliato per l'Acconia, ne segue un altro, a favore della Serrese, molto dubbio, ma che porta in vantaggio la squadra ospite. I locali, non si danno per vinti e, su azione di calcio d'angolo, Muraca, infila di testa la porta avversaria portando il risultato sul 2-2. La parità potrebbe anche bastare ma, la Serrese vista oggi, è veramente forte, soprattutto con Franzè e Russo e continua a macinare gioco fin quando non raggiunge la vittoria. E' proprio Franzè che riceve palla sulla sinistra, si accentra scavalcando Neri e, con un tiro ben assestato, beffa Oscuro, portando definitivamente la sua squadra in vantaggio. Il risultato è, se vogliamo, anche meritato perchè, ottenuto in dieci uomini contro undici ma, la Polisportiva deve solo rammaricarsi per non essere stata cinica, andando in vantaggio quando poteva (rigore fallito sull'1-1); per il resto, ha contrastato lodevolmente gli avversari, ha fatto la sua partita, uscendo, alla fine, a testa alta dal terreno di gioco. Il gioco, nonostante il risultato finale, c'è stato, per i punti, purtroppo, bisogna ancora attendere.
Er. Ga.