Il 2009 comincia con un pari

PALLA AL CENTRO - SI RICOMINCIA 8-1-2009
Il momento è delicato ma... recuperabile.
Curinga 8-1-2009
Il 2008 si è chiuso con la sconfitta della capolista Montepaone ad opera della Nuova Filadelfia e, con la contemporanea sconfitta della Nuova Curinga ad opera del San Pietro a Maida, speriamo che il 2009 riporti serenità e risultati positivi tali, da catapultarci, ancora una volta, in mezzo alle squadre protagoniste.
Il resoconto 2008 è stato nel complesso positivo, sia per i tanti risultati di vittoria conquistati, sia per la classifica finale che ci ha visti secondi, alle spalle del Sersale, squadra ragguardevole e forte, unica ad imporsi contro la Nuova Curinga 2007-2008. I Play-Off, ci hanno poi condannati avendo perso il confronto diretto contro il Badolato, anch'esso promosso, poi, in categoria superiore.
Anche se ciò è accaduto, rimane la consolazione che è stato conquistato il massimo traguardo conquistato, in tempi moderni, da squadra Curinghese, si rimane, in ogni caso, nella storia e ciò, inorgoglisce.
Ci aspetta ora un 2009 che, speriamo, ci riservi ulteriori soddisfazioni e, speriamo che siano tante.
Il Campionato riprende l'11 Gennaio con alcune partite chiave ed atre di verifica.
E' di verifica la partita tra Nuova Filadelfia (28) e Real Cropani(12) anche se, in realtà, non può essere un ostacolo il Real Cropani per la Nuova Filadelfia. Anche se nella partita di recupero, a Simeri Crichi, la Nuova Filadelfia ha fatto un passo falso, i ragazzi di Mister Alessandro rimangono, attualmente, la squadra più forte e la più in forma.
Neanche l'Euro Girifalco (18) appare un ostacolo per il Chiaravalle (27) che, vorrà rinsaldare la sua terza posizione in classifica generale, dimostrando che, una delle quattro posizioni Play-Off, dovrà essere sua.
La partita chiave è, Filogaso (18) - Petrizzi (22) perché coinvolge, indirettamente, la Nuova Curinga, per una questione di classifica generale che, li vede tutti coinvolti nella lotta per la conquista dell'ultima posizione utile per la partecipazione alla fase finale dei Play-Off.
Petrizzi e Filogaso, arrivano entrambe da due risultati positivi, segno che, le squadre, godono attualmente buona salute e quindi, sarà partita vera.
Il Montepaone (29), dopo i recuperi, è ancora in testa alla classifica generale, anche se, con un solo punto di vantaggio sulla Nuova Filadelfia e, per questo, deve subito dimostrare che l'unica confitta subita in campionato, è stato solo un incidente di percorso.
Il San Pietro Maida (20) può sfruttare il fattore campo contro il Gimigliano (14) e rafforzare così le sue pretese ad un posto Play-Off, cosa che, ad inizio campionato, non era pronosticabile. Il Real Sersale, dopo la vittoria nel recupero contro il Bivongi, si porta a quota 27 punti in classifica generale e, si presenta come un osso duro per la Nuova Curinga (19) che la deve affrontare in un momento in cui non tutto gli gira per il verso giusto.
Le tre settimane di riposo avranno portato consiglio sia al Mister Scardamaglia che, ai giocatori, sanno che questa, potrà essere la partita della svolta e sanno anche che il momento difficile che stano attraversano, lo possono superare solo stando uniti, facendo gruppo e, tirando fuori tutte le qualità di cui sono dotati. E' il momento di mettere in campo tutte le risorse migliori di cui si dispone perché, consapevoli cheti il momento, è delicato ma...recuperabile. Negli scontri Bivongi (13) -Monasterace (10), e Uesse Catanzaro (16) - Simeri Crichi (13) si lotterà per la sopravvivenza. Il Simeri, euforico per la vittoria conquistata nel recupero contro la Nuova Filadelfia, spera di riconfermarsi, così come il Monasterace che vorrà dimostrare che il pesante 0-4 subito in casa nell'ultima del 2008, è stato solo un calo momentaneo e uno smarrimento del momento. Sia ben chiaro che ne' Bivongi ne' la Uesse Catanzaro saranno disponibili ad assecondare le gioie altrui ma, cercheranno almeno, di venirne fuori a testa alta.
Er. Ga.
 
Sersale 11-1-2009
REAL SERSALE Madia 6,5, Fratto 6, Aiello 6, Bazzuti 6,5 (10' st Ferrara 6,5), Rizzo 6,5, Pullo 6,5, lozzo 6, Carrozza 6 (15' st Adamo 6,5), Palermo 6,5, Bevacqua 7, Mazza 6 (25' st Principato sv).
In panchina Pappalardo, Mustari, Grisolia, Franco.
Allenatore Stanizzi
NUOVA CURINGA De Gaetano 7, Pullia 6, Pettinato 6, Curcio 6,5 (33' st
Ramondino sv), Trovato 6, Camilò 6 (1' st Meraglia 6), Molinaro 6, Vitale 6, Olivo
6,5, Spina 6, Raffaele 6 (22' st Trovato G. 6,5)
In panchina Grandinetti, Gigliotti, Trovato F., Depinto
Allenatore Scardamaglia
ARBITRO Sgrò di Reggio Calabria
NOTE Campo in non perfette condizioni. Vento forte e pioggia per tutta la durata dell'incontro.
Ammoniti 42' pt Pullo (R), 42' pt Madia (R), 29' st Vitale (N), 41' st Palermo (R), 44' st De Gaetano (N). Recuperoti 1' pt e 5' st.
 
Reclamato rigore dal Real Sersale
Il Real Sersale non punge Curinga, buon punto
di MARIA FRANCESCA BUFFA
SERSALE - Risultato ad occhiali tra il Real Sersale e la Nuova Curinga nell'ultima tornata del girone d'andata. A rigor di cronaca incontro dominato quasi esclusivamente dai padroni di casa che sprecano diverse opportunità ti al 33' Palermo sfiora la rete, respinta dell'estremo difensore, ribatte e prende il palo, mentre al 44' è sempre Palermo a creare l'occasione che finisce però sulla traversa
Il Quotidiano
 
Curinga 13 -01-2009
Tra Conferme, piacevoli Sorprese e proposi4 di Riscatto,
si chiude il Girone di andata della Prima Categoria Calabrese girone C.
Tra Conferme, piacevoli Sorprese e propositi di Riscatto, si chiude il Girone di andata della Prima Categoria Calabrese girone C. La Nuova Curinga vira con 20 punti in classifica generale, con 12 punti di distacco dal Montepaone, prima in classifica generale e, a 5 punti dall'ultimo posto utile per la disputa dei Play-Off.
Una posizione quindi, di attesa che, viste le avversarie che ruotano attorno a questa posizione, non dovrebbe essere difficile conquistare. Basterebbe semplicemente ripetere il girone di ritorno dello scorso campionato per avere certezza ma, dovendo la Nuova Curinga lottare anche contro se stessa, ciò rimane solo un proposito e, per i tifosi, solo una speranza. In questo girone di andata, si è dovuto lottare contro tutto e tutti, intendendo per tutti, non solo le squadre avverse ma anche i tifosi, il Giudice Sportivo e, non per ultimi, le beghe interne. Da una approfondita analisi, sulla classifica della Nuova Curinga, possiamo accorgerci che mancano punti persi banalmente, come quelli persi contro il Simeri Crichi ed il San Pietro a Maida, punti persi per prepotenze altrui, come quelli di Chiaravalle e, infine punti persi anche per merito delle squadre avversarie come quelli persi col Montepaone e, la Nuova Filadelfia.
La Nuova Curinga, come detto, ha dovuto lottare, nel periodo più importante della stagione, contro le beghe interne che, in corso d'opera, hanno fatto trasmigrare molti suoi validi giocatori verso altre società e verso altri colori sociali. Ha dovuto, per questo motivo, cambiare assetto tattico più volte, quando invece, era necessaria compattezza di squadra. Significativa, la partita giocata contro la Nuova Filadelfia, quando Mister Scardamaglia, in panchina, disponeva del solo portiere di riserva e, si trovava in compagnia del solo dirigente accompagnatore.
Serviva, in quella occasione, omogeneità di intenti invece, Mister Scardamaglia, non ha neanche potuto eseguire un cambio, necessario perché si era in vantaggio per 1-0 e, soprattutto perché gli ospiti stavano aumentando il ritmo e prendendo il sopravvento, non è stato possibile nemmeno fare questo.
Mister Scardamaglia si è dovuto inventare, strada facendo, sia formazioni che modulo di gioco perché, anche i nuovi arrivati, si ritrovavano in campo senza avere provato, almeno una volta, a giocare con i nuovi compagni di squadra. Inizialmente, in formazione, era partito con D'Augello in porta, ed è finito con De Gaetano (buono ma rissoso), ha avuto Zerbonia (ottime le sue poche prestazioni) ed utilizzato Vasta col contagocce e, si è trovato con sole mezze punte (Olivo, Trovato G., Gigliotti, Molinaro), ha inserito Camillò e Multari, ma, ancora non hanno avuto possibilità di esprimere al meglio le loro possibilità.
La speranza è che, a breve, queste problematiche possano finire in modo che, si possa riprendere il glorioso cammino verso i Play-Off. Finisce il girone di andata col Montepaone in testa alla classifica, con 32 punti maturati attraverso 9 vittorie, 5 pareggi ed una sola sconfitta, ad opera della Nuova Filadelfia.
Visto che, praticamente, il Montepaone è dalla prima giornata che si trova in testa alla classifica, lo possiamo considerare una "valida conferma". La Nuova Filadelfia, è invece una "piacevole sorpresa"
perché matricola per la categoria, e perché ha trovato continuità nei suoi risultati attraverso il bel gioco, riuscendo a collocarsi ad un solo punto dalla prima. Chiaravalle e Real Sersale, sono da considerarsi anche loro come "buone conferme" perché, il Chiaravalle ha perso solo una partita (ad opera, ancora una volta, della Nuova Filadelfia) anche se ha conquistato punti tra mille dubbi e altrettante contestazioni mentre, il Real Sersale, dopo un deludente avvio, ha conquistato una serie di risultati importanti perdendo solo contro il Petrizzi e, in casa, contro la Nuova Filadelfia e, nonostante tutto, si trova ora a soli 4 punti dalla vetta.
Petrizzi e San Pietro aMaida, appartengono alle "piacevoli sorprese" perché hanno ottenuto il massimo risultato col minimo sforzo. Il San Pietro, soprattutto, rinnovato più volte durante la stagione, si ritrova oggi in una posizione di classifica invidiabile, a dispetto di quella dello scorso campionato che, la vedeva soffrire sempre più.
Gestione oculata nelle innovazioni, validi giocatori a costo zero e, un valido allenatore, Mister Cutrì, che ha dispensato grinta a volontà, a tutti i livelli, ottenendo con questa, risultati insperati. Delle squadre restanti, solo il Filogaso è degno di nota perché, ha avuto l'occasione giusta per prendere l'ultimo treno per i Play-Off e, purtroppo, lo ha perso perché ha perso in malo modo, con un doppio "Valente" nella partita persa contro il Petrizzi (0-2).
Tra gli altri risultati maturati domenica scorsa, da sottolineare le vittorie contemporanee delle prime tre in classifica (Real Cropani - Montepaone 0-1tt Chiaravalle - Euro Girifalco 3-1tt Nuova Filadelfia – Real Catanzaro 1-0), ed il pari tra Real Sersale e Nuova Curinga (0-0).
Il San Pietro a Maida, ha perso una grande occasione, avendo pareggiato in casa, dopo essere stato in vantaggio, contro il Gimigliano per 1-0 ed essersi fatta raggiungere nella ripresa . (1-1) il risultato finale.
Gli altri risultati, sono poco significativi ai fini dell'alta classifica per cui, diventa inutile parlarne.
Er. Ga.
 
PALLA AL CENTRO - SI RICOMINCIA 16-1-2009
Adesso, i pun4 guadagnati sono pesanti
Curinga 16-1-2009
Il girone di ritorno e il 2009, è iniziato, per la Nuova Curinga, con un pari, ottenuto contro una diretta concorrente alla promozione e contro una squadra veramente forte. Domenica prossima sarà ancora trasferta ma, questa volta, meno impegnativa ma, sempre insidiosa.
A questo punto del campionato, i punti guadagnati, sono punti pesantissimi e possono essere decisivi per il futuro calcistico delle squadre. Capito questo, la Nuova Curinga, con qualche elemento in più, affronta il Bivongi Pazzano consapevole dell'importanza del risultato e, se il periodo nero è finito, lo capiremo proprio dall'esito di questa partita.
Potrebbe essere la domenica della Nuova Filadelfia che, affronterà l'Euro Girifalco e, potrebbe esserla per almeno due motivi: il primo, è che l'Euro Girifalco, che è stato già demolito, domenica scorsa, dal Chiaravalle infliggendogli un secco 3-1, non costituisce un grande ostacolo lungo il suo cammino trionfale, il secondo, è che, le sue dirette concorrenti al primato, Montepaone (che gioca a San Pietro a Maida) e, Chiaravalle (che gioca a Filogaso) , giocano entrambe fuori casa e, potrebbero entrambe incappare in una loro giornata no o, perlomeno, potrebbero trovare due avversarie agguerrite che vorranno rafforzare sia il loro prestigio che le loro credenziali verso i propri tifosi.
Si giocherà Real Sersale e Gimigliano, una partita col risultato quasi scontato, e, a favore dei locali. Anche il Petrizzi, che affronta il Simeri Crichi, ha una partita che, sulla carta appare facile ma che, i tifosi della Nuova Curinga, si augurano che si complichi per problemi di interessi di classifica generale.
I punti, come detto, sono pesanti ma, diventano pesantissimi anche quelli che gli avversari riescono a perdere.
Il Real Cropani affronta il Real Catanzaro e, se vuole evitare i Play-Out, che ha già affrontato la scorsa stagione, deve provare a vincere da subito, altrimenti rischia di caderci dentro, trattandosi di una partita giocata contro una diretta concorrente.
Uesse Catanzaro e Monasterace, non navigano in acque tranquille per cui, cercheranno entrambi, di fare punti a tutti i costi e, di sopraffarsi perché, in questo caso, è più che mai vero il detto "mors tua vita mea" (la tua morte è la mia vita) .
Il San Pietro, con una partita giocata sopra le righe, potrebbe ottenere ciò che ha ottenuto, contro il Montepaone, solo la Nuova Filadelfia, cioè la vittoria. Speriamo.
Anche il Filogaso, se vuole conservare quel filo di speranza di rientro nel gruppo delle squadre che contano, deve vincere contro il Chiaravalle perché, la vittoria servirebbe sia alla sua classifica che al riscatto per la figuraccia rimediata domenica scorsa contro il Petrizzi.
Il Montepaone, per ora, si è laureato "campione d'inverno" ma, la laurea "Specialistica" arriva solo a fine campionato e, da qui alla fine, ne manca ancora tanto e, soprattutto, tante altre sono le concorrenti.
Er. Ga
 
Bivongi 18-1-2009
Bivongi Pazzano 0-1 Nuova Curinga
BIVONGI PAZZANOti
Spadola 7, Taverniti 6,5, Coniglio 7 (9' st Spagnolo 6), Simonetti 6, Gallo 6, Valenti G 6, Busso 5,5 (32' st Campanella s v), Valenti Già. 6,5, Riggio U 6,5, Franco E 6,5,
Panala 6 (9' st Tisano 6).
In panchina Riggio S.
Allenatore Simonetta 6.
NUOVA CURINGA De Gaetano 7, Pullia 5. Pettinato 6, Cerra 6 (38' st De Finto sv), Trovato II 7, Camillò 7,Molinaro 6,5, Vitale 6. Olivo 6,5 (30' st Trovato I sv), Spina 6
(38' st Curcio sv), Riga 6,5.
Allenatore Scardamaglia 7
ARBITRO Caricato di Cosenza.
MARCATORI 47' st Trovato I.
NOTE Espulso al 46' st Pullia
La Nuova Curinga corsara, passa la formazione di Scardamaglia
Trovato espugna il "Murdolo"
II Bivongi Pazzano cade nei minuti finali
di GIUSEPPE MELIA
BIVONGI - Ieri al "D. Murdolo" un Bivongi Pazzano con un organico ridotto al lumicino ha rimediato l'ennesima sconfitta in questa stagione (7 su 14 gare disputate) contro la Nuova Curinga.
Il passo falso subito non agevola di certo il cammino dei bianco azzurri nel cammino che porta alla salvezza, ma il mister ha dovuto sempre fare di necessità virtù le continue assenze sia per infortuni che per squalifiche. Contro la formazione di mister Scardamaglia la squadra di casa non meritava una punizione così cocente, infatti durante l'incontro ha fatto di tutto per violare la porta avversaria, ma sicuramente l'imprecisione, la precipitazione ed il portiere di turno non permettono al Bivongi/Pazzano di conciliarsi con la vittoria.
Tante le conclusioni dei vari U. Riggio, Franco, Taverniti e Russo, ma nessuna segnatura. Dopo alcune conclusioni dei giocatori locali si fa vivo la Nuova Curinga con Molinaro che al 24' conclude sul fondo con un tiro alquanto velleitario. Ancora la squadra di casa tenta la conclusione con U. Riggio (35'), ma la sfera finisce fuori.
Capovolgimento di fronte con brivido per il Bivongi/Pazzano su affondo di Olivo che con un pallonetto in anticipo supera Spadola e Giù. Valenti in recupero salva sulla linea. Al 41' U. Riggio costringe De Gaetano a salvarsi in due tempi.
Nel secondo tempo a 5' su l'ennesimo tentativo di U. Riggio il portiere ospite si salva di piede. Un minuto dopo Olivo solo davanti a Spadola manda il pallone tra le braccia del portiere con un debole colpo di testa. Al 26' ghiotta occasione dei locali con Russo che solo davanti al portiere conclude tra le braccia dello stesso. Al 40' è la volta di Spadola a compiere un parata salva risultato su pericolosa conclusione di
Trovato. Al secondo minuto di recupero inaspettatamente arriva la classica tegola sulla testa dei locali che subiscono il gol ad opera di Trovato 1° il quale è lesto ad approfittare di un errore della difesa biancoazzurra per battere l'incolpevole Spadola.
Il Quotidiano della Calabria
 
Curinga 20 -01-2009
"Dove c'è Barilla c'è Casa" analogamente
"Dove c'è il Chiaravalle, c'è Rissa"
Parafrasando una nota pubblicità televisiva, possiamo dire che, "Dove c'è il Chiaravalle c'è Rissa". Sono i fatti che lo confermano, ed ancora qualcuno crede nella buona fede di questi "giocatori".
E dire che in Lega, è critta, a chiara visibilità di tutti coloro che vi si recano che, "Chi gioca lealmente è già vincitore".
Sarà vero? Le considerazioni derivano dai fatti di Filogaso dove, la squadra locale, giocando lealmente, era in vantaggio per una rete a zero. Quando la partita stava per finire, ad un quarto d'ora dalla fine, viene messa in atto la solita rissa per poter ottenere con questa, quel risultato che gli sta sfuggendo di mano.
E' la solita rissa, col solito scopo, mettere sul piano della bagarre la partita perché, in questo, i giocatori del Chiaravalle si trovano a loro agio e, conquistano facilmente ciò che, sul terreno di gioco, giocando lealmente, non riescono ad ottenere.
E' già successo col San Pietro a Maida, è successo con la Nuova Curinga, è successo col Montepaone, si è ripetuto contro il Filogaso.
Dispiace, soprattutto perché, di sicuro, il G.S. darà ragione al Chiaravalle e darà quei tre punti che, sul terreno di gioco, non avevano meritato ne' tantomeno conquistato.
Premierà, ancora una volta, la antisportività di una squadra che, non meriterebbe tutta la benevolenza che, sistematicamente, si trova dalla sua parte. Questo, invece, sarebbe il momento in cui il G. S. dovrebbe rendersi implacabile ed inflessibile dovrebbe, visto che le semplici squalifiche inflitte al presidente di tale squadra e ad alcuni dei suoi giocatori non hanno dato buoni frutti, infliggere una penalizzazione alla squadra, di almeno dodici punti (tanti quante sono state le sue malefatte) e sperare che, una buona volta per tutte, si ravvedano e si canalizzano entro i limiti della sportività vera.
Così facendo, anche l'utenza "leale" potrà avere piena fiducia negli organi di giustizia che, la Lega predispone per salvaguardare lo sport vero.
Cerchi il G. S. di essere più "giusto" perché, le sole ammende alle singole società, inflitte per "offese al direttore di gara", e che fruttano agli organi federali, ogni domenica, non meno di 500,00 Euro, sanno solo di truffa. La domenica calcistica ha visto la vittoria, in extremis, della Nuova Curinga sul Bivongi, una vittoria che dà fiducia all'ambiente ed ossigeno alla società.
E' Trovato F. l'eroe della giornata, perché, in pieno recupero, beffa con la sua rete, la squadra locale.
Il 2009 non poteva cominciare meglio, neanche per la Nuova Filadelfia che, con Caruso, solito mattatore, sta ottenendo, vittoria su vittoria, come meglio non potevano fare.
La troppa voglia di vincere, ha penalizzato il San Pietro a Maida che, dopo aver tenuto testa al più qualificato Montepaone, si complica la vita con tre espulsioni che gli costano altrettante reti subite.
In questo caso, non si può infierire contro il Montepaone che, per le decisioni arbitrali non ne ha colpe ma, bisognerebbe semmai, fare un "mea culpa" da parte di tutti i giocatori del San Pietro.
Ciò che preoccupa la Nuova Curinga sono invece le contemporanee vittorie sia del Petrizzi sul Simeri Crichi che del Real Sersale sul Gimigliano. Preoccupano perché lasciano inalterate le distanze in classifica
generale e, l'ultima posizione Play-Off, per la Nuova Curinga, è ancora lontana ben cinque punti.
Goleada della Uesse Catanzaro sul malcapitato Monasterace (5-0) che sembra ormai alla deriva. Già il primo tempo, si era chiuso con un poker d Masciari, e ciò, la dice lunga sulla resistenza offerta in campo dagli uomini di Mister Zannino. Infine, Guzzetti, bomber di razza, con una delle se solite doppiette, porta alla vittoria la sua squadra, Real Cropani, e, piano piano, si sta tirando fuori dalla zona calda della classifica generale.
Er. Ga.
 
PALLA AL CENTRO - SI RICOMINCIA 22-1-2009
Dopo gli scontri diretti di Domenica prossima,
ci saranno più precise indicazioni di Classifica?
Curinga 22-1-2009
Se alla prima giornata del girone di ritorno hanno vinto tutte le prime sei squadre che occupano le prime sei posizioni di classifica generale (considerando vittoria anche quella che il G. S., di sicuro, gli assegnerà a tavolino, al Chiaravalle, nonostante la sospensione della sua partita sul terreno del Filogaso sul risultato di 1-0 a favore del Filogaso), domenica prossima, ciò non sarà possibile perché, le prime quattro si scontreranno tra di loro. Il Montepaone incontrerà il Real Sersale mentre il Chiaravalle si scontrerà con la Nuova Filadelfia.
Per il Montepaone, non sarà facile superare il Real Sersale perché quest'ultima, ha finora ottenuto fior fiore di risultati e, cercherà in ogni modo, di seguire le orme dei cugini del Sersale 2007-08, che, nello stesso campionato, ha conquistato la promozione, diretta, in categoria superiore.
Il Montepaone, dopo la fuga di inizio campionato, è stato costretto a rallentare la sua corsa con i due pareggi in cui ultimamente è incappato e, la clamorosa sconfitta di fine 2008 contro la Nuova Filadelfia.
Si scontreranno anche Chiaravalle e Nuova Filadelfia, distanziate fra loro, in classifica generale, di soli tre punti e sarà, quindi, battaglia per la conquista della seconda posizione.
La speranza è che si giochi al calcio e che la squadra ospitante giochi "sportivamente", come fino ad ora non ha fatto perché, se questo sarà vero, la Nuova Filadelfia, avrà più del cinquanta per cento di possibilità di vittoria, altrimenti, è da vedere.
Da questi incontri, potrebbero trarre vantaggio il Petrizzi, che affronta un ormai rassegnato Monasterace, e la Nuova Curinga che, ritornando (forse) a giocare al "Carlo Piro", sul suo terreno di gioco, potrà superare la agguerrita Uesse Catanzaro che domenica scorsa, con Masciari pokerista, ha subissato di reti il povero Monasterace. L'Euro Girifalco ha possibilità di riscatto contro il Real Cropani, dopo la sconfitta subita a Filadelfia, potrebbe rafforzare la sua posizione di centro classifica ma, deve stare attenta al temibile bomber Guzzetti.
Per il San Pietro a Maida, si prospetta una missione non impossibile contro il Real Catanzaro a Catanzaro. Entrambe le squadre provengono da una sconfitta ma, mentre quella del Real Catanzaro è giustificabile, quella del San Pietro è ancor più disastrosa perché, oltre a perdere la partita contro il Montepaone, ha subito tre espulsioni, di tre suoi giocatori che, subiranno almeno una giornata di squalifica a testa. L'impresa, nonostante tutto, non è impossibile visto il valore di squadra messo in campo finora, dal Real Catanzaro. Gimigliano e Bivongi sarà una partita che potrebbe, da una parte segnare il sorpasso del Bivongi in classifica generale con una sua vittoria sul campo ma, potrebbe relegare la stessa a fondo classifica, con possibilità più certe di evitare i Play-Out per il Gimigliano con una eventuale sua vittoria. Anche tra Simeri Crichi e Filogaso sarà partita vera perché giocata tra due squadre che, ultimamente, anche se non sempre vittoriose, si sono comportati degnamente sui terreni di gioco da loro calpestati.
Er. Ga.
San Pietro a Maida 25-1-2009
NUOVA CURINGA 0-0 UESSE CATANZARO
NUOVA CURINGA De Gaetano, Riga, Pettinato, Cerra, Trovato F. 6 (33' st Giampà sv), Camillò, Molinaro, De Pinto (61' st Gigliotti), Olivo, Spina (25' st Trovato F.I), Raffaele.
In panchina Grandinetti, Curcio, Trovato G., Ramondino.
Allenatore Scardamaglia.
UESSE CATANZARO Franconieri, Nocita (11' stMauro, 47' st De Lorenzo) Masciari, Paradiso, Moscarino, Rafeli, Maletta, Corasaniti, Felicetta, Rauti, Laugelli.
In panchina Ferri, Brofferio, Mancuso, Froio, Parentela.
Allenatore Bronzi.
ARBITRO Ieracitano di Reggio Calabria.
NOTE Partita maschia e nervosa. Espulso al 34' st Moscarino (Us) per doppia ammonizione.
 
L'Uesse Catanzaro esce indenne
grazie ai miracoli di Franconieri
SAN PIETRO A MAIDA - Finisce con un pareggio a reti bianche la sfida tra Nuova Curinga e Uesse Catanzaro, con gli ospiti che giocano una partita maschia riuscendo così ad uscire indenni dal difficile impegno odierno.
I padroni di casa hanno spinto però tantissimo per cercare la vittoria, senza però riuscire ad infrangere la barriera eretta dal portiere avversario Franconieri.
Dopo pochi minuti ci prova De Finto, ma la sua conclusione è fuori di pochissimo, mentre Olivo conduce il suo personale scontro contro il portiere avversario, colpendo' anche un palo al 35'. Nella ripresa i padroni di casa aumentano il ritmo, senza però riuscire a superare il fortino avversario.
Il Quotidiano della Calabria
 
Curinga 27-01-2009 A PALLE FERME
Tra Vento, Pioggia, Freddo, Grandine e, tanto Fango,
sono state giocare solo quattro partite.
Tra Vento, Pioggia, Freddo e Grandine, sono state rinviate ben quattro partite su otto da disputare nel Fango si sono disputate le altre quattro e, tra queste, nessuna di quelle che interessavano direttamente la testa della classifica generale.
Si è giocata la partita tra Real Catanzaro e San Pietro a Maida, con la vittoria di quest'ultima, per una rete a zero. Si è trattato della prima vittoria ottenuta in trasferta dal San Pietro a Maida e ciò, la rilancia in piena zona Play-Off, a soli quattro punti di distacco dal Petrizzi.
Raggiunge, con questa vittoria, anche la Nuova Curinga che, non riesce ad avere la meglio sulla Uesse Catanzaro, per le miracolose parate del suo estremo difensore Franconieri e, per il fango che ha reso impossibile una partita che poteva rilanciarla e le poteva permettere di ridurre il distacco da tutte le altre squadre di alta classifica. Una partita stregata per Olivo e compagni, maschia per qualità di gioco e, difficile da giocare per le condizioni atmosferiche che hanno portato il terreno di gioco, ai limiti della sua praticabilità.
Nuovi innesti in attacco, con Raffaele, e nuovi inserimenti a centrocampo dove, Mister Scardamaglia, ha dovuto rinunciare a Vitale per squalifica.
Nonostante tutto, la Nuova Curinga, con questo pari, ha recuperato una lunghezza sul Petrizzi, squadra sulla quale bisogna fare, ormai, il proprio percorso di qualificazione per poter disputare i Play-Off. La squadra del Petrizzi, è stata sconfitta a Monasterace, con una rete segnata dopo appena un minuto di gioco, non sono bastate le prodezze di Nicola Vitale, bomber del Petrizzi, per raddrizzare una partita messa male fin dall'inizio.
Una partita che, per rivalità, ed ex giocatori presenti in campo, sia da una parte che dall'altra, si presentava già difficile di suo, poi, unendo a ciò la disperazione dell'ultimo posto in classifica per il Monasterace, si capisce come, le forze degli avversari si sono moltiplicate così come moltiplicata è risultata la voglia di riscatto che è bastata, alla fine, per conquistare la vittoria sul campo.
Si è giocata anche la partita tra Gimigliano e Bivongi che, dopo un primo tempo non entusiasmante, si riabilita nel secondo con ben quattro reti, due delle quali segnate in soli cinque minuti dai locali, con il primo, segnato su rigore.
A nulla è valsa la rete della speranza segnata dal Bivongi che, avrebbe potuto riaprire la partita perché, l'illusione viene spenta pochi minuti dopo, dalla terza e definitiva rete segnata dal Gimigliano. Tutte le altre partite del girone, sono state sospese o, non disputate. Montepaone e Real Sersale giocano solo 15' per poi rinunciare per forte vento e pioggia intensa, anche Chiaravalle e Nuova Filadelfia viene rinviata.
Sono bastati pochi minuti di sopralluogo al terreno di gioco per rendersi conto che, non era possibile disputare una gara così importante mettendo a repentaglio salute, incolumità fisica e, risultato, per entrambe le squadre.
Per troppa pioggia, non si è potuta giocare neanche Simeri Crichi - Filogaso, nonostante, il direttore di gara e, i dirigenti interessati, hanno atteso i regolamentari trenta minuti per verificare e, riverificare le condizioni del terreno di gioco. Grandine, addirittura, sulla partita tra Euro Girifalco e Real Cropani che si è giocata fino al ventesimo della ripresa ma che, l'arbitro è stato costretto a sospendere per una sopravvenuta intensa grandinata.
La partita giocata, ha visto Guzzetti e company prevalere sui locali anche se, non sono riusciti a perforare la rete degli avversari.
Tutto, ora, è demandato alla Lega che dovrà stabilire le date in cui bisogna disputare tutti questi recuperi.
Peccato, perché, l'entusiasmo che portavano con se queste partite, non sarà più lo stesso perché, giocate in data infrasettimanale.
Er. Ga.