Terza Categoria Si Parte ss 2011-12

La Libertas Curinga ricomincia da tre.
 
Curinga 30-10-2011 – La Libertas Curinga ricomincia da tre.
Tre punti guadagnati e tre reti segnate: così si è presentata la Libertas Curinga in questa nuova avventura sportiva del Campionato di Terza Categoria Girone H.
E’ cominciato oggi il campionato e la Libertas Curinga, messa in campo con undici giocatori tutti locali, si impone con un perentorio 3-2 sulla compagine Sport Insieme di Polia.
Un buon inizio vista la fine che ha fatto la squadra di calcio più importante che Curinga abbia mai avuta (la Nuova Curinga), costretta, principalmente per motivi economici, a rinunciare al grande sogno che aveva conquistato sul campo: la Promozione.
La Curinga calcistica ricomincia oggi con una semplice e simpatica realtà che mette in campo giovani curinghesi vogliosi di mettersi in evidenza e soprattutto disposti a riconquistare attraverso lo sport, mete sportive significative, così come Curinga era stata abituata con gli ambiti traguardi conquistati dalla Polisportiva Acconia, dall’Ansel Acconia e, non per ultima, dalla Nuova Curinga.
L’idea di far scendere in campo una parte di vecchia guardia assieme ai ragazzini locali potrebbe, per questa stagione sportiva, rivelarsi la ricetta giusta per conquistare, sportivamente, quelle mete tanto ambite dagli sportivi locali.
Anche se è scemato l’entusiasmo sportivo dei curinghesi, bisogna provare a ridare a questa popolazione una squadra di calcio capace di risollevarne le sorti sportive ma capace soprattutto di fare ritornare allo stadio tutte quelle persone che tanto si sono divertite attraverso questo sport.
Il risultato positivo conquistato oggi, pur ottenuto davanti ad un esiguo numero di spettatori, è la riconferma che c’è voglia di fare bene e di riprendere quel discorso interrotto bruscamente la scorsa estate.
La squadra si presenta in una miscela ideale di componenti, fatta da giovanissimi e da ragazzi già formati non solo calcisticamente, e soprattutto capaci, loro stessi, di formare quei ragazzini che si ritroveranno in campo come compagni di squadra.
Una Società giovane ma costituita da una dirigenza ben collaudata, con una direzione tecnica di esperienza (anche se fatta in casa) e da un parco giocatori valido, fatto anche da giocatori con esperienze di categorie superiori.
La presenza infatti di Giovanni Trovato, Vittorio Perugino, Bruno Russo e Antonio Orlando, può essere l’esempio giusto per i giovanissimi e nel contempo formare una struttura portante per questa nuova squadra.
Sarà compito dell’allenatore far ruotare attorno a questi le nuove leve per farle crescere e maturare per un futuro sportivo più sorridente.
 
Er. Ga.