Le fasi finali dei Play-Off Libertas in Seconda Cat.

Terza Categoria — Fasi finali dei Play-Off
Falerna - Athletic Gizzeria (2-1)
FALERNA: M. Grandinetti, M. Vaccaro, W, Grandinetti, C. Berardelli, E. Elia, M. R. Gatti, F, Grandinetti, M. Rocca, R. Cristiano, F, Berardelli, A. L. Folino.
In panchina: M. Sacco, A. C. Gatti, D. Gallo, R. Macchione, N. El Khattabi, A. Barletta, 0, Damiano.
Ali: Bassarelii.
GIZZERIA: Grandinetti, Mete, G. Raso, L. Raso, A. Chirilo, F. Mastroianni, F. Chirillo, R. Crapis, V.Talarico, E. Paola, I. Roppa.
In panchina: R. Mastroianni, F. D’Ambrosio, R. Arcieri, V. Cicco, F. Folino, O. Vescio, O. lanchello.
Allenatore: Arcieri.
ARBITRO: Garcea di Catanzaro.
MARCATORI: 2’ pt Cristiano (F), 19' pt Folino (F), 45’ pt Paola (G).
FALERNA (Cz) 1-5-2016 – Sarà il Falerna di Bassarelli a disputare la finale per la promozione in Seconda contro la Libertas Curinga, dopo la vittoria sullo Gizzeria.
locali avanti con Cristiano e Folino.
Per gli ospiti accorcia il risultato Paola.
Tutto nel primo tempo.
Da segnalare un rigore fallito dai locali e tre pali per gli ospiti.
2-5-2016 - Dopo una brillante stagione calcistica, la Libertas Curinga si appresta a compiere l'ultimo atto: scontro finale Play-Off contro il Falerna vincente sull'Athletic Gizzeria per (2-1).
Per certi aspetti, la stagione 2015-2016 condotta dalla Libertas Curinga è da incorniciare, sia per quello che “la linea giovani” ha saputo portare a termine, sia perché si è dimostrata per lungo tempo imbattibile.
Avere concluso un girone di andata senza avere subito una sconfitta, non è da tutti, così come l'avere concluso il campionato con due sole sconfitte, alla pari con la capolista Spartans Acconia.
Altro pregio, da non sottovalutare, il fatto di essere stati alla pari dei campioni dello Spartans Acconia e di avere concluso entrambi gli scontri diretti senza un nulla di fatto, è da considerarsi oggi un dato positivo.
Le cose si sono complicate quando lo scontro diretto di campionato Falerna - Gizzeria, si è concluso con la vittoria netta (?) dei padroni di casa, risultato utile a mantenere il distacco tra seconda classificata (Libertas Curinga) e terza (Falerna), al di sotto dei dieci punti di distacco.
Da regolamento, era proprio questa la situazione che manteneva in vita la disputa dei Play-Off.
L'interesse era, evidentemente, utile ad entrambe le squadre perché l'ultima possibilità, si celava proprio dietro questo risultato in quanto il Falerna viaggiava in terza posizione e, l'Athletic Gizzeria in quarta.
Erano ormai tagliate fuori tutte le altre squadre che seguivano.
Fatto sta che, il Falerna ed il Gizzeria sono entrate di diritto nei Play-Off, hanno già disputato la loro partita con il Falerna che si è imposto per (2-1), ed ora, l'atto finale al “Carlo Piro” di Curinga dove domenica prossima si disputerà Libertas Curinga — Falerna con in palio il podio per accedere alla Seconda Categoria.
In bocca al lupo ad entrambe le squadre e, sportivamente, vinca il migliore.
Er. Ga.
La Libertas ritorna in
Seconda Categoria.
8-5-2016 — E' festa della Mamma, ma è anche festa per la Libertas Curinga che, prepotentemente, torna in Seconda Categoria.
E' la Libertas Curinga che, nel Girone F di Terza Categoria conquista la promozione avendo superato in finale Play-Off il Falerna (2-0).
Si aggiudica questa partita e spicca il volo ritornando in quelle categorie che più le si addicono per tradizione sportiva, per meriti e, quest'anno, anche per qualità di risultati.
Un obiettivo posto ad inizio campionato da questa giovane dirigenza e che viene raggiunto con pieno merito avendo condotto un campionato di alto livello.
Non è da poco avere mantenuto la imbattibilità per l'intero girone di andata e buona parte del girone di ritorno; l'avere tenuto testa ai cugini dello Spartans Acconia imponendo un nulla di fatto in entrambe le partite giocate tra di loro e l'avere infine, messo in campo nuove leve e giovani risorse che faranno grande questa squadra vista la loro bravura e la loro giovane età.
Oggi è stato un trionfo e non poteva essere diversamente vista la passione e la spinta morale con le quali il numerosissimo pubblico presente sugli spalti, ha spinto i suoi beniamini verso questa vittoria.
Un avversario agguerrito rappresentato da un Falerna che ha lottato fino alla fine dimostrandosi degna contendente al titolo per una più che valida Libertas dimostratasi superiore sia come gioco proposto che come disposizione dei giocatori in campo.
Sono quelle giornate che aspetti con ansia e che quando arrivano le affronti con la giusta concentrazione e determinazione, consapevole che stai lottando per un obiettivo che può lasciare un segno indelebile nel tempo e nella storia di questa società.
Un (2-0) finale che premia questi giovani ragazzi che hanno saputo imbrigliare al punto giusto gli avversari e che hanno trovato in Davide Riga e Gabriele Loberto, gli eroi della giornata, quelli cioè che hanno finalizzato il gioco col quale questa squadra ha deliziato i suoi numerosissimi tifosi disseminati sugli spalti.
Euforia alle stelle come è giusto che fosse, entusiasmo e soddisfazioni che si concretizzano e che gratificano la società per tutti gli sforzi profusi in funzione di questo risultato.
I complimenti vanno sicuramente distribuiti tra tutti i protagonisti in campo, ma anche tra i dirigenti e lo staff tecnico nonché al pubblico che, con passione e con tenerezza ha seguito le gesta di questi giovani promesse.
Una pagella di valutazione per la partita odierna è comprensiva di un DIECI per ciascun protagonista in campo, a partire dal numero uno Andrea Michienzi, che ha messo a disposizione di tutti i suoi compagni la sua bravura e la sua esperienza maturata in campionati superiori, per finire al più piccolo della compagnia, Gabriele Lo Berto, che, nonostante la sua giovane età, si è dimostrato un eccellente interditore di centrocampo ed un buon finalizzatore di gioco.
Oggi ha messo a segno la rete del (2-0) con una giocata da campione, avendo sfruttato un lancio in profondità, riuscendo a disfarsi del suo diretto marcatore e di avere infine messo a sedere il portiere avversario, insaccando come fosse un giocatore già navigato. Bravo.
Non dimentichiamo il bomber Davide Vasta (21 reti messi a segno in questo campionato) che, da allenatore-giocatore, ancora una volta ha saputo trascinare ed infondere coraggio ad un gruppo di ragazzini puntando tutto sull'impegno, sull'entusiasmo e sulla determinazione.
Ineccepibile il rendimento in campo di Davide Riga, che, come difensore centrale, ha opposto il fisico, la grinta e l'esperienza alla dinamicità dell'avversario, costringendolo al digiuno.
Svettano a centrocampo per costruzione di gioco Vittorio Perugino e Bruno Russo, capaci di recuperare e impostare, ribaltando situazioni di gioco pericolose per la propria squadra in azioni offensive che, spesso, portano alla finalizzazione positiva per la propria squadra.
Plauso anche per tutti gli altri facenti parte di questa squadra tra cui: Antonio Orlando (capitano), Giuseppe Iemme, Vincenzo Trovato, Saverio Paonessa, Francesco Gullo, Vincenzo Gugliotta, Valerio Calvieri, Simone Trovato, Francesco Ruscio (sfortunato protagonista per avere subito un infortunio nel momento clou del campionato), Ilario Mazza, Giuseppe Fanello, Pallaria Antonio, Giuseppe Anello,
Giampiero Bartuca, Agronomo Domenico, Pier Paolo Aracri, Godino Felice.
E come non menzionare in questa lista di ringraziamenti il Presidente Giuseppe Trovato, il Vice Valerio Currado, l’Accompagnatore Ing. Muto, che sono stati coloro che hanno costruito e seguito l'evoluzione di questa squadra.
Coloro cioè che attorno a questa squadra hanno sempre ruotato dando il contributo migliore della loro disponibilità, della loro dedizione alla crescita di questi giovani ragazzi, senza nulla chiedere in cambio per quello che hanno fatto.
Un grazie a tutti voi da parte di tutti gli sportivi curinghesi.
La cronaca:
Partita nervosa e maschia per tutto il primo tempo che si conclude col risultato di (0-0) nonostante le Libertas avesse avuto a disposizione un rigore per portarsi in vantaggio e che però ha fallito.
Nel secondo i giocatori in campo portano avanti una battaglia vera e propria nel senso che nessuno è disposto a tirare indietro la gamba per concedere spazio all'avversario.
Il direttore di gara riesce a tenere la partita in pugno pur con qualche difficoltà dovuta a proteste esagerate e inopportune durante le fasi di gioco, provenienti anche dalle panchine.
Il risultato si sblocca quando Riga insacca di testa su un cross in area proveniente da un calcio di punizione assegnato dal direttore di gara poco fuori dall'area di rigore.
Riga svetta su tutti e insacca portando sull'uno a zero il risultato della partita.
Gli animi sono esasperati e si manifestano scontri fisici da ambo le parti, con proteste vigorose provenienti anche delle panchine.
Un fallo per gamba tesa, scatena una rissa che induce le forze dell'ordine ad intervenire in campo sedando con facilità, e immediatamente, quanto di violento stava accadendo.
Vengono espulsi in questa occasione due dirigenti, uno per parte e si riprende cosìa giocare.
Alla ripresa del gioco, il capolavoro del giovane Lo Berto che spegne le ultime speranze di vittoria per gli avversari.
Al fischio finale è festa pura, con i giocatori che si recano a bordo campo per ringraziare i tifosi presenti e con quest'ultimi che mettono in funzione ogni sorta di strumento per rendere assordante questa importante conquista.
Da questo momento, si può pensare al futuro che, speriamo sia anch'esso glorioso.
LIBERTAS CURINGA: A Michienzi, G. Loberto, D. Vasta, G. lemme, V. Trovato, B. Russo, V. Trovato, V. Perugino, D. Riga, A. Orlando, F. Godino.
In panchina: S. Paonessa, G. Bartucca, I. Mazza, F. Gullo, V. Gugliotta, G. Fanello, V Calvieri. Allenatore: D. Vasta
MARCATORI: 21' pt Riga, 35' st Loberto
FALERNA: M. Grandinetti, M. Vaccaro, W. Grandinetti, D. Gallo, E. Elia, M. R. Gatti, F. Grandinetti, M. Rocca, R. Cristiano, F. Berardelli, A. L Folino.
In panchina: M. Sacco, A, C. Gatti,, C, Berardelli, N. El Khattabi, R. Macchione, A. Barletta, O. Damiano,
Allenatore: Bassarelli.
ARBITRO: Aragona dì Lamezia Terme.