Classifica ancora corta

Curinga 24-02-2009 – A PALLE FERME
Le squadre di testa avanzano ma, a coppie e di pari passo.
Nella 21a giornata vince e convince il Chiaravalle contro il Bivongi (5-1); vince ma, non convince il Montepaone, sul Simeri Crichi (2-1); pareggia la Nuova Filadelfia contro il Real Sersale 2-2, perdendo così l'occasione buona per il definitivo salto di qualità; pareggia il Petrizzi contro il Real Catanzaro (2-2) negando, in pieno recupero alla squadra di casa la soddisfazione della vittoria finale; pareggio tra Nuova Curinga e Filogaso (1-1) mantenendo inalterate le distanze dai posti che contano e, mantenendo viva la fiammella della speranza Play-Off.
Da questo punto in giù, la classifica generale, racchiude tre squadre a pari punti che forse, si sono messe al riparo dai Play-Out, e poi, il vuoto.
Spacciate e irrecuperabili sembrano Bivongi e Monasterace, relegate all'ultima posizione di classifica con i loro quindici e quattordici punti rispettivamente che, non danno loro scampo.
Il San Pietro a Maida, perde a Cropani, in piena zona Cesarini, buttando alle ortiche una buona prestazione ed un buon punto.
Il Petrizzi, ottiene un pari, in pieno recupero, beffando il Real Catanzaro che pensava ormai di avere vinto la sua partita. Anche la Nuova Curinga ottiene un pari, ad un minuto dalla fine, dopo una prestazione non eccellente ma, meritevole, forse, dei tre punti.
Risultato tennistico quello ottenuto dal Gimigliano, prossimo avversario della Nuova Curinga, contro un Monasterace (6-0), ormai rassegnato alla retrocessione. Con questa vittoria ha raggiunto il San Pietro a Maida in classifica generale e, assieme all'Euro Girifalco, costituiscono un trio che, a questa punto del campionato, si può ritenere al riparo da brutte sorprese.
L'Euro Girifalco, col classico risultato di 2-0, fa fuori l'Uesse Catanzaro diretta concorrente per la salvezza.
La squadra che sembra avere perso ogni forma di identità è il Bivongi, che è crollato sotto i colpi di un Chiaravalle che, da quando ha conquistato la testa della classifica generale, non fa sconti più a nessuno.
Le sue 42 reti messe a segno in questo campionato, danno proprio la misura delle potenzialità che questa squadra possiede e che, cercherà di sfruttare fino in fondo nella rivalità contro il Montepaone.
Quest'ultimo, anche se ha vinto la sua partita ed ha ancora una partita, non facile, da recuperare (Montepaone - Real Sersale), non sembra più la macchina perfetta che, per lungo tempo ci ha fatto credere di essere. Infine, il Real Sersale, che sfiora la vittoria a Filadelfia e che macina gioco e conquista punti anche dove, apparentemente sembra impossibile.
La Nuova Filadelfia non è squadra facile da battere per cui, complimenti al Real Sersale per avere saputo gestire una partita difficile traendone il massimo che poteva trarre.
Er. Ga.
 
PALLA AL CENTRO – SI RICOMINCIA 27-2-2009
La Nuova Curinga, riabbraccia i suoi tifosi.
Curinga 27-2-2009
Il sito ufficiale della Nuova Curinga, dà per certo il rientro, tra le mura amiche, della squadra che, domenica 1-3-2009, al Comunale "Carlo Piro" di Curinga, affronterà il Gimigliano, tra gli applausi del suo pubblico e dal suo pubblico dai quali, per lungo tempo, è stato privato.
In questo momento cruciale della stagione, è cosa salutare per la squadra l'abbraccio e l'incitamento del suo pubblico che, in alcuni momenti, gli sono mancati.
Nella classifica generale, non c'è ancora assestamento in testa, così come non c'è in coda, molte squadre infatti, lottano per le posizioni utili ai Play-Off, e altrettanto lottano, per le posizioni Play-Out.
E' vero che le prime tre squadre di testa (Chiaravalle, Montepaone e Real Sersale) sono inattaccabili e che la prima posizione è solo una questione che riguarda loro tre (i punti di distacco dalla quinta in classifica, sono addirittura dieci) ma, è vero anche che il campionato è ancora lungo e, tutto potrebbe accadere.
Potrebbe accadere, ad esempio che, la Nuova Filadelfia continui a perdere contatto dalle prime posizioni, come è successo dopo la sconfitta di Chiaravalle e, rientrare in gioco per le ultime posizioni Play-Off; Potrebbe succedere anche che, la Nuova Curinga ritrovi la via del bel gioco e dei risultati utili che, l'anno scorso, proprio in primavera, la ha vista assoluta protagonista tra i protagonisti; Potrebbe accadere infine che, il Petrizzi smarrisca il sostegno della dea bendata (pareggio immeritato domenica scorsa a Catanzaro, nel pieno del recupero) e, torni ad essere una squadra normale che possa essere scavalcata in classifica con facilità. Sono solo ipotesi alle quali, solo il tempo, potrà dare risposta.
Domenica, non ci saranno partite di particolare importanza, perlomeno, sulla carta, perché, Il Chiaravalle affronterà una Uesse Catanzaro che staziona da tempo nelle parti basse della classifica generale, Il Montepaone affronterà un Monasterace ormai rassegnato alla retrocessione o, bene che gli vada, alla fase finale dei Play-Out; Il Real Sersale giocherà il suo derby contro il Real Cropani, anch'esso coinvolto nella zona Play-Out; La Nuova Filadelfia, giocherà contro il Bivongi già sommerso di reti, domenica scorsa a Chiaravalle; Il Petrizzi, dovrà vedersela con l'Euro Girifalco che proviene da una brillante prestazione e utile vittoria contro la Uesse Catanzaro.
Lo scontro tra Filogaso e San Pietro a Maida, è quello che potrà decidere chi, tra le due squadre, potrà ancora aspirare ad un posto Play-Off.
Infine, la partita tra Simeri Crichi e Real Catanzaro, ha solo importanza per quest'ultima perché, una sua eventuale vittoria la metterebbe al riparo da qualsiasi rischio di retrocessione diretta mentre, una eventuale sconfitta, la condannerebbe almeno, alla fase Play-Out.
Domenica, quindi, avremo modo di goderci il "rientro alla base" della Nuova Curinga e, speriamo che lo faccia, con una brillante vittoria.
Er. Ga.
 
NUOVA CURINGA 5 - 1 GIMIGLIANO
NUOVA CURINGA De Gaetano, Pullia, Pettinato, 29' st Curcio), Giampà, Camillò, Molinaro, Vitale, Olivo (5' st Trovato G.), Spina (30' st De Finto), Raffaele.
In panchina Grandinetti, Riga, Trovato G.
Allenatore Scardamaglia.
GIMIGLIANO La Monaca, Cristoforo. Curto, Rotella (24' st Trapasso), Cimino (dal 33' st Paonessa), Gigliotti (dal 1' st Grandinetti), Fato, Loccisano, Costantino, Squillace, Ciambrone.
In panchina Citriniti, Marzino, Rizzo, Trapasso C.
Allenatore Rizzo.
MARCATORI 6' pt Spina, 19' pt e 14' st Pettinato, 24' pt Molinaro, 11'st Costantino, 21' st Giampà
ARBITRO Scaglione di Rossano.
CURINGA 1-3-2009 - La Nuova Curinga sconfigge sul proprio campo il Gimigliano, disputando una delle partite più belle di tutto il campionato, realizzando anche un pokerissimo rilanciando le proprie ambizioni nella lotta playoff. Padroni di casa in vantaggio già al 5' con un calcio piazzato di Spina. Raddoppio al 18' con Pettinato che segna dalla distanza. Al 22' tris di Molinaro.
Nella ripresa il Gimigliano va in gol con Costantino all'11, ma le speranze di una rimonta svaniscono quando Pettinato fa ancora centro. Al 23' il definitivo 5-1 con Giampà.
Il Quotidiano della Calabria
 
Curinga 1-3-2009
Sotto le ali protettive del suo pubblico, la Nuova Curinga dilaga.
- La Nuova Curinga, torna a giocare al Comunale "Carlo Piro" di Curinga e, lo fa, con il roboante risultato di 5-0 ottenuto contro un modesto Gimigliano e, sotto lo sguardo vigile dei suoi tifosi. In una giornata non troppo fredda, alla Nuova Curinga bastano solo 30' per chiudere la pratica Gimigliano.
Troppo debole questa squadra per ottenere risultato contro la squadra di casa che, in questo periodo, sta ottenendo dei buoni risultati e, sta attraversando un buon momento di forma. L'unico rammarico rimane quello di non potere tifare espressamente per un giocatore del luogo perché, i 10/11 della squadra sono costituiti da giocatori che provengono da fuori.
Da Spina a Pettinato, da Vitale a Molinaro, da De Gaetano a Ramondino per arrivare ai Cerra, Pullia ed altri, tutti giocatori che hanno la loro validità tecnica ma che, spesso, mancano di quella agonistica.
Una buona squadra che, i tifosi, pur rispettandola e incitandola alla vittoria, non sempre la riconoscono come propria. I tempi sono sicuramente cambiati e, le ambizioni, quando sono grandi, per rincorrerle bisogna essere ben attrezzati e, per essere competitivi, capita, purtroppo che, la Squadra di Curinga, debba essere costituita da undici giocatori tutti provenienti da fuori. Storicamente, non era mai successo; solo la fine degli anni '50 la squadra di Curinga, unica del paese, ha visto una squadra che comprendeva ben otto giocatori forestieri sugli undici che la formavano. Era la squadra di Basilio Fortunato, di Lo Russo Michele e di Sgromo Bernardo per arrivare poi a Proto, Gentile, "Giannareju" ecc.
La partita di oggi, non ha avuto storia perché, dopo appena sette minuti, la Nuova Curinga, con una punizione balisticamente perfetta, calciata da Spina, era in vantaggio.
Raddoppia e triplica le sue reti, nel giro di appena quindici minuti con pettinato e Molinaro che trafigge il portiere con uno splendido tiro al volo. La reazione del Gimigliano si esaurisce con un palo colpito con un tiro rasoterra sferrato da dentro l'area di rigore.
Si va al riposo con questo risultato ma, la ripresa si apre subito con una rete del Gimigliano che, si crea speranze ma che, non sono supportate però dal gioco e dalla continuità dello stesso.
La Nuova Curinga, si riorganizza e colpisce per la quarta volta, in contropiede e, con un tiro imparabile, sotto la traversa, calciato abilmente da Pettinato che, con questa rete, realizza la sua personale doppietta.
Anche la quinta rete è di ottima fattura perché frutto di un’azione corale di attacco.
Il risultato è buono, e la partita nel complesso è stata discreta ma, l'agonismo e, l’attaccamento ai colori sociali, lascia ancora a desiderare.
Speriamo che nei prossimi impegni, la squadra possa recuperare anche questo aspetto tattico così, i suoi tifosi, possano essere soddisfatti anche da questo punto di vista.
Er. Ga.
Curinga 3-03-2009
A PALLE FERME Un significa4vo movimento di classifica.
Il ritorno della Nuova Curinga tra le mura amiche, è coinciso con un significativo movimento di classifica generale che, ha consentito alla squadra di recuperare l'agognata quinta posizione, scavalcando il Petrizzi, e portandosi a sole due lunghezze dalla Nuova Filadelfia.
La bella vittoria ottenuta contro il Gimigliano ha riacceso gli animi e rinvigorito le speranze, anche nei tifosi più scettici, anche se si è consapevoli che la strada è ancora lunga, irta e, piena di ostacoli.
Basta pensare che la Nuova Curinga deve giocare cinque delle sue otto partite restanti, proprio contro le squadre più indiziate per la promozione.
Deve recarsi infatti, a Montepaone, a Filadelfia, a Petrizzi, mentre deve ospitare il Chiaravalle e il Real Sersale. Sono tutte partite difficili da giocare, soprattutto se visti alla luce della attuale classifica generale ma, poichè la Nuova Curinga ha sempre dimostrato carattere contro le squadre più qualificate, confidiamo in questo per sperare di poter coronare il sogno della partecipazione ai Play-Off prima e, se possibile, della promozione poi.
Comincia quindi un periodo importante del campionate per la Nuova Curinga che, come detto, ha recuperato quella quinta posizione che, dopo gli abbandoni eclatanti di giocatori importanti e, dopo il "remare contro" di alcune frange della popolazione, per il momento, la gratifica sufficientemente. I nostri amici della Nuova Filadelfia, continuano a perdere punti importanti avendo rimediato una inaspettata sconfitta contro il Bivongi, segno di evidente stanchezza e di mancanza di concentrazione.
La Nuova Filadelfia, mette a rischio la sua posizione di classifica a favore della Nuova Curinga, che ci fa tanto piacere, del Petrizzi, anche se anch'esso perdente domenica scorsa, e del Filogaso che rimane in agguato a soli tre punti dalla Nuova Curinga.
Anche il Petrizzi delude, per la sua sconfitta, in casa, contro l'euro Girifalco. Vince invece il Filogaso, anche se di misura, contro il San Pietro a Maida e si pone in attesa di passi falsi da parte delle squadre che la precedono in classifica.
Inarrestabili le squadre di testa, con il Real Sersale, splendida realtà del campionato.
Vince il Chiaravalle, anche lui in modo convincente e, rimane in attesa della sua partita di recupero per attaccare la prima posizione di classifica occupata, attualmente, dal Real Sersale. Anche il Montepaone vince e, rimane nella scia delle altre due, anch'esso con una partita in meno che, la potrebbe portare alla pari con il Real Sersale, costituendo così un trio, racchiuso in un solo punto di distacco. In coda, fanno un balzo significativo in avanti il Bivongi, che sorprende e vince contro la Nuova Filadelfia e, l'Euro Girifalco che sbanca Petrizzi.
In soli quattro punti, rimangono invischiate sei squadre, ritenendo le altre due (Monasterace e Simeri Crichi) in posizioni di classifica disperate che, lottano tra di loro per potersi salvare dalla diretta retrocessione.
Er. Ga.
PALLA AL CENTRO - SI RICOMINCIA 5-3-2009
Per ora, la Nuova Curinga c'è,
in seguito, sarà quel che sarà.
Curinga 5-3-2009 - Dopo i recuperi di Mercoledì, il gruppo della "retrovie" si infoltisce con l'arrivo del Filogaso che ha steso, con un perentorio 3-0, la Nuova Filadelfia e, il pari tra Petrizzi e Nuova Curinga (1- 1) che, lascia inalterate le singole possibilità di risalita.
Dopo il Real Sersale (47), il Chiaravalle (45), il Montepaone (44), troviamo in ordine: la Nuova Filadelfia con 36 punti, la Nuova Curinga con 35, il Filogaso con 34 e, infine, il Petrizzi con 33. La successiva, Euro Girifalco, si trova a quota 29 quindi, per il momento, fuori da ogni possibile lotta.
Da ciò, è facile dedurre che ci sarà, da qui alla fine, una lotta a quattro, per soli due posti Play-Off disponibili.
Domenica prossima sarà ancora lotta dura tra squadre dure perché, destino vuole che, il Petrizzi dovrà recarsi a Chiaravalle ad affrontare la squadra di casa e, la Nuova Curinga giocherà la sua partita a Montepaone. Due partite difficili ma, di importanza notevole, per i punti in palio che, si tramutano poi in buone posizioni di classifica.
Per la Nuova Filadelfia, si presenta di nuovo l'opportunità di risalire la china e, mettere fine al suo periodo di crisi nera perché, affronterà in casa una Uesse Catanzaro, non certo al meglio delle sue possibilità, mentre il Filogaso, andrà a Gimigliano dove cercherà di fare risultato a tutti i costi.
Attualmente, il Filogaso, ne ha la capacità. Il Real Sersale sarà a San Pietro a Maida per cercare la conferma al primato e la legittimazione del primo posto in classifica. Real Cropani - Bivongi e Real Catanzaro - Monasterace, saranno scontri da brividi
perché sono in palio punti pesanti per dare una svolta alla loro possibile salvezza.
La Lotta per non retrocedere è agguerrita e, in questi scontri, si può decidere il futuro di ciascuna di queste squadre coinvolte.
L'Euro Girifalco incontrerà un Sieri Crichi rinfrancato dal 4-0 maturato ai danni del Monasterace per cui, la squadra di casa, dovrà stare attenta a possibili e, spiacevoli sorprese. Preoccupante è il periodo no della Nuova Filadelfia che, sta attraversando ciò che la Nuova Curinga ha già attraversato nel periodo di fine anno 2008 quando, ha perso quattro partite consecutivamente.
Ha perso col Real Cropani, a Chiaravalle, a Bivongi, ha pareggiato col San Pietro e il Real Sersale per perdere infine nel recupero di Filogaso e, tutti questi risultati negativi, non sono segni di una squadra in salute.
Se, come "cugini" tutto ciò ci può dispiacere, come avversari invece, ci fa piacere, perché le possibilità di risalita per la Nuova Curinga, in questo modo, aumentano e, ci si trova a lottare per due possibili posizioni e, non per una sola.
Speriamo che entrambe, alla fine riescano a raggiungere l'obiettivo Play- Off e poi... sarà quel che sarà.
Er. Ga.
Recupero
PETRIZZI 1 - 1 NUOVA CURINGA
PETRIZZIti Maiolo 7, Lagani 7, Schiavone 7, De Giorgio 7, Calabrese 6, Clasadonte 7, Sinopoli 7, Valenti 6, Valente 6, Lombardi 7, posca 7.
In panchina Chiodo, Riggio, Manno, Sangiuliano, Riitano, Spanò, Pitaro.
Allenatore Manno 7
NUOVA CURINGA De Gaetano 7, Pulli, 7, Pettinato 7, Cerra 7, Giampà 6, Camillò 6, Molinaro 6, Trovato G. 7, Olivo 7, Spina 7, Raffaele 6 (47' st Riga sv).
In panchina Grandinetti, Trovato F.
Allenatore Scardamaglia
ARBITRO Sgrò di Reggio Calabria
MARCATORI 23' st Mosca, 28' st Trovato G. (rig)
NOTE espulsoti Calabrese al 28' st per fallo da ultimo uomo
 
Girone C. Domenica prossima riflettori puntati sul derby contro il Chiaravalle
II Petrizzi non va oltre il pari con il Curinga
Trovato su rigore risponde alla rete di Mosca
di RENATO DE FILIPPIS
Recupero 4-3-2009 - PETRIZZI - Due belle squadre, messe bene in campo dai rispettivi allenatori, ieri di fronte per agguantare un posto per i play-off.
Ha avuto ragione il Curinga grazie ad un rigore concesso per fallo da ultimo uomo con conseguente espulsione di un ingenuo Calabrese e perfettamente tramutato in gol da Trovato al 28' st.
Il Petrizzi mai impegnati dagli ospiti si era portato in vantaggio al 23' st con un gran gol di Mosca che ha avuto la capacità e la forza di trafiggere un ottimo De Gaetano.
Lo stesso attaccante già al 12' aveva trovato il portiere ospite a fare uno dei tanti miracoli di ieri, mentre due minuti dopo lo stesso Mosca aveva offerto un pallone d'oro a Valente che a porta vuota ha fatto l'impossibile per non segnare.
E lo stesso attaccante, ieri scatenato, al 32' ha fallito una rete che avrebbe dato la meritata vittoria ad una squadra letteralmente diversa da quella vista domenica ed ormai proiettata al derby di domenica contro la capolista (se oggi vincerà il recupero) Chiaravalle.
L'ultima nota negativa, in una bella giornata di sport e due squadre correttissime, il protagonismo e l'arroganza di un arbitro che forse si sentiva troppo "grande" per misurarsi in una piccola partita di Prima Categoria.
Il Quotidiano della Calabria
 
MONTEPAONE 4 - 0 NUOVA CURINGA
MONTEPAONEti Chiefari 6,5, Felino 6,5 Caporale 6,5 Palumbo 6,5 Maiolo 6,5 Meliti 7 Urzino 7,5 Procopio 7 (dal 23' st Fiorentino 7) Nicoletta 7,5 Pisano 7 (dal 26' st Paparazzo) Commodaro 8 (dal 29' st Pirrò 7).
In PanchinaVisconti Bellocci Macrì Giglio.
Allenatore Daniele
NUOVA CURINGA De Gaetano 6,5 Pullia 6 Pettinato 6 Cerra 6 Giampà 6,5 Camillò 6  Molinaro 6,5 Vitale 6 Olivo 6 (dal 36 st De Pinto) Curcio 6 Raffaele 6.
In Panchina Grandinetti Trovato F. Riga Ramondino.
Allenatore Scardamaglia
ARBITRO Zimmaro di Paola
MARCATORI 21' pt Urzino 37' pt Procopio 20' e 25' st Commodaro
NOTE espulsoti Cerra (C) al 19' st per doppia ammonizione
Il Montepaone cala il poker e va in testa, N. Curinga ko
di FABIO GUARNA
Montepaone 8-3-2009 - Cala il poker il Montepaone. Il primo gol arriva al 21 ' un minuto dopo un palo colpito con un tiro di testa da Nicoletta su cross di Pisano. Commodaro lanciato in avanti, calibra un preciso cross che trova la testa di Urzino che non sbaglia il bersaglio.
Al 37' Pisano su punizione, crossa sulla fascia opposta, Felino ribatte e trova prontissimo Procopio per realizzare il 2-0. Nel secondo tempo al 20' st Commodaro di testa su cross porta la squadra sul 3-0 e 5' dopo realizza la doppietta, che l'attaccante ha dedicato ai suoi genitori.
Il Quotidiano della Calabria
 
Curinga10-03-2009 A PALLE FERME
Mal comune, mezzo gaudio.
Nonostante il Poker subito a Montepaone, la Nuova Curinga conserva ancora la quinta posizione in classifica generale perché hanno perso anche le sue dirette concorrenti. Ha perso il Petrizzi a Chiaravalle ed ha perso il Filogaso a Gimigliano.
Il mal comune, è mezzo gaudio.
Analizzando nello specifico quello che si è verificato domenica scorsa, ci accorgiamo che, la Nuova Curinga, nonostante la sonora sconfitta subita a Montepaone, si mantiene in posizione utile ai Play-Off dove, le concorrenti aumentano essendosi, aggiunto, di diritto, anche l'Euro Girifalco. In testa, tre vittorie, tre sconfitte ed un pareggio. Vincono Montepaone, Chiaravalle e Nuova Filadelfia; pareggia il Real Sersale a San Pietro a Maida ed infine, perdono Nuova Curinga, Petrizzi e Filogaso.
In questa girandola di risultati, si inserisce in zona Play-off anche l'Euro Girifalco che, vincendo contro il Simeri Crichi, si porta a soli tre punti dalla Nuova Curinga e quindi, in lotta, a tutti gli effetti, per quinta posizione.
Il Montepaone, con la vittoria sulla Nuova Curinga e, con i recuperi infrasettimanali, si riporta in testa alla classifica che, aveva perso in queste due ultime settimane, a favore del Real Sersale.
La vittoria ottenuta domenica, è stata esagerata e, maturata in quella entità, solo dopo la espulsione di Cerra, giocatore esuberante della Nuova Curinga, che ha lasciato i suoi compagni a lottare in dieci contro undici e che, dall'uno a zero iniziale, hanno subito, nell'ultima mezz'ora, il 4-0 finale.
Il Chiaravalle, si è aggiudicato il derby contro il Petrizzi per 2-0 e ciò, solo per questa volta, ci ha fatto tanto piacere, in quanto lascia il Petrizzi alle spalle della Nuova Curinga. La Nuova Filadelfia scaccia la crisi con una vittoria sofferta ed ottenuta solo al novantesimo, quando, gran parte degli spettatori erano già fuori dallo stadio. Rafforza e consolida la sua posizione di classifica che, in questo ultimo periodo, aveva subito un forte declino.
Vince il roccioso Gimigliano sul Filogaso per uno a zero, in una partita in cui gli ospiti, non hanno mai messo in forse il risultato. Nessuna valida contrapposizione da parte loro, in una partita che, il Gimigliano, ha prima dominato e poi controllato a suo piacimento.
Al San Pietro a Maida, non basta una buona prestazione per avere la meglio sul Real Sersale che, ottiene il pari con una rete viziata da un sospetto fuori gioco. La fortuna è solo dei temerari. Ottima prestazione del Bivongi che, vince a Cropani, risucchiando gli avversari nella dura lotta per la salvezza.
Partita tatticamente perfetta del Bivongi che lascia inizialmente sfogare gli avversari per colpirli poi, cinicamente in contropiede.
Spietata la seconda rete, allo scadere, che lascia l'amaro in bocca ai locali per avere lottato ma, senza ottenere nulla di concreto. Rassegnato, infine, il Monasterace che perde pesantemente anche a Catanzaro contro il Real. Boccata di ossigeno per questi ultimi che, con questa vittoria, si pongono ai limiti della zona Play-Out.
Er. Ga.
 
PALLA AL CENTRO - SI RICOMINCIA 13-3-2009
Non facciamo corsa sulle prime ma... fidiamo sul loro apporto.
Curinga 13-3-2009 - La disfatta di domenica della Nuova Curinga a Montepaone, non deve condizionare l'atteggiamento vincente della squadra perché, le altre che inseguono, non sanno fare di meglio.
E' vero che la Nuova Curinga ha perso, per una serie di circostanze non previste, ma, è vero anche che, il Petrizzi ha perso ed il Filogaso ha subito la stessa sorte. Domenica prossima, potrebbe essere una giornata pro Nuova Curinga ma, bisogna fidare sulla continuità del Real Sersale che, farà visita al Filogaso e, sulla voglia di riscatto della Nuova Filadelfia che farà visita al Petrizzi. In tutto questo, la Nuova Curinga dovrà fare il suo dovere vincendo sul Real Catanzaro che, come squadra, visti i suoi risultati, non sembra niente di eccezionale. Non sarà della partita Cerra, squalificato dal G. S. ma, la squadra ha risorse tali da poter sopperire senza traumi a tale assenza. Semmai, il problema sta sorgendo in attacco dove, Olivo e Trovato
  1. hanno smarrito la via della rete e, i sostituti Raffaele e Di Pinto, non hanno dato ancora il loro contributo in termini di reti che, da loro, ci si aspettava. Intanto, una minaccia in più avanza, ed è l'Euro Girifalco che, domenica, farà visita al rassegnato Monasterace, ultimo in classifica generale.
Si trova a soli tre punti di distacco dalla Nuova Curinga per cui, massima attenzione a questa squadra.
Per quanto concerne la testa della classifica, si è parlato del Real Sersale che si reca a Filogaso, della Nuova Filadelfia che farà visita al Petrizzi ma, non si è ancora detto che il Montepaone si recherà a Gimigliano, rischiando, e che, il Chiaravalle, farà visita al Simeri Crichi, pensando di fare solo e soltanto una gita fuori le mura. Il San Pietro a Maida, orfano del suo allenatore Cutrì, squalificato dal G. S., dovrà affrontare una difficile trasferta a Bivongi, col rischio di essere risucchiato nella piena zona Play-Out. Tra Uesse Catanzaro, a quota 22 punti e il Real Cropani, a quota 25, si gioca la partita della "speranza" perché, la perdente, avrà maggiori difficoltà per evitare la fase finale dei Play-Out.
Er. Ga
 
NUOVA CURINGA 4 - 0 REAL CATANZARO
NUOVA CURINGA De Gaetano, Pullia, Pettinato, G. Trovato, Giampà (16' st
Curcio), Carnillò, Molinaro, Vitale (21' st De Finto), Olivo, Spina (24' st F.
Trovato I), Raffaele.
In panchina Grandinetti, Riga, P. Trovateli.
 Allenatore Scardamaglia.
REAL CATANZARO Boccetti,Mancuso, Trapasso, Franco (39' st Paone), Chiellino, Veraldi, Silvano, Mauro, Lo Riggio (16' st Costantino), Sestito, Tozzo.
In panchinati Dalmazio, L. Rotundo, Adria.
Allenatore Tolomeo.
ARBITRO Sacca di Reggio Calabria.
MARCATORI 27' pt e 15 st Olivo, 31'ptG. Trovato(rig), 32'stMolinaro.
 
La Nuova Curinga consolida la posizione play off
di ANDREA FOTIA
CURINGA - La Nuova Curinga consolida la posizione play off, il Real Catanzaro ritorna nella zona play out. Dal Carlo Piro esce fuori un bel Curinga, che cancella la disfatta di Montepaone e tiene a debita distanza la concorrenza. Vittoria segnata dall'asse Spina-Olivo. Il primo inventa, il secondo insacca.
In fotocopia, di testa, le due reti del numero nove di casa, intervallati dal rigore (inesistente) realizzato da Giovanni Trovato e concesso dal "casalingo" Sacca per atterramento di Mancuso su Pettinato. A chiudere i conti, l'eurogol di Molinaro nella ripresa a scavalcare Boccetti. Prossimo turno, Curinga nella tana del Girifalco, Real contro il Gimigliano.
Il Quotidiano.
Nel "caldo abbraccio" dei tifosi.
CURINGA 15-3-2009 - La Nuova Curinga, nel "caldo abbraccio" dei suoi tifosi, si sbarazza facilmente di un inconsistente Real Catanzaro, iniziando in sordina e finendo con un eurogol. Squadra tranquilla fin dal fischio d'inizio del sig. Saccà da Reggio Calabria, che ritrova fiducia, entusiasmo e, voglia di lottare per quel quinto posto in classifica generale che, in alcuni momenti sembra svanito e, in altri non sembra essere un problema conquistarlo. La Nuova Curinga risponde al poker di domenica scorsa, subito ingiustamente a Montepaone, con un altro poker, questa volta ai danni del Real Catanzaro che, non è sembrata una squadra costruita per alte ambizioni. Si cerca di approfittare della buona occasione perché, le dirette avversarie, disputano partite non facili e, potrebbe essere l'occasione giusta per riconfermarsi nelle zone alte della classifica. La squadra è consapevole che, una vittoria è necessaria non solo per rilanciarsi come protagonista in questo furibondo finale di campionato ma, anche per avvisare tutti i suoi avversari che la Nuova Curinga intende lottare fino in fondo per conquistarsi un posto Play-Off.
La cronaca - La partita si gioca in una atmosfera tranquilla di pubblico, forse troppo tranquilla perché, non è sembrato entusiasmarsi in nessuna delle azioni imbastite dai giocatori in campo e, nemmeno nel momento delle reti segnate. Sarà stato il ritmo pacato assunto dalla gara, sarà stata la sicurezza di avere la partita in pugno fin dal primo momento della stessa, certo è che, la Nuova Curinga ha vinto in mezzo
a molti tifosi indifferenti a ciò che stava succedendo sul terreno di gioco. In effetti, inizialmente, la partita, pur giocata al meglio dai giocatori locali, non fornisce grandi spunti spettacolari tali da coinvolgere l'entusiasmo del pubblico presente. Si fraseggia a centrocampo con la Nuova Curinga che si impossessa subito della metà campo avversaria e sviluppa in questa zona di campo tutte le sue trame di gioco. Il Real Catanzaro si accontenta di qualche sporadica azione di contropiede che però, non riesce mai a mettere in pericolo la squadra locale. L'unica palla gol per il Real, arriva su punizione che, sfiorata di testa da un giocatore, si perde sul fondo, a fil di palo della porta difesa da De Gaetano.
Alla mezz'ora, la Nuova Curinga passa in vantaggio con Olivo, abile ad insaccare di testa uno spiovente che arriva, a centro area, dalla sua destra.
Il raddoppio si concretizza dopo soli cinque minuti, con Trovato G. che, su rigore, giustamente assegnato dal direttore di gara per atterramento in area di Olivo, trasforma con un secco tiro alla desta del portiere ospite. Gli avversari, non danno segni di reazione e la Nuova Curinga chiude il primo tempo con un doppio vantaggio. Il secondo, non cambia nei ritmi, non cambia nelle impostazioni tattiche, con Camillò che giganteggia in difesa e con Spina e Vitale a distribuire palloni per Trovato ed Olivo. Cambia invece nel risultato perché, Olivo, oggi, ha una marcia in più rispetto a tutti gli altri giocatori in campo. Segna la terza rete, ancora di testa, ed ancora su cross che arriva dal fondo. Ottima esecuzione e, doppietta personale. La quarta ed ultima rete, è una invenzione di Molinaro che, ricevuta palla, salta in velocità il suo avversario per poi sferrare un tiro che scavalca il portiere e si perde sotto l'incrocio dei pali dove, l'estremo difensore non può arrivarci. E' un Euro Gol, ottenuto con una esecuzione straordinaria.
Il 4-0 soddisfa pienamente i giocatori in campo, l'allenatore e la dirigenza ma, non entusiasma il pubblico presente. Potrebbe essere goleada ma, i giocatori non vogliono infierire e l'allenatore, concorda perché esegue sostituzioni togliendo giocatori importanti (Olivo, Vitale, Spina). L'allenatore cerca di preservare le energie di questi giocatori che torneranno utili domenica prossima quando ci sarà una trasferta impegnativa ed importante. La squadra, in generale si è mossa bene, ha giocato una buona partita e, quello che è più importante, ha dimostrato voglia di lottare come, in tante altre occasioni, non ha fatto.
Er. Ga.
 
Curinga 17-03-2009 A PALLE FERME
Cinque squadre per solo due posti e,
la lotta si fa dura.
Dando uno sguardo agli altri gironi di Prima Categoria Calabrese, ci si accorge che la lotta per la promozione diretta in categoria superiore, si è ristretta a due o tre squadre per ogni singolo girone, tranne nel girone D dove, la Bagnarese, dall'alto dei suoi 63 punti, può già ritenersi promossa.
Il Girone A vede San Marco e Jordan, staccate dalle altre, a quota 55 e 54 punti rispettivamente e che lottano per la promozione; sette altre squadre lottano invece per gli altri tre posti Play-Off.
Anche il Girone B presenta una situazione similare, con altre due squadre, San Lucido e San Marco A. (43 e 42 punti) che si contendono la promozione tenendo a distanza le altre che, lottano per la fase finale.
Il Girone C è quello che coinvolge tre squadre appaia a quota 51 punti e, altre cinque che lottano, a distanza di undici punti dalla vetta, per guadagnarsi la partecipazione ai Play-Off. Torna in testa alla classifica il Real Sersale che, ha conquistato la sua vittoria, in pieno recupero, a Filogaso, campo difficile e, contro una squadra pienamente coinvolta per la lotta Play-Off.
Anche il Chiaravalle vince la sua partita e continua la sua marcia verso la conquista del traguardo finale, con la speranza di classificarsi primo tra tutte. Il Montepaone, tra le tre squadre, è quella che non ha vinto ma, ha portato a casa, comunque, un risultato positivo, riuscendo a fare tutto da soli: una autorete che li porta in svantaggio e, la rete di Nicoletta che, ristabilisce la parità.
Questo risultato, non ha aiutato la squadra a mantenere la vetta della classifica generale che, si è complicata ulteriormente e che rende più affascinante la lotta al vertice. Nella lotta Play-Off, si rimette in discussione la Nuova Filadelfia a quota 39, che ha perso lo scontro diretto di Petrizzi e che ora, è tallonata, ad un punto di distacco dalla Nuova Curinga. Si ripropone in zona Play-Off il Petrizzi e, come previsto, si affaccia, per la prima volta in questa zona, l'Euro Girifalco che si porta a tre punti dalla zona utile. Cinque squadre per solo due posti e, la lotta si fa dura perché, domenica, ci sarà lo scontro diretto Euro Girifalco e Nuova Curinga. Il resto, è normale e, ordinaria amministrazione perché, tutte le restanti squadre, sono coinvolte, chi più, chi meno, nella zona Play-Out. Viene, ad esempio, risucchiato in tale zona, il San Pietro a Maida che, perde col Bivongi e, si complica la vita navigando, ora, in acque non del tutto tranquille.
Simeri Crichi e Uesse Catanzaro, perdendo entrambe in casa e, rimangono in fondo alla classifica a fare compagnia all'ormai rassegnato Monasterace. Anche il Real Catanzaro, non sembra avere qualità e forza fisica tali da consentirgli una provvidenziale ripresa mentre, il Real Cropani, facendo affidamento sul suo capocannoniere Guzzetti, domenica dopo domenica, rafforza le sue speranze di salvezza.
Er. Ga.