Palazzo Ducale

Palazzo Ducale

Esistono in zona S. Giovanni (o Verdello) di Acconia, i ruderi dell’antico palazzo Ducale; costruzione Barocca con grande portale in granito a bugne (bugnato a punta di diamante).
Sulla facciata principale ad Ovest vi sono ancora le mura di una alta torretta che veniva adibita a prigione temporanea Detto palazzo appartenne alla Regina Sancia, la quale era figlia naturale di Re Alfonso II, e nel 1494 venne sposa a Goffredo Borgia. La regina Sancia ebbe col palazzo Ducale di Acconia, il Feudo di Maida da Re Roberto; la regina a sua volta lo donò a Goffredo Marzano il 16 settembre 1331. Il palazzo stesso con annessa villa fu anche proprietà dei Sovrani Angiò.
Nel cortile del palazzo esistevano fino al 1964 quattro colonne di granito. I Cefaly di Cortale li fecero trasportare in quell’anno nel cortile della loro villa ad Acconia. Durante il trasporto, due si ruppero, mentre le due intere fanno bella mostra di tra le aiuole. In questa stessa villa esiste, un raro ed interessantissimo mulino romano di lava vulcanica, ubicata nella stessa zona del palazzo Ducale esistono ruderi della Chiesa Gotica del Monastero XV-XVI sec. Purtroppo in stato di abbandono come d’altronde il Palazzo Ducale