Alba del Sud

ALBA DEL SUD
 
Risveglio:
    al mattino, al canto degli uccelli,
ai rumori di nostra vita paesana,
agli echi lontani di una trebbia,
che ancora senza sole già lavora.
    Sui passi stanchi un vecchio contadino
seguendo l’asinello va a lavoro,
pensoso alla sua vita, alla sua storia
che giorno dopo giorno non ha novia.
Risveglio:
    al primo suon della campana,
al vociar di vecchie donne mattiniere,
la cui unica speranza è nella fede
in un Cristo che non tornerà mai più.
    Al rumore del vento di ponente,
trascinante le onde alla risacca,
ai lamenti di un tronco e alle radici,
che ha perso piano piano le sue fronde.
    Amaro è quel risveglio alle rotaie
di fronda distaccatasi dal tronco,
del Cristo destinato alla miniera
che forse di speranze non ne ha.
( 1976 )
Primo premio ex aequo " Pasolini Sud"
Scilla 25-08-79